Tumore alla prostata

Rispondi
auderesemper
Membro
Messaggi: 19
Iscritto il: sab 29 dic 2012, 10:57

Messaggio da auderesemper » mer 2 gen 2013, 6:42

@Mike52: "non ho perso le speranze di farcela senza"..forse ho capito male ma guarda che l' elettrostimolazione non e' mica una sconfitta o questione d' onore: e' semplicemente il sistema piu' moderno per fare gli esercizi (che servono solo a contrarre e quindi tonificare la muscolatura perineale) senza star dietro a palloni da stringere, piegamenti, contrazioni etc. l' elettrodo (che entra nell' ano per giusto 3/4 cm ed ha un diametro di circa 2cm) causa delle contrazioni involontarie della stessa muscolatura per cui risvegli e potenzi la zona stando 20 minuti x 30 volte circa steso su un lettino e sotto un lenzuolino a pensare agli affari tuoi (o a dormire, come capitava a me :-) )

Non vinci nessun premio se ce la fai senza..scegli sempre la soluzione piu' pratica ed efficiente.
Tu certo lo saprai gia' ma per chi legge scrivo anche delle soluzioni per chi avesse una compromissione seria della zona (ma di solito i prostatectomizzati non anzianissimi non rientrano nel caso): sling o valvola manuale. Questo solo per chiarire che se dal punto di vista oncologico purtroppo la spada pendera' sempre sulle nostre teste, i due collaterali piu' bastardi hanno ormai sempre una soluzione..a vari gradi di "spensieratezza" e invasivita' e' ovvio, ma sapere che, alla fine, per quanto sfigato sia il proprio caso una soluzione di ultima istanza c'e', dovrebbe rincuorare e far affrontare i propri demoni con piu' energia.
p.s.: tutto cio' che scrivo riguarda PT a cielo aperto. per la robotizzata, le cose si capovolgono: i casi di margini positivi, allo stato attuale, sono superiori ma DE e incontinenza sembra siano ridotti di moltissimo quindi quanto sopra prob. non vale piu'.


auderesemper
Membro
Messaggi: 19
Iscritto il: sab 29 dic 2012, 10:57

Messaggio da auderesemper » mer 2 gen 2013, 16:51

@Ernestus: dici che istologico dice che e' confinato..ma allora i margini positivi? i protocolli attuali prevedono, in caso di margini positivi (cellule tumorali residue nel letto operatorio) la radioterapia adiuvante entro 3 mesi dall' intervento. I dati che ho io sono tutti ormai concordi nel considerare la radio adiuvante (in caso di MP) indispensabile per diminuire di moltissimo le recidive biochimiche a 5/10 anni..ovviamente nn sono un medico ma di letteratura ne ho letta quindi piuttosto che rischiare, documentati anche al di fuori del tuo reparto/ospedale. C'e' in giro ancora chi mette in discussione l' efficacia della RT adiuvante.


k_leo54
Membro
Messaggi: 65
Iscritto il: gio 29 nov 2012, 23:09

Messaggio da k_leo54 » gio 3 gen 2013, 0:43

Ciao auderesemper e, ciao a voi tutti del forum. ho fatto il 19/10/12 una prostatectomia radicale con risparmio di una parte di nervi e senza radioterapia. L'operazione l'ho fatta in un ospedale a 100km da casa perché consigliato da un conoscente, il chirurgo che mi ha operato, appena dimessomi si è subito dimenticato di me, peggio dei mali perché vicino a dove abito c'è un ospedale, mi viene consigliato di farmi seguire dal primario di urologia (180 euro a visita) dopo aver visionato il mio esame istologico mi chiede di ritirare e portare a lui i vetrini dell'esame, inoltre mi prescrive Cialis 20mg.

..premetto che ho una piccola erezione spontanea e con il cialis pensavo di risolvere il mio problema, ma ahimè non mi ha fatto nulla, dopo pochi giorni ho provato a prendere 2 pastiglie da 20mg x un tot di 40mg ma purtroppo ancora nulla. Ora ho preso un appuntamento con un urologo della mutua perché non ho nessuna intenzione di tornare dal primario e gonfiargli il suo conto in banca, ma fino al giorno dell'appuntamento ( a fine gennaio) pensavo di rivolgermi al mio dottore per prescrivermi in alternativa un rimedio migliore. Ora chiedo a te e a voi del forum se devo passare al Viagra e a quale dosaggio o direttamente al Caverject quest'ultimo per chi lo ha provato, è doloroso? e da quale dosaggio iniziare?

Ringrazio anticipatamente e auguro a voi tutti un Buon Anno


piccone65
Membro
Messaggi: 49
Iscritto il: lun 14 mar 2011, 14:18

Messaggio da piccone65 » gio 3 gen 2013, 3:15

Ciao k_leo54, premesso che ognuno di noi ha una ripresa della potenza sessuale diversa, la mia esperienza puoi andare a vederla nei miei post precedenti a partire da marzo 2011. In breve, ti dico che non devi preoccuparti se con il cialis non ottieni i risultati sperati dopo poco più di due mesi dall'intervento. Devi avere pazienza! Nel mio caso fino a dopo otto-nove mesi dall'intervento prendendo tre volte alla settimana cialis da 20, non avevo erezioni sufficienti per penetrare. Dopo dieci mesi ho incominciato levitra da 20 al bisogno e la situazione è gradualmente migliorata fino a riuscire ad avere un rapporto completo dopo circa 16 mesi. Attualmente, a 25 mesi, uso levitra da 5 con buoni risultati. Il mio è stato un intervento a cielo aperto con nerve sparing bilaterale. L'unica differenza rispetto a me è che, a quanto ho capito, i nervi ti sono stati risparmiati in parte e quindi forse avrai bisogno, se vedi che tra sette otto mesi non ci sono miglioramenti, delle iniezioni che, a sentire altri del forum, sortiscono effetto anche a coloro a cui non sono stati risparmiati i nervi. Infine, una cosa ho capito: se hai le erezioni spontanee notturne significa che ti stai ben riprendendo. A me le erezioni spontanee notturne, inizialmente molto lievi e gradualmente sempre più consistenti, sono iniziate dopo tre-quattro mesi dall'intervento.

Naturalmente quanto ho sopra scritto è frutto della mia esperienza reale e non di consigli da parte di un medico urologo / Andrologo cui io non sono e a cui non mi permetto assolutamente di sostituire !


Avatar utente
ernestus
Membro
Messaggi: 356
Iscritto il: gio 20 set 2012, 16:07

Messaggio da ernestus » gio 3 gen 2013, 3:59

x auderesemper certo sti margini positivi,mi lasciano un po' in tensione.avvolte dicono che possono essere inquinati dalle manovre per asportare la prostata ( speriamo che sia cosi)comunque è tutto legato al psa se cresce si va alla radio no a quella di musica.la prossima settimana,faccio le analisi di flussometria, psa,urinocultura poi visita urologica,ho' anticipato gli esami,non penso che se i margini erano pericolosi mi dicevano vediamoci tra 3 mesi anche perche chi ha visto il referto oncologico è uno staf e non un urologo singolo. ma forse mi sto' dando solo coraggio. il comandante vi tiene informati


Mike52
Membro
Messaggi: 11
Iscritto il: mar 18 dic 2012, 17:30

Messaggio da Mike52 » gio 3 gen 2013, 16:55

Ciao a Tutti e ciao auderesemper, mi hai frainteso, lo so che non è una gara, esprimevo solo la speranza di potere farcela senza aiuti perchè significa cominciare a riprendermi prima ( senza attendere visite e liste di attesa per le terapie) e perchè avrebbe voluto dire che qualcosa cominciava a girare nel verso giusto, sia in questa esperienza sia nel mio fisico. Certo devo dire che ti sei documentato alla grande sei informatissimo, hai ragione per quanto riguarda i medici(perlomeno quelli con cui ho avuto a che fare io), finito il discorso prettamente oncologico io non ho avuto nessun riscontro, un generico faccia ginnastica per l'incontinenza senza spiegazioni comprensibili sul come e per l'altro problema silenzio assoluto. Forse per me sarà troppo presto non lo so, spero di avere più soddisfazione con la prossima visita urologica in programma fra una decina di giorni ( a pagamento ). Il mio prossimo obbiettivo, però, e tornare a lavorare seppure con il pannolone, sarà un passo verso la normalità, anche se mi spaventa un po' la gestione della cosa, speriamo che l'amico di sotto non mi faccia brutti scherzi, sarebbe come minimo imbarazzante.

Vedremo come andra. Saluti a tutti


libeccio
Membro
Messaggi: 91
Iscritto il: ven 20 gen 2012, 22:58

Messaggio da libeccio » gio 3 gen 2013, 21:04

Per k_leo54. Da quello che racconti mi ritrovo abbastanza nel senso che dopo due mesi dall'intervento con l'utilizzo di cialis 20 mg ... be niente solo spontanee erezioni notturne che certamente lasciavano ben sperare ma nient'altro. Il mio urologo (ha detto proprio così) beh proviamo con il viagra e diamogli una svegliata... Tutto è cambiato. Erezione condotta normale, le prive volte di poca durata e di sufficiente consistenza, per poi andare sempre a migliorare. Adesso in qualche caso (non sempre) l'erezione è addirittura presente anche senza l'ausilio. Quindi il mio consiglio è di provare con il viagra e di non avere fretta ma di avere fiducia.

Un saluto a tutti gli amici vecchi e nuovi.

A proposito la settimana prossima faccio il secondo PSA... un pò di ansia si avvicina... Uffa...


victorio756
Membro
Messaggi: 30
Iscritto il: ven 26 ott 2012, 21:33

Messaggio da victorio756 » ven 4 gen 2013, 3:50

Ciao a tutti,

volevo informarvi che a 40 giorni dall'intervento tutto procede abbastanza bene, lunedì inizierò a lavorare. Oggi ho effettuato il prelievo per il dosaggio del psa (incrocio le dita) e l'uroflussometria. Speriamo in bene.

Per Ernestus: dicevi di non aver capito cosa significa pattern terziario, spero di riuscire a spiegartelo

quando il patologo redige l'istologico, nel formulare la somma di Gleason considera la quantità di tessuto neoplastico per ciascun grado proprio per dare primarietà o secondarietà, in alcuni casi terziarietà del grado. Nel tuo caso Gleason primario 3, secondario 3, terziario 4. Quello di maggior importanza è il primo (sostanzialmente io penso tu sia un gleason 3+3). Nel mio caso, la biopsia refertava un gleason 3+3, dopo intervento 3+4, mannaggia!

Buona serata a tutti.


Avatar utente
ernestus
Membro
Messaggi: 356
Iscritto il: gio 20 set 2012, 16:07

Messaggio da ernestus » sab 5 gen 2013, 4:40

si victorio. il gleason èra 3+3=6 sia prima che dopo intervento. comunque in settimana faccio gli esami poi il 28 visita urologica.il mio dottore di famiglia che siamo amici di infanzia, visto l'esame istologico mi ha tranquillizato.ma come sappiamo è tutto legato al psa se è basso è tutto ok se si alza dovremmo fare un po' di radio terapia .ma nun se potrebbe alza qualche altra cosa. UN SALUTONE DAL COMANDANTE ERNESTUS


Avatar utente
Blade_Runner
Membro
Messaggi: 186
Iscritto il: mer 21 nov 2012, 8:07
Località: Napoli

Messaggio da Blade_Runner » lun 7 gen 2013, 5:27

Rieccomi, auguri a tutti per un felice 2013 senza alieni a bordo e con tanta buona salute!!! Io adesso comincio la trepida attesa per l'intervento, come detto in altri messaggi ho completato prima della fine dell'anno quanto c'era da fare e ora aspetto che la lista di attesa scorra e arrivi al mio nome. Come mi dicevano in ospedale la data potrebbe essere dalla seconda metà di Gennaio in poi, spero me lo facciano sapere con un minimo di anticipo ma io comunque devo solo preparare una valigia con qualche cosa di ricambio, salire in auto e fare 200 km, tutto qui.
Ho letto qualche nuovo ingresso nel forum e ho letto qualche articolo interessante, tutto ciò mi fa stare un po' meno preoccupato per il durante e il dopo intervento. Speriamo vada tutto bene!
Ciao, grazie e buonanotte a tutti!

I vecchi sogni erano dei bei sogni, non si sono avverati ma sono contento di averli coltivati

 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Rispondi

Torna a “Tumore alla prostata”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite