14 giorni dopo di te

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
girina69
Membro
Messaggi: 256
Iscritto il: gio 25 apr 2019, 10:05

Re: 14 giorni dopo di te

Messaggio da girina69 » ven 25 ott 2019, 15:49

Mimetta ha scritto:
ven 25 ott 2019, 11:07
e tra poco sono 4 mesi....eppoi verrà Natale... e siamo ad Halloween.... devo dire che mi urtica tutta questa vita che va avanti, questa gente felice che sta mille miglia lontana da me, da noi. c'è tutto un mondo di lucine in giro, di viaggi attesi, di speranza di felicità in un luogo diverso da qui, da adesso. io resto qui, a casa nostra nel mio dolore, non mi serve portarlo in viaggio. nella casa che mi abbraccia ogni volta che entro e che mi addolora allo stesso tempo, perché in ogni cosa ci sei tu che non ci sei. che non ci sei fisicamente, mentre ci sei in ogni millimetro quadrato di me. in questa casa costruita insieme per la nostra vita "insieme". non per la mia vita senza di te. non poter toccare le tue mani è uno strazio che si rinnova ogni giorno.

eppoi ho la visione del tuo dolore che non mi molla. conosco a memoria il film di quest'ultimo anno di vita, di vita?
ogni singola visita, ogni singola analisi, ogni singola operazione, chemio, TAC, RSM.... ogni sguardo di dolore nei tuoi occhi, la paura della Morte nei tuoi occhi, l'incredulità di tanto dolore, la morfina per favore, fammi fare la morfina... avrei preferito una bottiglia di vino rosso!!!

come è possibile per noi caregiver andare avanti quando si è vissuto il dolore della persona amata senza riuscire a lenire in alcun modo il tuo dolore? certo, la presenza fisica costante non ti è mai mancata, i baci, le carezze anche se eri pieno di tubi, di aghi...

cerco di capire come siano sopravvissuti gli altri al dolore. anche in contesti diversi. penso alle giovani vedove di guerra, alle vite spezzate, ai sogni infranti di tanti giovani. lo so la Guerra è un'altra cosa, ma il dolore è lo stesso.
penso a mia nonna Antonietta classe 1890, vedova a 42 anni con 3 figli, trasferitasi in città per cercare un futuro migliore per i suoi figli.

eppoi mi capita tra le mani un vecchio articolo da LA STAMPA, un intervista a Roman Polansky :

Sharon Tate, uccisa dal folle Manson mentre era incinta, la madre trucidata ad Auschwitz anche lei incinta. Come ha fatto a resistere? «Me lo chiedo anch’io - confessa il regista - forse sono fatto di un materiale più duro. Con me si potrebbero fabbricare i chiodi. Ho visto la morte da giovanissimo, nel ghetto. La prima volta, vidi una donna uccisa quando avevo 7 anni, era a quattro metri da me. È come per i chirurghi, ci si abitua alle pance aperte. E io sono abituato alla morte».

ho molto su cui meditare..




Come è possibile andare avanti per noi caregiver ? Sì sopravvive e basta Mimetta.

Mimetta
Membro
Messaggi: 70
Iscritto il: lun 15 lug 2019, 1:17

Re: 14 giorni dopo di te

Messaggio da Mimetta » ven 25 ott 2019, 16:54

Girina69,
sopravvivere e basta è un pò troppo poco, tanto vale gettarsi subito sulla pira in fiamme.

Paolo Crepet dice che bloccarsi per la paura del cambiamento è "come trascorrere la propria vita in cantina". noi dovremo necessariamente cambiare la nostra vita, in via definitiva e seppure controvoglia. è già cambiata la nostra vita, anche se non lo vogliamo ammettere o accettare.
io adesso sono in cantina, ma sto cercando di capire come altri abbiano risalito i gradini per arrivare almeno al piano Terra, non dico al tetto del Mondo. ma almeno stare a livello stradale. restare in cantina è veramente inutile.

l'altra sera sono andata a cena fuori per un' evento benefico: ho preso un mazzo di fiori per chi aveva organizzato la raccolta fondi; mio marito avrebbe fatto così, ed io l'ho fatto allo stesso modo, pur non avendo l' animo leggero. mio marito mi ha sempre guidata nella gentilezza, e adesso ancora di più. ecco, o stai a casa e piangi, oppure esci e sei normale per quanto possibile.

si dice che per noi comuni mortali si abbiano 2 possibilità: vivere o morire. la lenta agonia per scelta non serve.
non la volevamo nemmeno per i nostri cari che ci hanno lasciato, per alcuni dei quali l'agonia è stata lunga lenta inesorabile e bastarda.

girina69
Membro
Messaggi: 256
Iscritto il: gio 25 apr 2019, 10:05

Re: 14 giorni dopo di te

Messaggio da girina69 » ven 25 ott 2019, 18:28

Mimetta ha scritto:
ven 25 ott 2019, 16:54
Girina69,
sopravvivere e basta è un pò troppo poco, tanto vale gettarsi subito sulla pira in fiamme.

Paolo Crepet dice che bloccarsi per la paura del cambiamento è "come trascorrere la propria vita in cantina". noi dovremo necessariamente cambiare la nostra vita, in via definitiva e seppure controvoglia. è già cambiata la nostra vita, anche se non lo vogliamo ammettere o accettare.
io adesso sono in cantina, ma sto cercando di capire come altri abbiano risalito i gradini per arrivare almeno al piano Terra, non dico al tetto del Mondo. ma almeno stare a livello stradale. restare in cantina è veramente inutile.

l'altra sera sono andata a cena fuori per un' evento benefico: ho preso un mazzo di fiori per chi aveva organizzato la raccolta fondi; mio marito avrebbe fatto così, ed io l'ho fatto allo stesso modo, pur non avendo l' animo leggero. mio marito mi ha sempre guidata nella gentilezza, e adesso ancora di più. ecco, o stai a casa e piangi, oppure esci e sei normale per quanto possibile.

si dice che per noi comuni mortali si abbiano 2 possibilità: vivere o morire. la lenta agonia per scelta non serve.
non la volevamo nemmeno per i nostri cari che ci hanno lasciato, per alcuni dei quali l'agonia è stata lunga lenta inesorabile e bastarda.


Diamoci tempo Mimetta....ora è giusto annegare nelle lacrime. In futuro forse riusciremo a guardare il cielo non più con gli occhi annebbiati dal dolore.

stellastella
Membro
Messaggi: 362
Iscritto il: dom 10 gen 2016, 22:43

Re: 14 giorni dopo di te

Messaggio da stellastella » ven 25 ott 2019, 20:16

Ci vuole tempo per tutte le cose è non sforzarsi di fare ciò che non si sente....ognuno ha modi e tempi di metabolizzazione del dolore

Mimetta
Membro
Messaggi: 70
Iscritto il: lun 15 lug 2019, 1:17

Re: 14 giorni dopo di te

Messaggio da Mimetta » ven 25 ott 2019, 20:34

Ma io piango continuamente... non ho finito di piangere, sbotto ovunque... so di persone che hanno pianto per un anno intero, chi si è murato in casa per 5 anni, soprattutto donne... ma mi serve pensare che un giorno, lontano nel tempo, guarderò le ns foto sorridendo invece che piangendo... mi serve pensare che smetterò di piangere in macchina o che mi toglierò questi abiti a lutto.. diciamo che mi serve pensare che ce la farò, come ce l'ha fatta mia nonna..

girina69
Membro
Messaggi: 256
Iscritto il: gio 25 apr 2019, 10:05

Re: 14 giorni dopo di te

Messaggio da girina69 » ven 25 ott 2019, 20:56

Mimetta ha scritto:
ven 25 ott 2019, 20:34
Ma io piango continuamente... non ho finito di piangere, sbotto ovunque... so di persone che hanno pianto per un anno intero, chi si è murato in casa per 5 anni, soprattutto donne... ma mi serve pensare che un giorno, lontano nel tempo, guarderò le ns foto sorridendo invece che piangendo... mi serve pensare che smetterò di piangere in macchina o che mi toglierò questi abiti a lutto.. diciamo che mi serve pensare che ce la farò, come ce l'ha fatta mia nonna..


Mimetta per me sono stati 6 mesi il 23 ottobre per te sono solo quattro mesi. Per me mio marito era tutto non solo l ' amore della mia vita. Io purtroppo sono dovuta ricorrere ad un antidepressivo seppur blando. Ho iniziato da circa due settimane e sta sortendo i suoi effetti. Mi svegliavo sempre piangendo e scoppiavo a piangere davanti ai clienti durante le mie visite di lavoro. Ho dovuto mio malgrado cedere e ricorrere ad un neurologo. Io che mi sono sempre curata con l 'omeopatia e la fitoterapia ho capito che senza aiuto sarei precipitata nel baratro. Ora la mia unica preoccupazione è sopravvivere ...in futuro si vedrà....

monichella
Membro
Messaggi: 75
Iscritto il: gio 19 apr 2018, 12:36

Re: 14 giorni dopo di te

Messaggio da monichella » ven 25 ott 2019, 21:20

Ragazze datevi un po di tempo per poi ricominciare a vivere come vorrebbero i vostri Adorati Amori, il tempo solo il tempo aiuta ad alleviare leggermente il dolore, dolore che cmq non ti abbandona mai...
Qualcuno ha notizie di Luca84 e di sua moglie lei stava molto male e così giovane poi...
Che malattia del cavolo davvero...
Vi abbraccio tutte con immenso affetto

Mimetta
Membro
Messaggi: 70
Iscritto il: lun 15 lug 2019, 1:17

Re: 14 giorni dopo di te

Messaggio da Mimetta » sab 26 ott 2019, 15:47

e siccome il dolore chiama dolore...stamattina sono andata a trovare un mio amico che ha perduto il figlio per malattia dopo tanti anni di calvario.
il figlio aveva 27 anni.
alla fine era lui che consolava me!! perché lui in tutti questi anni ha visto tanto di quel dolore, tanti di quei medici, tanti buchi e tagli e la possibilità che finisse in uno stato vegetativo perenne, che alla fine la morte è stata una liberazione dal dolore.
è ovviamente in psicoterapia lui, la moglie e la coppia.
lui è sereno, ha fatto e tentato tutto quello si potesse tentare. nel suo dolore infinito, sa che più di questo non poteva.

girina69
Membro
Messaggi: 256
Iscritto il: gio 25 apr 2019, 10:05

Re: 14 giorni dopo di te

Messaggio da girina69 » lun 28 ott 2019, 14:31

Mimetta ha scritto:
sab 26 ott 2019, 15:47
e siccome il dolore chiama dolore...stamattina sono andata a trovare un mio amico che ha perduto il figlio per malattia dopo tanti anni di calvario.
il figlio aveva 27 anni.
alla fine era lui che consolava me!! perché lui in tutti questi anni ha visto tanto di quel dolore, tanti di quei medici, tanti buchi e tagli e la possibilità che finisse in uno stato vegetativo perenne, che alla fine la morte è stata una liberazione dal dolore.
è ovviamente in psicoterapia lui, la moglie e la coppia.
lui è sereno, ha fatto e tentato tutto quello si potesse tentare. nel suo dolore infinito, sa che più di questo non poteva.


C ' è solo una cosa peggiore della morte.....la sofferenza. Comprendo benissimo il tuo amico. Vedere chi ami soffrire , provoca un dolore lacerante. Quello di cui mi sto rendendo conto purtroppo è che solo chi ci è passato può veramente capire. Anche ieri mi hanno detto che sono giovane e che un giorno mi potrò rifare una vita con un ' altra persona. Parole pronunciate con affetto ma che mi provocano tanto dolore. In quest' assurda vita sembra anormale anche giurare amore eterno ad una sola persona.

Mimetta
Membro
Messaggi: 70
Iscritto il: lun 15 lug 2019, 1:17

Re: 14 giorni dopo di te

Messaggio da Mimetta » gio 31 ott 2019, 23:05

ecco adesso lo scrivo...oggi sono stata per quanto possibile lontana da luoghi pieni di gente, lontana da supermercati, da ristoranti, da tutto, e da tutti i luoghi di divertimento per bambini mascherati.

poi sono andata dall'ottico a ritirare gli occhiali da vicino che ho dovuto mettere...ed a fianco c'era una enorme pasticceria piena di "bare infiocchettate", dita mozzate, ragni, teste mozzate e sangue finto in ogni dolce... quest'anno proprio non mi va giù Halloween, ma nemmeno Ognissanti, nè la commemorazione dei defunti, nè il 3 novembre che saranno 4 mesi che te ne sei andato... e nemmeno tutte quelle pubblicità sui funerali a prezzi da Outlet... sono stata poco garbata anche con i bambini che hanno suonato alla porta con "dolcetto o scherzetto ?"... quest'anno non ci trovo nulla di divertente, e non è da me... in compenso ho pianto tutto il giorno, in macchina sopratutto, per queste che saranno giornate piene di dolore e solitudine in parte voluta, perché piangere in solitaria mi sembra più dignitoso per me....

 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Rispondi

Torna a “Raccontiamoci”