Il tumore del mio amico

In questa sezione si possono pubblicare tutte quelle discussioni che non trovano collocazione nelle altre stanze.
Rispondi
Avatar utente
Franco953
Membro
Messaggi: 3219
Iscritto il: ven 31 lug 2015, 9:57

Il tumore del mio amico

Messaggio da Franco953 » sab 13 apr 2019, 11:18

Una sera ho ricevuto una telefonata da un caro amico.
Mi ha fatto molto piacere la sua telefonata e la prima cosa che mi ha chiesto è stata: “Come stai?” Non so perché gli ho risposto: “Mi sento molto solo”. I miei erano in vacanza al mare.
“Vuoi che parliamo?” Mi disse.
Gli ho risposto di si, e mi ha subito detto: “Vuoi che venga a casa tua?”
Io ho risposto di si. Depose la cornetta del telefono e in me...no di 15 minuti, lui stava già bussando alla mia porta. E così io gli ho parlato per molte ore di tutto, del mio lavoro, della mia famiglia, di mia moglie, dei miei figli , dei miei dubbi e lui sempre attento mi ascoltava.
E così si è fatto giorno, mi sentivo rilassato mentalmente, mi ha fatto bene la sua compagnia, soprattutto il suo ascolto, mi sono sentito sostenuto e mi ha fatto vedere i miei sbagli. Mi sentivo molto bene e quando lui si è accorto che mi sentivo meglio, mi ha detto: “Bene, ora me ne vado, perché devo andare al lavoro” Io mi sono sorpreso e gli ho detto: “Perché non mi hai avvisato che dovevi andare al lavoro? Guarda che ora è, non hai dormito niente, ti ho tolto tutto il tempo questa notte” Lui ha sorriso e mi disse: “Non c’è problema, per questo ci sono gli amici!” Mi sono sentito molto felice e orgoglioso di avere un amico così.
L’ho accompagnato alla porta di casa e mentre lui camminava verso l’auto gli ho gridato da lontano: “Ora mi sento meglio, ma perché mi hai telefonato ieri sera così tardi?” Lui ritornò verso di me e mi disse a voce bassa che desiderava darmi una notizia, ed io gli ho chiesto: “Cos’è successo?” Mi rispose: “Sono andato dal dottore che mi ha detto di essere molto malato. Ho un tumore ai polmoni ” Io rimasi muto …. ma lui mi sorrise e mi disse: “ Ne riparleremo, ti auguro una bella giornata”
Si è girato e se ne è andato. Mi è servito un po’ di tempo per rendermi conto della situazione e mi sono chiesto più volte: perché quando lui mi ha chiesto come stavo, io mi sono dimenticato di lui ed ho solo parlato di me? Come ha avuto la forza di sorridermi, di incoraggiarmi, di dirmi tutto quello che mi ha detto, stando in quella situazione? Questo è incredibile!
…. Da quel momento la mia vita è cambiata.
Ora sono meno drammatico con i miei problemi e godo di più per le cose belle della vita. Adesso dedico il giusto tempo alle persone a cui voglio bene …. Auguro loro che abbiano una bella giornata e ricordino che: “ Colui che non vive per servire … non serve per vivere …”
La vita è come una scala, se tu guardi in alto, sarai sempre l’ultimo della fila, ma se tu guardi in basso, vedrai che ci sono molte persone che desidererebbero essere al tuo posto.
“Non è tanto quello che facciamo, ma quanto amore mettiamo nel farlo. Non è tanto quello che diamo, ma quanto amore mettiamo nel dare.”

Faby76
Membro
Messaggi: 869
Iscritto il: sab 12 mar 2016, 17:04

Re: Il tumore del mio amico

Messaggio da Faby76 » mar 16 apr 2019, 9:14

Che bella lezione!! Grazie mille di vero cuore. Non ne fortissimo abbraccio e una serena Pasqua a tutti nonostante tutto
Papà ti voglio bene, sei la mia vita. Ti penso ogni momento della giornata. PROTEGGIMI

Maria L
Membro
Messaggi: 85
Iscritto il: mar 6 mar 2018, 11:06

Re: Il tumore del mio amico

Messaggio da Maria L » mar 16 apr 2019, 11:14

Grande Franco, lezione esemplare. Da leggere soprattutto in vista della Pasqua, quanti Cristi inchiodati ad un letto e non si lamentano mai, quanta gente apparente che si affanna invece per il nulla. Un abbraccio direttamente dalla Basilicata
Papà le parole più belle vorrei avertele dette tutte in vita. Mi manchi.

Faby76
Membro
Messaggi: 869
Iscritto il: sab 12 mar 2016, 17:04

Re: Il tumore del mio amico

Messaggio da Faby76 » mer 17 apr 2019, 0:15

Hai ragione Maria. Tanta gente che si commuove nel vedere una statua dell'Addolorata, va a tutte le processioni e si dimentica di andare a trovare un familiare malato a casa o in ospedale o un anziano in casa di riposo. Gesù si trova negli ammalati e ancora nel 2019 non riusciamo a capirlo. Buona notte
Papà ti voglio bene, sei la mia vita. Ti penso ogni momento della giornata. PROTEGGIMI

 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Rispondi

Torna a “Off topic: pensieri sparsi”