Carcinosi peritoneale

Rispondi
angiame
Membro
Messaggi: 2785
Iscritto il: lun 11 giu 2012, 21:21

Messaggio da angiame » mar 12 feb 2013, 22:46

Fedi hai un pm

un grande bacio

Ambra


ced_claus
Membro
Messaggi: 4
Iscritto il: lun 11 feb 2013, 18:33

Messaggio da ced_claus » gio 14 feb 2013, 19:00

Buongiorno a tutti, grazie per le preziose informazioni. Sono sconcentarto dal fatto che dopo oltre un mese di ricovero, la struttura ospedaliera abbia dimesso mio fratello invitandoci a contattare un oncologo. E' vero che è stato ricoverato nel reparto chirurgia d'urgenza, ma non vedo perchè iniziare un'altro calvario alla cieca mentre sarebbe stato possibile far contattare un oncologo all'interno della struttura e procedere, visto che in queste patologia anche la tempestività ha la sua notevole importanza. Insomma capisco tutto, ma pervade in me e nella mia famiglia quella strana sensazione di abbandono al proprio destino!!!! Ho contattato IOE ma essendo a Milano bisogna affrontare un primo viaggio per la visita per poi attendere un eventuale ricovero qualora ritengano fattibile un intervento; tutto ciò sarebbe scavalcato qualora il consulto sarebbe a pagamento ed in tal caso non è richiesta la presenza del paziente, ma solo la documentazione e questo la dice lunga sul nostro servizio sanitario( se hai disponibilità economica hai qualche possibilità, altrimenti non ci resta che soccombere ). Roma, che per me è più vicina, tramite qualche amico è stata contattata, ed ho provveduto ad inoltrare tutte le cartelle e sono in attesa di loro comunicazioni. Insomma bisogna combattere contro muri di gomma...vi terro informati anche per chi potrà beneficiare di queste notizie in futuro... nel frattempo un in bocca al lupo a tutti !!!! Grazie


angiame
Membro
Messaggi: 2785
Iscritto il: lun 11 giu 2012, 21:21

Messaggio da angiame » gio 14 feb 2013, 19:53

Claudio il bello della sanità italiana... Eheheh... ma troverete l'oncologo migliore dai... cerchiamo di essere positivi e speranzosi almeno per questo

un grande in bocca al lupo a voi...

Vi stritolo

Ambra


DUEMILANOVE
Membro
Messaggi: 36
Iscritto il: mar 19 feb 2013, 18:10

Messaggio da DUEMILANOVE » mer 20 feb 2013, 4:36

Ciao,sono nuova del forum,nuova perchè non ho mai scritto,ma vi leggo tutti da 6 mesi.Vi scrivo solo ora per raccontarvi la mia storia o meglio quella della mia mamma....tutto inizia nel luglio 2011 quando alla mia mamma dopo le 17.00 sale un pò di febbre,i medici diranno di tutto ma dopo 15 giorni la porto in ospedale e dopo molteplici analisi dove non si riscontrava niente di grave,le fanno la tac responso da brividi:k peritoneale da k ovarico!Il mondo ci cade addosso ma siamo forti e ci rialziamo,iniziamo 6 chemio per ridurre la massa che a detta del prof.nn aveva intaccato nessun organo,arriviamo a marzo 2012 con ca125 passato da 500 a 35 una vittoria per noi lo era già!!mia mamma con una volontà straordinaria di superare la malattia affronta un'operazione di 12 ore dove le tolgono parte del peritoneo,ovaio ecc.e ad addome aperto effettuano chemio ipertermia.decorso post-operatorio terribile,quasi 30 giorni di ospedale vomitando di tutto,ma lei è una roccia e si riprende, si deve riprendere,lei rivuole la sua vita!trascorrono solo 40giorni e mentre sembra andare tutto ok ecco una nuova mazzata...recidiva.ok ci rimbocchiamo le maniche e ripartiamo con le chemio...ma a luglio un rene va in sofferenza e si propone una nefrostomia per aiutare a smaltire l'urina che si accumola nel rene.Purtroppo nonostante lei faccia di tutto psicologicamente per nn arrendersi,la malattia è + forte e le chemio fanno pochissimo effetto,l'oncologo mi dirà che la mia mamma è una chemio resistente per cui saranno solo chemio palliative!!la malattia sembra crescere ma lei nn si arrende e nonostante non sapesse tutta la verità continuava a combattere.Arriviamo così ai primi di dicembre,dove su consiglio dell'oncologo fa delle radio su un solo linfonodo che le da fastidio..solo 5 radio ma alla fine delle radio inizia la fine...lei sta male non riesce a mangiare,trascorriamo natale angosciati perchè lei nn sta bene,vomita tutto,poi mi diranno che era un blocco intestinale, sbloccato con i medicinali.inizio l'anno con la speranza viene ricoverata nella clinica dov'è seguita per le chemio ma si alimenta con la parenterale..dopo 8 giorni l'oncologo mi da la terribile notizia:NON C'E' + NIENTE DA FARE...LA MALATTIA E' ESTESA A TUTTO L'ADDOME,PREPARATEVI A VEDERLA SOFFRIRE DI DOLORI TERRIBILI!!Non posso darmi pace lei mi dovrebbe lasciare sola,per colpa di una radio sbagliata??ma lei a casa sta meglio,mangia poco ma mangia contatto anche la terapia del dolore in caso ne avessi bisogno...sabato 26/01 sto con lei e mi dice solo di sentirsi un pò debole...domenica sera 27/01 dopo una corsa in ospedale lei mi lascerà con la diagnosi dell'ospedale di una perforazione dell'intestino che a quel punto non conveniva operare!!sono 23 giorni,che nn la vedo e nn la sento e mi sento d'impazzire lei era la mia quotidianetà ed ora anche avendo marito e 1 bimba mi sento terribilmente sola.solo chi vive questa maledetta bestia può capire quello che si prova..scusatemi se mi sono dilungata ma avevo bisogno di scrivere a qualcuno che leggendo potesse realmente capire che significa il dolore per la perdita di una mamma!!!!GRAZIE.


GIORNOPERGIORNO
Membro
Messaggi: 1152
Iscritto il: lun 18 ott 2010, 16:08

Messaggio da GIORNOPERGIORNO » mer 20 feb 2013, 4:46

Cara 2009, ti do il benvenuto in questo forum, dove troverai grazia e accoglienza.

Tanti tra di noi hanno perso un genitore, un fratello, un marito ... a volte un figlio.

Scrivere fa bene.

Raccontare della tua mamma aiuta ad elaborare.

Quando vorrai, con tempi e modi saremo qui pronti ad ascoltarti.

Un abbraccio


linetta
Membro
Messaggi: 1892
Iscritto il: mar 15 mag 2012, 23:41

Messaggio da linetta » mer 20 feb 2013, 5:27

Ciao DUEMILANOVE

mi ha molto commossa il tuo scritto che rende bene la speranza e poi l'amarezza, la disperazione più nera.

Quando leggo storie come quella della tua mamma mi dico che forse, paradossalmente, chi come il mio Dani ha vissuto una malattia breve, di giorni, e' stato risparmiato da un vero calvario.

Spesso mi chiedo quanto avrei sopportato di vederlo star male tanto a lungo.. Non so rispondere. Credo che alla fine, chi resta sia talmente stanco che non riesce più a piangere.

In questo bellissimo Forum scrivono molte persone che hanno perso un genitore.. Poterti confrontare con alcuni di loro ti farà sentire meno sola, perché e' vero che solo chi ha provato può capire.

Ed in molti hanno provato, e' incredibile quante persone qui scrivano e si aggiungano ogni giorno..

Cara DUEMILANOVE, la nostalgia e' terribile, spero che presto tu riesca a recuperare un sorriso, un gesto, un ricordo tenero della tua mamma, per avere un pochino di pace interiore.

Benvenuta, un abbraccio..

Linetta


angiame
Membro
Messaggi: 2785
Iscritto il: lun 11 giu 2012, 21:21

Messaggio da angiame » mer 20 feb 2013, 5:28

2009 che dire... mi spiace... e ti capisco... la mia mamma è venuta a mancare il 24 novembre per la stessa bestia che ha colpito la tua mamma...

tutto e diverso tutto è cambiato, lei non c'è più e noi??
Che dire... quando la bestia arriva anche se le nostre mamme sono forti lei lo è ancora di più... basta un occlusione o un versamento o nel caso della tua mamma una perforazione... non so come chiamarla sfiga manna dal cielo... boh...
quello che mi ripeto sempre io è che ora la manna sta bene... e per la mancanza... vivo dei miei ricordi... e molto spesso piango

nessuno me la ridarà la mia mamma... questa è la dura realtà...

2009 ti stritolo forte forte

Quando vuoi io sono qui per fare una chiacchiera...

CHI CI CAPISCE MEGLIO DI NOI... gli altri capiscono per una settimana ma poi la vita per loro continua ma per noi?? Il nostro dolore?? La nostra perdita??

ti bacio 2009

tua Ambra


DUEMILANOVE
Membro
Messaggi: 36
Iscritto il: mar 19 feb 2013, 18:10

Messaggio da DUEMILANOVE » mer 20 feb 2013, 16:49

GRAZIE per le vs risposte!linetta sicuramente per loro che già è difficile sopportare tanto dolore andare incontro ad un calvario di sofferenza non è bello!infatti l'unica cosa che mi rincuora è che nonostante lei prendesse degli antidolorifici per l'addome,non ha sofferto di dolori e soprattutto quella maledetta domenica,lei nn accusava dolori che a detta dei medici doveva avere!Cara Ambra,la tua storia la conosco forse meglio delle altre perchè leggevo tutto quello che scrivevi della tua mamma proprio perchè aveva la stessa bestia della mia!e forse nei momenti dove leggevo che la tua mamma nn stava bene io guardavo la mia e ringraziavo Dio che non soffrisse!poi in questi giorni mi è stato detto di tutto (per chi lo diceva a fin di bene),e so che la vita continua ma il nostro dolore, la nostra perdita rimarrà per sempre solo nostra!giorno per giorno mi rifiuto di elaborare da un dolore ancora + forte..e a pensare che per i primi 8 giorni ho vissuto nella normalità forse nella speranza che fosse stato solo un incubo!un abbraccio a tutte!


Avatar utente
Monik
Membro
Messaggi: 720
Iscritto il: ven 2 dic 2011, 17:48
Località: Lignano Sabbiadoro (Ud) Friuli Venezia Giulia
Contatta:

Messaggio da Monik » mer 20 feb 2013, 17:19

duemilanove ti sono vicina.


Monik

Lumachina 78
Membro
Messaggi: 52
Iscritto il: lun 25 giu 2012, 15:35

Messaggio da Lumachina 78 » ven 22 feb 2013, 3:38

Cara duemila e nove io vi leggo e piango piango e piango.. La mia e' due mesi che e' andata via e mi manca tantissimo. Mi sento tanto sola. Il dolore va solo ad aumentare..e se penso a quanto ha sofferto mi fa venire certi nervi..vi abbraccio tutti con tanto affetto.


 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Rispondi

Torna a “Tumore peritoneale”