Probabile Tumore con metastasi ossee

Nico83
Membro
Messaggi: 11
Iscritto il: lun 25 feb 2019, 13:52

Probabile Tumore con metastasi ossee

Messaggio da Nico83 » lun 25 feb 2019, 14:16

Buongiorno a tutti.
Vi scrivo perché a mio padre di 64 anni è stato diagnosticato lo scorso lunedì un tumore alla prostata con biopsia. Questi gli esiti: su 13 campioni 11 positivi (7 campioni risultano quasi completamente sede di adenocarcinoma scala Gleason 8, grado prognastico del grado IV, gli altri campione scala 6 Gleason grado prognastico I)
L'urologo ha prescritto per completare la stadiazione scintigrafia ossea e Tc total body.
L'esito delle scintigrafia secondo è grave risulta 2 con forte contrasto di possibile natura ripetitiva (2 vertebre e 1 costola) e nella zona femorale di lieve entità di possibile natura ripetitiva. Secondo me sono metastasi anche perché una mia amica oncologo non ha negato ma mi ha detto che bisogna attendere anche l'esito della Tac che farà mercoledì.
Ora ho il terrore che purtroppo sia troppo tardi.. Mio padre ha iniziato i giri a novembre 2017 dopo che aveva un PSA 40. Facendo tutto tramite ticket è arrivato ad oggi alla fine degli esami. Già a marzo 2018 doveva aveva fatto la RM alla prostata risultavano infiltrazione al tessuto circostante. Da quella RM sono passati 10 mesi per la biopsia con il risultato sopra descritto.
Credo che ormai era tardi anche a marzo 2018. Se dovesse essere confermata la metastasi ossee come sono le aspettative di vita? Premetto che ad oggi mio padre non ha mai avuto dolori alle ossee e nelle zone dove è stata rilevata la possibile metastasi.

Avatar utente
Franco953
Membro
Messaggi: 3108
Iscritto il: ven 31 lug 2015, 9:57

Re: Probabile Tumore con metastasi ossee

Messaggio da Franco953 » mar 26 feb 2019, 18:23

Nico ciao. Come rispondere alla tua domanda ?
Le aspettative di vita dipendono da un insieme di fattori che vanno al grado del tumore, all' anamnesi del paziente, agli interventi subiti , alle eventuali metastasi presenti e agli organi coinvolti.
Converrai che sono un insieme di variabili che solo un oncologo può valutare compiutamente avendo a disposizione tutte le informazioni necessarie.
Solo dallo staff medico che segue papà potrai avere delle risposte sicure.
Inutile sarebbe , a mio avviso, dare dei numeri o delle date che comunque non avrebbero alcun fondamento logico.
Infiniti auguri per papà.
Un abbraccio
Franco
“Non è tanto quello che facciamo, ma quanto amore mettiamo nel farlo. Non è tanto quello che diamo, ma quanto amore mettiamo nel dare.”

Stefano2018
Membro
Messaggi: 208
Iscritto il: ven 9 ott 2015, 15:46

Re: Probabile Tumore con metastasi ossee

Messaggio da Stefano2018 » mar 26 feb 2019, 19:21

in quasi tutte le regione ci sono le prostate unit centri specializzati multidisciplinari.


deve iniziare quanto prima una cura farmacologica.

Valentina&Sofia
Membro
Messaggi: 228
Iscritto il: mer 6 giu 2018, 14:49

Re: Probabile Tumore con metastasi ossee

Messaggio da Valentina&Sofia » mar 26 feb 2019, 22:09

Concordo con Franco, sono tante le variabili che entrano in campo. Parla con gli oncologi, loro sicuramente sapranno darti qualche indicazione più precisa. Un abbraccio al tuo papà

Pattypersempre
Membro
Messaggi: 33
Iscritto il: mer 9 apr 2014, 20:23

Re: Probabile Tumore con metastasi ossee

Messaggio da Pattypersempre » mer 27 feb 2019, 11:32

Ciao Nico, da novembre 2017 ancora il papà non ha un quadro diagnostico completo oggi??Sono passati 16 mesi, ma stiamo scherzando???Innanzitutto avete un medico di famiglia proprio -della mutua-come diceva il grande Sordi, ché con un psa a 40 doveva spedirlo subito con impegnativa prioritaria a fare un' l'ecografia prostatica transrettale con minimo 22 prelievi, lì avevate immediatamente l'esito con la conseguenza di un immediato intervento di prostatectomia radicale (sempre che papà non abbia altre patologie che impedivano la chirurgia).Mi sembra di sognare, la malattia va affrontata tempestivamente specie in un uomo ancora giovane, 16 mesi...uomini di medicina, ma vogliamo chiamarli carogne? Adesso non devi scoraggiarti pero', ma correre. Sollecitare, rompere le scatole a questi scaldasedie nullafacenti, perché oltre alla chirurgia c'è la chemioterapia, la radioterapia di salvataggio, la brachiterapia l’ormonoterapia ed altro.Il babbo va curato immediatamente, non c'è tempo da perdere.Forza!

Nico83
Membro
Messaggi: 11
Iscritto il: lun 25 feb 2019, 13:52

Re: Probabile Tumore con metastasi ossee

Messaggio da Nico83 » mer 27 feb 2019, 15:36

Ora sta facendo la TC total body.
Purtroppo ha atteso troppo anche lui. non penso che sia cambiato molto. Un anno fa già dall'ecografia e dalla risonanza magnetica per la prostata c'era probabile infiltrazione oltre la capsula della prostata. Lo sbaglio di mio padre è stato sicuramente sottovalutare i sintomi degli ultimi 5 anni e poi forse affidarsi a fare tutto con ticket con i tempi di attesa lunghissimi tra un esame e l'altro. Solo a novembre ha deciso di cambiare.
L'esito me lo immagino, perchè ho mostrato la scintigrafia ad una mia amica oncologa e mi ha confermato che sono quasi sicuramente metastasi alle ossa. Ma è stata anche abbastanza rassicurante perchè mi ha detto che pazienti con molte più metastasi di mio padre ha sopravvissuto 10 anni senza grossi problemi, dicendomi poi naturalmente dipende dallo status di salute generale e da come l'organizzo reagisce alle terapie.
Aspetto anche l'esito della TC sperando che non ci siano altri organi coinvolti. Grazie a tutti.

Nico83
Membro
Messaggi: 11
Iscritto il: lun 25 feb 2019, 13:52

Re: Probabile Tumore con metastasi ossee

Messaggio da Nico83 » sab 2 mar 2019, 15:29

Ciao a tutti.
La Tc è stata fatta. I risultati usciranno entro fine prossima settimana.
Al momento mio padre sta relativamente bene (sono molto più preoccupato io di lui), ieri ad esempio che ha lamentato leggero mal di schiena e dice che si affatica a portare le buste con le bottiglie di vetro mi hanno mandato in panico ancor di più.
Spero che appena usciti tutti i risultati inizi subito una terapia per controllare la situazione e ridurre quindi il peggioramento visto che ora sta relativamente bene.
Per chi ha avuto qualcuno con tumore potato 8 grado e metastasi ossee sapete quali possono essere le migliore terapie per farlo stare bene il più allungo possibile?
Presumo che ci siano metastasi ossee perché vi riporto quanto scritto nel referto della scintografia:
Netto aumento della fissazione del tracciante osteotropo in D8 D9 e nell'arco anteriore della VII costola destra da riferire ad aumento dell'attività osteometabolica, di possibile natura ripetitiva da valutare mediante confronto con l'esame strutturale.
Grazie a tutti ciao.

Stefano2018
Membro
Messaggi: 208
Iscritto il: ven 9 ott 2015, 15:46

Re: Probabile Tumore con metastasi ossee

Messaggio da Stefano2018 » dom 3 mar 2019, 14:33

Gli verrà prescritta una cura farmacologica per azzerare il psa

Un farmaco per prevenire fratture dovuto alle metastasi (zometa o xgeva)

Una radioterapia localizzata sulle metastasi evidenti

Negli ultimi anni si utilizza una chemio precoce ma i risultati non sono ancora ben chiari sulla reale utilità di anticiparla come primo trattamento.

Si stanno riscontrando dei buoni risultati nel trattamento di pazienti metastatici alla diagnosi combinando da subito albiraterone con la terapia ormonale classica.

Come vedi materia complessa dove ancora si va a tentativi non c’è un protocollo standard.

Nico83
Membro
Messaggi: 11
Iscritto il: lun 25 feb 2019, 13:52

Re: Probabile Tumore con metastasi ossee

Messaggio da Nico83 » dom 3 mar 2019, 15:49

Immagino che i protocolli sono tanti.
Io spero solo che possa stare bene il più a lungo possibile e che comunque sopravviva qualche anno.
Sinceramente non so nemmeno se dovessero andare tutte le terapie bene e quanto una persona riesce a vivere.
Non mi riesco a immaginare una data tutto qua.
Spero nel miracolo che possa guarire. Anche sicuramente non esistono casi di guarigione a questo stadio.

Nico83
Membro
Messaggi: 11
Iscritto il: lun 25 feb 2019, 13:52

Re: Probabile Tumore con metastasi ossee

Messaggio da Nico83 » lun 4 mar 2019, 8:24

Buongiorno,

di seguito il referto della TC:
REFERTO:
Tecnica: spirale multidetettore, prima e dopo somministrazione di mezzo di contrasto organo-iodato (Omnipaque 350).

Descrizione: si osservano alcune formazioni nodulari e micronodulari solide non calcifiche in entrambi i parenchimi polmonari (vedi immagini chiave), di cui quella di maggiori dimensioni di circa 6 mm nel segmento basale laterale del lobo inferiore destro.
Ispessimento pleurico in sede apicale bilaterale, in parte calcifico a destra, in verosimili esiti.
Cavità pleuriche e pericardica libere da versamento.
Pervie le vie aeree principali.
Non si osservano significative linfoadenomegalie ilo-mediastiniche nè ascellari.

Prostata di dimensioni aumentate (dT 5 cm) a densità diffusamente disomogenea, in relazione alla patologia del Paziente; presenza di adenomioma del III lobo che impronta il pavimento della vescica, scarsamente repleta e a pareti diffusamente ispessite. A tale livello si osservano alcuni linfonodi rotondeggianti e aumentati di dimensione in sede otturatoria sn (quello di maggiori dimensioni di circa 18 x 21 mm) ed in sede iliaca esterna (15 x 11 mm), verosimile localizzazione di malattia. Linfonodi aspecifici in sede inguinale bilaterale.
Non sembrano apprezzarsi ulteriori linfoadenomegalie addomino-pelviche, solo alcuni linfonodi con asse corto inferiore al centimetro lungo la piccola curvatura gastrica, in sede intercavoaortica, inter-porto-cavale, paraortica sinistra e nel ventaglio mesenterico.
Fegato di dimensioni nei limiti, a margini regolari; si osserva minuta immagine ipodensa nel II segmento epatico, apprezzabile con sicurezza nella sola fase portale dello studio, non tipizzabile per le ridotte dimensioni, morfologicamente compatibile con cisti.
Non si osservano alterazioni densitometriche con caratteristiche di sospetto a carico dei parenchimi splenico e pancreatico.
Colecisti distesa, esente da litiasi apprezzabile con la metodica; non dilatate le vie biliari intra- ed extraepatiche.
Pervio l'asse venoso spleno - mesenterico - portale. Doppia arteria renale a destra.
Non espansi surrenalici.
Reni in sede, nei limiti per dimensioni e morfologia; alcune minute formazioni cistiche corticali bilateralmente. Non dilatate le vie escretrici.
Diverticolosi del colon discendente del sigma.
Non falde fluide endoaddominali.

Diffusa alterazione morfostrutturale di D8, diffusamente sclerotica, di significato sospetto e meritevole di integrazione con esame scintigrafico o PET-TC con 18F-Colina.

Non si osservano formazioni espansive endocraniche nei aree di impregnazione patologica del tessuto cerebrale dopo somministrazione di mezzo di contrasto.
Sistema ventricolare, cisterne della base e spazi liquorali periencefalici di ampiezza e morfologia nei limiti della norma.
Normopneumatizzati i seni paranasali.
Dominanza dell'arteria vertebrale di sinistra con aspetto filiforme del tratto intracranico dell'arteria vertebrale di destra

CONCLUSIONI: VR

La situazione è grave?

Rispondi

Torna a “Tumore alla prostata”