lesioni causate da operazione radioterapia

In questo spazio è possibile confrontarsi sulle procedure diagnostiche, sui trattamenti e sui loro effetti collaterali, sui centri oncologici e sulle terapie palliative e del dolore, sempre attenendosi al regolamento del forum e in particolare agli articoli 2 e 3.
Rispondi
isabellacocci
Membro
Messaggi: 3
Iscritto il: mar 26 mar 2013, 1:08

Messaggio da isabellacocci » mar 26 mar 2013, 19:46

Buonasera e piacere a tutti, sono nuova del forum.

Mio padre ha 64 anni e 3 anni fa si è operato di un tumore alla prostata con rimozione radicale e 35 Radioterapie.

Dall'ultima radio in poi ha forti bruciori e sanguinamenti quando urina e soprattutto , la prima volta 5 mesi fa e da un mese ad oggi piu frequentemente, ha problemi ad urinare e l'unica soluzione è andare al pronto soccorso a farsi mettere il catetere. Ha effettuato 3 cistoscopie per cercare di allargare e pulire il canale urinario ma il problema persiste. Abbiamo sentito il parere di diversi specialisti e tutti concordano che non ci sono soluzioni ne chirurgiche ne mediche per le lesioni causate dall'operazione e dalla radio.

Potreste darmi qualche consiglio a riguardo.

Grazie e a presto


federica22
Membro
Messaggi: 7
Iscritto il: lun 25 mar 2013, 22:11

Messaggio da federica22 » gio 28 mar 2013, 22:14

salve isabellacocci...35 radioterapie???

possibile??? sono tantissime...

io ho mia mamma,malata di tumore cerebrale...quindi una situazione completamente diversa.

a lei sono state fatte 2 radio terapie e poi niente più perchè troppo rischioso...

non so cosa dirti ma 35 radioterapie sono davvero tante...


angiame
Membro
Messaggi: 2785
Iscritto il: lun 11 giu 2012, 21:21

Messaggio da angiame » gio 28 mar 2013, 22:42

Isabella prova a scrivere il tuo post nel forum della prostata... Magari ti sapranno aiutare...

Io ti faccio il mio più grande in bocca al lupo per il tuo babbo!!!

Ambra


 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Rispondi

Torna a “Affrontare i tumori: trattamenti e riabilitazione”