14 giorni dopo di te

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
Mimetta
Membro
Messaggi: 212
Iscritto il: lun 15 lug 2019, 1:17

Re: 14 giorni dopo di te

Messaggio da Mimetta »

15 mesi dopo di te. mi ero ripromessa di non scrivere più qui per te, ma oggi è il 3, ci ho pensato appena sveglia. sarà la pioggia incessante, sarà che tra poco è il mese dei morti. il mese dei morti è troppo poco per dare lustro a chi ci ha lasciato, sopratutto per noi con le vite spezzate, che ci pensiamo tutti i gg, ogni momento.
ma...ho ricominciato a ridere, questo debbo dirlo, ho iniziato ad avere dei pianti nostalgici, e non disperati come all'inizio. e sono tornata a dormire nel nostro letto, che prima mi spaventava. ed ho ricominciato a ridere.

e ieri meditavo sul fatto che la felicità non sia un nostro diritto, la morte dignitosa si, ma la felicità è una funzione continua a salti, ma i salti sono vs l'alto e vs il basso. e voglio convincermi che sia stata una fortuna averti vissuto così profondamente, piuttosto che pensare che la tua morte si sia portato via tutto di te, di me e di noi.
vorrei ricostruirmi dalle tue ceneri, è proprio di caso di dirlo, e vorrei poter dire di essere stata molto fortunata ad averti incontrato. io non avevo diritto all'amore che mi hai dato, è stata una fortuna averne goduto. questa credo sia la chiave di lettura per noi sopravvissuti a tanto dolore, per non impazzire, per non stare a chiederci perché a noi.

ho iniziato a non vergognarmi se per 5 minuti non ti penso, a non vergognarmi per la doccia, il caffè e magari pure la bistecca ed un bicchiere di vino. ma ho dovuto togliere di mezzo tutto ciò che mi faceva pensare a te. le tue cose sono chiuse dentro armadi che non apro, in cui non guardo, non ti cerco. ho archiviato anche il tuo profumo che indossavo tutti i gg. tu non sei il tuo profumo nè i tuoi oggetti. tu sei quello che mi sussurra nelle orecchie: dai piccola, vai avanti, io ci sarò sempre per te, in ogni tuo sospiro.

l'altro giorno ti ho sognato sul letto di morte, dopo tanto che ti sognavo più. tu rantolavi, ti stavi preparando a partire, ma io non ho pianto. ti ho guardato come se fosse un film, e mi sono resa conto che non soffro più disperata ed inconsolabile come all'inizio. e non dico più cose strampalate e cattive a chiunque. mi tengo per me il mio dolore, tanto sapete bene che chi non ci è passato non capisce.
sto ridiventando buona, ma è quasi una autoprotezione, per non dovere dire, raccontare. non dico più che sono vedova, tanto il valore di questa parola per me è altisonante, e da tenere segreta.

non sono più quella di prima, non so chi sono adesso, ma so che voglio iniziare a sentirmi felice e grata per il tuo amore. la felicità non è un ns diritto. la serenità magari si. io punto a quella, un pò di serenità. alzarmi la mattina dal letto poi lo considero una vera fortuna, immeritata.
non abbiamo diritto alla felicità, nè all'essere ancora in salute.

se non abbiamo diritto a nulla, tutto ciò che abbiamo o abbiamo avuto, è un grande regalo che la vita ci ha fatto.
un abbraccio a tutti, Mimetta
Floc
Membro
Messaggi: 70
Iscritto il: gio 24 ott 2019, 21:21

Re: 14 giorni dopo di te

Messaggio da Floc »

Stamattina ho letto il tuo post, ho sentito il cuore allargarsi, ho percepito forte la speranza nonostante il dolore... Sei grande Mimetta sei la prova che si può fare, si può avere ancora la forza di ricominciare...Grazie per le tue parole che ho sentito così vere, così profonde ricomincia a sorridere , a vivere ,rinascerai da quelle ceneri ,niente muore ricomincerai a vivere ... Un forte abbraccio
PETRAINES
Membro
Messaggi: 86
Iscritto il: gio 11 lug 2019, 10:53

Re: 14 giorni dopo di te

Messaggio da PETRAINES »

