Oncologia: le 5 priorità della ricerca sul cancro

In questa sezione si possono pubblicare tutte quelle discussioni che non trovano collocazione nelle altre stanze.
maddalena
Membro
Messaggi: 1062
Iscritto il: mer 11 giu 2014, 15:05

Re: Oncologia: le 5 priorità della ricerca sul cancro

Messaggio da maddalena » dom 23 dic 2018, 21:55

Salve Silver ... come ti senti ...?!
Ne approfitto e ti invio i miei più sinceri Auguri di questo Santo Natale e per ogni giorno a venire .
Un grande abbraccio con tanto affetto

Alex.cr
Membro
Messaggi: 292
Iscritto il: dom 4 mar 2018, 21:01

Re: Oncologia: le 5 priorità della ricerca sul cancro

Messaggio da Alex.cr » lun 24 dic 2018, 13:34

Stalker, a differenza tua sto benissimo, grazie per l'interessamento. Se avessi evitato illazioni nei confronti di persone che nemmeno conosci e non sai cos'hanno passato avresti dimostrato che sei pronto ad un confronto civile, tutto qui. Non ti è nemmeno chiaro che sei sul forum Aimac, direi fuori posto, trasferisciti sui blog dei terrapiapiattisti dove troverai solo chi ti da ragione a prescindere. Troppo facile fare i leoni da tastiera, lanciare accuse complottiste senza un solo argomento concreto e denigrare personalmente chi la pensa diversamente alludendo, non tanto velatamente a malattie mentali. Vai tu a farti vedere da uno bravo (ma subito, non aspettare!), sempre che tu non sia già sotto tso. E vergognati per quanto hai scritto, se hai ancora quella cosa chiamata dignità
Ultima modifica di Alex.cr il lun 24 dic 2018, 13:42, modificato 1 volta in totale.

Alex.cr
Membro
Messaggi: 292
Iscritto il: dom 4 mar 2018, 21:01

Re: Oncologia: le 5 priorità della ricerca sul cancro

Messaggio da Alex.cr » lun 24 dic 2018, 13:40

E, per ricordarlo a tutti, w la ricerca e chi spende la propria vita a studiare e sperimentare per trovare una soluzione

maddalena
Membro
Messaggi: 1062
Iscritto il: mer 11 giu 2014, 15:05

Re: Oncologia: le 5 priorità della ricerca sul cancro

Messaggio da maddalena » lun 24 dic 2018, 15:58

👏👏👏!!!

stalker
Membro
Messaggi: 341
Iscritto il: gio 13 dic 2018, 13:15

Re: Oncologia: le 5 priorità della ricerca sul cancro

Messaggio da stalker » lun 24 dic 2018, 17:47

Alex.cr ha scritto:
lun 24 dic 2018, 13:34
Stalker, a differenza tua sto benissimo, grazie per l'interessamento. Se avessi evitato illazioni nei confronti di persone che nemmeno conosci e non sai cos'hanno passato avresti dimostrato che sei pronto ad un confronto civile, tutto qui. Non ti è nemmeno chiaro che sei sul forum Aimac, direi fuori posto, trasferisciti sui blog dei terrapiapiattisti dove troverai solo chi ti da ragione a prescindere. Troppo facile fare i leoni da tastiera, lanciare accuse complottiste senza un solo argomento concreto e denigrare personalmente chi la pensa diversamente alludendo, non tanto velatamente a malattie mentali. Vai tu a farti vedere da uno bravo (ma subito, non aspettare!), sempre che tu non sia già sotto tso. E vergognati per quanto hai scritto, se hai ancora quella cosa chiamata dignità
Mi fanno ridere quelli come te, che idolatrano la ricerca e la medicina come se fossero divinità: prima di tutto perchè la medicina ha FALLITO, secondo perchè chiunque creda che la ricerca contro il cancro (espressione generica che non significa nulla ma che intorta i gonzi da decenni) sia finalizzata a trovare la cura ai tumori è un ingenuo (per non dire altro).
E mi diverte ancora di più leggere le tue risposte deliranti e sdegnate, su argomenti di cui evidentemente non sai ASSOLUTAMENTE NULLA, mischiandole ai complotti, che sono per te un'ossessione evidentemente; curati, vai a farti vedere, ti rinnovo l'invito con convinzione.
"nonostante le vostre cure, la maggior parte dei vostri pazienti guarirà"
-Luigi Di Bella, a un'assemblea di medici-

stalker
Membro
Messaggi: 341
Iscritto il: gio 13 dic 2018, 13:15

Re: Oncologia: le 5 priorità della ricerca sul cancro

Messaggio da stalker » lun 24 dic 2018, 21:40

Sono entrambe domande piuttosto stupide: a parte il fatto che, almeno per quanto mi riguarda, non conta la durata della vita ma la qualità della vita, vale a dire che non me ne importa niente di campare 110 anni se dai 70 in poi sto su una sedia a rotelle con il parkinson...ma vabbè, il modo di calcolare la media della vita andrebbe specificato, come si aggrega il dato, quali popoli si considerano eccetera..ma vabbè, passiamo oltre anche a questo; con un po' di mal di stomaco, ti rispondo che se (ipoteticamente) si vive forse di più in media adesso che nel 1800 all'interno dei confini europei, il motivo è la disponibilità di cibo, di acqua pulita (e quindi assenza di epidemie), di case riscaldate e tendenzialmente salubri, costruzione di fogne, depurazione di acque reflue, assenza di guerre e maggiore igiene (in generale); non certo grazie a vaccinazioni, chemioterapie e altre porcherie simili.

il tumore che vent'anni fa era letale e oggi guaribile quale sarebbe?
"nonostante le vostre cure, la maggior parte dei vostri pazienti guarirà"
-Luigi Di Bella, a un'assemblea di medici-

Avatar utente
Franco953
Membro
Messaggi: 3243
Iscritto il: ven 31 lug 2015, 9:57

Re: Oncologia: le 5 priorità della ricerca sul cancro

Messaggio da Franco953 » lun 24 dic 2018, 22:25

Stalker però, ad onor del vero non puoi fare" di tutta l' erba un fascio" sulle vaccinazioni
Porto solo l'esempio quella relativa alla poliomielite.
la poliomielite è stata una delle malattie infantili più temute del XX secolo. Epidemie di polio hanno paralizzato migliaia di persone, soprattutto bambini; in caso di paralisi del diaframma, poteva portare alla morte per soffocamento.
Nel 1910 gran parte del mondo ha sperimentato un drammatico aumento di casi di polio, e le epidemie sono diventate eventi regolari, soprattutto nelle grandi città e durante i mesi estivi. Queste epidemie hanno fornito l'impulso per una "grande corsa" verso lo sviluppo di un vaccino che fu realizzato nel 1950 e, grazie alla sua diffusione, i casi globali di poliomielite si sono ridotti in breve tempo da centinaia di migliaia a meno di mille
Franco
“Non è tanto quello che facciamo, ma quanto amore mettiamo nel farlo. Non è tanto quello che diamo, ma quanto amore mettiamo nel dare.”

stalker
Membro
Messaggi: 341
Iscritto il: gio 13 dic 2018, 13:15

Re: Oncologia: le 5 priorità della ricerca sul cancro

Messaggio da stalker » lun 24 dic 2018, 23:33

Caro Franco, è l'idea che sta alla base dei vaccini che è demenziale e ti spiego perchè: l'idea è ingannare il sistema immunitario facendogli credere di aver preso una malattia contro la quale non ha gli anticorpi; ma il sistema immunitario in realtà non ci casca e infatti si fanno i richiami; questo è il motivo per cui i vaccini non servono assolutamente a niente in realtà, anzi sono dannosi, vedasi i danneggiati da vaccino, che sono moltissimi in più di quelli riconosciuti ufficialmente perchè l'iter è lunghissimo e costoso; qui si aprirebbe il discorso autismo ma lasciamo stare.

Il vaccino antipolio sabin (che in teoria copre per tutta la vita) ammesso che funzioni, è inutile perchè la poliomielite era in calo esponenziale dalla fine del 1800 secondo i dati dell'istituto di statistica di inghilterra e galles; analoghe curve si possono trovare negli Stati Uniti: il calo esponenziale era dovuto ala costruzione di fogne: quando la gente ha smesso di bere acqua contaminata da feci, la poliomielite ha cominciato a estinguersi: e quando è arrivata la vaccinazione di massa, si è visto un aumento dei casi di poliomielite: cioè alcuni vaccinati si sono ammalati proprio a casa del vaccino: esempi illustri il famoso "incidente Cutter" negli Stati Uniti e il caso dell'SV40, una delle più clamorose catastrofi della medicina moderna: forse sai che in italia circa 300.000 persone vaccinate contro la polio negli anni 50 sono costantemente monitoratii perchè a rischi cancro da sv40 inoculato insieme al vaccino.

E' inoltre quasi certo ormai (anche se non sarà MAI riconosciuto ufficialmente per ovvi motivi) che l'HIV sia passato dalla scimmia all'uomo grazie ai vaccini antipolio del dott. Koprovsky amplificati in reni di scimpanzè prodotti in Congo negli anni 60 del secolo scorso.
Ciao.
"nonostante le vostre cure, la maggior parte dei vostri pazienti guarirà"
-Luigi Di Bella, a un'assemblea di medici-

Alex.cr
Membro
Messaggi: 292
Iscritto il: dom 4 mar 2018, 21:01

Re: Oncologia: le 5 priorità della ricerca sul cancro

Messaggio da Alex.cr » mar 25 dic 2018, 9:23

Io mi fermo perché quando si va al di là del confronto civile insultando l'interlocutore è la dimostrazione che non si hanno argomenti. Che la ricerca prosegua e che possa essere sempre più efficace

Alex.cr
Membro
Messaggi: 292
Iscritto il: dom 4 mar 2018, 21:01

Re: Oncologia: le 5 priorità della ricerca sul cancro

Messaggio da Alex.cr » mar 25 dic 2018, 9:52

br1.silver ha scritto:
mar 25 dic 2018, 9:41
Alex.cr ha scritto:
mar 25 dic 2018, 9:23
Io mi fermo perché quando si va al di là del confronto civile insultando l'interlocutore è la dimostrazione che non si hanno argomenti. Che la ricerca prosegua e che possa essere sempre più efficace
hai ragione, io rispondo solo perchè non voglio che certe idee distorte prendano piede.
si deve avere l'abitudine di verificare quello che si sente dire in giro e poi giudicare senza aver paura di cambiare la propria posizione.
È fin troppo chiaro che non ci sono argomenti, venire sul forum aimac contestando quanto riportato nelle relative schede (tutto ha riscontri scientifici) e insultando le persone (prima dice che io ci guadagno con la medicina e che in alternativa potrei fare solo lavori umili, dopo di che mi dice che ho dei problemi di testa) deve far capire che lui è nel posto sbagliato e non ha nulla da offrire, non ci perdo tempo perchè come si dice "non discutere con un idiota, ti porta al suo livello e ti batte con l'esperienza".
Una persona così dal vivo ha solo due alternative: o viene ignorato da tutti, oppure viene attaccato al muro se ha il coraggio di dire di persona quanto gli è consentito scrivere su un forum, da buon leone da tastiera.

Rispondi

Torna a “Off topic: pensieri sparsi”