Cancro al polmone, intervento storico in Italia: tumore prima inoperabile rimosso con robot

Rispondi
Avatar utente
Franco953
Membro
Messaggi: 2803
Iscritto il: ven 31 lug 2015, 9:57

Cancro al polmone, intervento storico in Italia: tumore prima inoperabile rimosso con robot

Messaggio da Franco953 » lun 6 ago 2018, 22:30

Pubblico il seguente articolo estrapolato dalle news dell'istituto Europeo di Oncologiap in quanto ritengo possa essere interessante
Franco

In Italia il primo intervento (riuscito) per rimuovere un tumore al polmone, finora considerato inoperabile

Cancro al polmone, intervento storico in Italia: tumore prima inoperabile rimosso con robot

di Andrea Centini

Equipe di medici dell’Istituto Oncologico Europeo (IEO) di Milano ha rimosso un tumore al polmone considerato in precedenza inoperabile. Il rivoluzionario intervento è stato reso possibile grazie a un’innovativa chemioterapia che ha aperto le porte alla chirurgia mininvasiva ro+botica.

Per la prima volta, grazie a una tecnica chirurgica robotica mininvasiva, è stato rimosso un tumore al polmone precedentemente considerato inoperabile. Il rivoluzionario intervento, condotto su un paziente affetto da grave obesità – con BMI (Indice di Massa Corporea) di 40,6 -, è stato eseguito dall’equipe di Chirurgia Toracica dell’Istituto Oncologico Europeo (IEO) di] Milano guidata dal professor Lorenzo Spaggiari.

A permettere l’operazione, che getta le basi per il futuro trattamento di questa diffusa neoplasia, una terapia chemioterapica con nuovi farmaci che ha aggredito e ridotto la massa tumorale, aprendo le porte alla lobectomia (asportazione di parte del polmone) e alla toracectomia, ovvero all’asportazione di parte della parete toracica. Il tumore, infatti, interessava anche tre costole e una porzione del sistema circolatorio.

Poiché il tumore al polmone è al primo posto per incidenza e mortalità in entrambi i sessi (presi complessivamente), ci sono buone speranze che il pionieristico intervento eseguito dall’equipe milanese possa aumentare significativamente l’aspettativa di vita dei pazienti. “Questo intervento non è un unicum, ma è un’anticipazione del futuro dei prossimi dieci anni della chirurgia oncologica toracica”, ha sottolineato il Professor Spiaggiari. “I risultati straordinari dell’immunoterapia e delle terapie biologiche sul tumore del polmone – ha aggiunto lo specialista -, fa sì infatti che si presentino al chirurgo toracico sempre più casi di carcinomi localmente avanzati o oligometastatici (con una o poche metastasi), che le terapie mediche hanno tenuto sotto controllo o hanno fatto regredire fino a raggiungere una dimensione che permette l’intervento chirurgico”.

Il medico ha spiegato che ci troviamo innanzi a una vera e propria “inversione di paradigma” nel trattamento del tumore al polmone, dove è la chirurgia ad essere adiuvante (cioè viene eseguita dopo il trattamento principale) e non più la terapia con i medicinali. Secondo Spiaggiari questa procedura oncologica, condivisa con altri centri pionieristici nella lotta al cancro come il Memorial Sloan Kettering di New York, diventerà lo standard nei prossimi anni, ma è diventata già realtà grazie al primo intervento condotto sul paziente italiano. A due mesi esatti dall’operazione, eseguita il 24 novembre 2017, è ora in buone condizioni.
“Non è tanto quello che facciamo, ma quanto amore mettiamo nel farlo. Non è tanto quello che diamo, ma quanto amore mettiamo nel dare.”

morenomorenomoreno
Membro
Messaggi: 56
Iscritto il: gio 7 dic 2017, 15:37

Re: Cancro al polmone, intervento storico in Italia: tumore prima inoperabile rimosso con robot

Messaggio da morenomorenomoreno » mar 7 ago 2018, 16:58

Caro Franco e' proprio questo articolo che mi aveva fatto sperare, e dovra' far sperare molti altri, poiche' il chirurgo e l'oncologo in questione hanno sconfessato chiaramente i paradigmi oramai fatti propri dalla stragrande maggioranza degli oncologi affermando che, se ci sono una o poche metastasi, grazie alle nuove cure e specialmente grazie agli immunoterapici, ci sara' una rivoluzione in campo medico: sempre di piu' saranno coloro che, considerati d'acchito al maledetto IV stadio, proveranno un'intima commozione. Credo davvero che buone nuove si prospettino a grande velocita'. Occorre pero' un po' di "svecchiamento" dei ns grandi oncologi e soprattutto piu' coraggio anche nel mettere in pratica il pu' velocemente possibile le nuove prospettive che si prospettano all'orizzonte. Grazie per aver postato

Filomena
Membro
Messaggi: 621
Iscritto il: gio 30 ago 2018, 17:10

Re: Cancro al polmone, intervento storico in Italia: tumore prima inoperabile rimosso con robot

Messaggio da Filomena » ven 7 set 2018, 15:48

Ciao Franco
Non so se il mio è stato il primo
Sono stata operata al regina Elena
Intervento robotico
Credo che li sono avanti di parecchio
Sono stata operata dal dott ....
Un grande
E dopo due anni posso dirti che ci sono tantissime persone che vengono da fuori x sottoporsi a questo tipo di intervento
Su persone non operabile
Quindi..
Quando vado a fare le visite di controllo cercano tutti quella cicatrice orrenda
Io non ho nulla solo tre piccoli buchi
Quello poi brutto è quello del drenaggio
L'ho tenuto x un mese
Mi mettevano
Due punti un giorno si e un'altro pure

 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Rispondi

Torna a “Tumore al polmone”