La vita di un care giver...... Ansie e stanchezza

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
michelajudy
Membro
Messaggi: 93
Iscritto il: mar 6 dic 2016, 11:05

Re: La vita di un care giver...... Ansie e stanchezza

Messaggio da michelajudy » mar 3 set 2019, 14:03

conosco bene lo stato d'animo di chi è malato, mio padre era chiuso nervoso sembrava quasi ci guardasse con odio, ma io sapevo che era solo una reazione a tutto ciò che stava capitando e facevo finta di nulla. ho letto tanto in quei periodi di come la mente della persona malata cambia di come si stia preparando al distacco fisico e emotivo e me lo ripetevo in continuazione come un mantra per convincermi di ciò. momenti terribili da ricordare ancora ora. tra poco saranno due anni che lui non c'è più e io e mia madre siamo ancora qui

Kiarella
Membro
Messaggi: 260
Iscritto il: sab 4 ago 2018, 7:05

Re: La vita di un care giver...... Ansie e stanchezza

Messaggio da Kiarella » mar 3 set 2019, 19:58

Mio papà domani inizia altra linea di chemio e sono già un paio di giorni che ha la modalità basso profilo...sta già male al solo pensiero, si sente proprio stanco e con malessere...lo capisco perché sto in ansia pure io e mi si chiude lo stomaco nel vederlo in questo stato.

Solidea
Membro
Messaggi: 900
Iscritto il: gio 31 ago 2017, 18:04

Re: La vita di un care giver...... Ansie e stanchezza

Messaggio da Solidea » mar 3 set 2019, 20:10

Filomena ha scritto:
dom 19 mag 2019, 16:54
Solidea
Condivido ma non del tutto
Io sono una mamma
Non so se hai letto la mia storia
Che ci sia paura è ovvio
Ma la paura come ben sai è da entrambi le parti
Le chemio ti danno la sensazione di impazzire
Nel mio caso la fiala di 4 ml di cortisone era una botta di vita
La pressione alta e il menefreghismo dei medici
Chi ci andava e ancora oggi paga le conseguenze è mio marito
E l'unico che sta in casa
Sai lui cosa fa
Apre la porta ed esce
Va a fare spesa
Porta giù il cane
Trova il modo x lasciarmi sola
È difficile x tutti
Tante volte non si sa in quale verso parlarci
Mio marito ha paura
Prima di dire una cosa 'ci fa il girotondo
Fa male a tutti
In casa si evita di parlare
Le sedute dallo psicologo aiutano
Li puoi dire cosa senti
Puoi dare sfogo alle tue paure
Ma tante volte non basta
La chemio butta giù
C'è il rischio della depressione
E allora ci vuole un supporto farmacologico
Avere un cancro non vuol dire x forza essere condannati
Io ho fede
Ma di certo non mi fa passare la paura di morire
E non e la paura di morire
I malati oncologici hanno paura della sofferenza
Del dolore
Come hanno paura amici e parenti
La sofferenza Fa Paura a tutti
All'improvviso il vuoto
Meno male che le amicizie si vedono nel bisogno
Sì Filomena, conosco la tua storia, ti seguo sempre con molto interesse anche perché sei una persona preparata ed aperta.
Sì, tutti abbiamo paura, familiari e pazienti. Ma è molto diverso. Per quanto un familiare si immedesimi, essere il paziente è tutta altra storia.
Noi siamo come farfalle che battono le ali per un giorno pensando che sia l’eternità.

