sorveglianza attiva

Rispondi
libeccio
Membro
Messaggi: 91
Iscritto il: ven 20 gen 2012, 22:58

Messaggio da libeccio » ven 20 gen 2012, 23:12

Buongiorno a tutti. Ho 53 anni e da novembre 2011 porto con me un adenocarcinoma prostatico t2a gleason 3+3 (30-10-10) 3 core postivi. in un primo momento mi è stato suggerito il trattamento di prostatectomia radicale(a cielo aperto). Sentito un altro urologo, questi mi ha suggerito la c.d sorveglianza attiva che prevede l'esame del psa ogni 3 mesi e la rebiopsia dopo 6 mesi. Sono stato anche all'Istituto Nazionale tumori a Milano per conoscere il loro c.d. programma prostata che dal 2007 include circa 150 soggetti nella sorveglianza attiva. Costoro (dati i miei 3 prelievi positivi su 10) mi hanno spiegato che nel loro programma sono invece previsti soggetti con soli 2 prelievi positivi su 10, mentre per tutto il resto i miei valori erano omologhi al loro programma stesso e quindi hanno suggerito l'intervento.

Innanzitutto vorrei avere contatti con qualcuno che aderisce a questo programma e conoscere il suo stato del tumore poichè io sono orientato a mantenere (non so per quanto) questa vigilanza. Un successivo oncologo contattato da me mi ha invece suggerito di prendere contatti (con calma) con uno specialista della tecnica Da Vinci poichè questa tecnica dovrebbe ridurre i rischi di una certa percentuale di D.E. La cosa che più mi interessa al momento è quella di avere contatti con qualcuno che come me ha iniziato la sorveglianza attiva (magari da più tempo) e condividere con lui le esperienze. Grazie Saluti


giac54
Membro
Messaggi: 52
Iscritto il: mar 20 set 2011, 18:34

Messaggio da giac54 » ven 20 gen 2012, 23:36

ciao e ben arrivato nel club, ti consiglio di leggere il forum gia aperto sul tumore alla prostata e ti potrai fare un quadro di quello che già ci siamo scritto e vedrai che ci sono tutte le domande e le riposte che ti servono. importante è trovare il dott. giusto e che trasmetta fiducia, ti saluto ciao


Bruno56
Membro
Messaggi: 92
Iscritto il: ven 9 set 2011, 4:50

Messaggio da Bruno56 » sab 21 gen 2012, 0:21

Ciao libeccio,

Ha perfettamente ragione giac54, dai un'okkiata al forum indicato per farti un'idea sulle tecniche adottate.

Io, come la maggioranza delle persone che scrivono in quel forum, abbiamo subito la prostatectomia radicale DA VINCI. Sono stato operato il 25-11-2011, dimesso 3 giorni dopo, ho 55 anni, attualmente sto abbastanza bene ed effetti collaterali minimi, sono praticamente guarito e tutto quello che devo fare é un controllo del PSA ogni 3 mesi, dopo un anno ogni 6 mesi. Tutto qui. Un salutone


libeccio
Membro
Messaggi: 91
Iscritto il: ven 20 gen 2012, 22:58

Messaggio da libeccio » sab 21 gen 2012, 14:51

Grazie a giac54 ed a Bruno56 per le risposte. Io attraverso in questo momento la fase dello studio e della paura. il maggiore tormento è al momento: intervento si o intervento no. So che non dovrò affrettarmi ma so anche che prima o poi dovrò decidere. Sapere che a seguito dell'intervento con la tecnica Da Vinci gli effetti di D.E. a carico di Bruno56 sono "minimi" mi aiuta tanto. Non mi dispiacerebbe avere contatti privati con te Bruno56 se ne hai voglia e magari sapere presso quale ospedale sei stato operato. Se mi invii un messaggio privato ti risponderò fornendoti magari il mio n. di telefono o dandomi il tuo ti potrei chiamare. Grazie di nuovo


 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Rispondi

Torna a “Tumore alla prostata”