Giovane e sola

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
girina69
Membro
Messaggi: 281
Iscritto il: gio 25 apr 2019, 10:05

Re: Giovane e sola

Messaggio da girina69 » mar 12 nov 2019, 7:15

Mimetta ha scritto:
lun 11 nov 2019, 10:32
girina69 è proprio il dolore cui abbiamo assistito che non mi molla. ho un film in testa che va in loop continuamente. eppoi io sola, come moglie, ho assistito al decadimento fisico di mio marito. mia suocera, la sorella, i figli, lo hanno visto in modo più blando ed a volte mi chiedono di non raccontare particolari che non hanno visto (mio marito voleva solo me al suo fianco).

e quindi mi rivedo continuamente le scene di dolore, sofferenza e incredulità cui ho assistito inerme, senza poter alleviare le sue pene, se non con la presenza, l'amore ed un sorriso fisso stampato. è per questo che torno sempre qui. leggo tutto, non sempre scrivo, è l'unico posto al mondo dove so che chi legge o scrive sa esattamente cosa sia il dolore e l'impossibilità di cambiare il corso delle cose.

concordo con te che ci dovremmo liberare di tale parte finale della loro vita. ma non riesco a togliermela dalla mente.
è giusto il tuo suggerimento a ipomea che è così giovane... ma anche pensare alla loro vita felici con noi mi tortura. mi manca. piango, leggo, soffro e scrivo. i lacrimoni vengono giù da soli, come i bimbi, e come i bimbi sono inconsolabile, nonostante tutti i miei sforzi di dover andare avanti, perché o bevi o affoghi.


Mimetta....io sto lavorando molto su me stessa per cancellare glii ultimi terribili giorni. Anch'io ero sola in hospice. Lui non ha voluto nessuno oltre me. Mi ricordo che un giorno si è guardato allo specchio in bagno. Eravamo in hospice. E mi ha detto : Barbara sembra che io abbia 90 anni. Io gli risposto : sei bellissimo ! E credimi Mimetta io l' ho visto così fino all' ' ultimo giorno. L ' uomo più bello che abbia mai visto nella mia vita.
Ultima modifica di girina69 il mar 12 nov 2019, 13:40, modificato 1 volta in totale.

Mimetta
Membro
Messaggi: 79
Iscritto il: lun 15 lug 2019, 1:17

Re: Giovane e sola

Messaggio da Mimetta » mar 12 nov 2019, 12:09

girina69 ha scritto:
mar 12 nov 2019, 7:15
Mimetta ha scritto:
lun 11 nov 2019, 10:32
girina69 è proprio il dolore cui abbiamo assistito che non mi molla. ho un film in testa che va in loop continuamente. eppoi io sola, come moglie, ho assistito al decadimento fisico di mio marito. mia suocera, la sorella, i figli, lo hanno visto in modo più blando ed a volte mi chiedono di non raccontare particolari che non hanno visto (mio marito voleva solo me al suo fianco).

e quindi mi rivedo continuamente le scene di dolore, sofferenza e incredulità cui ho assistito inerme, senza poter alleviare le sue pene, se non con la presenza, l'amore ed un sorriso fisso stampato. è per questo che torno sempre qui. leggo tutto, non sempre scrivo, è l'unico posto al mondo dove so che chi legge o scrive sa esattamente cosa sia il dolore e l'impossibilità di cambiare il corso delle cose.

concordo con te che ci dovremmo liberare di tale parte finale della loro vita. ma non riesco a togliermela dalla mente.
è giusto il tuo suggerimento a ipomea che è così giovane... ma anche pensare alla loro vita felici con noi mi tortura. mi manca. piango, leggo, soffro e scrivo. i lacrimoni vengono giù da soli, come i bimbi, e come i bimbi sono inconsolabile, nonostante tutti i miei sforzi di dover andare avanti, perché o bevi o affoghi.


Mimetta....io sto lavorando molto su me stessa per cancellare glii ultimi terribili giorni. Anch'io ero sola in hospice. Lui non ha voluto nessuno oltre me. Mi ricordo che un giorno sì e guardato allo specchio in bagno. Eravamo in hospice. E mi ha detto : Barbara sembra che io abbia 90 anni. Io gli risposto : sei bellissimo ! E credimi Mimetta io l' ho visto così fino all' ' ultimo giorno. L ' uomo più bello che abbia mai visto nella mia vita.

girina69, dolente tra i dolenti. io pure sto lavorando molto su me stessa ma trovo più difficoltà adesso che passa il tempo.
lui era bello e buono, dolce e temerario. ma quando è venuto il signore delle pompe funebri mi ha fatto le condoglianze per mio padre... gli ho detto che era mio marito!!! in effetti, solo molto tempo dopo, riguardando le foto fatte gli ultimi gg (per mandarle ai figli per fargli vedere che stava bene) mi sono resa conto di quanto fosse invecchiato, anche perchè oltre alle rughe che gli erano venute, i capelli che gli erano ricresciuti dopo aver interrotto la chemio, erano tutti bianchi... per me era sempre bellissimo, ma quando è morto era ancora più bellissimo, finalmente libero dal dolore. gli ho fatto una foto, che ogni tanto riguardo. non sono pronta a lasciarlo andare del tutto.

a suo tempo avevo fatto delle foto a mia mamma appena morta, morta a 80 anni di alzheimer, anche se in realtà era già morta come madre quando era iniziata la malattia ed i ruoli si erano scambiati. quando sono stata pronta, mesi dopo, ho cancellato le foto di mia mamma e l'ho lasciata andare.

ora il dolore è terribilmente più grande, l'amore per mio marito è indicibile anche adesso, e so che dovrò lasciarlo andare. ma non è ancora il momento. ma la foto mi ricorda che ha smesso di soffrire, per lui è un bene, per me una pena indicibile, ma condivisibile qui.

luca84
Membro
Messaggi: 10
Iscritto il: lun 9 set 2019, 21:15

Re: Giovane e sola

Messaggio da luca84 » mar 12 nov 2019, 17:06

Ciao Ipomea mi ritrovo nella tua stessa situazione...1 mese e mezzo che è mancata a 32 anni.. Purtroppo devi buttare fuori tutto, non tenere dentro nulla.. Sparirà molta gente per la paura di parlarti e i finti amici. Rimarranno in pochi e li conterai sul palmo della nano. Affidati a quelli. Prendi fai un viaggio. Devi andare avanti piano ma molto piano.

girina69
Membro
Messaggi: 281
Iscritto il: gio 25 apr 2019, 10:05

Re: Giovane e sola

Messaggio da girina69 » mer 13 nov 2019, 8:58

Mimetta ha scritto:
mar 12 nov 2019, 12:09
girina69 ha scritto:
mar 12 nov 2019, 7:15
Mimetta ha scritto:
lun 11 nov 2019, 10:32
girina69 è proprio il dolore cui abbiamo assistito che non mi molla. ho un film in testa che va in loop continuamente. eppoi io sola, come moglie, ho assistito al decadimento fisico di mio marito. mia suocera, la sorella, i figli, lo hanno visto in modo più blando ed a volte mi chiedono di non raccontare particolari che non hanno visto (mio marito voleva solo me al suo fianco).

e quindi mi rivedo continuamente le scene di dolore, sofferenza e incredulità cui ho assistito inerme, senza poter alleviare le sue pene, se non con la presenza, l'amore ed un sorriso fisso stampato. è per questo che torno sempre qui. leggo tutto, non sempre scrivo, è l'unico posto al mondo dove so che chi legge o scrive sa esattamente cosa sia il dolore e l'impossibilità di cambiare il corso delle cose.

concordo con te che ci dovremmo liberare di tale parte finale della loro vita. ma non riesco a togliermela dalla mente.
è giusto il tuo suggerimento a ipomea che è così giovane... ma anche pensare alla loro vita felici con noi mi tortura. mi manca. piango, leggo, soffro e scrivo. i lacrimoni vengono giù da soli, come i bimbi, e come i bimbi sono inconsolabile, nonostante tutti i miei sforzi di dover andare avanti, perché o bevi o affoghi.


Mimetta....io sto lavorando molto su me stessa per cancellare glii ultimi terribili giorni. Anch'io ero sola in hospice. Lui non ha voluto nessuno oltre me. Mi ricordo che un giorno sì e guardato allo specchio in bagno. Eravamo in hospice. E mi ha detto : Barbara sembra che io abbia 90 anni. Io gli risposto : sei bellissimo ! E credimi Mimetta io l' ho visto così fino all' ' ultimo giorno. L ' uomo più bello che abbia mai visto nella mia vita.

girina69, dolente tra i dolenti. io pure sto lavorando molto su me stessa ma trovo più difficoltà adesso che passa il tempo.
lui era bello e buono, dolce e temerario. ma quando è venuto il signore delle pompe funebri mi ha fatto le condoglianze per mio padre... gli ho detto che era mio marito!!! in effetti, solo molto tempo dopo, riguardando le foto fatte gli ultimi gg (per mandarle ai figli per fargli vedere che stava bene) mi sono resa conto di quanto fosse invecchiato, anche perchè oltre alle rughe che gli erano venute, i capelli che gli erano ricresciuti dopo aver interrotto la chemio, erano tutti bianchi... per me era sempre bellissimo, ma quando è morto era ancora più bellissimo, finalmente libero dal dolore. gli ho fatto una foto, che ogni tanto riguardo. non sono pronta a lasciarlo andare del tutto.

a suo tempo avevo fatto delle foto a mia mamma appena morta, morta a 80 anni di alzheimer, anche se in realtà era già morta come madre quando era iniziata la malattia ed i ruoli si erano scambiati. quando sono stata pronta, mesi dopo, ho cancellato le foto di mia mamma e l'ho lasciata andare.

ora il dolore è terribilmente più grande, l'amore per mio marito è indicibile anche adesso, e so che dovrò lasciarlo andare. ma non è ancora il momento. ma la foto mi ricorda che ha smesso di soffrire, per lui è un bene, per me una pena indicibile, ma condivisibile qui.




Mimetta....come ti avevo già accennato in un post precedente non sono d ' accordo con ite sul " lasciarli andare ". Mio marito non mi avrebbe mai abbandonato ed era più preoccupato per me che per lui. Ora cercherò altre motivazioni per vivere non ho intenzione di vivere nella disperazione gli anni che mi rimarranno....lui mi ha amato per la mia forza e non voglio certo
deluderlo Ma l ' unica cosa che mi dà veramente forza è il percepirlo vicino a me giornalmente, ascoltare i suoi suggerimenti , ricordare i bellissimi momenti trascorsi insieme. Solo ora mi rendo di quanto fossi fortunata. L ' amore vero non credo che si incontri facilmente. A noi è stato concesso. Avrei voluto un finale diverso. Morire prima di lui ....ma purtroppo non siamo artefici del nostro destino.

Ipomea
Membro
Messaggi: 8
Iscritto il: sab 2 nov 2019, 0:09

Re: Giovane e sola

Messaggio da Ipomea » mer 13 nov 2019, 14:22

Cara Barbara, ti invidio perché riesci a "comunicare" con lui...per me è davvero difficile in questo momento e ne soffro, perché vorrei tanto riuscire a sentirlo ancora presente. Credo che un lato di me non voglia rassegnarsi all'idea che lui non ci sia più. Non so come si elaborino cose come queste, probabilmente non ci sono sistemi universali, né tempistiche uguali per tutti. Un lato di me è spaventato da tutta questa sofferenza, dal buco nero che mi si apre davanti in certi momenti e l'altra parte di me sente che è "giusto" soffrire. E' difficile scendere a compromessi con tutto questo.

