Tumore alla prostata

Rispondi
Avatar utente
ernestus
Membro
Messaggi: 358
Iscritto il: gio 20 set 2012, 16:07

Messaggio da ernestus » gio 12 dic 2013, 3:34

SI INFATTI IL COMANDANTE HA sempre mangiato i melograni sin da piccolo e continuo a farlo fatalita anche stasera.ma perché mi piace il sapore.avevo sentito pure il riso il licopene eccccccccccccccccccccccc.io ho' smesso di credere a ste FREGNACCE POI OGNUNO FA COME VUOLE.


ernesto62
Membro
Messaggi: 91
Iscritto il: dom 17 nov 2013, 20:52

Messaggio da ernesto62 » gio 12 dic 2013, 4:45

Ernestus. Di sicuro non è che fanno miracoli . pero' aiutano . Dobbiamo dare la giusta dimensione alle cose. Purtroppo, si sa', queste malattie sono squilibri cellulari .A volte per via di sostanze che si hanno in natura si puo' aiutare a" riequlibrare" questi scompensi nell'organismo.Dico " Aiutare" non guarire.


raggiox
Membro
Messaggi: 35
Iscritto il: mar 19 nov 2013, 16:42

Messaggio da raggiox » gio 12 dic 2013, 13:43

http://uroandrologiadesiati.blogspot.it ... lisir.html
in questo link un urologo ci mette le faccia e parla del succo di melograno. Non farà miracoli ma qualche fondamento scientifico ci deve essere. Il problema è semmai capire quali prodotti comprare, se fatto in casa va bene lo stesso, quanto assumerne, tutte notizie molto aleatorie. Tra l' altro quando escono queste notizie c'è sempre il pericolo che ci siano dietro interessi commerciali, ma la melagrana non è un frutto che in se costa moltissimo, è abbastanza diffuso e quindi forse da questo punto di vista si potrebbe stare tranquilli. A meno che non si voglia pensare che si vogliano favorire i produttori di preparati già pronti, che effettivamente costano abbastanza.


ernesto62
Membro
Messaggi: 91
Iscritto il: dom 17 nov 2013, 20:52

Messaggio da ernesto62 » gio 12 dic 2013, 14:29

Ciao Raggiox. A questo punto , se ti fai il succo in casa sara' sempre meglio. Prima perche' sei sicuro il frutto sara' fresco , e poi, perche' ti costera' senz'altro meno.Il problema è chiedersi se, quando compriamo dal fruttivendolo dobbiamo fidarci siano frutti senza trattamenti di insetticidi e varie altrre cose chimiche dannose alla salute. Dovremo comprare allora quelli di provenienza biologica. E gia' i prezzi lievitano. Cè sempre questo denarto che il mondo mette al primo posto. Ed ecco i risultati, ATTINENTI AL SOLO GUADAGNO E AI GIRI DI INTERESSI COMMERCIALI: Queste malattie degeneravite sono figlie della vita moderna . Ma mi fermo qui', poiche' si va fuori tema


giorgio_2013
Membro
Messaggi: 18
Iscritto il: sab 9 nov 2013, 22:03

Messaggio da giorgio_2013 » ven 13 dic 2013, 0:38

RAGAZZI mi sa che ho parlato troppo presto....il giorno in cui mi è stato tolto il catetere mi è sembrato che la situazione si normalizzasse ma la notte ( anche perchè non ho preso nessun antidolorifico..)ho visto i sorci verdi: ad ogni fuoriuscita di urina forti bruciori e fuoriuscita di sangue questo fino alle 5 del mattino seguente:

Poi ho preso una tachipirina e sono tornato a vivere temporaneamente....

Infatti adesso ho un altro problema mettendo il pannolone il pene ( quello che resta..)rimane a contatto con l'urina e specialmente la punta si è arrossata e brucia faccio dei lavaggi ogni volta che cambio il pannollone e metto la crema ma non so come venirne fuori anche perchè l'urina fuoriesce ancora con difficoltà e staziona in loco.E'normale tutto questo ?Qualcuno di voi ha vissuto una esperienza simile e può aiutarmi? Grazie in anticipo.


cabri
Membro
Messaggi: 6
Iscritto il: ven 13 dic 2013, 1:51

Messaggio da cabri » ven 13 dic 2013, 2:19

salve Uomini con la U maiscola, sono nuovo del forum ed anch'io operato a cielo aperto di prostatectomia radicale (spero di averlo scritto bene). durante l'intervento mi hanno tolto anche 9 linfonodi e le vescichette seminali. ho solo 48 anni ma la mia prostata era decisamente corrotta dal cancro (gleason 3+4)e l'apice sinistro di recisione era raggiunto almeno focalmente da cellule malate PT3A R1. linfonodi e vescichette esenti fortunatamente dalla malattia. dopo 12 giorni di ospedale sono tornato a casa con il pube un po gonfio ed ancora oggi la parte sinistra sovrapubica e ancora gonfia di linfa. soprattutto di sera. sono passati oramai 50 giorni dall' intervento e ho il psa a 0,03. mi sento abbastanza bene. ho solo tanta paura di iniziare a fine mese la radioterapia. mi hanno prospettato 35 sedute a Cotignola. ho sentito di effetti collaterali e di cronicità invalidanti.

già adesso la DE e KO mentre l'incontinenza (almeno quella) è minima.

ho letto da Ernesto di rimedi naturali ma è una responsabilità grossa segliere per la vita...

ciao ragazzi e grazie per i futuri consigli


topote
Membro
Messaggi: 174
Iscritto il: ven 23 mar 2012, 21:13

Messaggio da topote » ven 13 dic 2013, 6:32

Caro Cabri, mi spiace ma, comunque, benvenuto nel "club". Circa i tuoi quesiti non posso darti risposte perchè la mia strada è stata èiù semplice (grazie a Dio), se leggi nel forum parlano comunque dell'estrema validità della radioterapia e dei suoi effetti collaterali. Curca la DE, visto com'eri messo, manco la nominerei pensando piuttosto alla perfetta guarigione che ti auguro si accerti ben presto. Poi ci saranno forme "attenuanti" per la DE. Per ora un grosso augurio di buona prosecuzione e di una mirata radioterapia.


ANTONIO59
Membro
Messaggi: 228
Iscritto il: lun 6 feb 2012, 17:33

Messaggio da ANTONIO59 » ven 13 dic 2013, 18:53

Ciao Cabri, come potrai constatare siamo purtroppo in tanti. Chi da più chi da meno tempo, ma siamo qui per dare conforto con la nostra esperienza a chi come te ha iniziato questo percorso.Cosa dirti, sii fiducioso e a vedrai che andrà tutto bene.

Per quanto riguarda la radio, beh...penso che lo sai, è necessario farla soprattutto per mettere in una posizione di maggiore sicurezza ed anche per non aver rimpianti successivi su ciò che poteva essere fatto e non si è fatto.Bisogna fare tutto quanto è nelle nostre possibilità per distruggere questo male....Poi ,vedrai, la radioterapia sebbene non sia una passeggiata sarà meno spaventosa di quello che immagini. Tanti di noi l'hanno fatta!!!

Gli altri problemi a cui accennavi....ci penserai dopo!!! Adesso pensa al fatto che hai già fatto l'intervento, quindi un passo avanti!!

Ti auguro ogni bene


ernesto62
Membro
Messaggi: 91
Iscritto il: dom 17 nov 2013, 20:52

Messaggio da ernesto62 » ven 13 dic 2013, 19:08

Ciao anche da parte mia Cabri. Mi dispiace sei entrato anche tu in questo Club .Ma da un altro lato pero' siamo contenti che nella malattia ci ritroviamo con quel senso di umanita' , coraggiop, amicizia che, seppur lontani, siamo pur sempre uniti anche se da un sottilissimo filo conduttore come questo mezzo che, pero' assume in questi casi uno spessore positivo non indifferente. Come ti hanno detto gli altri, vai avanti a piccoli passi per sconfiggere del tutto quello che hai avuto.Dobbiamo stringere i denti e ce la faremo. Riguardo i rimedi naturali, attenzione, non vorrei che qui' si è capito essi fanno miracoli e, siano la soluzione.Assolutamente no!!! Sia chiaro.Pero' potranno esser utili nel proseguio di questo cammino atto a uscirne in futuro piu' rafforzati e indenni fisicamente, magari, per chi come me , che ha sottovalutato da sempre una dieta ricca di frutta e verdura puo' trarne giovamento.Per Giorgio, esorto, anche a Egli stringer i denti e nella fattispecie , possedendo una fede in Dio di continuare in questa strada. Io, dal canto mio ho da aspettare per l'intervento il 9 Gennaio.E non è che sia facile accettare che mi sia venuto quello che ho.Alterno giorni tranquillo con altri un po' piu' nervoso. Ma che fare? Questa è la realta'. Quindi , prima me ne libero prima voglio ritornare per quanto possibile alla normalita'


luigim
Membro
Messaggi: 108
Iscritto il: mar 22 gen 2013, 15:36

Messaggio da luigim » ven 13 dic 2013, 20:10

x cabri ti ho inviato un pm


 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Rispondi

Torna a “Tumore alla prostata”