Tumore alla prostata

Rispondi
luigim
Membro
Messaggi: 105
Iscritto il: mar 22 gen 2013, 15:36

Messaggio da luigim » dom 5 gen 2014, 16:15

x bo2014 hai un pm


raggiox
Membro
Messaggi: 35
Iscritto il: mar 19 nov 2013, 16:42

Messaggio da raggiox » dom 5 gen 2014, 16:19

Amici, nessuno ha esperienza con radio e terapia ormonale, se si me ne parlate anche in pm come volete voi. grazie buona domenica.


luigim
Membro
Messaggi: 105
Iscritto il: mar 22 gen 2013, 15:36

Messaggio da luigim » dom 5 gen 2014, 16:47

la radio o la terapia ormonale si fanno dopo l'operazione in caso di assoluta necessita' dato che come prima istanza non sono risolutive e quindi se c'e' bisogno dell'operazione la prostata e' compromessa

oltre i danni per la de di queste terapie ciao


Avatar utente
Fabrizio55
Membro
Messaggi: 143
Iscritto il: sab 19 mag 2012, 3:13
Località: Ancona

Messaggio da Fabrizio55 » dom 5 gen 2014, 18:22

Luigim mi permetto di dissentire : la radio e la concomitante terapia ormonale si fanno anche in ALTERNATIVA all'intervento chirurgico, per scelta del paziente (le metodiche in certi casi come obbiettivo oncologico sono sovrapponibili) oppure in quanto il tumore è esteso e quindi non operabile. Comunque, per capirci, non è una regola che radio e terapia ormonale, siano susseguenti solo e sempre all'intervento chirurgico.


luigim
Membro
Messaggi: 105
Iscritto il: mar 22 gen 2013, 15:36

Messaggio da luigim » dom 5 gen 2014, 18:52

si d'accordo pero' la de viene compromessa da queste terapie fatte in prima istanza,certo se non e' operabile o e' la scelta del paziente ciao


raggiox
Membro
Messaggi: 35
Iscritto il: mar 19 nov 2013, 16:42

Messaggio da raggiox » dom 5 gen 2014, 19:11

Prima di tutto grazie per le risposte. Io sto facendo terapia ormonale in vista della radio in alternativa all' intervento chirurgico. Mi è stato detto che i risultati sono sovrapponibili in termini di eventuali recidive. Per gli effetti collaterali il radioncologo sostiene che con la radio sono inferiori anche se ci sono ugualmente. Proprio di questo volevo dialogare con chi ha fatto la radio e la terapia ormonale.A me spaventa anche la terapia ormonale anche se per adesso non mi ha dato problemi ( ma son pochi giorni che la assumo)

Grazie ancora


Bo2014
Membro
Messaggi: 29
Iscritto il: lun 30 dic 2013, 2:20

Messaggio da Bo2014 » dom 5 gen 2014, 19:34

Io penso che un intervento con robot sa meglio della radio.


Avatar utente
Ilconter
Membro
Messaggi: 26
Iscritto il: dom 10 nov 2013, 0:49
Località: Marche

Messaggio da Ilconter » dom 5 gen 2014, 19:49

Salve, dovrò operarmi a breve di prostatectomia totale non possibile in robotica. Gleson 3+3 sul 70% dei frustoli. Ho scoperto il tutto per puro caso facendo le analisi del psa che risulto di 42 (non 4,2 bensì 42 !!) dopo aver fatto tutte le prove e accertamenti di routine in questi casi ,sono arrivato alla biopsia con risultati sopra citati. Attualmente il mio psa é 37 ....senza virgola. Non ho ancora letto di nessuno con psa così elevato! Qualcuno sa dirmi qualcosa? Vorrei condividere esperienze simili alla mia . Sono molto preoccupato per il " dopo" intervento.......ho 45 anni!!

E attualmente nessun sintomo a parte quello di urinare a volte abbastanza frequentemente. Sono bene accetti pm. Grazie a tutti !! Ciao


ciak
Membro
Messaggi: 4
Iscritto il: lun 30 dic 2013, 3:07

Messaggio da ciak » dom 5 gen 2014, 22:18

x Sveva , ti posso dire la mia esperienza, 1 anno fa esame PSA a 4.5 , biopsia su 12 prelievi uno positivo (gleson 3+3) interessato x il 20% , il primo medico voleva operarmi subito , ho voluto sentire un altro specialista oncologo dell'IEO che mi ha consigliato la sorveglianza attiva, faccio esame PSA ogni 3 mesi ultimo esame PSA 2.70 assolutamente controlli , e poi si vedra


Avatar utente
poldo59
Membro
Messaggi: 40
Iscritto il: lun 6 gen 2014, 6:01

Messaggio da poldo59 » lun 6 gen 2014, 7:09

Salute a tutti. A settembre scorso una serie di esami mi ha diagnosticato un tumore alla prostata, gleson 4+3. Il primario non ha avuto dubbi e mi ha convinto all'intervento immediato e fatti gli esami sono stato operato a metà ottobre con la tecnica nerve sparing. Ho 54 anni e la vicenda mi ha preso così tanto che non ho pensato ad altro. L'esame istologico conferma il gleson 7 (4+3) e un dato "pT3a". Solo dopo ho iniziato a interessarmi all'argomento, perchè i chirurghi son bravi a tagliare ma quello che viene dopo.. A distanza di 2,5 mesi la continenza è .. da pannolino sempre e attento a salti e starnuti. L'erezione è impossibile (il mio medico non ha voluto per ora farmi prendere farmaci). A fine gennaio nuovi esami, psa e visita di controllo. L'oncologo mi attende per la radio ma il chirurgo, visto il "pT3a" dice che posso farne a meno finché il PSA non si muove, xchè dice che la radio è "danno certo". Quali esperienze potete darmi? Grazie


 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Rispondi

Torna a “Tumore alla prostata”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti