disturbi post prostatectomia

Rispondi
adrianone
Membro
Messaggi: 8
Iscritto il: ven 5 ott 2012, 22:40

Messaggio da adrianone » ven 5 ott 2012, 23:03

Salve a tutti, sono stato colpito dal' umanità degli interventi su questo forum, così anch'io mi affido alle vostre esperienze. Sono stato operato 1 mese fa circa di prostatectomia radicale. Purtroppo continuano i problemi di incontinenza e impotenza. Ma la domanda è : per tutta la notte scorsa ho avuto problemi al pene ovvero delle fitte più fastidiose che dolorose, della durata di pochi secondi a un minuto circa l' una dal' altra. A voi non è mai capitato? Ho pensato che potesse essere qualche scoria residua formatasi dato che, per diminuire il flusso urinario, stavo bevendo poco. In effetti, dopo avere bevuto un pò di più il problema sembra ridimensionato. La mia autodiagnosi è giusta? Grazie anticipate.


angiame
Membro
Messaggi: 2785
Iscritto il: lun 11 giu 2012, 21:21

Messaggio da angiame » sab 6 ott 2012, 2:17

Ciao Adrianone

purtroppo non ne so molto di prostata... ma ti faccio il mio più grande in bocca al lupo, e di rimettert il più presto possibile. prova andare nel forum per il tumore alla prostata... almeno vedi un pò cosa scrivono... non ti saprei aiutare per quello...

un grande abbraccio virtuale... ma grande...

ambra


Sergio49
Membro
Messaggi: 40
Iscritto il: mar 8 mag 2012, 21:59

Messaggio da Sergio49 » sab 6 ott 2012, 20:36

Caro Adrianone, purtroppo è tutto normale. Dolori, fitte, pungiglioni (come me li ha defiiti il chirurgo) dovrai sopportarli ancora un'altro mesetto. Devi tener conto che, al posto delle prostata, che può divienire grande come un mandarino se non di più, c'è rimasta una cavità che si deve richiudere.

L'incontinenza migliorerà un pò per volta ma potrebbero servire alcuni mesi.

Per quanto riguarda l'erezione, beh... quasta è un'altra faccenda, o ti rivolgi ad un andrologo, o ci metti una pietra sopra. Dopotutto "mancano dei pezzi" non puoi pretendere grandi cose.

I dolori al pene li ho avuti anch'io, ma presumo siano riflessi provenienti dalle ferite interne non ancora guarite.

Abbi pazienza, vedrai che un pò per volta tutto si sistema.

Un salutone, ciao, e bevi molto.


adrianone
Membro
Messaggi: 8
Iscritto il: ven 5 ott 2012, 22:40

Messaggio da adrianone » sab 6 ott 2012, 22:34

Cari Ambra e Sergio, grazie per il sostegno morale di Ambra e la condivisione di esperienza di Sergio.

Diciamo che quando ti parlano di questa operazione, insistono forse giustamente, più sul fatto che dopo il tumore non ci sarà più, mentre i tanti piccoli e grandi cosiddetti effetti secondari sono poco enfatizzati.

Ma forse è meglio così, altrimenti qualcuno potrebbe spaventarsi e rinunciare ad una operazione che, pur con tutti i disagi, ti salva la vita.


angiame
Membro
Messaggi: 2785
Iscritto il: lun 11 giu 2012, 21:21

Messaggio da angiame » dom 7 ott 2012, 0:57

Ciao Adrianone...

Figurati... se hai bisogno siamo sempre qui... un abbraccio grande

Ambra


auderesemper
Membro
Messaggi: 19
Iscritto il: sab 29 dic 2012, 10:57

Messaggio da auderesemper » dom 30 dic 2012, 0:36

se per radicale intendi che ha dovuto sacrificare i fasci bilateralmente, allora come saprai ci sono le prostaglandine PGe1 (il Caverject in sostanza o sue alternative) all' inizio e' seccante e l' erezione e dolorosa ma un programma di incremento progressivo della dose di solito risolve ed alla fine, salvo complicazioni e budget (dai 12 ai 25 euro a "botta") la tua vita di coppia puo' tornare quella di prima.


Juan44
Membro
Messaggi: 27
Iscritto il: sab 10 nov 2012, 2:20

Messaggio da Juan44 » lun 14 gen 2013, 9:48

Salve sono juan 44 operato gia da 7 mesi, prendo a sugerimento da che mi ha operato il cialis 5 mg al giorno senza risultati,ho brobato con viagra 100 ma lo stesso. Il levigra a richiesta non mi aiuta neanche. Mi hanno proposto il caverjet, telefonero sett prossima. Vedremmo .ho 68 anni ma un anno fa non avevo problemi, qualche volta mi aiutavo co cialis , ma .. Non sempre. Dicono di non rendersi , ma uno come me che sempre non ha avuto bisogni di extra vorrebe mollare tutto, sono un intellettuale e ho altri signifivcati nel vivere. Dcusate la noia.


rubenz
Membro
Messaggi: 10
Iscritto il: mar 8 ott 2013, 5:11

Messaggio da rubenz » ven 11 ott 2013, 12:18

Ciao a tutti,da come leggo sono il piu' vecchio 6 anni operato prostata radicale robotica,6 anni di pannolini ,pannoloni,ma la colpa non è della ripresa,o di altre cose,ma è di chi mi ha operato,non aveva la patente per farlo,si per operare con il robot occorre un corso particolare perche' usi le mani meccaniche,e' come comprare la ferrari e parti,alla prima curva ti accoppi,be oramai e' passata,se la vedra'con il GIUDICE.pero'se posso dare qualche parere ,con piacere,primo)Adrianone non ti preuccupare l'abbiamo passato quasi tutti queste, fitte, crampi ,anche perche' quando sei stato operato la bestia l'hanno dovuto legare,e non è che gli infermieri hanno un occhio di riguardo,meglio cosi,io parlo di me se lo avessero tagliato,non avrebbero fatto nessun danno,naturalmente Adrianone scherzo, a parte che sei appena operato lascia passare un po' di tempo poi,se non vuoi problemi ti fai una punturina, e trombi come un ragazzo!!di ventanni, fai la ginnastica anche da solo a casa,insieme, la scossa, non prendete paura,che non sentite nulla'fate finta di vedere un voltometro per aumentare la luce di una lampadina,parte da zero e a secondo del pizzico che senti si ferma,per una ventina di minuti,non è niente tranquilli,ora vi faccio in BOCCA AL LUPO A TUTTI un abbraccio Rubenz.


Rispondi

Torna a “Tumore alla prostata”