girina69
Membro
Messaggi: 281
Iscritto il: gio 25 apr 2019, 10:05

Re: Giovane e sola

Messaggio da girina69 » mer 13 nov 2019, 16:01

Ipomea ha scritto:
mer 13 nov 2019, 14:22
Cara Barbara, ti invidio perché riesci a "comunicare" con lui...per me è davvero difficile in questo momento e ne soffro, perché vorrei tanto riuscire a sentirlo ancora presente. Credo che un lato di me non voglia rassegnarsi all'idea che lui non ci sia più. Non so come si elaborino cose come queste, probabilmente non ci sono sistemi universali, né tempistiche uguali per tutti. Un lato di me è spaventato da tutta questa sofferenza, dal buco nero che mi si apre davanti in certi momenti e l'altra parte di me sente che è "giusto" soffrire. E' difficile scendere a compromessi con tutto questo.




Cara Ipomea.....io ho cominciato a sentirlo chiaramente da agosto ovvero quattro mesi dopo la sua scomparsa. Io non sono credente ma di una cosa sono sicura. Lui c' è ed è sempre accanto a me. Spero che presto tu riesca a percepirlo un abbraccio ♥️

paolo.1963
Membro
Messaggi: 48
Iscritto il: mer 2 gen 2019, 11:46

Re: Giovane e sola

Messaggio da paolo.1963 » dom 1 dic 2019, 10:23

Ciao ipomea , il 29 dicembre sarà un anno. Un anno senza la mia Paola , dirti come ho passato questo anno è difficile perché non me ne sono quasi accorto. Il tempo ha perso significato, il lunedì è uguale alla domenica. La cosa peggiore almeno per me sono i periodi di festa . Il Natale che sta arrivando sarà tristissimo purtroppo sopratutto per i miei figli. Dopo che passi 25 anni di matrimonio e 6 da fidanzati con una persona il rapporto è così forte che quando il destino lo spezza , frantuma tutto. La mia fortuna è che avendo 2 figli , 2 parti di lei che mi sono rimaste , io vivo per loro e riesco a combattere la vita con un po’ di forza in più. Come avrai letto in questo forum c’è solo gente che ti capisce benissimo e che sa come ti senti. Posso solo abbracciarti Forte capendo perfettamente come ti senti. Ciao a presto.
Per Paola , una moglie, un amica , una madre , una sorella .......... un amore .

Ipomea
Membro
Messaggi: 8
Iscritto il: sab 2 nov 2019, 0:09

Re: Giovane e sola

Messaggio da Ipomea » dom 1 dic 2019, 13:06

Caro Paolo, ti sono vicina per la vostra perdita e ti capisco. Per me sarà il primo Natale senza di lui e ancora non so decidermi su quale sia l'opzione "meno peggio", che mi farà stare meno male. Qualsiasi idea mi sembra triste, vorrei solo che le feste fossero cancellate, cosa c'è da festeggiare in fin dei conti? Il solo fatto di essere qui, mentre lui è stato strappato alla vita mi fa stare male e sentire in colpa... E' difficile trovare un senso adesso, trovare dei motivi per andare avanti, anche se io mi sforzo di non lasciarmi andare, ma non ho idea di come farò a tornare ad avere una vita "normale", mi sembra impossibile. Non sono nemmeno 2 mesi che lui non c'è più, eppure mi sembra un'eternità, mi manca la quotidianità senza di lui, era il mio punto di riferimento, la persona con cui potevo parlare di tutto, la sua sola presenza mi faceva stare bene e sentire completa...mi manca e allo stesso tempo è ancora così vivo dentro di me, guardo le nostre foto e a volte sorrido perché la mia mente non riesce ad afferrare fino in fondo che lui non ci sia più!! E' un periodo di sofferenza e contraddizioni, in cui si va per tentativi, si cerca di trovare una strada, ma sembra davvero impossibile... Io ti auguro tanto di riuscire a trovare la forza e la gioia nei tuoi figli, anche se immagino che anche loro saranno distrutti. In queste feste proverò a farmi forza pensando alle persone che vivono il mio stesso dolore...non è una consolazione, ma magari mi aiuterà a sentirmi meno sola. Ti abbraccio forte.

 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Rispondi

Torna a “Raccontiamoci”