Perdere la mamma a 22 anni

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
Lorena96
Membro
Messaggi: 16
Iscritto il: gio 18 ott 2018, 22:05

Perdere la mamma a 22 anni

Messaggio da Lorena96 » dom 4 nov 2018, 23:00

Fine ottobre 2015 trovano a mia mamma di 49 anni un carcinoma allo stomaco, al primo stadio, un ulcera che si era sviluppata nello stomaco gli ha causato dei disturbi e fortunatamente facendo la gastroscopia si è subito visto il cancro, avevo 19 anni, non mi hanno mai fatto vivere la malattia di mia mamma, forse perché nel giro di nulla è stata operata. Tutto era andato bene. L intervento, dove le è stato asportato 3/4 di stomaco, era andato benissimo, anche il post intervento, con annessi dolori e vomito, tutto sommato andava bene. Passano i mesi, la tac ogni 3 mesi, ogni volta buone notizie... Del tumore non c era più traccia di quel mostro. Tac di fine maggio 2018, tutto perfetto, esami perfetti, cominciamo a organizzare il nostro viaggio estivo, il dottore aveva dichiarato mia mamma "ufficialmente guarita", ma i controlli dovevano pur sempre continuare.
Partiamo, trascorriamo una vacanza bellissima di 3 settimane in Grecia. Mia mamma comincia ad avvertire qualche dolore all addome (niente di diverso dai dolori che spesso capitava di avere se magari mangiava più del solito o si beccava un influenza).
Torniamo il 20 Agosto ed esattamente 1 mese dopo, il 20 settembre le corse in ospedale, i dolori sono diventati insopportabili nel giro di nulla. Da lì comincia l incubo.
Ecco una massa alle vie biliari.
Mi crolla il mondo addosso.
1 mese di ricovero, mia mamma comincia a diventare gialla. La bilirubina arriva a 34. Provano a inserire il drenaggio, ma la massa impediva il passaggio. Lo riprovano giorni dopo e riescono ad inserirlo.
Un mese di pianti e speranze, un mese di incredulità, un mese di domande, di illusioni, di perché. La biopsia parla chiaro. Adenocarcinoma localmente avanzato, nella zona extraepatica. Contatto ogni parte d Italia, riscontrando sempre responsi negativi. Questa volta, a 22 anni, sto vivendo tutto della sua malattia, che gli teniamo nascosta. Lei sa di avere un lipoma benigno, non ci siamo sentiti di dirglielo, mia mamma ha sofferto di depressione e conoscendola piangerebbe notte a giorno al solo pensiero di farci soffrire, si sentirebbe in colpa, quando una colpa non l ha. Fingere davanti a lei mi uccide. Quando la guardo cerco di memorizzare i suoi movimenti perché ho paura di dimenticarli quando non la potrò vedere e toccare più dal vivo.
Già dal momento della diagnosi sono stati tutti abbastanza chiari... Tumore inoperabile perché si trova nei vasi sanguigni e non è possibile fare la chemio perché ha i valori sballati. Oggi la bilirubina è a 4.5 (valore normale 1), ma ci sono altri valori che non sono nella norma.
Mia mamma ha perso 10kg in un mese. Pesa 47 kg ed è alta 1.60. Quando l aiuto a lavarsi il mio cuore si spezza, non si merita tutto questo.
Dal 20 ottobre è stata dimessa con il drenaggio esterno, ha cominciato la terapia del dolore.
Domani incontrerò con mio padre il dottore ... di Verona. L ultima speranza, ma so già cosa ci dirà. È da mesi che qualsiasi dottore ci dice la stessa cosa. Sono a pezzi.

