Tumore T3 G2 no metastasi in altri organi

Rispondi
Summer
Membro
Messaggi: 5
Iscritto il: ven 29 mar 2019, 18:37

Tumore T3 G2 no metastasi in altri organi

Messaggio da Summer » ven 29 mar 2019, 19:11

Buonasera a tutti,mi è stato diagnosticato a settembre 2018 un adenocarcinoma al colon,ho subito 3 interventi il primo resezione intestinale per togliere il tumore,il secondo 2 giorni dopo in urgenza per deiescenza e quindi fatta ileostomia,e in ultimo dopo poco più di un mese ricanalizzazione.Inutile raccontare il dolore provato e lo shock si avere un tumore.Istologico non buono T3 G2 e 6 linfonodi positivi su 13 asportati quindi chemio adiuvante iniziata a dicembre.Il problema che si è subito presentato dal primo ciclo è l'oxiloplatino....non lo reggo.Mi abbatte i neutrofili e non mi permette di seguire il protocollo nonostante le punture( mai sofferto così tanto) per aumentare i neutrofili....niente il mio corpo non reagisce.Ho parlato con uno dei fautori della terapia adiuvante e mi ha consigliato di fermarmi ai 4 cicli che ho fatto xon oxilopalino visto che rischio l'immunodepressione e anche neuropatie permanenti visto l'alta tossicità del farmaco e di finire la terapia con la capecitabina anche perché secondo nuovi studi 3 mesi di terapia anche nei T3 valgono come sei anche se con una percentuale di poco più dwll'1% di rischio recidiva.L'oncologo che mi segue se pur risentito per essermi rivolta ad un altro medico ha convenuto che a questo punto è meglio levare l'oxiloplatino e continuare con la sola capecitabina ,anche se ha contestato il parere dell'altro medico sull'efficacia dei 3 mesi di terapia in quanto crede che sia un sostenitore troppo ottimista .Premetto che il prof. con cui ho parlato e mi ha visitato è conosciuto a livello internazionale specializzato nel tumore al colon lavora con team medici di tutto il modo nella ricerca di nuovi farmaci e terapie per aiutare a guarire i pazienti e a migliorare la qualità di vita di quelli negli stadi peggiori con metastasi.Logicamente i due pareri mi hanno destabilizzato per un'eventuale rischio recidiva.Dopo questo poema di cui mi scuso chiedo se c'è qualcuno nella mia stessa situazione o che l'ha vissuta e cosa ne pensa .Gtazie

Luca65
Membro
Messaggi: 88
Iscritto il: lun 1 ott 2018, 16:33

Re: Tumore T3 G2 no metastasi in altri organi

Messaggio da Luca65 » lun 1 apr 2019, 7:49

ciao Summer,
mia moglie è stata operata ad Agosto 2018 per il tuo stesso problema, il suo tumore era un T4, G2, ma i linfonodi erano tutti indenni ( 0/25 )
ha fatto terapia adiuvante con 4 infusioni di Oxaliplatino accompagnate da 14 gg di capecitabina e poi 4 cicli di sola capecitabina
a quando ho capito questo è il nuovo protocollo per gli stadi II ad alto rischio e gli stadi III
Hanno ridotto a 4 infusioni Oxaliplatino perchè, da quando ho potuto leggere, hanno praticamente lo stesso risultato delle 8 infusioni ma con effetti tossici minori

Summer
Membro
Messaggi: 5
Iscritto il: ven 29 mar 2019, 18:37

Re: Tumore T3 G2 no metastasi in altri organi

Messaggio da Summer » lun 1 apr 2019, 13:16

Ciao Luca,io purtroppo avevo 6 linfonodi positivi e il medico che mi ha in cura avrebbe preferito farmi fare tutti gli 8 cicli con l'oxiloplatino in quanto pensa sia più sicuro.Il problema sono i miei neutrofili che mi hanno costretto a rinviare di una settimana 2 volte la terapia,e anche con la puntura i neutrofili non si alzano quindi da ora in poi solo pastiglie.Il prof. invece mi è sembrato molto più positivo e tranquillo perché secondo lui se c'era qualcosa in giro i 4 cicli di oxaliplatino il loro dovere lo hanno già fatto.Visto che lui è un luminare credo di potermi fidare visto anche l'alta tossicità del farmaco.Speriamo.

Solidea
Membro
Messaggi: 841
Iscritto il: gio 31 ago 2017, 18:04

Re: Tumore T3 G2 no metastasi in altri organi

Messaggio da Solidea » lun 1 apr 2019, 14:29

Ciao Summer, mia madre aveva un T3 G2 con due linfonodi positivi, ha fatto 6 mesi tra oxaliplatino e capecitabina e ha sofferto molto sia l'uno sia l'altra. Fa i controlli ogni sei mesi e finora sono andati bene, ma del doman non v'è certezza...
la cosa più importante però è rivedere alimentazione e stile di vita, rivolgiti ad un esperto in tale campo visto che spesso gli oncologi si occupano esclusivamente di protocolli. In bocca al lupo
Noi siamo come farfalle che battono le ali per un giorno pensando che sia l’eternità.

Summer
Membro
Messaggi: 5
Iscritto il: ven 29 mar 2019, 18:37

Re: Tumore T3 G2 no metastasi in altri organi

Messaggio da Summer » lun 1 apr 2019, 16:45

Ciao Solidea,avere notizie positive è sempre un toccasana!L'alimentazione l'ho cambiata ancora prima di iniziare la chemio,sono in mano ad una farmacista che si è specializzata nell'alimentazione per chi ha tumori e per chi è sotto chemio:mi ha tolto tutto ciò che è raffinato(zucchero,pasta,dolciumi confezionati etc.),niente carne rossa(dopo la chemio una volta ogni tanto),niente formaggi stagionati,tanta frutta,verdura e legumi,niente alcol se non vino rosso.Per quanto riguarda lo sport è una vita che lo pratico e fino a quando non sono stata male ho sempre nuotato e fatto lunghe passeggiate veloci.Non so darmi del perché mi sia arrivata 'sta tranvata anche perché in famiglia non c'è famigliarità....è arrivato e basta.

Solidea
Membro
Messaggi: 841
Iscritto il: gio 31 ago 2017, 18:04

Re: Tumore T3 G2 no metastasi in altri organi

Messaggio da Solidea » lun 1 apr 2019, 17:28

Anche mia madre è stata l'unica ad ammalarsi in famiglia e per famiglia intendo genitori, fratelli, zii, cugini, nonni, avi, trisavoli e compagnia bella, quindi so quel che vuoi dire.
Per quanto riguarda l'alimentazione lei deve stare molto attenta a non esagerare con le fibre onde evitare l'effetto "tappo", per il resto anche noi abbiamo eliminato cibi raffinati e zuccheri aggiunti. Se posso permettermi lascia stare il vino, per chi ha problemi al colon anche il classico bicchiere di vino rosso purtroppo è deleterio. So che son sacrifici ma credimi, ne vale la pena. E bevi molto, soprattutto tisane calde (non bollenti) di ogni tipo, ideali sono quelle rilassanti. Favoriscono la digestione e di conseguenza anche il buon funzionamento dell'intestino.
Anche cominciare la giornata con un bicchiere (o almeno mezzo) bicchiere d'acqua tiepida, se alcalina meglio, per poi fare colazione una mezz'oretta dopo è un buon inizio.
Se hai bisogno di supporto mi trovi anche in privato.
Un forte abbraccio :-)
Noi siamo come farfalle che battono le ali per un giorno pensando che sia l’eternità.

Summer
Membro
Messaggi: 5
Iscritto il: ven 29 mar 2019, 18:37

Re: Tumore T3 G2 no metastasi in altri organi

Messaggio da Summer » lun 1 apr 2019, 18:13

Grazie per i consigli.Il vino rosso me lo ha concesso una volta ogni tanto per una questione psicologica.....l'umore,la mente influiscono significativamente sul nostro corpo quindi ogni tanto una gratificazione ce la meritiamo.Per ora fibre ne mangio poco,bevo tanto e seguirò il tuo consiglio sul bicchiere di acqua tiepida....per il resto prendo degli integratori e al mattino a stomaco vuoto aloe pura.Comunque tutto questo fa più o meno parte dell'alimentazione Veronesi.Un abbraccio anche a te.

Summer
Membro
Messaggi: 5
Iscritto il: ven 29 mar 2019, 18:37

Re: Tumore T3 G2 no metastasi in altri organi

Messaggio da Summer » mar 2 apr 2019, 13:52

Oggi avrei dovuto iniziare solo con capecitabina e invece come la settimana scorsa ho i neutrofili sempre fermi a 1000.Quindi tutto rimandato a martedì prossimo.Non so piú cosa pensare e cosa fare.Questa terapia dovrebbe essere fatta in 6 mesi ....io oltre ad avere fatto 4 cicli anziché 8 con oxaliplatino e capecitabina,non riesco neanche a fare il 5° con solo capecitabina. Sono amareggiata,preoccupata e impaurita.

Giannic81
Membro
Messaggi: 7
Iscritto il: gio 11 lug 2019, 0:33

Re: Tumore T3 G2 no metastasi in altri organi

Messaggio da Giannic81 » gio 11 lug 2019, 0:51

Ciao, io a 37 anni ho scoperto di avere un k al sigma con 8 linfonodi su 32 asportati positivi, era un G2 T3 N2b. Sono stato operato a Febbraio asportazione di 30cm di colon, 32 linfonodi, quadratino di peritoneo e 1,5cm di dotto deferente che erano indenni ma fortemente infiammati.... in sede operatoria mi è stata fatta pure hipec ed ileostomia di protezione. Al risveglio e x le successive 2 settimane sono stato malissimo ma poi ho cominciato a riprendermi alla grande, adesso sto facendo chemio adiuvante con oxaliplatino e capecitebina e devo dire che giunto al 4 ciclo su 8 non ho avuto grossi problemi a parte la scossa alle mani e la bilirubina che si alza ed a volte non mi consente di fare la terapia..... da tutta questa storia posso dirti che avendo, quando l’ho scoperto, un bimbo di 4 anni ed una bimba in arrivo (nata un mese dopo l’intervento) il mio morale stava per andare sotto le suole ma grazie ad una mia cugina dottoressa che ha saputo dosare e dirmi tutti i dettagli nel modo giusto sto riuscendo ad affrontare la cosa molto serenamente e fidati che è importantissimo. Spero che possa riuscirci anche tu ed in bocca al lupo per la battaglia o guerra che stiamo combattendo.

Veronica87
Nuovo membro
Messaggi: 1
Iscritto il: dom 14 lug 2019, 23:37

Re: Tumore T3 G2 no metastasi in altri organi

Messaggio da Veronica87 » lun 15 lug 2019, 0:17

Ciao a tutti! Mia mamma di 54 anni il 2 aprile è stata operata al colon per metastasi, il
Chirurgo ci ha detto che era grande come una palla da biliardo 6x5. Dalla biopsia emerge un t4a n1a, con infiltrazione,quando abbiamo avuto il colloquio con l’oncologo e gli ho chiesto di che stadio si trattasse mi ha risposto che a noi questo non importava, ci ha detto che avrebbe preso la chemio in pasticche e doveva fare la radioterapia. Fatto il colloquio con il radioterapisfa e arrivati quasi a un dunque ci richiama l’ospedale, era cambiato tutto, mamma doveva mettere il port per chemioterapia endovenosa. Messo il port abbiamo avuto un altro colloquio con l’oncologo, a quel punto gli ho chiesto se sapeva già la terapi da intraprendere o avrebbe aspettato la tac total body con contrasto, la sua risposta è stata non c’è ne frega niente della tac lunedì 15 luglio inizia la terapia con fox flou e al fluoro, praticamente fa una sacca li di due ore e poi ne attaccano in altra che deve tenere per 48 ore da portare a casa così per sei mesi ogni 14 giorni. Praticamente siamo stati sballottolati tra un colloquio è una visita è ancora non ci abbiamo capito niente e non sappiamo ancora l’esito della tac per sapere se ha metastasi in altri punti. Domani inizia e sono molto agitata. Qualcuno ha avuto la nostra stessa esperienza? Può aiutarmi a capire di più? Grazie infinite

 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Rispondi

Torna a “Tumore al colon-retto”