Padre con neoplasia pancreatica

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
Margherita71
Membro
Messaggi: 17
Iscritto il: ven 23 apr 2021, 14:21

Re: Padre con neoplasia pancreatica

Messaggio da Margherita71 »

LaMarinin81 ha scritto: sab 26 giu 2021, 0:33
Margherita71 ha scritto: gio 24 giu 2021, 22:27




Mi fa veramente piacere leggere questo il tuo papà è fantastico!un esempio davvero...lui deve fare folfox più xeloda, speriamo non diano grossi disagi, almeno quello....
marghe, come sta tuo fratello?
Grazie.. fisicamente benino solo un po'di stanchezza data anche dal caldo (sono sfinita io x dire), però moralmente molto giù e preoccupato... è veramente difficile stargli vicino...
LaMarinin81
Membro
Messaggi: 127
Iscritto il: sab 17 apr 2021, 14:54

Re: Padre con neoplasia pancreatica

Messaggio da LaMarinin81 »

Marghe, mi spiace per tuo fratello.
Un tumore a 40 anni è una tragedia.
Il carattere poi è carattere...probabilmente sarà terrorizzato.

Ieri sono andata a cena dai miei. Anche mio papà era irritato e nervoso. Volevo chiedere cosa avesse ma poi non lo ho fatto. Ora ho il dubbio stia male e non lo dica. In giornata ha saputo che un suo amico era ricoverato...forse è per quello.
Io davvero vorrei abbracciarlo e per soli 5 minuti vorrei tornare indietro alla vita di prima.
Mi sembra così fragile ora: magro magro e molto invecchiato.

Cerco di rasserenarmi pensando che quando ho iniziato qui a scrivere non avrei immaginato mai che a fine giugno lui avrebbe fatto ancora una vita normale al 100% con ancora lo sport, la campagna, gli hobby e gli amici. e neanche lui lo pensava.
Quindi erano tutte preoccupazioni inutili e forse lo sono pure quelle di oggi.
Margherita71
Membro
Messaggi: 17
Iscritto il: ven 23 apr 2021, 14:21

Re: Padre con neoplasia pancreatica

Messaggio da Margherita71 »

LaMarinin81 ha scritto: dom 27 giu 2021, 6:16 Marghe, mi spiace per tuo fratello.
Un tumore a 40 anni è una tragedia.
Il carattere poi è carattere...probabilmente sarà terrorizzato.

Ieri sono andata a cena dai miei. Anche mio papà era irritato e nervoso. Volevo chiedere cosa avesse ma poi non lo ho fatto. Ora ho il dubbio stia male e non lo dica. In giornata ha saputo che un suo amico era ricoverato...forse è per quello.
Io davvero vorrei abbracciarlo e per soli 5 minuti vorrei tornare indietro alla vita di prima.
Mi sembra così fragile ora: magro magro e molto invecchiato.

Cerco di rasserenarmi pensando che quando ho iniziato qui a scrivere non avrei immaginato mai che a fine giugno lui avrebbe fatto ancora una vita normale al 100% con ancora lo sport, la campagna, gli hobby e gli amici. e neanche lui lo pensava.
Quindi erano tutte preoccupazioni inutili e forse lo sono pure quelle di oggi.

Esatto..bisogna risparmiare le energie per quando la situazione peggiorerà..e oggi già essere "contenti" di come sta andando (no dolori e no brutte reazioni fisiche)...io mi ripeto che non posso guarire nessuno, solo stare vicino per come possibile...già esserci è tanto...sulla vita e sulla salute non ho potere purtroppo, ne hanno poco anche i medici a quanto pare....
LaMarinin81
Membro
Messaggi: 127
Iscritto il: sab 17 apr 2021, 14:54

Re: Padre con neoplasia pancreatica

Messaggio da LaMarinin81 »

Margherita71 ha scritto: dom 27 giu 2021, 13:58

Esatto..bisogna risparmiare le energie per quando la situazione peggiorerà..e oggi già essere "contenti" di come sta andando (no dolori e no brutte reazioni fisiche)...io mi ripeto che non posso guarire nessuno, solo stare vicino per come possibile...già esserci è tanto...sulla vita e sulla salute non ho potere purtroppo, ne hanno poco anche i medici a quanto pare....
bisogna godersi l'oggi e quel che oggi offre.
pensiero sciocco: questo caldo di sicuro non aiuta!
Lucylucy
Membro
Messaggi: 255
Iscritto il: mer 20 mag 2020, 22:19

Re: Padre con neoplasia pancreatica

Messaggio da Lucylucy »

Ecco, Margherita hai ragione, i medici hanno davvero poco potere, anche se noi ci illudiamo. È l'organismo di chi si è ammalato che fa tutto, se il suo destino è sopravvivere a queste patologie, allora anche i medici sono stati bravi, sennò...ma quello che nel nostro caso mi aveva stupita era il fatto che fossero sempre ottimisti. Possibile che il loro approccio sia solo questo? Possibile che solo quando un medico mi disse "signora, suo marito ha un cancro al pancreas" , nel corso delle terapie, volesse dire con chiarezza "non si faccia illusioni"? Possibile che con tutti i casi che avranno visto, non sappiano prevedere cosa può succedere a breve? Mah, magari siamo stati sfortunati noi, con oncologi superficiali o incapaci...o era il destino scritto dalla nascita...
PETRAINES
Membro
Messaggi: 117
Iscritto il: gio 11 lug 2019, 10:53

Re: Padre con neoplasia pancreatica

Messaggio da PETRAINES »

Per mio marito, oncologo sempre sorridente, facciamo questo, poi se non va bene facciamo quello. Il mio medico di famiglia appena vista la tac con tumore al colon, metastasi fegato, peritoneo e polmone mi disse "sei mesi, al massimo un anno di vita". Ci ha azzeccato in pieno: è vissuto un anno. Sicuramente l'oncologo sapeva benissimo come sarebbe andata a finire sin dall'inizio. Io non gli ho parlato mai da sola, volevo illudermi che il medico di famiglia avesse sbagliato. In un certo senso è stato meglio per me illudermi e dargli sempre forza.
LaMarinin81
Membro
Messaggi: 127
Iscritto il: sab 17 apr 2021, 14:54

Re: Padre con neoplasia pancreatica

Messaggio da LaMarinin81 »

PETRAINES ha scritto: mar 29 giu 2021, 14:02 Per mio marito, oncologo sempre sorridente, facciamo questo, poi se non va bene facciamo quello. Il mio medico di famiglia appena vista la tac con tumore al colon, metastasi fegato, peritoneo e polmone mi disse "sei mesi, al massimo un anno di vita". Ci ha azzeccato in pieno: è vissuto un anno. Sicuramente l'oncologo sapeva benissimo come sarebbe andata a finire sin dall'inizio. Io non gli ho parlato mai da sola, volevo illudermi che il medico di famiglia avesse sbagliato. In un certo senso è stato meglio per me illudermi e dargli sempre forza.
Io lo so che il tumore del pancreas va male; ho letto talmente tanta letteratura sul tema in questi mesi.....so che le terapie in 10 anni non sono cambiate molto e che l'unica cosa da fare è farsi seguire dalle cosiddette eccellenze...sopratutto per evitare di morire per interventi che forse non erano neppure indicato. ma so che i 5 anni di sopravvivenza sono una meta a cui pochi arrivano.
Sono passati più di tre mesi dalla diagnosi, papà fa la chemio senza inconvenienti per ora e cerca di fare la sua vita.
Io ho deciso che per ora va bene così: la vita ci ha dato questo periodo e noi lo affrontiamo provando a mantenere l'allegria e l'ironia.
al futuro penseremo in futuro.
giu67
Membro
Messaggi: 16
Iscritto il: dom 30 dic 2018, 23:41

Re: Padre con neoplasia pancreatica

Messaggio da giu67 »

Cara LaMarinin81,
purtroppo la frase "il tumore del pancreas va male" risuona sempre nella nostra testa e non ci lascia mai dal momento in cui è stata pronunciata la diagnosi.
Io ti scrivo da caregiver come te e ti porto l'esperienza di mio marito, che per determinazione, tenacia e coraggio ho trovato simile al tuo papà.
Mio marito (57 anni) tre anni fa è stato operato di un tumore alla testa del pancreas riscontrato occasionalmente. E' seguita la chemioterapia con m-folfirinox, complessivamente ben tollerato (un po' di stanchezza, qualche seduta posticipata perché valori bassi, ma nel complesso portata a termine in 7 mesi). Unica terapia che segue è l'assunzione durante i pasti del Creon .
Ha ripreso da subito a lavorare, è una persona molto attiva sia sul lavoro che a casa e nel tempo libero, in poche parole instancabile! Il suo carattere, già chiuso e introverso, non è migliorato, ma ognuno ha la sua strategia di reazione!
Ahimè nella PET di pochi giorni fa è comparso un linfonodo e ora stanno valutando un trattamento radioterapico.
Questa notizia mi ha visto più pessimista di quanto non lo sia mai stata dall'inizio della battaglia, forse perché i tre anni li vedevo già come un buon traguardo per arrivare ai fatidici cinque.
Si cerca di rimanere sereni e dare positività, ma ci costa molto. La vita di noi tutti è cambiata, decisamente siamo attaccati al presente e va bene così!
Un grandissimo in bocca al lupo al tuo papà.
LaMarinin81
Membro
Messaggi: 127
Iscritto il: sab 17 apr 2021, 14:54

Re: Padre con neoplasia pancreatica

Messaggio da LaMarinin81 »

ciao Giù, un linfonodo captante alla pet non significa per forza una metastasi. hanno fatto altre indagini? prova a stare serena finché non ci saranno certezze.
sono contenta che tuo marito abbia affrontato la terapia con serenità e buon esisto.
lavorare, dedicarsi agli hobby, non abbandonarsi ai pensieri è il modo migliore per affrontare il cancro.
Un in bocca al lupo a voi tutti!
Lucylucy
Membro
Messaggi: 255
Iscritto il: mer 20 mag 2020, 22:19

Re: Padre con neoplasia pancreatica

Messaggio da Lucylucy »

Giù, mi fa molto piacere leggere che qualcuno, come tuo marito, abbia superato intervento e chemioterapia tosta! Uno dei pochi fortunati... posso chiederti dove è stato seguito? Io ora mi sto facendo paranoie..se fossi riuscita a convincerlo di andare altrove, magari sarebbe ancora vivo...
 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Torna a “Raccontiamoci”