Solidea
Membro
Messaggi: 900
Iscritto il: gio 31 ago 2017, 18:04

Re: La vita di un care giver...... Ansie e stanchezza

Messaggio da Solidea » mar 3 set 2019, 20:15

Kiarella ha scritto:
mar 3 set 2019, 19:58
Mio papà domani inizia altra linea di chemio e sono già un paio di giorni che ha la modalità basso profilo...sta già male al solo pensiero, si sente proprio stanco e con malessere...lo capisco perché sto in ansia pure io e mi si chiude lo stomaco nel vederlo in questo stato.
Ciao Kiarella, ti leggo spesso in altri thread. Gli oncologi avevano poi chiarito la faccenda del tessuto colliquato?
Per la vitamina C...perché non mettete in stand by l'oncologo che non ne vede l'utilità (no comment) e chiedete consiglio ad un naturopata se invece sia possibile aumentare il dosaggio? Anche soltanto l'effetto placebo di qualcosa che non sia la chemio (la cui sola idea sfiancherebbe chiunque...) potrebbe giovare moltissimo al tuo papà. Qualsiasi cosa purché possa riprendere un po' di fiducia e di forze. La nostra mente può davvero tanto.
Un caro saluto.
Noi siamo come farfalle che battono le ali per un giorno pensando che sia l’eternità.

Kiarella
Membro
Messaggi: 260
Iscritto il: sab 4 ago 2018, 7:05

Re: La vita di un care giver...... Ansie e stanchezza

Messaggio da Kiarella » mar 3 set 2019, 21:01

Solidea i tessuti di mio papà sono ancora molto infiammati a causa della radioterapia quindi non è molto chiara la grandezza della massa che al centro è morta ma ai lati è dubbia. Adesso il peggio è il secondarismo al fegato.
Pure mio papà non vuole la vitamina c....quando gli nomino integratori non ne vuole sapere perché un cavolo di medico gli aveva detto che fanno male con la chemio....no comment!! Dovrei darglieli a sua insaputa!!!!!
Grazie Solidea, sei sempre presente e puntuale come anche altri noti del forum.

Elena3
Membro
Messaggi: 93
Iscritto il: dom 2 set 2018, 14:59

Re: La vita di un care giver...... Ansie e stanchezza

Messaggio da Elena3 » mar 3 set 2019, 21:29

Ciao Kiarella, inizia il folfox?

Kiarella
Membro
Messaggi: 260
Iscritto il: sab 4 ago 2018, 7:05

Re: La vita di un care giver...... Ansie e stanchezza

Messaggio da Kiarella » mar 3 set 2019, 21:34

Elena, così sembrerebbe....
Io ho il terrore degli effetti collaterali...

Elena3
Membro
Messaggi: 93
Iscritto il: dom 2 set 2018, 14:59

Re: La vita di un care giver...... Ansie e stanchezza

Messaggio da Elena3 » mar 3 set 2019, 21:36

Ho trovato questo, che sicuramente hai già visto:
https://www.aimac.it/farmaci-tumore/che ... de-gramont

Kiarella
Membro
Messaggi: 260
Iscritto il: sab 4 ago 2018, 7:05

Re: La vita di un care giver...... Ansie e stanchezza

Messaggio da Kiarella » mar 3 set 2019, 22:53

Sì, l’ho visto ma ti ringrazio tanto!! Speriamo bene...
L’oncologo ha detto che è leggera....mah, nessuna mi sembra leggera!

Avatar utente
Franco953
Membro
Messaggi: 3243
Iscritto il: ven 31 lug 2015, 9:57

Re: La vita di un care giver...... Ansie e stanchezza

Messaggio da Franco953 » mer 4 set 2019, 14:24

Ciao Silvia.
hai ragione .La vita di un bar giver é difficile, pesante e in certi momenti vorresti solo scappare o trovare delle alternative che ti facciano respirate anche solo per poco.
Bisogna averle provate sulla propria pelle certe esperienze per sapere le difficolta6 che si devono affrontare.
Con mia madre é stata dura fisicamente e psicologicamente. Qualcuno mi ha dato una mano ogni tanto ma sono momenti che non riesci a vivere perché il pensiero é sempre lì
Ho giocato sulla pazienza, sulla riflessione ma in certi momenti i nervi sono vicino al collasso.
Non So potrei suggerirti di rivolgerti alla ASL , al Comune o a qualche associazione per farti aiutare ma poi ogni caso è a se è qui di non si può generalizzare.
Comunque ti sono vicino e ti abbraccio con affetto
Franco
“Non è tanto quello che facciamo, ma quanto amore mettiamo nel farlo. Non è tanto quello che diamo, ma quanto amore mettiamo nel dare.”

 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Rispondi

Torna a “Raccontiamoci”