CONTINENZA E RADIOTERAPIA - Il mio identificativo e' numerico ma il mio nome e'

Rispondi
0000121065
Nuovo membro
Messaggi: 2
Iscritto il: gio 5 gen 2012, 16:43

Messaggio da 0000121065 » sab 14 gen 2012, 19:06

Ilmio identificativo e' numerico ma il mio nome e'Lorenzo Sono stato operato dopo meta' novembre in lapascopia.Dopo un iniziale diluvio alla eliminazione del catetere (7 gg dopo l'intervento) gradualmente la situazione e' migliorata. In modo significativo la prima volta dopo circa un mese dall'intervento, in corrispondenza con i primi giorni di esercizi ginnici di secondo livello e la seconda volta quasi al termine degli stessi esercizi, circa 5 giorni or sono. Ho eseguito puntualmente la ginnastica prescritta e sto provando a stare senza pannolino. Anche se le sensazioni sono quelle gia' descritte da colleghi d'avventura (sensazione di perdere gocce, necessita' di andare in bagno frequente).Però il progresso e' stato enorme e spero che si completi. Non sono medico ma credo che fare correttamente la ginnastica possa aiutare molto (io vado verso i 74 anni)anche se ho letto che ci sono diverse scuole di pensiero. Ho ripreso il mio lavoro da tempo.Quanto alla DE mi hanno dato poche speranse perche' il mio intervento non ha potuto salvare i nervi. Però il medico mi ha detto che ne riparleremo per valutazione.

Dovro' sottopormi a radioterapia perche' nonostante sia stato pulito tutto l'istologico (che e' pT3b)ed il Gleason (9) lo suggeriscono, anche se il primo PSA e' indosabile (0,05) . Abito tra Milano e Varese. Mi e' stato detto che la Radioterapia non e' operatore dipendente e sembra non sia nemmeno macchinario dipendente. Però ho realizzato che possono esserci migliori risultati anche riguardo agli effetti secondari in dipendenza della struttura e della metodica in cui viene applicata la RTP. Voi come avete scelto la struttura di RTP? E' ovvio che non voglio responsabilizzarvi, ma chiedere semplicemente di conoscere la Vs. esperienza.

Conoscete la tecnica "space OAR" che risparmierebbe l'8o% delle irradiazioni al retto?

Un augurio di cuore a tutti gia' operati ed in particolare ai colleghi che si opereranno perche' l'intervento, benche' considerato di chirurgia maggiore, se eseguito da medici esperti e capaci e' veramente molto meno brutto di quanto lo si possa immaginare.

Ciao e buon fine settimana a tutti:


jo
Membro
Messaggi: 72
Iscritto il: dom 19 feb 2012, 0:00

Messaggio da jo » lun 27 feb 2012, 15:40

Ciao Lorenzo,

Mi dispiace ma non so risponderti per quanto riguarda la RTP. Pero' mi ha incuriosito la tua esperienza del ricupero continenza.

Anche io sto avendo preoccupazioni con l'incontinenza, mi hanno levato il catetere una settimana fa e non riesco a contenerla, mi sgocciola tutto il giorno. Sto provando a fare la ginnastica ma non vedo grandi risultati.

Tu parli di esercizi di secondo livello. A cosa ti riferisci?

j


 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Rispondi

Torna a “Tumore alla prostata”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti