Tumore alla prostata

Rispondi
piccone65
Membro
Messaggi: 49
Iscritto il: lun 14 mar 2011, 14:18

Messaggio da piccone65 » ven 30 set 2011, 18:43

Ciao Bruno56, di seguito la mia esperienza.

Operato 10 mesi fa a "cielo aperto" con tecnica nerve sparing bilatelale; una settimana di ricovero e 12 giorni di catetere; esame istologico del pezzo asportato: pT3a- linfonodi e vescicole seminali negativi - gleason 3+4 - un margine chirurgico positivo apicale lato dx; ho controlli del PSA ogni 4 mesi (attualmente è 0.043)- continenza riacquistata praticamente da quasi subito; ripresa lavoro dopo 45 giorni; ripresa attività sportiva blanda dopo 3 mesi ed intensa (tennis, bicicletta, nuoto) dopo circa 6 mesi. Avendo avuto un margine chirurgico positivo sono a rischio di radioterapia: speriamo in bene !!!

Per quanto riguarda la DE: dopo un mese ho incominciato a prendere Cialis da 20mg tre volte alla settimana senza avere particolari reazioni - dopo circa 4 mesi dall'intervento sono incominciate le erezioni spontanee notturne anche senza la completa rigidità - al settimo mese sono riuscito, sotto effetto Cialis, a penetrare per circa tre minuti e poi si è afflosciato - dall'ottavo mese ho diminuito la frequenza del Cialis ad una volta la settimana ed attualmente lo prendo due volte la settimana in dose da 10 mg.

La situazione attuale, a dieci mesi, è: anche dopo tre-quattro giorni dall'assunzione del Cialis, erezione al 80-90% spontanea alla visione/tatto di "cose interessanti" ma, salvo rarissime circostanze, non riesco a penetrare perchè si affloscia un po'(forse è una questione psicologica)- le erezioni notturne sono gradualmente in aumento anche con maggior rigidità. Tieni presente che il raggiungimento dell'orgasmo "secco" riesco a raggiungerlo in pratica da circa un mese dopo l'intervento.

La notte vado in media ad orinare due-tre volte, mentre durante il giorno in media ogni tre-quattro ore (bevo circa 1,5-2 litri di acqua al giorno).

Molto probabilmente, ho deciso comunque che, aspetterò almeno che sia passato un anno, ricorrerò alle iniezioni (sono comunque molto timoroso).

Spero di essere stato esauriente, anche se in certi punti molto esplicito, ma solo così riusciamo a capirci tra noi "sfigati"!

Se qualcun altro ha la pazienza, nel raccontare la sua esperienza, di essere esplicito ed esauriente come lo sono stato io non sarebbe male.

Un saluto a tutti


checco
Membro
Messaggi: 75
Iscritto il: dom 9 gen 2011, 23:43

Messaggio da checco » ven 30 set 2011, 19:40

Ciao piccone, a distanza di 6 mesi dall'operazione io alterno iniezione e pastiglia, ma tifo per l'iniezione, effetti collaterali ridotti, effetto garantito, se ti converti sappi che le confezioni predosate contengogno un ago che è quasi invisibile, e non dà più di tanto fastidio, poi mi saprai dire, ciao.


Bruno56
Membro
Messaggi: 92
Iscritto il: ven 9 set 2011, 4:50

Messaggio da Bruno56 » sab 1 ott 2011, 6:15

Grazie ragazzi!!

grazie per condividere tra noi sfigati le proprie esperienze...

in effetti ancora non sono operato e quindi non ho molto da dire sul postoperatorio... ma dopo l'operazione sarò qui con tutti voi per condividere anche le mie esperienze!
Per il momento ho capito che quando si sente la nostalgia possiamo appoggiarci sempre a rimedi alternativi... ECCEZIONALE!!!
MI fa piacere comunque sapere che al di la della DE, il resto della vita continua senza nessun problema.
Caro Piccone sento di aggiungermi a tutti gli altri di questo forum che stanno tifando per te! spero con tutto il cuore che non avrai bisogno della radioterapia! speriamo bene!!
Nel frattempo, prima dell'operazione, anche se sto lavorando, mi godo le spiagge, il caldo e questo splendido sole che sta facendo qui a Rio de Janeiro.
Un saluto a tutti!


giac54
Membro
Messaggi: 52
Iscritto il: mar 20 set 2011, 18:34

Messaggio da giac54 » sab 1 ott 2011, 14:49

Un salutone a tutti del forum. Continuo la mia cronistoria sperando che le nostre esperienze servano a capire meglio la nostra situazione senza però sostituirci ai nostri dottori. Ieri sera ho fatto la seconda iniezione di caverject da 15 ml il risultato è stato buono, però secondo me e chiederò al prof devo ridurre ancora la dose che mi aveva prescritto perché rimane in erezione ancora troppo e anche u po’ doloroso. per il resto non posso lamentarmi faccio la vita che facevo prima mi faccio dei bei giri in moto non tanto lunghi perche li sotto si sente ancora in po’ di disturbo a stare seduti, la bici ancora non me la sento di adoperarla vedremo più avanti sono passati solo 4 mesi, l'unico dubbio e che sento dire che il vostro psa e sotto allo 0,0 allora mi chiedo come mai il mio al primo mese 0,10 al terzo mese 0,13 e tutto normale o ci sono diverse misurazioni dai vari laboratori. Il prof. dice che va tutto bene. Vi terrò informati sui prossimi sviluppi Un saluto a tutti e sempre su con la vita


kamper
Membro
Messaggi: 35
Iscritto il: mar 21 dic 2010, 4:30

Messaggio da kamper » sab 1 ott 2011, 17:31

Mi sento di condividere anch'io la mia esperienza, operato a gennaio con robot da vinci 1 settimana di ricovero, sono venuto a casa senza catetere.

