Tumore alla prostata

Rispondi
inps09
Membro
Messaggi: 32
Iscritto il: mar 11 mag 2010, 21:32

Messaggio da inps09 » ven 13 ago 2010, 19:42

Ciao Liviomes, se l'urologo ha deciso per un intervento con il robot Da Vinci e con tecnica nerve-sparing significa che puoi stare tranquillo sia sull'eliminazione del tumore che sulla ripresa della continenza ed eliminazione della DE. Le preoccupazioni aumentano all'avvicinarsi della data, poi quando sarai preso dall'ingranaggio del pre-operatorio tutto filerà in modo tale che non avrai tempo di pensare ad altro. Giustamente rilevi che nella iella della situazione in cui ti trovi, il problema si risolverà in modo decente. Tieni duro ed in bocca al lupo.


kenf69
Membro
Messaggi: 28
Iscritto il: dom 26 set 2010, 23:20

Messaggio da kenf69 » dom 26 set 2010, 23:41

A Guido, anch'io sono in un'eta' un po' precoce: ho 41 anni e sono stato operato con robot martedi' Verro' dimesso domani e dovro' affrontare quello che viene. Ma penso che sono in discesa. Anche se le cose si vivono momento per momento. Quando sono entrato in ospedale non pensavo che sarebbe stato cosi', i giorni passati non sono stati facili. Ma sono passati e sono circondato da gente con il mio stesso problemache ha molta grinta, e questo insieme a mia moglie e alla voglia di tornare dai miei figli mi da la spinta.
A Liviomes: il tuo intervento ? Com'e' andato ? E ora ?


liviomes
Membro
Messaggi: 8
Iscritto il: dom 25 lug 2010, 5:58

Messaggio da liviomes » lun 27 set 2010, 17:44

Il mio intervento è riuscito bene niente dolore nessun problema di post anestesia , i problemi però sembrano che arrivino adesso ,a parte l' incontinenza fastidiosissima che dovrebbe spero sistemarsi.

Oggi dovendo accompagnare mia madre in ospedale x la sostituzione dei cateteri(in reparto di urologia sono quasi di casa) x caso ho incontrato uno degli urologi che mi ha seguito e purtroppo mi ha anticipato che dovrò fare un pò di radioterapia la notizia mi ha decisamente buttato il morale ha terra , starò forse pagando il mio troppo ottimismo .Scusatemi se quello che ho scritto non serve molto ha sollevare il morale agli altri ma oggi sentivo proprio il bisogno di parlarne,il potere non tenere tutto dentro trovo che serve tantissimo,anche se forse molte volte ci si creano paure infondate. Un buon augurio a tutti e cercare di tenere duro


kenf69
Membro
Messaggi: 28
Iscritto il: dom 26 set 2010, 23:20

Messaggio da kenf69 » lun 27 set 2010, 22:23

Mi spiace, chiaramente la paura e' di tutti, ma non parlarne serve a poco. Bene o male siamo tutti coscienti di quello che puo' essere. Ti auguro che la radioterapia sia leggera e non ti generi altri problemi, si puo' solo dire che bisogna pensare positivo......a me stamattina hanno fatto la cistografia e mi hanno tolto il catetere. Per ora sembra andare bene. Urino molto ma non ho perdite particolari, solo poche gocce e neanche sempre. Speriamo duri cosi'....


lillo
Membro
Messaggi: 6
Iscritto il: gio 16 set 2010, 16:06

Messaggio da lillo » dom 24 ott 2010, 23:15

Ciao sono lillo, volevo dirvi che non ho mai avuto problemi di dire a tutti la mia situazione prima e dopo l'intervento, perchè ritengo che parlarne fa bene a se stessi ed agli altri che possono aprire gli occhi su questo problema ed attivarsi x fare dei controlli preventi. Mettere la testa sotto la sabbia non serve a nessuno, bisogna parlarne. Io a un mese dall'intervento mi sento benino ma lamento problemi di incontinenza. L'aspetto sessuale non è da meno. Se prima ci pensavo poco adesso più tempo passa e più si accende in me il desiderio, purtroppo la realtà è triste. Mi potete dire le vostre impressioni su questi problemi? Tenevo a precisarvi che sono stato operato in laparoscopia robotica assistita, quindi in maniera poco invasiva e si spera con risparmio dei n.e. Ciao a tutti e grazie x le risposte.


inps09
Membro
Messaggi: 32
Iscritto il: mar 11 mag 2010, 21:32

Messaggio da inps09 » dom 31 ott 2010, 22:27

Ciao Lillo, anch'io la penso come te: nascondere la testa sotto la sabbia non serve a niente. Io a 6 mesi dall'intervento tradizionale (prostatectomia radicale retropubica) lamento incontinenza leggera da sforzo (quando starnutisco, sollevo pesi, mi muovo velocemente, ecc), mentre da seduto o a letto non ho perdite.

Per quanto riguarda la disfunzione erettile sto alzando bandiera bianca: nessun tentativo, neanche con del viagra 50.

Parlando con diverse persone operate allo stesso modo sembra che il problema sia comune, a parte uno. Comunque penso che con il tuo tipo di intervento riuscirai a recuperare, però è ancor presto: il mio chirurgo aveva detto che prima dei tre mesi è inutile fare 'prove'.

Ciao ed in bocca al lupo.


lillo
Membro
Messaggi: 6
Iscritto il: gio 16 set 2010, 16:06

Messaggio da lillo » ven 19 nov 2010, 20:21

Sono ancora, Lillo; sono passati 2 mesi e mezzo dall'intervento alla prostata come già detto effettuato in laparoscopia robotica assistita e mi sento decisamente meglio. Lamento ancora incontinenza sopratutto nelle ore pomeridiane e verso sera; se passi ci sono stati sono davvero passi di formica. Quello che ancora non quadra è purtroppo la d.e. praticamente assente; con l'assunzione di viagra 50 faccio uno sforzo bestiale a raggiungere un 20% della normalità che mantengo per pochi attimi, vorrei sapere se qualcuno di voi è migliorato nei due aspetti fondamentali del dopo intervento. Io vorrei essere ottimista, spero un giorno di poterci ridere sopra. Un'ultima cosa riguarda l'attività fisica; ho ripreso a fare lunghe camminate a passo svelto, passando anche ad una blanda andatura di corsetta x smaltire un pò di tossine e qualche etto accumulato. L'unica cosa che ancora non ho fatto è andare in bicicletta. La mia passione. Vorrei sapere se fra voi c'è qualcuno che condivide il mio stesso hobby. I dottori mi hanno detto che devono passare 5/6 mesi dopo l'intervento ma non ce la faccio più ad aspettare. Datemi qualche consiglio, saluto tutti cordialmente.


ROSARIO
Membro
Messaggi: 4
Iscritto il: dom 21 nov 2010, 22:57

Messaggio da ROSARIO » dom 21 nov 2010, 23:43

Ciao a tutti sono Rosario 50 anni

nel decorso mese di ottobre mi è stato diagnosticato un tumore alla prostata Gleason 7

dopo tante incertezze ho deciso che mi farò operare con chirurgia robotica assistita. E' inutile dirvi lo stato d'animo in cui mi trovo sono in attesa della "chiamata".Ho comunque un gran paura che qualcosa vada per il verso sbagliato al punto di temere di non svegliarmi più dall'anestesia- Non so se ho fatto la scelta giusta vorrei tanto svcambiare qualche opinione con chi ha effettuato questo tipo di intervento sono molto scoraggiato e spesso mi viene voglia di non fare proprio nulla della serie vada come vada- So che il post intervento è altrettanto difficile e ci vuole molta pazienza.

Mi sento disorientato sono certo che capirete... aspetto le vostre riflessioni che sono certo mi sosterranno.

Ciao a tutti


kenf69
Membro
Messaggi: 28
Iscritto il: dom 26 set 2010, 23:20

Messaggio da kenf69 » mar 23 nov 2010, 0:52

Ciao Rosario, sono stato operato il 21/09. Anch'io avevo le tue stesse paure, come tutti direi. Purtroppo sai che l'operazione non e' una scelta, ma un percorso che devi intraprendere a meno di non andare in cerca di conseguenze piu' gravi. Io anche ho scelto la chirurgia robotica, e sono molto contento di averlo fatto. Informati anche sul chirurgo, il mezzo e' certamente importante, ma la mano che lo guida lo e' altrettanto, come in un operazione normale. Personalmente il mio post-operatorio sta procedendo bene, ma forse ti conviene affrontare le cose una per volta. Un caro saluto.


lillo
Membro
Messaggi: 6
Iscritto il: gio 16 set 2010, 16:06

Messaggio da lillo » mar 23 nov 2010, 14:52

Ciao Rosario, non avere paura dell'anestesia, meno male che esiste, ti farai una dormitina gratis e al risveglio sarà tuto finito. Io ho 54 anni e sono stato operato a Verona in robotica nei primi giorni del mese di settembre. Avevo lo stesso gleasone tuo. Tutto è andato bene, naturalmente devi avere pazienza col post operatorio. Io ci sto ancora combattendo ed ancora ci vorrà del tempo, tuttavia ho ripreso la vita di tutti i giorni in modo da pensarci di meno. Sono convinto che anche tu butterai alle spalle questo momentaccio, stai tranquillo.Il mio cruccio più grande? non ci crederai, è quello di dover aspettare 5/6 mesi per tornare in bici. Facci sapere, ciao.


 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Rispondi

Torna a “Tumore alla prostata”