Mille pensieri, lunedì inizierò i controlli

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
Zath84
Nuovo membro
Messaggi: 1
Iscritto il: sab 18 apr 2020, 2:15

Mille pensieri, lunedì inizierò i controlli

Messaggio da Zath84 »

salve a tutti, mi chiamo Valerio ed ho 35 anni.
Perderò un attimo di tempo premettendo che purtroppo sono una persona ansiosa/nervosa e che quindi spesso cado in crisi di panico che non chiamerei ipocondria perché quello è tutt'altro par di maniche.
Dunque, a metà 2019, intorno a marzo inizio i lavori insieme al mio socio per la costruzione di una birreria nella mia città, i lavori sono estenuanti, a rilento, pieni di problemi, il tempo passa e i (soldi anche) finché un giorno inizio ad avvertire una debolezza improvvisa che aveva tutta l'aria di essere un ictus, mascella intorpidita, mi sentivo stralunato e mi siedo, aspetto che i sintomi rientrino e succede anche se lasciandomi intontito, ne parlo ma alla fine si decide di non approfondire anche perché avevo già avuto delle crisi simili in passato. i giorni passano nella normalità anche se con grandissimo stress costante addosso tant'è che anche la mia dermatite seborroica (che ho da sempre) non inizia a risvegliarsi (sfoghetti qua e là, specialmente sulla fronte) ma non ci faccio caso finché una mattina non mi sveglio totalmente pieno di sfoghi sulla fronte e sui lati del viso, vado letteralmente in paranoia, giorni di panico totale finché non prendendo un normale sapone per quel tipo di problema questo non rientra del tutto, le cose tornano alla normalità ma i problemi al locale rimangono, siamo arrivati addirittura ad ottobre senza aver raggiunto la fine finché noto che non riuscivo più ad andare bene di corpo, non era lineare come un tempo ovvero mi siedo faccio e via, no...dovevo stare di più finché giorno dopo giorno non mi blocco del tutto, benissimo! Inizio ad avvertire fastidi in alto a dx piuttosto forti, sono stato operato alla colecisti per dei calcoli 10 anni fa, il dolore era simile anche se enormemente meno intenso ed iniziai a preoccuparmi, col tempo e l'assunzione di normix poi fermenti e poi un fluidificante inizio a sbloccarmi, quest'ultimo lo presi per poter fare l'esame delle feci su.3 campioni e la calprotectina fecale, mi prescrive anche delle analisi del sangue.
Nel frattempo arriva i gonfiori addominali, dolori un po' qui un po' li che aumentavano alla palpazione in alcuni punti (allora e oggi zona destra bassa accanto all'ombelico, il muco nelle feci dure, dolori alla schiena, destra o sinistra, dolori al fianco, sensazione di dover sempre defecare, fastidio prima e dopo.aver defecato, insomma qualsiasi cosa si potesse desiderare! Avevo il pacchetto completo...
Arrivano le analisi del sangue che per un 34enne bevitore e pesante ben 100kg su 175cm erano imbarazzantemente buone se non per il colesterolo a 200, nessuna anemia, nessun dato preoccupante al fegato, globuli tutti nella norma.
Arriva l'esame delle feci che non evidenzia nulla nella calprotectina fecale ma in un campione su 3, udite udite, sangue! A dire il vero a seguito dell'enorme sforzo per defecare il mio orifizio (scusate se vi porto alla mente immagini spiacevoli ) si rivolta a quasi al contrario tant'è che pio.volte avevo trovato del sangue molto chiaro nelle feci.
Nonostante ciò il gastroenterologo mi consiglia una rettoscopia non urgente perché a suo avviso c'erano tutti i presupposti per pensare ad un sanguinamento delle emorroidi (cosa di cui in realtà ho sempre sofferto periodicamente) il tempo è passato, ho avuto periodi in cui sono stato bene e momenti in cui sono stato peggio ma non sono mai più stato come in quei periodi (nemmeno ora che siamo a 8 mesi dalla comparsa dei primi sintomi addominali) addirittura dopo una prima dieta ferrea in cui avevo eliminato del tutto glutino e lattosio (pur non essendo celiaco) avevo ottenuto una quasi totale guarigione ricascandoci di nuovo con tutte le scarpe una volta ottenuti i benefici, vanificando tutto. Sfamattina dopo mesi in cui andavo di corpo regolarmente ho sentito uno stimolo improvviso di dover correre in bagno, ci vado e quello che vedo fatico a raccontarlo, 2 pezzi non formati di feci frammenti ad una enorme quantità di fibre vegetali (ultimamente stavo mangiando quantità industriali di finocchi lessi, non chiedetemi perché) il tutto immerso nel muco, una quantità direi piuttosto grossa di muco giallastro misto ad olio d'oliva (che in effetti esagero nel consumare) dopo questo episodio udite udite i doloretti e fastidi scompaiono clamorosamente lasciandomi con quella sensazione inebetita, come a dire "e quindi?", non ci penso più finché ad un certo punto non inizio ad accusare un dolore a sinistra, cosa che non mi era mai successo prima ma piu che un dolore sembrava tirasse (a desfra non sentivo più niente) e palpando l'addome pare che il dolore converga intorno alla zona ombelicale allungandosi comunque verso destra, il tutto accompagnato da gonfiore addominale e rumori, altro? Si! Questa sera inizio a sentire anche una sensazione di gonfiore e tensione o bruciore superficiale a sinistra che adesso è scomparsa ed è migrata verso la zona del rene sinistro. ..è come se la pelle fosse molto.calda ma non lo è. I fastidi li avevo sempre e solo avuti più verso destra e questo mi ha spiazzato tantissimo
(anche se alla palpazione la zona destra risulta un po' più dolorante, specialmente se premo molto molto in profondità) ho deciso che lunedì inizierò l'iter di controlli per capire se ho la sindrome da colon irritabile o qualsiasi altra patologia ma non nascondo di aver pensato un po' a tutto quanto di più mortale possa esistere, ho attimi di ansia e attimi di autoironia come in questo momento, ah, avendo smesso totalmente di bere e mangiare cibi potenzialmente dannosi finché non capirò come stanno le cose, ho apprezzato uno sgonfiamento dei miei lineamenti e Circa 800g di peso perso in 2 settimane circa, permane gonfiezza addominale, e dopo la scarica di oggi (che sembrava acida) mi bruciacchia leggermente l'ano (nel momento dopo l'evacuazione il bruciore era molto più forte). Concludo dicendo che non mi sento debole tant'è che ho sempre voglia di fare 4 passi (passeggio il cane ogni volta che posso) e vado a piedi a controllare il mio locale (che tra l'altro, non l'ho detto, ero riuscito ad aprire prima della pandemia) ogni giorno, cosa ne pensate? Lunedì comunque mi farò prescrivere dei controlli ma dopo aver letto alcune conversazioni mi piacerebbe avere un vostro parere. Grazie anticipatamente, Valerio.

 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Torna a “Raccontiamoci”