Io mi chiedo, perché a noi? Una famiglia umile, semplice, con forti valori, lavoratori, ci siamo sempre sudati tutto.
I miei genitori si amano alla follia da quando erano due adolescenti, hanno costruito una famiglia meravigliosa, siamo 3 sorelle, 1 fratello( tutti più grandi di me, 36, 34 e 31 anni) e 4 nipoti.
Mio padre è distrutto. Ha perso la mamma quando aveva 22 anni per un tumore ai polmoni. Il padre a 34 anni. Mia mamma per lui è veramente tutto, sempre insieme, sembrano ancora due fidanzatini. Un corpo e un anima.
Qualche anno fa il fratello di mio padre di 49 anni è morto per un tumore al cervello.
Perché? Perché tutto questo dolore?
Ho paura, perché tutto questo distruggerà l armonia, la bellezza della mia famiglia, mia mamma è una persona buona. Una mamma e una nonna veramente unica. Si è sempre dedicata totalmente alla famiglia. È il perno di tutto.

Tutto questo è ingiusto. Avrei voluto vederli invecchiare insieme, perché non deve vedermi crescere? Perché proprio ora che ho troppo bisogno di lei? Sono la sua piccolina...
La mia laurea, il mio matrimonio (sono fidanzata da 8 anni), il mio futuro... Lo vedo triste senza di lei, vuoto, sento che non sarò più felice. ..e mio padre? Come farà? Ha solo 56 anni...

Avatar utente
Franco953
Membro
Messaggi: 2761
Iscritto il: ven 31 lug 2015, 9:57

Re: Perdere la mamma a 22 anni

Messaggio da Franco953 » lun 5 nov 2018, 21:17

Cara Lorena
"perchè a noi" ? Se lo chiedono tutti in questo forum ma nessuno ha una risposta.
Purtroppo il tumore non colpisce in base ai valori, al lavoro svolto e al sudore "versato"
Laddove arriva spezza cio' che trova. Spezza i legami, le anime, gli amori, i desideri, i giuramenti...
Per quanto riguarda l'ingiustizia ,come dicono in molti ; "Purtroppo la giustizia non è di questo mondo"
Mi spiace per mamma e per la situazione terribile che state vivendo in famiglia.
Farsi certe domande adesso non serve a nulla. Non serve a mamma come non serve a te
La cosa necessaria, in questo momento, è la tua costante presenza vicino a mamma per aiutarla e sostenerla in questa tremenda battaglia.
Hai fatto bene a non dire nulla sul tumore ma ora devi cercare di infondere in lei la forza di reagire e di lottare.
Capisco le tue difficoltà ma la paura è uno stato d'animo che si attacca, come l'influenza, a chi ti stà vicino per cui, mettila da parte, e affronta la situazione con determinazione
Fai sentire a mamma che tu ci sei e, se ha bisogno di te, sei pronta a lottare al suo fianco.
Noi siamo tutti vicino a te. Se hai bisogno e se credi che ti possa aiutare, scrivici e noi cercheremo di aiutarti
Un abbraccio
Franco
“Non è tanto quello che facciamo, ma quanto amore mettiamo nel farlo. Non è tanto quello che diamo, ma quanto amore mettiamo nel dare.”

snapele
Membro
Messaggi: 8
Iscritto il: ven 28 set 2018, 21:20

Re: Perdere la mamma a 22 anni

Messaggio da snapele » lun 5 nov 2018, 21:53

Cara Lorena, io di anni ne ho 25 e mi trovo nella tua stessa situazione. A mio papà è stato diagnosticato un tumore al cervello a novembre scorso, ora siamo arrivati alla fase finale della malattia. Paralizzato a letto e con voglia di vivere pari a zero. Tutti i giorni, tutto il giorno mi chiedo perchè sia capitato a noi, ho i crampi allo stomaco se ripenso alla nostra vita di prima, a come fossimo una famiglia assolutamente normale che si è trovata catapultata nel disagio più totale. Posso dire che ti capisco e di farti forza, purtroppo, in situazioni come le nostre le parole di conforto servono a poco, niente più rimarginare una ferita del genere. Circondati di persone che ti vogliono bene, è la migliore medicina. Un abbraccio

Lorena96
Membro
Messaggi: 16
Iscritto il: gio 18 ott 2018, 22:05

Re: Perdere la mamma a 22 anni

Messaggio da Lorena96 » lun 5 nov 2018, 23:54

Franco953 ha scritto:
lun 5 nov 2018, 21:17
Cara Lorena
"perchè a noi" ? Se lo chiedono tutti in questo forum ma nessuno ha una risposta.
Purtroppo il tumore non colpisce in base ai valori, al lavoro svolto e al sudore "versato"
Laddove arriva spezza cio' che trova. Spezza i legami, le anime, gli amori, i desideri, i giuramenti...
Per quanto riguarda l'ingiustizia ,come dicono in molti ; "Purtroppo la giustizia non è di questo mondo"
Mi spiace per mamma e per la situazione terribile che state vivendo in famiglia.
Farsi certe domande adesso non serve a nulla. Non serve a mamma come non serve a te
La cosa necessaria, in questo momento, è la tua costante presenza vicino a mamma per aiutarla e sostenerla in questa tremenda battaglia.
Hai fatto bene a non dire nulla sul tumore ma ora devi cercare di infondere in lei la forza di reagire e di lottare.
Capisco le tue difficoltà ma la paura è uno stato d'animo che si attacca, come l'influenza, a chi ti stà vicino per cui, mettila da parte, e affronta la situazione con determinazione
Fai sentire a mamma che tu ci sei e, se ha bisogno di te, sei pronta a lottare al suo fianco.
Noi siamo tutti vicino a te. Se hai bisogno e se credi che ti possa aiutare, scrivici e noi cercheremo di aiutarti
Un abbraccio
Franco
Grazie Franco per la risposta. Purtroppo divento triste perché sento che vengono colpite sempre persone che veramente non lo meritano, non che qualcuno lo meriti, però vedo spesso persone, come mia mamma, piene di vita, buone, altruiste... Colpite da questo brutto male che le porta a spegnersi in maniera atroce. Mi piange il cuore non solo per mia mamma, ma per tutte quelle persone che non meritano di morire così, avrei preferito un'altra morte, non così, la sua sofferenza mi distrugge, non dormo la notte per paura che si senta troppo male, la guardo mentre dorme per vedere se respira ancora, muoio dentro quando la vedo camminare per casa con la schiena curva piena di dolori, forse andrà sempre peggio... Ma spero veramente di no. Spero che Dio la faccia smettere di soffrire se tutta questa sofferenza dovresse essere vana.
Questo mi fa stare male, a 22 anni ho già paura della vita, di quanto possa essere cattiva. Non ho paura della morte, ho paura di questo modo assurdo di soffrire.
Davanti a lei fingo, fingo continuamente, anche perché forse quando parliamo mi dimentico che ha quel mostro dentro... E parliamo del futuro, di quando prenderò la mia laurea... ogni volta è un colpo al cuore, perché so quanto lei ci tiene, ha sempre creduto in me e probabilmente non potrà mai vedermi in quel giorno tanto desiderato.
Non posso crederci.

Lorena96
Membro
Messaggi: 16
Iscritto il: gio 18 ott 2018, 22:05

Re: Perdere la mamma a 22 anni

Messaggio da Lorena96 » mar 6 nov 2018, 0:00

snapele ha scritto:
lun 5 nov 2018, 21:53
Cara Lorena, io di anni ne ho 25 e mi trovo nella tua stessa situazione. A mio papà è stato diagnosticato un tumore al cervello a novembre scorso, ora siamo arrivati alla fase finale della malattia. Paralizzato a letto e con voglia di vivere pari a zero. Tutti i giorni, tutto il giorno mi chiedo perchè sia capitato a noi, ho i crampi allo stomaco se ripenso alla nostra vita di prima, a come fossimo una famiglia assolutamente normale che si è trovata catapultata nel disagio più totale. Posso dire che ti capisco e di farti forza, purtroppo, in situazioni come le nostre le parole di conforto servono a poco, niente più rimarginare una ferita del genere. Circondati di persone che ti vogliono bene, è la migliore medicina. Un abbraccio
Niente sarà più come prima, questa malattia ti cambia dentro. A 22 anni non immaginavo di vedere già la vita così grigia, un futuro così spento. La mia mamma mi ha trattata sempre come la bambina di casa, coccolata, eravamo sempre insieme. L'unica fortuna è che di momenti belli ne abbiamo vissuti molti, le mie vacanze estive con il fidanzato le ho sempre fatte insieme alla mia famiglia, mentre gli amici optavano per altro, e di questo ne sono felice oggi più che mai. Tanti momenti condivisi.
Ma non posso avere più un idea felice del mio futuro se lei non dovesse più farne parte.
Spero ancora in un miracolo.

Valentina&Sofia
Membro
Messaggi: 98
Iscritto il: mer 6 giu 2018, 14:49

Re: Perdere la mamma a 22 anni

Messaggio da Valentina&Sofia » mar 6 nov 2018, 9:11

Ciao Lorena, credo non esista una risposta al “perché a me, a noi”... la bestia colpisce senza selezione e lascia tanta sofferenza, disperazione, vuoto...io ho 32 anni e una bimba di 8 mesi, ho perso mia mamma ad agosto dopo anni di lunghe battaglie. Ha lottato come una leonessa, con grande dignità e protezione verso la sua famiglia. La prima volta nel 97, ero una bambina. Lei è mio padre sono stati capaci di far vivere a me e a mia sorella, la malattia come fosse un “gioco “, un cattivo da sconfiggere. 11 anni dopo la ricaduta...eh be li ero più grande e quel mostro da sconfiggere diventava sempre più concreto, reale. Ricordo che dovevo fare l’ultimo esame prima della laurea. Aspettarono a dirmelo per non destabilizzarmi. Mi laureo, muore mio nonno, i miei cambiano casa, mi sposo, nasce mia figlia, un gorgoglio di emozioni...mia mamma ricomincia a non star bene. A novembre cominciano a bombardarla di cortisone, a gennaio la diagnosi infausta...adenocarcinoma polmonare IV stadio con metastasi cerebrali, al surrene e alle ossa. Insomma ci dicono subito che questa volta non ce l’avrebbe fatta. Il mondo crolla, tutto va in frantumi. Ci siamo sempre definiti un cerchio perfetto. Una famiglia unita. I miei genitori che si amano alla follia, che amano i nipoti alla follia...andiamo ovunque, sentiamo mille pareri...nulla da fare. In 8 mesi è andata via. Mio padre è distrutto, noi figlie siamo distrutte, i nipoti sono distrutti...stalle vicino come puoi, stalle vicino più che puoi! Ti abbraccio forte

Lorena96
Membro
Messaggi: 16
Iscritto il: gio 18 ott 2018, 22:05

Re: Perdere la mamma a 22 anni

Messaggio da Lorena96 » mar 6 nov 2018, 14:36

Valentina&Sofia ha scritto:
mar 6 nov 2018, 9:11
Ciao Lorena, credo non esista una risposta al “perché a me, a noi”... la bestia colpisce senza selezione e lascia tanta sofferenza, disperazione, vuoto...io ho 32 anni e una bimba di 8 mesi, ho perso mia mamma ad agosto dopo anni di lunghe battaglie. Ha lottato come una leonessa, con grande dignità e protezione verso la sua famiglia. La prima volta nel 97, ero una bambina. Lei è mio padre sono stati capaci di far vivere a me e a mia sorella, la malattia come fosse un “gioco “, un cattivo da sconfiggere. 11 anni dopo la ricaduta...eh be li ero più grande e quel mostro da sconfiggere diventava sempre più concreto, reale. Ricordo che dovevo fare l’ultimo esame prima della laurea. Aspettarono a dirmelo per non destabilizzarmi. Mi laureo, muore mio nonno, i miei cambiano casa, mi sposo, nasce mia figlia, un gorgoglio di emozioni...mia mamma ricomincia a non star bene. A novembre cominciano a bombardarla di cortisone, a gennaio la diagnosi infausta...adenocarcinoma polmonare IV stadio con metastasi cerebrali, al surrene e alle ossa. Insomma ci dicono subito che questa volta non ce l’avrebbe fatta. Il mondo crolla, tutto va in frantumi. Ci siamo sempre definiti un cerchio perfetto. Una famiglia unita. I miei genitori che si amano alla follia, che amano i nipoti alla follia...andiamo ovunque, sentiamo mille pareri...nulla da fare. In 8 mesi è andata via. Mio padre è distrutto, noi figlie siamo distrutte, i nipoti sono distrutti...stalle vicino come puoi, stalle vicino più che puoi! Ti abbraccio forte
Sentire che altre persone stanno vivendo o hanno vissuto questo calvario mi fa sentire meno sola ma allo stesso tempo mi angoscia, mi rende triste perché è così ingiusto perdere le persone che si amano così preso.
Io avrei voluto che vivesse altri 10 anni almeno, così da esserci alla mia laurea, al mio matrimonio e vedermi diventare mamma, invece probabilmente (solo un miracolo potrebbe salvarla) non mi vedrà raggiungere nessuno di questi traguardi e in più mi sento il peso addosso di mio padre, perché non ha genitori e mia mamma l aveva abbastanza viziato a casa, quindi non è molto indipendente e autonomo, questa cosa mi spaventa, mi sento come se le mie ali verranno spezzate perché non potrò lasciarlo solo e le mie sorelle sono già grandi e hanno già costruito il loro futuro, mi aiuteranno in casa e con mio papà... Ma non è la stessa cosa, sotto le mura di casa dove vive mia mamma rimarrò io, sola con lui. Non sarà facile, ma cerco di non pensarci, per ora il mio pensiero principale è che mia mamma soffra il meno possibile.

Ti abbraccio.

Filomena
Membro
Messaggi: 558
Iscritto il: gio 30 ago 2018, 17:10

Re: Perdere la mamma a 22 anni

Messaggio da Filomena » mar 6 nov 2018, 16:29

Ciao Lorena
E una mamma di due figli mischi e con un cancro
Al polmone che ti risponde è tutto ingiusto
Le persone che amiamo vorremo averle sempre al nostro fianco
I genitori i figli sono un tesoro unico
Legami che neanche la morte può separare
I tuoi desideri sono anche i suoi
Da quando avevo i figli piccoli dicevo sempre
Signore mio fammi vedere realizzato il compito che tu mi hai dato
Hai scelto di fammi essere madre
Adesso ti chiedo che sia io a vedere i frutti di quest'albero
Bene due anni il cancro
Avevo quasi realizzato i miei sogni
Il primo figlio 30 laureato con il max dei voti
Aveva firmato il contratto x la Q8 di due anni
Allo scadere la risposta dentro o fuori
Le mie preghiere non finivano mai
X lui il grande sogno
E io avrei visto un'altro sogno avverato
Con tanta Fede e tanta speranza
Il sogno si è avverato
Il posto è suo con tanto di orgoglio da parte di tutti i responsabili
Ringrazio Dio x questo dono enorme
Il Secondo figlio attualmente 28 anni
Due anni fa era agli sgoccioli gli mancava un ultimo esame e già stava preparando la tesi
Un rammarico enorme
Xche non ha avuto assolutamente la testa x mettersi a studiare e dare l'ultimo esame
Un senso di colpa enorme
C'è la farò ci saro
Tanti pianti la notte
Anche xche il mio cancro è stato operarto pulito ma è recidivo ad entrambi i polmoni
Cmq ho vissuto giorni con tanta ansia la paura di non esserci
Poi arriva un bel giorno
Di piena estate e mi dice mamma la mia compagna
È incinta aspettiamo un bimba e il suo nome sarà Chiara
Come San Chiara e San Francesco
Nessuno immagina la gioia e la paura
Ho vissuto mese dopo mese
Con il terrore di non vedere neanche una volta mia nipote
Di vedere il suo volto il suo primo pianto

È invece a dicembre la mia principessa compie un anno
Ah alla laurea c'era anche Chiara
Tante emozioni tante gioie
Tanti sogni avverati
Tante emozioni
(mi avevano dato tre mesi)
Xche non sperare
Xche non aver fede in Dio
Chi ti dice che tua madre non sta Pregando x lo stesso miracolo?
Ti faccio un grande in bocca al lupo
Un abbraccio

Lorena96
Membro
Messaggi: 16
Iscritto il: gio 18 ott 2018, 22:05

Re: Perdere la mamma a 22 anni

Messaggio da Lorena96 » mar 6 nov 2018, 17:02

Filomena ha scritto:
mar 6 nov 2018, 16:29
Ciao Lorena
E una mamma di due figli mischi e con un cancro
Al polmone che ti risponde è tutto ingiusto
Le persone che amiamo vorremo averle sempre al nostro fianco
I genitori i figli sono un tesoro unico
Legami che neanche la morte può separare
I tuoi desideri sono anche i suoi
Da quando avevo i figli piccoli dicevo sempre
Signore mio fammi vedere realizzato il compito che tu mi hai dato
Hai scelto di fammi essere madre
Adesso ti chiedo che sia io a vedere i frutti di quest'albero
Bene due anni il cancro
Avevo quasi realizzato i miei sogni
Il primo figlio 30 laureato con il max dei voti
Aveva firmato il contratto x la Q8 di due anni
Allo scadere la risposta dentro o fuori
Le mie preghiere non finivano mai
X lui il grande sogno
E io avrei visto un'altro sogno avverato
Con tanta Fede e tanta speranza
Il sogno si è avverato
Il posto è suo con tanto di orgoglio da parte di tutti i responsabili
Ringrazio Dio x questo dono enorme
Il Secondo figlio attualmente 28 anni
Due anni fa era agli sgoccioli gli mancava un ultimo esame e già stava preparando la tesi
Un rammarico enorme
Xche non ha avuto assolutamente la testa x mettersi a studiare e dare l'ultimo esame
Un senso di colpa enorme
C'è la farò ci saro
Tanti pianti la notte
Anche xche il mio cancro è stato operarto pulito ma è recidivo ad entrambi i polmoni
Cmq ho vissuto giorni con tanta ansia la paura di non esserci
Poi arriva un bel giorno
Di piena estate e mi dice mamma la mia compagna
È incinta aspettiamo un bimba e il suo nome sarà Chiara
Come San Chiara e San Francesco
Nessuno immagina la gioia e la paura
Ho vissuto mese dopo mese
Con il terrore di non vedere neanche una volta mia nipote
Di vedere il suo volto il suo primo pianto

È invece a dicembre la mia principessa compie un anno
Ah alla laurea c'era anche Chiara
Tante emozioni tante gioie
Tanti sogni avverati
Tante emozioni
(mi avevano dato tre mesi)
Xche non sperare
Xche non aver fede in Dio
Chi ti dice che tua madre non sta Pregando x lo stesso miracolo?
Ti faccio un grande in bocca al lupo
Un abbraccio
Mi sono emozionata, quanto amore nelle tue parole. Spero che mia mamma riesca a vedermi almeno laureare. Vorrei che vedesse il volto dei miei figli e che ci sia quando mi sposerò, ma chissà se Dio realizzerà almeno questi miei desideri.
Spero veramente che Dio faccia un miracolo anche a te, si legge tra le righe che hai scritto che sei veramente una mamma amorevole e una persona profonda, pregherò anche per te stasera, insieme alla mia mamma.
Un abbraccio.

Filomena
Membro
Messaggi: 558
Iscritto il: gio 30 ago 2018, 17:10

Re: Perdere la mamma a 22 anni

Messaggio da Filomena » mar 6 nov 2018, 17:14

Grazie
Ti auguro davvero che Dio
Ascolta le preghiere della tua mamma
Sono certa che Dio sa una mamma cosa desidera
Ti abbraccio

 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Rispondi

Torna a “Raccontiamoci”