Glioblastoma 4° grado a 35 anni

Flower91
Membro
Messaggi: 209
Iscritto il: lun 22 mar 2021, 11:09

Re: Glioblastoma 4° grado a 35 anni

Messaggio da Flower91 »

Grazie x il tuo incoraggiamento Luka!
Io credo che aiutare la persona che si ama sia allo stesso tempo più facile e più difficile, rispetto ad un estraneo.
Più facile perché alla base c'è l'amore e, nel mio caso (ma anche nel tuo se siete sposati in chiesa) quella promessa fatta davanti a Dio poco tempo fa:
"... con la grazia di Cristo prometto di esserti fedele sempre, nella gioia e nel dolore, in salute e in malattia, e di amarti e onorarti tutti i giorni della mia vita." (sono andata a memoria, spero di ricordarla abbastanza bene).
Più difficile perché si è coinvolti in prima persona, né va del proprio presente e del proprio futuro. Ovviamente l'empatia è una caratteristica fondamentale anche se si aiutano gli altri per lavoro, ma sono certa che sia diverso rispetto allo stress emotivo che si prova nell'aiutare il proprio marito o la propria moglie...

Comunque sono ancora abbastanza giovane, hai ragione, ma ho un lavoro da impiegata a tempo indeterminato (noioso ma "comodo") che mi assicura un buon stipendio. Mollare tutto per tornare a studiare (3 anni) senza certezza di trovare un impiego futuro o su dove trovarlo, non è una scelta così facile da intraprendere!! È da qualche mese che ci penso.
Però, come ti dicevo, queste terribili e toccanti esperienze mi stanno insegnando che la vita è veramente troppo breve per farla semplicemente "passare". E che "aiutare" psicologicamente (anche solo salutando gli altri ospiti dell'hospice in cui siamo) e concretamente gli altri, da molta più soddisfazione, credo, a fine giornata, rispetto a quella che mi da adesso lo stipendio a fine mese. Poi ovviamente serve anche quello...

Insomma, non è una scelta semplice, ma sto valutando.

Immagino che tu abbia una 50ina di anni. Se non te la senti di stravolgere la tua vita a tal punto, potresti valutare di fare volontariato. Nell'hospice dove sono io, oltre a tutto il personale medico, infermieristico, sanitario, ecc... Sono attivi anche dei volontari! 😊
luka71
Membro
Messaggi: 85
Iscritto il: lun 22 feb 2021, 2:33

Re: Glioblastoma 4° grado a 35 anni

Messaggio da luka71 »

Flower91 ha scritto: mer 14 lug 2021, 7:17 Grazie x il tuo incoraggiamento Luka!
Io credo che aiutare la persona che si ama sia allo stesso tempo più facile e più difficile, rispetto ad un estraneo.
Più facile perché alla base c'è l'amore e, nel mio caso (ma anche nel tuo se siete sposati in chiesa) quella promessa fatta davanti a Dio poco tempo fa:
"... con la grazia di Cristo prometto di esserti fedele sempre, nella gioia e nel dolore, in salute e in malattia, e di amarti e onorarti tutti i giorni della mia vita." (sono andata a memoria, spero di ricordarla abbastanza bene).
Più difficile perché si è coinvolti in prima persona, né va del proprio presente e del proprio futuro. Ovviamente l'empatia è una caratteristica fondamentale anche se si aiutano gli altri per lavoro, ma sono certa che sia diverso rispetto allo stress emotivo che si prova nell'aiutare il proprio marito o la propria moglie...

Comunque sono ancora abbastanza giovane, hai ragione, ma ho un lavoro da impiegata a tempo indeterminato (noioso ma "comodo") che mi assicura un buon stipendio. Mollare tutto per tornare a studiare (3 anni) senza certezza di trovare un impiego futuro o su dove trovarlo, non è una scelta così facile da intraprendere!! È da qualche mese che ci penso.
Però, come ti dicevo, queste terribili e toccanti esperienze mi stanno insegnando che la vita è veramente troppo breve per farla semplicemente "passare". E che "aiutare" psicologicamente (anche solo salutando gli altri ospiti dell'hospice in cui siamo) e concretamente gli altri, da molta più soddisfazione, credo, a fine giornata, rispetto a quella che mi da adesso lo stipendio a fine mese. Poi ovviamente serve anche quello...

Insomma, non è una scelta semplice, ma sto valutando.