Sono rimasto a casa dal lavoro 3 mesi, il mio problema era l'incontinenza, per i primi mesi mi servivano 3 pan. giorno, e trovavo un grosso disagio e imbarazzo al lavoro e così ho preferito rimanere a casa, ad oggi l'incontinenza non si è risolta del tutto uso un pan al giorno più per sicurezza, comunque se faccio qualche sforzo qualche goccia scappa.

per la d.e. ho iniziato con il cialis però soffrivo terribilmente di mal di testa e quindi non ho seguito la cura alla lettera, a distanza di 9 mesi non ho raggiunto grandi risultati, ho iniziato con le iniezioni di caverjet, con queste non ci sono problemi devo solo trovare la dose giusta altrimenti si rischia di avere una erezione per 4 ore come mi è successo.

Auguri a tutti


kenf69
Membro
Messaggi: 28
Iscritto il: dom 26 set 2010, 23:20

Messaggio da kenf69 » dom 2 ott 2011, 23:41

ciao, io sono stato operato a fine settembre con robot da vinci. Anch'io sono stato in ospedale una settimana e sono tornato a casa senza problemi particolari di continenza. i primi mesi perdevo qualche goccia sotto sforzo e andavo ad urinare qualche volta di notte ma ora non piu'. L'unico piccolo disturbo in questo senso e' alla mattina. QUando mi alzo e faccio 'la prima' poi perdo qualche goccia senza accorgermente, subito dopo. Inoltre mattina presto e sera prima di coricarmi ho stimolo continuo, anche subito dopo aver urinato, e ne ho sempre un po se rivado.....ma sono piccoli disturbi. Attivita' sportiva (podismo) cominciata subito (1 mese dopo) e lavoro anche. Chiaramente all'inizio c'era qualche fastidio e qualche timore ma tutto passato. Direi che son tornato come prima. CHiaramente c'e' la DE.....anch'io ho passato i primi mesi con pochissimi 'movimenti'. Orgasmi secchi da quasi subito (1 mesetto), ma erezioni poche. Poi ho cominciato con il viagra e devo dire che ho avuto inizialmente ottimi risultati. Costi elevati e fortissimi effetti collaterali, anche perche' gli effetti buoni erano un po calati e ho quindi aumentato la dose (attualmente uso il 100 ed e' una bomba purtroppo). Senza prendere nulla l'erezione e' al 70-80% e i miglioramenti sembrano continui, tra un po provero' a ritornare al 50. Speriamo.


Bruno56
Membro
Messaggi: 92
Iscritto il: ven 9 set 2011, 4:50

Messaggio da Bruno56 » lun 3 ott 2011, 4:00

Bene ragazzi,

dalle vostre esperienze credo di capire che a parte qualche caso particolare, l'incontinenza sparisce subito dopo qualche settimana, mentre per la DE ci vuole un po di tempo e pazienza, ma ci sono buone possibilità a lungo termine... considerato che stiamo lottando contro un cancro, mi sembra che la prospettiva e la qualità di vita postoperatoria sia abbastanza buona.
Credo che un'altro fattore importante per l'analisi di tutte queste informazioni sia conoscere l'età di ognuno di noi, io personalmente compirò 55 anni il prossimo mese di novembre.
Un caro abbraccio a tutti.


giac54
Membro
Messaggi: 52
Iscritto il: mar 20 set 2011, 18:34

Messaggio da giac54 » lun 3 ott 2011, 16:58

Ciao Bruno 56 e un saluto a tutti. Per quanto mi riguarda non ci sono problemi per eventuali informazioni perché sono convinto che più se ne parla più si aiuta le persone a cui cadono tegole come è successo a noi. Ho 57 anni e vivo in Piemonte, sono in pensione da 2 anni,mi sembra di avere capito che siamo tutti di una età tra i 45/60, sono stupito perché pensavo che la malattia si sviluppasse un pò più avanti e un altra cosa volevo sapere siamo tutti del nord ? sembrerebbe che al centro e al sud l'incidenza della malattia sia più bassa , può essere che lo stress sia un fattore importante, voi cosa ne pensate?. A vostra disposizione per altre eventuali info.


piccone65
Membro
Messaggi: 49
Iscritto il: lun 14 mar 2011, 14:18

Messaggio da piccone65 » lun 3 ott 2011, 22:47

Sono un BABY del tumore alla prostata !!! Ho 45 anni e vivo in Veneto.


checco
Membro
Messaggi: 75
Iscritto il: dom 9 gen 2011, 23:43

Messaggio da checco » lun 3 ott 2011, 23:02

Treviso, veneto 50 anni fatti ad aprile, lo stress non mi sento di escluderlo, è causa di tanti mali.

In ogni caso non si sviluppa la malattia più avanti, te ne accorgi più avanti che è anche peggio.


 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Rispondi

Torna a “Tumore alla prostata”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite