Tristezza assurda!

In questa sezione si possono pubblicare tutte quelle discussioni che non trovano collocazione nelle altre stanze.
Serena69
Membro
Messaggi: 7
Iscritto il: dom 13 feb 2022, 21:16

Re: Tristezza assurda!

Messaggio da Serena69 »

Hai tutte le ragioni del mondo, sfogati, perché non fa bene tenere tutto dentro. A volte la vita si accanisce sempre con le stesse persone... credo di sapere che cosa provi, anche se ognuno ha la sua storia clinica (pure io con pregressa malattia reumatica, ed ora con tumore). Un abbraccio. Serena
Sistem
Membro
Messaggi: 42
Iscritto il: mar 30 gen 2018, 18:00

Re: Tristezza assurda!

Messaggio da Sistem »

Grazie a tutti per il supporto, questo male fa male a tutti i componenti della famiglia, spero di uscirne il prima possibile.
Sistem
Membro
Messaggi: 42
Iscritto il: mar 30 gen 2018, 18:00

Re: Tristezza assurda!

Messaggio da Sistem »

Buongiorno a tutti, vi scrivo per dirvi che la situazione non è delle migliori, anzi, continua a peggiorare, il Cancro rompe le scatole, hanno aumentato la terapia, per fare un esempio da 500ml una volta ogni due mesi, ora la dose è di 1000ml ogni mese, con tutte le conseguenze del caso, il mio midollo si lamenta di continuo, il dolore alla schiena è insopportabile, tra artrite, ernie, discopatie, fibromialgia e midollo, ci sono giorni che non riesco ad alzarmi dal letto.
La massa che è stata mandata ad esaminare è ancora sconosciuta, istologico tarda ad arrivare, il resto delle masse invece sono riconducibili al Cancro già presente.
Il mio midollo sta producendo troppi globuli bianchi, il che non va bene perchè sta a signifcare che sta combattendo contro qualcosa di nuovo, virus non è perchè non ho febbre o altro, nel migliori dei casi si tratterebbe di un'infezione da identificare, altrimenti potrebbe essere una nuova malttia autoimmune grave, o nel peggiore dei casi la colpa potrebbe essere di quella massa ignota, il che starebbe a significare che avrei a che fare con altra cosa molto brutta.
Il dolore causato dal midollo alla schiena è opprimente, toglie il fiato, poi infiammando fa scatenare artirte alla colonna, a cui seguono i dolori causati dalle ernie e dalle discopatie presenti, e la Fibromialgia mi causa dolori muscolari, tipo una grave lombosciatalgia ma che parte dalla base del collo per arrivare ai piedi, non so se riesco a rendere l'idea, ovviamente la vera lombosciataglia bilaterlae si unisce alla festa. :(
I miei reumatologi stanno provando a cambiare molecola per l'artrite, Apremilast non va più ormai, il problema è il Rituximab, il farmaco che faccio per il cancro, essendo la molecola più devastante per le difese immunitarie, una nuova potrebbe definitivamente distruggere il midollo, quindi stanno ponderando come diavolo fare, visto che l'artrite mi sta letteralmente devastando visto che sta trovando un corpo molto provato.
Le mie psoriasi avanzano, sono pieno in ogni dove, una sofferenza atroce, brucia, prude, duole anche la pelle, ormai non c'è più una componente del mio corpo che non mi faccia male, davvero, mi fa male tutto, pelle, ossa, articolazioni, muscoli, tendini, legamenti, nervi, insomma un vero delirio, i cannabinoidi, gli oppiacei, gli antiffiamtori, gli antidolorifici ed i cortisonici insieme non mi danno più sollievo, la prospettiva della morfina avanza purtroppo.
Sono livido, piegato, deforme, gonfio, tumefatto, provato, dolorante, il mio corpo chiede pietà, i medici sono in difficoltà, cercano di aiutarmi ma non ci riescono, io sono letteralmente alla frutta.
GLi ausili mi aiutano, sono pieno di ortesi e tutori, ho perso funzionalità anche nelle mani ormai, senza i miei guanti speciali non potrei neanche scrivere più al pc.
Necessito di aiuto per alzarmi dal letto, per farmi la doccia, a momenti mi serve una mano per poter tagliare il cibo, ho difficolta ad andare in bagno, ho bruciore nella minzione, ho difficoltà ad usare il water, non riesco a lavarmi i denti, ho bruciore agli occhi, sono diventato fotosensibile, il fegato è in crisi, i reni non filtrano più, ho solo 41 anni ma sembra ne abbia 100, la forza diminuisce, le energie scarseggiano e vivere così è davvero atroce. : Cry :
Grazie mille per lo sfogo amici miei.
moni1
Membro
Messaggi: 1481
Iscritto il: mar 25 nov 2014, 10:55

Re: Tristezza assurda!

Messaggio da moni1 »

Sistem vorrei poterti dire tante tante parole ma ti giuro che riesco solo a mandarti una dolce carezza, sperando che tu la possa sentire sul tuo volto e un abbraccio per poter scaldare il tuo dolce cuore.
Avatar utente
MariaValtorta
Membro
Messaggi: 3
Iscritto il: sab 3 set 2022, 7:44

Re: Tristezza assurda!

Messaggio da MariaValtorta »

Anima cara, ho letto oggi per caso il tuo sfogo.
Non so se potrò esserti di aiuto ma posso dirti quello che so.
Sono credente e questo può aiutare a comprendere il perché della malattia.
Non ci sono altri mezzi per comprendere la natura del dolore e sofferenza e soprattutto per trasformare il dolore (che rimane, questo è normale) in bene.

Non è il dolore che è bene, perché non avrebbe MAI dovuto esserci. Ma per l umana volontà che ha ribaltato il bene in male, noi viviamo in un "tempo" e questo tempo è una battaglia fino all' ultimo. La malattia è entrata nel mondo per questa ragione. Per il distacco dell umana volontà con l originaria Divina Volontà. Ed il bene originario in cui Adamo viveva, è decaduto e si è trasmesso a "macchia d olio" .
Il male che è diventato male a causa dell' umana volontà , adesso deve diventare da male in bene. E trasformare il male in bene, richiede SEMPRE dolore.
Ciascuno di noi dovrà ammalarsi (se non qualche incidente , ma l incidente è sempre una conseguenza del fatto che siamo mortali) e morire. La morte, come un bruco che tesse il suo bozzolo, non è altro che preparare la sua trasformazione definitiva in farfalla quando tutto sarà passato.
La tua è solo una collocazione "provvisoria".
Non dovrai trasformarti in Farfalla una seconda volta. Tutto passa quando il processo di "purificarsi" o "ricrearsi" non è più necessario.

Ma adesso riporto le parole di una persona - credente - e non soltanto credente, ma che ha avuto la Visione beatifica di Dio, cioè ha visto Dio nella stessa maniera in cui lo vedeva l uomo prima della colpa di origine, quindi più che credente, questa donna è stata una Testimone Autorevole di Dio, e questo suo essere stata scelta da Dio per trasmettere le parole che le sono state dettate, non le ha risparmiato una vita di dolori.

Questa donna e i suoi scritti, sono gli stessi che un giorno, il cantante Andrea Bocelli, lesse per caso alcune righe della sua Opera più conosciuta "Il Poema dell' Uomo-Dio", e oggi, Andrea Bocelli è un uomo completamente trasformato. Su YouTube si possono vedere anche le parole di Andrea Bocelli dove racconta la sua testimonianza dopo aver conosciuto gli scritti di questa donna. (parola chiave di ricerca : Andrea Bocelli su Maria Valtorta)

E questa donna, questa "Violetta di Dio", ha sofferto in una maniera indicibile, e solo leggendo la sua Autobiografia, si può solo rendere un idea di cosa abbia passato.
Eppure, Vedeva Dio. Aveva un sensibile e reale rapporto "Faccia a Faccia" con Dio, e perché allora ha sofferto così tanto, nonostante la sua posizione Privilegiata?
Espongo qui il testo della sua sofferenza e come l ha affrontata, tratto dalla sua autobiografia, PARTE SESTA :

"Ho sofferto, lo torno a dire, in una maniera inumana. Delle volte mi chiedo ancora come poteva avvenire questo in un'anima tutta donata a Dio. Penso che, con questo, Dio ha voluto tenermi bassa, perché non m'esaltassi e mi credessi perfetta. Oh! non c'è più pericolo che mi creda tale!"

Continua qui la Parte Sesta (scorrendo in basso dopo il titoletto):

"Venne così l'estate. E, con l'estate e la cura sbagliata, la congestione. Era il 1° agosto. Alle 15 andai proprio in estremis. Anche qui il demonio ci si mise a dovere per farmi disperare.
Mio padre corse subito ad avvertire chi di dovere perché venisse il medico, allora a Viareggio per le bagnature. Ma l'incaricata, la stessa che aveva persuaso il medico circa la mia pretesa tubercolosi, preferì non fare raffreddare una pentola d'acqua anziché avere pietà di me e correre a chiamare il medico. Morale: egli giunse dopo due ore di crisi e quando già il sangue si coagulava nelle vene.
Fu la mia prima iniezione, di 5 fiale diverse messe tutte insieme, quella. Si parlava già di farmi l'ipodermoclisi, ma si poté poi evitare. Per poco andai a fare il Perdono d'Assisi in cielo! In 24 ore ebbi cinque attacchi angiospastici!
Alla mattina del 2 agosto, alle 4, il mio Parroco, convintissimo che io morissi, mi portò il Viatico. E rimase per molte ore, assistendo anche a un consulto in cui, preziosa scoperta, mi si trovò non più mal di cuore, di polmoni, di circolo, ma male di fegato (?). Fegato? E chi mai si accorse d'avere un fegato? Mah! Dovevo avere il male di fegato. Lo aspetto ancora dopo nove anni! Cura di acque termali ecc. ecc.
Partiti i due… scopritori del fegato volli un'altra visita. Ma la volli senza presenza del curante. Venne il Professore Bianchi, tisiologo. Escluse il fegato, e escluse qualsiasi forma tubercolare e specie polmonare. Trovò solo che con tutto quel calcio somministrato mi avevano calcificato le arterie. Perciò cura decalcificante per la sclerosi precoce e da capo trinitrina e spasmosedina per il cuore lesionato al sommo. Silenzio, riposo, camera tenuta scura ecc. ecc. Passai l'estate col vetro aperto e le persiane sempre chiuse. M'è rimasto impresso il raggio di sole che batteva sul muro delle scale… Se penso a quel raggio rivedo quei giorni. Fui per 17 giorni più nella morte che nella vita. Poi l'embolo si sciolse e migliorai un poco.
Ora dovevo essere vegliata. Mia mamma mi abbandonò subito ad altre mani. Io, se avessi avuto una figlia in quello stato, con un cuore che poteva cedere di minuto in minuto, non l'avrei lasciata un attimo. Lei mi lasciò fin dalla prima notte, nella quale fui vegliata da una suora. Povera donna! Faceva del suo meglio ma, forse abituata con la maggior parte dei malati che beve e mangia tutti i momenti, mi disturbava continuamente col chiedermi se volevo bere qualcosa… Le notti dopo vennero a turno delle signore e signorine amiche. Ma io le facevo coricare sull'altro letto. Mi bastava averle in stanza… Loro dormivano… io passavo le ore parlando con Dio e scandendo il tempo sul battere furioso del cuore. Di giorno veniva una suora per assistenza. Era molto buona.
Il medico, ostinato, sosteneva che vi era della tubercolosi o dell'isteria. Analisi su analisi… e la tubercolosi non si decideva a saltar fuori per fare piacere a lui. Prove su prove per stabilire l'isteria. Ma anche questa non voleva mostrarsi per farlo felice. E io soffrivo terribilmente.
Altro consulto con un chirurgo. «È un'appendicite! Va operata subito!». Buum! Anche nel 1920 era stato detto così, e dopo 14 anni l'appendicite non s'era ancora mostrata. L'aspetto tuttora. E vivo di insalata cruda, piselli e simili delizie per un intestino, secondo il chirurgo, quasi perforato!…
Altro consulto: «È una insufficienza genitale». Tre volte: Buum! Non avevo mai sofferto in tal senso. Altro che insufficienza! Se mai era tendenza alla supersufficienza! Ma doveva esser quello il focolaio. Non c'era bene. Gran comodità per i medici curare delle donne! Quel che non sanno classificare con un giusto nome lo battezzano: isterismo, e noi siamo servite! Cura di ormoni ovarici. Frutto: il cuore sempre uguale. Una infiammazione ovarica sfociata poi nel tumore che mi dà tanto dolore e noie non solo fisiche.
Allora, visto che non si è fatto centro nel bersaglio, signori si cambia. Torna da capo il tisiologo il quale — oh! incoerenza umana! — lavorato a dovere dal curante, si rimangia tutta la diagnosi di poco tempo avanti e, mentre prima m'aveva messa a acqua fresca e succhi di frutta per la pressione, ora mi ordina supernutrizione; mentre prima aveva ordinato immobilità assoluta, pena la morte, ora mi ordina di alzarmi e andare in pineta; mentre prima mi aveva decalcificato le arterie con tutti i nitriti possibili, ora riordina calcio a tutto spiano, perché c'è una tubercolosi bilaterale (bum!) che se non si arresta con supernutrizione, aria, moto e calcio, entro tre mesi (bum, bum!) m'avrebbe portata al cimitero fra tremende emottisi (bum, bum, bum!).
Era il 4 settembre 1934. Oggi è l'8 aprile 1943. Io ho mangiato sempre meno, non ho preso aria fuorché quella che entra dalla finestra, non ho fatto moto, non ho preso calcio e sono qui… in attesa…
Dovevo far moto, ma però nessuno dei tre medici consulenti si prese l'impegno di portarmi, con la autolettiga, a fare la radiografia… Sapevano che a muovermi risicavo la morte, se pur non ci precipitavo.
Insomma uno mi dava alcool in tutti i modi, l'altro mi vietava anche il vino bianco innacquato; uno mi somministrava caffeina a alte dosi e l'altro mi vietava il caffè; uno mi supernutriva provocando crisi su crisi e l'altro mi metteva a acqua e succo di frutta… Roba da ammattire!!!
Venne finalmente un professore, amico nostro. «Ma chi ha dato tutta questa roba?», esclamò vedendo la farmacia che avevo sul comodino. «Ma sono pazzi! Farei volare tutto in mezzo alla strada». Visita e esclusione assoluta di tubercolosi. Una grave miocardite, quella sì, e ormai una infiammazione ovarica. Letto, riposo assoluto, vitto sostanzioso ma ridottissimo, iniezioni di cardiotonici e basta.
«E poi ora ci penso io a trovarle il medico che fa per lei». E lo trovò. È il medico attuale, che da otto anni e mezzo mi cura e che, se non è un'aquila che sana tutti i mali, è almeno un buon psicologo che capisce le cagioni dei mali. E questo è già tanto per un malato, e specie percerti malati!"


Qui sono solo (Alcune!) delle sofferenze che ha passato:

http://www.valtortamaria.com/operaminor ... nza-titolo


Immagine

Io non credo che si possa dare una spiegazione al dolore, e comprendere la natura del dolore e il senso della esistenza del dolore, oltre questo.


Altre rivelazioni sul significato della morte e del dolore, eventualmente le scriverò in privato se saranno richieste.
Immagine
Margherita71
Membro
Messaggi: 121
Iscritto il: ven 23 apr 2021, 14:21

Re: Tristezza assurda!

Messaggio da Margherita71 »

Sistem fai bene a sfogarti...ma perché alcune persone devono soffrire così e altre stanno tanto bene...nn me lo spiego....un forte abbraccio auguri con tutto il cuore che i dolori diminuiscano e che la tua situazione migliori.....
Sistem
Membro
Messaggi: 42
Iscritto il: mar 30 gen 2018, 18:00

Re: Tristezza assurda!

Messaggio da Sistem »

Grazie per il supporto :oops:
thegoodguy
Membro
Messaggi: 187
Iscritto il: lun 22 apr 2019, 19:27

Re: Tristezza assurda!

Messaggio da thegoodguy »

Ciao Sistem,

Difficile esprimere quello che vorrei dirti con le parole, non voglio cadere nell'ovvio, nel dirti ovviamente che mi dispiace, vorrei spingerti a combattere, come stai continuando a fare con la tua dolcezza e tenacia (io al posto tuo mi sarei già lasciato andare, sei un guerriero), si vede da come scrivi che sei una persona dolce ma molto determinato, ti auguro il meglio Sistem, ti auguro di uscirne, ti auguro di avere quello che ti meriti dalla Tua vita, se hai voglia di parlare Noi tutti siamo
qua pronti ad ascoltarti.

Un abbraccio
-Andrea
Mamma ti amo, ti sento sempre vicina a me.
Sistem
Membro
Messaggi: 42
Iscritto il: mar 30 gen 2018, 18:00

Re: Tristezza assurda!

Messaggio da Sistem »

Ragazzi grazie davvero, mi state dando tanto supporto, in settimana riprendono i controlli e la settimana prossima continuerò con la terapia oncologica, incrocio tutto e vado avanti, la stanchezza è tanta ma si prova ad andare avanti.
Ancora grazie
Margherita71
Membro
Messaggi: 121
Iscritto il: ven 23 apr 2021, 14:21

Re: Tristezza assurda!

Messaggio da Margherita71 »

Sistem come va?
 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Torna a “Off topic: pensieri sparsi”