Immagino che tu abbia una 50ina di anni. Se non te la senti di stravolgere la tua vita a tal punto, potresti valutare di fare volontariato. Nell'hospice dove sono io, oltre a tutto il personale medico, infermieristico, sanitario, ecc... Sono attivi anche dei volontari! 😊
Ciao flower si è una possibilità da valutare il volontariato,si certo ci siamo sposati in chiesa 26 anni fa.
Riguardo alla tua scelta valuta bene ovvio,penso che potresti anche vagliare le scuole serali e mantenere il tuo attuale lavoro magari part-time ci sono delle leggi che obbligano il datore di lavoro ad agevolare il più possibile con gli orari il lavoratore che decide di tornare a studiare.
Certo fare entrambe le cose è davvero impegnativo,ma è un'ulteriore opzione.
Flower91
Membro
Messaggi: 209
Iscritto il: lun 22 mar 2021, 11:09

Re: Glioblastoma 4° grado a 35 anni

Messaggio da Flower91 »

luka71 ha scritto: mer 14 lug 2021, 8:13
Flower91 ha scritto: mer 14 lug 2021, 7:17 Grazie x il tuo incoraggiamento Luka!
Io credo che aiutare la persona che si ama sia allo stesso tempo più facile e più difficile, rispetto ad un estraneo.
Più facile perché alla base c'è l'amore e, nel mio caso (ma anche nel tuo se siete sposati in chiesa) quella promessa fatta davanti a Dio poco tempo fa:
"... con la grazia di Cristo prometto di esserti fedele sempre, nella gioia e nel dolore, in salute e in malattia, e di amarti e onorarti tutti i giorni della mia vita." (sono andata a memoria, spero di ricordarla abbastanza bene).
Più difficile perché si è coinvolti in prima persona, né va del proprio presente e del proprio futuro. Ovviamente l'empatia è una caratteristica fondamentale anche se si aiutano gli altri per lavoro, ma sono certa che sia diverso rispetto allo stress emotivo che si prova nell'aiutare il proprio marito o la propria moglie...

Comunque sono ancora abbastanza giovane, hai ragione, ma ho un lavoro da impiegata a tempo indeterminato (noioso ma "comodo") che mi assicura un buon stipendio. Mollare tutto per tornare a studiare (3 anni) senza certezza di trovare un impiego futuro o su dove trovarlo, non è una scelta così facile da intraprendere!! È da qualche mese che ci penso.
Però, come ti dicevo, queste terribili e toccanti esperienze mi stanno insegnando che la vita è veramente troppo breve per farla semplicemente "passare". E che "aiutare" psicologicamente (anche solo salutando gli altri ospiti dell'hospice in cui siamo) e concretamente gli altri, da molta più soddisfazione, credo, a fine giornata, rispetto a quella che mi da adesso lo stipendio a fine mese. Poi ovviamente serve anche quello...

Insomma, non è una scelta semplice, ma sto valutando.

Immagino che tu abbia una 50ina di anni. Se non te la senti di stravolgere la tua vita a tal punto, potresti valutare di fare volontariato. Nell'hospice dove sono io, oltre a tutto il personale medico, infermieristico, sanitario, ecc... Sono attivi anche dei volontari! 😊
Ciao flower si è una possibilità da valutare il volontariato,si certo ci siamo sposati in chiesa 26 anni fa.
Riguardo alla tua scelta valuta bene ovvio,penso che potresti anche vagliare le scuole serali e mantenere il tuo attuale lavoro magari part-time ci sono delle leggi che obbligano il datore di lavoro ad agevolare il più possibile con gli orari il lavoratore che decide di tornare a studiare.
Certo fare entrambe le cose è davvero impegnativo,ma è un'ulteriore opzione.
Purtroppo la mia sede di lavoro non è molto comoda, e, nonostante sia un'impiegata, non è difficile dover fare degli straordinari. Questo per dire che lavorare full time e andare a scuola di sera per me è impensabile, rischio di impazzire!!
Il discorso par-time non l'avevo preso in considerazione... Vedremo.

Ti posso chiedere una cosa, cambiando argomento? Con tua moglie, per passare il tempo, che cosa fate? Perché mio marito, adesso che ha anche problemi di vista, fatica a leggere, vedere la TV, un giornale... Ci sono delle volte che non so cosa inventarmi...
luka71
Membro
Messaggi: 85
Iscritto il: lun 22 feb 2021, 2:33

Re: Glioblastoma 4° grado a 35 anni

Messaggio da luka71 »

Flower91 ha scritto: mer 14 lug 2021, 10:56
luka71 ha scritto: mer 14 lug 2021, 8:13
Flower91 ha scritto: mer 14 lug 2021, 7:17 Grazie x il tuo incoraggiamento Luka!
Io credo che aiutare la persona che si ama sia allo stesso tempo più facile e più difficile, rispetto ad un estraneo.
Più facile perché alla base c'è l'amore e, nel mio caso (ma anche nel tuo se siete sposati in chiesa) quella promessa fatta davanti a Dio poco tempo fa:
"... con la grazia di Cristo prometto di esserti fedele sempre, nella gioia e nel dolore, in salute e in malattia, e di amarti e onorarti tutti i giorni della mia vita." (sono andata a memoria, spero di ricordarla abbastanza bene).
Più difficile perché si è coinvolti in prima persona, né va del proprio presente e del proprio futuro. Ovviamente l'empatia è una caratteristica fondamentale anche se si aiutano gli altri per lavoro, ma sono certa che sia diverso rispetto allo stress emotivo che si prova nell'aiutare il proprio marito o la propria moglie...

Comunque sono ancora abbastanza giovane, hai ragione, ma ho un lavoro da impiegata a tempo indeterminato (noioso ma "comodo") che mi assicura un buon stipendio. Mollare tutto per tornare a studiare (3 anni) senza certezza di trovare un impiego futuro o su dove trovarlo, non è una scelta così facile da intraprendere!! È da qualche mese che ci penso.
Però, come ti dicevo, queste terribili e toccanti esperienze mi stanno insegnando che la vita è veramente troppo breve per farla semplicemente "passare". E che "aiutare" psicologicamente (anche solo salutando gli altri ospiti dell'hospice in cui siamo) e concretamente gli altri, da molta più soddisfazione, credo, a fine giornata, rispetto a quella che mi da adesso lo stipendio a fine mese. Poi ovviamente serve anche quello...

Insomma, non è una scelta semplice, ma sto valutando.

Immagino che tu abbia una 50ina di anni. Se non te la senti di stravolgere la tua vita a tal punto, potresti valutare di fare volontariato. Nell'hospice dove sono io, oltre a tutto il personale medico, infermieristico, sanitario, ecc... Sono attivi anche dei volontari! 😊
Ciao flower si è una possibilità da valutare il volontariato,si certo ci siamo sposati in chiesa 26 anni fa.
Riguardo alla tua scelta valuta bene ovvio,penso che potresti anche vagliare le scuole serali e mantenere il tuo attuale lavoro magari part-time ci sono delle leggi che obbligano il datore di lavoro ad agevolare il più possibile con gli orari il lavoratore che decide di tornare a studiare.
Certo fare entrambe le cose è davvero impegnativo,ma è un'ulteriore opzione.
Purtroppo la mia sede di lavoro non è molto comoda, e, nonostante sia un'impiegata, non è difficile dover fare degli straordinari. Questo per dire che lavorare full time e andare a scuola di sera per me è impensabile, rischio di impazzire!!
Il discorso par-time non l'avevo preso in considerazione... Vedremo.

Ti posso chiedere una cosa, cambiando argomento? Con tua moglie, per passare il tempo, che cosa fate? Perché mio marito, adesso che ha anche problemi di vista, fatica a leggere, vedere la TV, un giornale... Ci sono delle volte che non so cosa inventarmi...
Ciao fortunatamente per ora la vista le regge ancora più che altro si guarda la tv,serie o film o programmi reality tipo Matrimonio a prima vista.
Se ha problemi di vista tuo marito è un bel problema immagino far passare il tempo,cercate di dialogare di rivivere i bei momenti passati insieme,fagli capire come stai facendo ne sono certo quanto gli vuoi bene e come abbia avuto una vita piena nonostante la sua situazione di salute attuale.
Noi spesso si programma anche cosa mangiare a mezzogiorno o la sera,cerco di assecondarla e darle tutto ciò che vuole sono arrivato persino ad imparare a cucinarle il sushi,così immaginiamo nuovi piatti da sperimentare anche magari vegetariani ma con la forma del sushi e col riso ovviamente.
Sere.b
Membro
Messaggi: 13
Iscritto il: ven 23 apr 2021, 8:43

Re: Glioblastoma 4° grado a 35 anni

Messaggio da Sere.b »

Ciao ragazzi, vi leggo sempre appena ho due minuti liberi e mi fa sempre piacere.
Io oggi sono andata a scegliere la lapide insieme a mia mamma per papà, passano i giorni ma mi manca sempre di più, chissà che il tempo mi aiuti perché è veramente parecchio difficile.
Spero sempre che a voi vada diversamente, un abbraccio.
Flower91
Membro
Messaggi: 209
Iscritto il: lun 22 mar 2021, 11:09

Re: Glioblastoma 4° grado a 35 anni

Messaggio da Flower91 »

Ciao Luka, "matrimonio a prima vista" e il sushi piacciono tantissimo anche a me!

Sere.b ti ringrazio molto per il tuo augurio... Come si dice, la speranza è l'ultima a morire... ♥️

Un abbraccio a voi
luka71
Membro
Messaggi: 85
Iscritto il: lun 22 feb 2021, 2:33

Re: Glioblastoma 4° grado a 35 anni

Messaggio da luka71 »

Sere.b ha scritto: mer 14 lug 2021, 13:43 Ciao ragazzi, vi leggo sempre appena ho due minuti liberi e mi fa sempre piacere.
Io oggi sono andata a scegliere la lapide insieme a mia mamma per papà, passano i giorni ma mi manca sempre di più, chissà che il tempo mi aiuti perché è veramente parecchio difficile.
Spero sempre che a voi vada diversamente, un abbraccio.
Ciao sere diversamente non lo so sarà difficile,però almeno per quanto riguarda mia moglie qualche lieve miglioramento c'è stato per cui contiamo di tenerla con noi ancora un bel pò adesso vediamo a fine mese il parere degli oncologi.
Guarda il tempo sicuramente aiuta, io persi mio padre sempre a causa di un tumore che avevo 22 anni son passati quasi 30 anni e chiaramente la vita va avanti ti concentri sugli altri affetti della tua vita ricordandolo sempre con affetto e cerchi di tenerti stretti quei pochi ricordi che ti rimangono in mente,ricambio il tuo abbraccio stai vicina a tua mamma.
luka71
Membro
Messaggi: 85
Iscritto il: lun 22 feb 2021, 2:33

Re: Glioblastoma 4° grado a 35 anni

Messaggio da luka71 »

Flower91 ha scritto: mer 14 lug 2021, 13:59 Ciao Luka, "matrimonio a prima vista" e il sushi piacciono tantissimo anche a me!

Sere.b ti ringrazio molto per il tuo augurio... Come si dice, la speranza è l'ultima a morire... ♥️

Un abbraccio a voi
a bene dai mi fa piacere,non so se hai visto le puntate della nuova stagione han cambiato uno dei 3 "esperti" speriamo bene perchè di solito con il trio originario non ci azzeccavano una coppia :D
Buona giornata e forza ora è il momento più difficile per voi a quanto ho capito
Flower91
Membro
Messaggi: 209
Iscritto il: lun 22 mar 2021, 11:09

Re: Glioblastoma 4° grado a 35 anni

Messaggio da Flower91 »

luka71 ha scritto: mer 14 lug 2021, 14:37
Flower91 ha scritto: mer 14 lug 2021, 13:59 Ciao Luka, "matrimonio a prima vista" e il sushi piacciono tantissimo anche a me!

Sere.b ti ringrazio molto per il tuo augurio... Come si dice, la speranza è l'ultima a morire... ♥️

Un abbraccio a voi
a bene dai mi fa piacere,non so se hai visto le puntate della nuova stagione han cambiato uno dei 3 "esperti" speriamo bene perchè di solito con il trio originario non ci azzeccavano una coppia :D
Buona giornata e forza ora è il momento più difficile per voi a quanto ho capito
No, ormai non lo guardo da un sacco! Le ultime volte l'ho visto con mio marito (che non era molto d'accordo poveretto!!) la scorsa estate (credo fossero le repliche) durante le ferie, tra un'escursione e un'altra.
Anche il giapponese non lo mangio da ottobre... Non ce l'ho più fatta. Mi ero detta di aspettare di poterlo andare a mangiare insieme.

Buona giornata anche a voi.
Io mi faccio portare un caffè, poi più tardi sveglio mio marito e sento se ha voglia di pregare insieme e fare la doccia.

Buona serata.
LaMarinin81
Membro
Messaggi: 127
Iscritto il: sab 17 apr 2021, 14:54

Re: Glioblastoma 4° grado a 35 anni

Messaggio da LaMarinin81 »

Flower,
leggevo delle tue riflessioni sul lasciare il tuo lavoro per fare l'infermiera.
Mi sento di consigliarti una via di mezzo meno drastica (anche perché infermieristica sono 3 anni universitari tosti con molto tirocinio e impegnativi da gestire con un lavoro a tempo pieno) e cioè dedicare parte del tuo tempo libero a una associazione di volontariato "tosta" come può essere la croce rossa (per restare in ambito sanitario) o la caritas o quello che più ti aggrada.
io sono stata volontaria della Croce rossa per una decina di anni e sono stati anni di grande impegno ma anche di soddisfazioni (ero diventata un monitore, ho fatto campi per imparare cose nuove). sono stati per me anni molto formativi.
Non è solo un modo per passare il tempo, si può davvero aiutare in concreto la gente.
anche io penso di provare di nuovo a fare qualcosa del genere perché, alla luce del tumore di mio padre,la mia vita fatta di lavoro, casa, lavoro e qualche hobby mi sembra poca roba.

scusa Flower se mi sono permessa di darti un suggerimento
 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Torna a “Tumori cerebrali”