Mimetta io sono solo tre mesi, spero tra un anno di poter dire le cose che dici tu. Spero di sostituire la disperazione con un ricordo nostalgico.
Mimetta
Membro
Messaggi: 212
Iscritto il: lun 15 lug 2019, 1:17

Re: 14 giorni dopo di te

Messaggio da Mimetta »

pensierini di fine Anno...per noi mezze mele..
in questi gg leggo ovunque propositi per la fine di questo Anno malefico, con un auspicio per un 2021 più sereno per tutti.

questo vale per tutti coloro che non sono stati toccati dal dolore, per coloro che hanno una vita normale di cui spesso non si rendono conto. mentre, per tutti coloro che combattono con la malattia, o che hanno un caro di cui seguono con trepidazione l'evolversi della stessa, o che hanno già avuto un triste epilogo, tutto ciò non vale.
oggi su un giornale leggevo: COSA HAI PERSO NEL 2020? nulla, perché ci ha già pensato il 2019 a portarmi via tutto: amore, sorrisi, confidenza, condivisione...

eppure, ieri ho fatto una lunga passeggiata al mare con un mio amico, vedovo da 10 anni, moglie morta di tumore... lui è andato avanti. Ma ha lasciato casa esattamente come l'ultima volta che la moglie ha potuto dormire con lui. ha lasciato foto, vestiti, profumi e rossetti in giro per casa. però ha viaggiato molto per staccarsi dai luoghi a lui familiari, ha incontrato persone nuove, fatto cose nuove, eppoi ha ripreso a fare le cose che faceva con la moglie, morta a 52 anni. è semplicemente andato avanti. ha guardato la vita con occhi diversi. è grato alla vita per avergli messo sulla sua strada la moglie per tanto tempo. mi dice: mia moglie è sempre con me, in tutte le cose che faccio. ma so allo stesso tempo che lei non è più con me.. lei gli ha lasciato msg e lettere d'amore in ogni cassetto, che lui ha smesso di aprire, con consigli per andare avanti senza di lei, dopo di lei. sembra la trama di "After life" su netflix. rifatti una vita..
lei gli ha lasciato scritto di averlo amato tanto, lo ringraziava per la cura che aveva sempre avuto per lei anche durante le operazioni e la chemio. MA, voleva che lui andasse avanti, pur nel dolore e sui gomiti come dico sempre io.
parlare con lui mi riporta alla realtà, dura. Gaetano non c'è più, mi dice sempre. non tornerà mai più. ma l'hai avuto ed amato tanto, lo hai accompagnato nel percorso più difficile e doloroso della sua vita, eri con lui, fino all'ultimo respiro.
ieri abbiamo ripercorso le tappe della malattia dei nostri rispettivi coniugi, ma non abbiamo pianto. come se i dettagli di tutto il dolore cui abbiamo assistito inermi, che voi tutti conoscete bene, servisse a focalizzare l'ineluttabilità dell'accaduto.
scrivo qui, per voi e per me, per fissare la lucidità che a volte ho nel vedere le cose accadute. io non ho sensi di colpa per la malattia di Gaetano, sapevamo dall'inizio che non avevamo scampo. ma abbiamo fatto tutto il possibile per ritardare l'epilogo finale. Non ho sensi di colpa perché l'ho amato profondamente, e lo amo tutt’ora anche se sembro un po' matta.
scrivo per chi come me ha perduto tutto, nel 2019 o 2018, o 2020.. mi spiace ovviamente per tutti coloro che hanno perduto qualcuno in questo 2020 in altro modo, mi spiace che chi è in cura e deve andare in ospedale da solo. appena arrivato il covid ho ringraziato il cielo che Gaetano fosse già morto, paradossale.. troppo doloroso morire da solo, ed io sarei impazzita nel non potergli stare accanto, più di quanto io non sia già impazzita di dolore. il peggio del peggio.

e quindi che voglio dire? che mi dispiace per tutti i morti di questo 2020, per le condizioni di solitudine in cui si sono ritrovati, per i loro cari che sono impazziti nel non potergli stare accanto, o dargli un ultimo bacio. mi dispiace per tutto il dolore di tutti. ma allo stesso tempo, per me il 2019 è stato l' annus horribilis. e quindi questo 2020 che se ne va non mi porta via nulla.

Ma allo stesso tempo, io che dopo un anno e mezzo sono ancora qui a leggere e scrivere, se scruto chi è vedovo da prima di me, mi rendo conto che in loro è scattato lo "spirito di sopravvivenza" che li fa andare avanti. non hanno sensi di colpa per essere ancora vivi, o per non aver tentato il tutto per tutto. non c'è stato nulla da fare . e tutti mi hanno detto una cosa che mi fa fatica credere, ma che condivido con voi: mia moglie mi amava a tal punto da volere che io andassi avanti nel dopo di lei, mi innamorassi di nuovo e facessi una vita piena di cose belle. glielo hanno detto o scritto. non so se siano le donne così protettive con i loro uomini. voglio solo credere che se hai provato l'Amore quello vero, argomento su cui potrei dibattere per giorni, forse l'amore può portarti altro amore, non dico necessariamente altre relazioni, dico solo che per noi mezze mele invece che marcire vale la pena di mettere il naso fuori dal nostro dolore ed essere grate/i per tutto quello che di bello c'è accaduto. certo, questo non è vero per chi ha appena incontrato il dolore. ci vorrà tempo, per tutti, chi più chi meno ed ognuno a suo modo.
ma se abbiamo avuto amore, credo dovremmo spanderlo nel mondo, a ns modo.
Gaetano appena si è ammalato mi ha detto: lo so che ti rifarai una vita dopo di me. Io l’ho guardato incredula. Ma ho sempre interpretato questa sua frase come un segno d’amore per me, e come un monito ad andare avanti, perché la vita è preziosa, e lui senza di me sarebbe andato avanti, proprio perché amava la vita. Ora io non so in che modo, non so quando. Ma ci sto provando. Pure se questo 2020 ci ha chiuso dentro casa.

un caro abbraccio a tutti, Mimetta
PETRAINES
Membro
Messaggi: 86
Iscritto il: gio 11 lug 2019, 10:53

Re: 14 giorni dopo di te

Messaggio da PETRAINES »

Grazie Mimetta, abbiamo storie simili, adesso sono sei mesi e a volte è peggio dei primi momenti. Ma se non ci fosse mio figlio che ha bisogno di me, sia economicamente che moralmente (è in una crisi sentimentale), mi chiedo perché sforzarsi tanto per andare avanti. Non sono bei pensieri, lo so, ma "il tempo è un gran dottore", dicono tutti. Speriamo sia così.
mau zio
Membro
Messaggi: 50
Iscritto il: lun 11 gen 2021, 22:31

Re: 14 giorni dopo di te

Messaggio da mau zio »

Mimetta....... grazie di cuore per i tuoi scritti.
Mi sono ritrovato in particolare nelle lunghe passeggiate in riva al mare.... Quanto mi manca...... Non è ancora un mese... 2020 infame.
Spero si sia reincarnata nell' aquila del tuo racconto.......

Ci siamo voluti un mondo di bene, ci hai dato tutta te stessa, Grande Amore Mio.
Mimetta
Membro
Messaggi: 212
Iscritto il: lun 15 lug 2019, 1:17

Re: 14 giorni dopo di te

Messaggio da Mimetta »

ed oggi siamo a 19 mesi.. ormai non tengo più il conto, non ci penso più, perché in realtà non so che oggi sia oggi.. era passata la giornata.. ci eravamo quasi riusciti a passare indenni la giornata, ed invece adesso, proprio adesso, ho visto che oggi era il 3, e proprio ADESSO, a quest'ora mi hai lasciata... chissà, avevi paura che mi fossi dimenticata di te?

piango meno, soffro dentro, epperfortuna aggiungo io, sennò a che serve andare in terapia e frollarmi l'anima??
e RIDO anche molto. sarà per questo che stasera mi sei tornato in mente proprio a quest'ora?

non smetto di pensarti e non smetto di amarti, però ho ricominciato a ridere!! come facevamo insieme. RIP passerotto
 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Torna a “Raccontiamoci”