Tumore alla prostata

Rispondi
eli47
Membro
Messaggi: 242
Iscritto il: gio 31 gen 2013, 14:56

Messaggio da eli47 » dom 3 feb 2013, 23:53

Forse ci vuole un terzo...bisogna affidarsi a chi riesce anche a darti una speranza in + comunque meglio andare a chiedere un altro parere.è assurdo pensare che alcuni medici non riescono a capire bene certe situazioni che non si possono lasciare allo sbaraglio.Sincera???a volte si pensa al + esperiente ma a me tempo fa un professore un pochino anziano ha sbagliato una diagnosi.mah ...incredula


sonoio
Membro
Messaggi: 15
Iscritto il: sab 8 dic 2012, 16:58

Messaggio da sonoio » lun 4 feb 2013, 1:26

Io penso che l'urologo non deve cercare il tumore, lo deve scoprire quando c'è....per scoprirlo è troppo facile delegare il tutto a una biopsia,che per quanto precisa sia non è esente da errori... a mio avviso con un psa a 2.4 e una visita di quattro secondi è troppo grossolano stabilire che uno ha la prostata doppia?? e un sospetto K...la dimensione della prostata e il fattore k si vede solo tramite esami diagnostici... lui per correttezza professionale era meglio se scriveva, " consiglio biopsia, per prostata anomala al tatto...cosa ne sa un 35enne urologo da 6 anni??? potrebbe essere una semplice calcificazione...non sto cercando capi epiatori ne urologi miracolosi, ma non sto cercando nemmeno il carcinoma a tutti i costi... se il secondo urologo mi metteva dubbi avrei sicuramente optato per la biopsia, non ho assolutamente voglia ne tempo per andare da un terzo urologo, perchè farebbe solo confusione....poi come al solito sarà il tempo a darmi tutte le risposte...ciaooo


Avatar utente
ernestus
Membro
Messaggi: 352
Iscritto il: gio 20 set 2012, 16:07

Messaggio da ernestus » lun 4 feb 2013, 1:30

grazie blade. per sonoio, a questo punto devi fare la biopsia.non puoi vivere nel dubbio,a volte ogniuno di noi pensa ad dare ragione al medico che fa la diagniosi piu bonaria. ma ormai la pulce nell'orecchio e' stata messa. ieri ho' fatto il pieno, disturbi zero collaudo superato. un saluto dal comandante.


Avatar utente
Blade_Runner
Membro
Messaggi: 177
Iscritto il: mer 21 nov 2012, 8:07
Località: Napoli

Messaggio da Blade_Runner » lun 4 feb 2013, 2:24

per sonoio - certo che il tuo caso è strano e non lo capisco! Almeno sulla base della mia esperienza e per quanto letto in giro. Sempre premettendo che non sono un medico ti posso dire che, come dice anche il buon ernestus, la biopsia ti toglie abbastanza dubbi. La visita che noi tutti conosciamo dura effettivamente qualche secondo, non credo che un urologo giovane non sia in grado id fare una diagnosi dopo avere palpato qualche centinaio di ghiandole prostatiche!
Certamente non stai cercando il carcinoma a tutti i costi ma togliersi il dubbio con una biopsia ne vale la pena. E credo che sia l'unico sistema per scoprire un tumore. Il PSA fa da campanello d'allarme, questo tipo di tumore all'inizio è assolutamente asintomatico, infatti io non ho mai avuto alcun sintomo. Quello che non capisco perchè preoccuparsi se il PSA è nei limiti. Io mi sono allarmato quando l'avevo a 5 contro un massimo di 4 e alla fine, prima dell'intervento, l'avevo a 10!
Ci tengo a ripetere che sono pareri miei, che non sono un medico e quanto detto qui è solo per parlare, lungi da me da esprimere pareri medici o suggerire una cosa!

I vecchi sogni erano dei bei sogni, non si sono avverati ma sono contento di averli coltivati

k_leo54
Membro
Messaggi: 65
Iscritto il: gio 29 nov 2012, 23:09

Messaggio da k_leo54 » lun 4 feb 2013, 4:03

x gianfpgn e x chi si trova nella mia situazione.Il 14-2 dovro' sottopormi a un ciclo di circa 30 radioterapie e in contemporanea cominciare una cura ormonoterapia (mi e' stato detto dall'oncologo che viene fatta x una maggiore sicurezza di una non ripresa della malattia )qualcuno di voi che l'ha gia' fatta puo' spiegarmi quali sono i possibili effetti collaterali?Grazie e un caro saluto a tutti ...Leo-


mimmo47
Membro
Messaggi: 34
Iscritto il: mer 16 mag 2012, 1:39

Messaggio da mimmo47 » lun 4 feb 2013, 4:08

Ciao sonoio,
non voglio influenzarti, ma ti racconta la mia storia clinica in breve, per poi arrivare all'intervento:
DAI 50 ANNI annualmente ho sempre fatto gli analisi del sangue del PSA , tutto nella norma, il valore si è sempre attestato intorno al 2 , sintomi assolutamente nessuno,nel 2011 ho avuto problemi di intestino e fegato il mio Dott. di base mi ha prescritto un eco all'addome, tutto nella norma però il referto diagnosticava te lo scrivo integralmente" Prostata presentante un diametro trasversale di circa mm 37 antero posteriore 29 e longitudinale 33 mm e quindi nei limiti della norma, presenza nel suo contesto di ALCUNE CALCIFICAZIONI in esiti processi infiammatori".Il mio dott. mi perscrive soliti esami del sangue con visita dall'urologo: referto " PSA 2,49 PROSTATA CON AREA NODULARE A DX, PROGRAMMARE BIOPISIA DELLA PROSTATA,il tutto nel mese di Aprile 2012, all'inizio di Maggio telefonata dall'ospedale convocato per referto della biopsia in studio urologico, DIAGNOSI: ADENOCARCINOMA PROSTATICO GS 3+4 G2 PSA BASALE - 2,49.

Nel mese di Novembre 2012 intervento operatorio con Robotica da Vinci a Ville Turro Milano, a 50 giorni dall'intervento di dico che stò molto bene sotto tutti i profili, incontinenza,DE,e stato di salute ottimale, devi avere fiducia.

Caro sonoio, ti ho raccontato la mia storia succintamente, come ti consiglia anche Ernestus non vivere nel dubbio, ti posso solo dire con sincerità che per me la biopsia è stata veramente una "passeggiata", mi devi credere, cosa ti costa farla?.

Un saluto a te a tutti gli AMICI del Forum


k_leo54
Membro
Messaggi: 65
Iscritto il: gio 29 nov 2012, 23:09

Messaggio da k_leo54 » lun 4 feb 2013, 4:32

condivido il pensiero di Mimmo47-


Avatar utente
Blade_Runner
Membro
Messaggi: 177
Iscritto il: mer 21 nov 2012, 8:07
Località: Napoli

Messaggio da Blade_Runner » lun 4 feb 2013, 4:41

Confermo anche io quanto detto da Mimmo47

I vecchi sogni erano dei bei sogni, non si sono avverati ma sono contento di averli coltivati

sonoio
Membro
Messaggi: 15
Iscritto il: sab 8 dic 2012, 16:58

Messaggio da sonoio » lun 4 feb 2013, 6:30

io non vivo nel dubbio, mi affido semplicemente a chi mi ispira più fiducia,non è stato l'esito della visita a farmi preferire il secondo urolorgo, ma il loro comportamento nel rapporto col paziente....il primo urologo fra l'altro mi ha detto che può essere una semplice infiammazione,e se avessi 10 anni di più non mi farebbe fare nulla..è chiaro che in questo sito non ci sarà mai nessuno che mi dirà di non fare niente, quì purtroppo ci sono tutti casi tumorali, io potrei portarvi a conoscenza di decine di altri casi non finiti con l'intervento perchè non cancerogeni.. l'altro giorno al telefono un mio conoscente operato per carcinoma, mi ha consigliato di correre a gambe levate e fare subitissimo una biopsia, e io faccio la biopsia perchè me l'ha prescritta un urologo, con una lista d'attesa nulla, e non do la minima importanza a una visita di un urologo con una lista d'attesa di due mesi in libera professione??..ok la biopsia si può fare ma me la deve prescrivere un urologo di cui ho fiducia, fra l'altro a me mai nessuno ha trovato un'area nodulare,il secondo urologo mi ha detto che lui prescrive la biopsia in questi casi : 1 sintomi e visita ok ma psa che cresce in modo anomalo..2 no sintomi psa ok e visita dubbia...3 sintomi evidenti, con psa e visita ok... che dirvi, probabilmente la biopsia è solo rinviata,probabilmente il referto giusto è una via di mezzo.... su un sito ho letto che in svizzera su migliaia di biopsie fatte su morti per altre cause,ben il 50% aveva il tumore alla prostata, che molto probabilmente mai avrebbe creato problemi.... non cerco scuse di nessun tipo, ma non cerco nemmeno accanite prevenzioni...non voglio vivere da malato per morire sano...poi come al solito sbaglierò tutto....ciaoooo


Bruno56
Membro
Messaggi: 92
Iscritto il: ven 9 set 2011, 4:50

Messaggio da Bruno56 » lun 4 feb 2013, 19:40

X sonoio,

hai trovato uno qui nel forum che la pensa approssiamatamente come te.

Probabilmente nelle tue condizioni anche io non farei la biopsia, il tuo PSA è relativamente basso e il secondo urologo ha detto che la tua prostata sta sostanzialmente bene... sono 2 cose a favore contro la prima visita dell'urologo piu giovane.

Certo che dovrai tenere il PSA sotto stretto controllo... direi di farei l'esame del sangue ogni 6 mesi e controllare l'evoluzione.

io dal canto mio ho fatto 2 biopsie a distanza di 2 anni una dall'altra, PSA sempre intorno a 3,5-4,5 per tutto questo tempo, la prima è risultata negativa, ma la seconda ha diagnosticato l'alieno!

Questa malattia è relativamente lenta e quindi hai tutto il tempo per decidere....

IN BOCCA AL LUPO!


 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Rispondi

Torna a “Tumore alla prostata”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite