Tumore alla prostata

ernesto62
Membro
Messaggi: 110
Iscritto il: dom 17 nov 2013, 20:52

Messaggio da ernesto62 » mer 26 feb 2014, 17:38

Ciao a tutti ragazzi. Ultimamente mi sono preso una bella pausa nel forum. Spero che non vi siano aggiunti molti altri, poiche' , dispiace sentire ancora altri nuovi casi. Comunque, venendo a noi, come sapete, la mia vicenda ha avuto due riscontri; La prima, quella traumatica, fin dal primo giorno che mi fu letto l'esame istilogico del tumore e l' urgenza dei medici a volermi sottoporre a intervento di asportazione prostata gia' all'indomani stesso presso l'equipe degli uroligi del loco ospedale stesso di Villa Sofia di Palermo ( cosa da matti..... ancora non ho parole per la loro pressione piscologica , ma meglio sorvolare.) ho contattato un altro medico con il quale , grazie alla sua etica piu' onesta mi ha messo sotto osservazione attiva. Gli ultimi esami del PSA hanno riportato ulteriori riscontri positivi. Ad ogni esame, ogni 2 mesi, il valore si e' abbassato costantemente per una misura di 0.80 ml. Dal valore 5,02 di fine Settembre, a Dicembre gli esami hanno riportato un valore di 4,22. ieri ho ritirato quelli di fine Febbraio e il valore è ancora sceso a oggi 3,43......

Ringrazio prima Dio. Ma voglio condividere con voi quanto sia importante l'attegiamento dell'alimentazione.Da quando ho eliminato . pesce ,carne rossi, bianche, latte, latticini, formaggi, uova, zucchero, alcool ( che gia' prendevo poco comunque) bevande gassate, dolci, a favore di centrifugati di succhi di frutta, consumazione di cereali integrali, legumi, verdure ortaggi, pane integraler, pasta integrale . sto otenendo ottimi risultati. La battaglia è cruenta, poiche' si sa'.. il tumore è bastardo... ma ho buone speranze debellarlo con questo sistema


viki
Membro
Messaggi: 26
Iscritto il: mer 26 feb 2014, 19:17

Messaggio da viki » mer 26 feb 2014, 19:23

ciao ernesto62, condivido appieno quanto hai detto riguardo l'alimentazione

mi sconvolge vedere quanto poco diffuse siano le informazioni riguardo il collegamento tra tumore ed alimentazione

all'int di milano distribuiscono un foglio sul quale vi sono proprio indicazioni alimentari simili a quelle che stai seguendo tu..

sono importanti per chi ha in atto la malattia come per chi malato non è..

ma questo non è pubblicizzato a sufficienza, purtroppo...

io ho mio padre malato di tumore alla prostata, ma lui è estremamente diffidente e non crede a quello che gli dico e continua imperterrito a mangiare come sempre

lui poi ama i dolci e così alimenta le cellule tumorali

come vorrei avesse preso coscienza come hai fatto tu..mi terrorizza il fatto di poterlo perdere...

complimenti anche del coraggio che hai avuto a parlarne qui!!!


ernesto62
Membro
Messaggi: 110
Iscritto il: dom 17 nov 2013, 20:52

Messaggio da ernesto62 » mer 26 feb 2014, 19:35

ciao Viki, i risultati si vedono.... nel mio caso il

PSA ha avuto un calo costante ogni 2 mesi ,di 0, 80 il primo e 0. 79 il secondo esame.La scarsa informazione sull'alimentazione è dovuta all'ottusita' e arrogante potere della medicina ufficiale, dove da un lato è encomiabile per certi aspetti e dall'altro, appunto , ancorata nei loro dogmi , senza pero' prender in considerazioni dati alla mano i successi dovuti a una sana e naturale alimentazione corretta.


viki
Membro
Messaggi: 26
Iscritto il: mer 26 feb 2014, 19:17

Messaggio da viki » mer 26 feb 2014, 20:11

io credo che ultimamente la medicina ufficiale abbia preso atto di ciò (vedi int e progetto diana..)

il problema è che non rientra nei protocolli..

quindi quando ti danno la cura non ti spiegano come alimentarti..almeno a noi è successo questo

e le persone come mio padre hanno bisogno di sentirsi dire queste cose da un medico anche per il conseguente effetto spauracchio...


ernesto62
Membro
Messaggi: 110
Iscritto il: dom 17 nov 2013, 20:52

Messaggio da ernesto62 » mer 26 feb 2014, 22:32

sottoscrivo in pieno Viki


topote
Membro
Messaggi: 174
Iscritto il: ven 23 mar 2012, 21:13

Messaggio da topote » mer 26 feb 2014, 22:50

Mi riferisco a Viki ed Ernesto62: ma scusate, allora cosa dobbiamo dire alle donne, in particolare dopo la menopausa, alle quali in vcaso di osteoporosi la prima domanda che fanno i medici è: ha mangiato pochi latticini! E cosa dire che a me, dopo l'infarto, hanno detto assolutamente di mangiare più pesce in particolare azzurro!! E cosa dire che, dopo l'intervento alla prostata, in forte carenza di ferro, mi è stato detto di mangiare carni rosse, in particolare fegato!!

Allarghiamo lo sguardo su tutto e capiremo che, FORSE, è importante la moderatezza e non la rinuncia. Il corpo per un verso o per l'altro ha bisogno di tutto quello che Dio (vero Ernesto!!!) in campo alimentare ha creato per noi. Buon appetito pertanto!!! Avrete così almeno sempre la forza per reagire.


ernesto62
Membro
Messaggi: 110
Iscritto il: dom 17 nov 2013, 20:52

Messaggio da ernesto62 » mer 26 feb 2014, 23:56

Topote. Ti posso dire che non solo i valori della Prostata mi sono migliorati, ma un po' tutto. tanti mi dicevano,Come fai senza carne? I GLOBULI ROSSI, andranno sotto.. ti verra' l'anemia.. Gli anticoprpi andranno in crisi.ebbene ti posso confermare . dati alla mano gli esami hanno riscontrato un miglioramento su tutti i valori, compreso quelli puntanti dagli indici della gente. Inoltre per darti un esempio pratico che il mio sistema immunitario è ok , veramente, dopo tanto tempo posso affermare e' ora grazie a questo sistema alimentare che mi sono fatto, efficente, Un dato; Ogni anno da Dicembre fino a febbraio( quindi ben 3 mesi l'anno) ogni anno dico.. e ripeto da 20 anni a questa parte, mi ammalavo di bronchite.Ai voglia fare puntualmente vaccini, poi medicinali, e poi, inalazioni, cortiosoni ecc ecc.. puntualmente per me era un calvario di bronchite asmatica. Per incanto, quest'anno niente di niente, tutti che si ammalavano e io, imperterrito solo una sera un po' male, ma senza raffredore.E' bastato una notte di sonno e l'indomani forte come un leone.E Per dirne un'altra; Ogni volta che mi spazzolavo i denti le gengive mi sanguinavano , un problema che avevo da 15 anni minimo. Come per incanto(????) anche adesso niente! Niente di niente.Meditate gente. meditate...........


ernesto62
Membro
Messaggi: 110
Iscritto il: dom 17 nov 2013, 20:52

Messaggio da ernesto62 » gio 27 feb 2014, 0:02

oh! Comunque non voglio fare polemica eh? ognuno crede a quello che vuole.Io mi sono limitato a chi puo' esser utile metter in evidenza la mia esperienza. e spero possa esser in qualche modo pur sempre utile.


topote
Membro
Messaggi: 174
Iscritto il: ven 23 mar 2012, 21:13

Messaggio da topote » gio 27 feb 2014, 0:25

Si vabbè, ma mi sa tanto che ti stai prendendo un'altra malattia....: quella della dieta.......

Ernè, fai il bravo, per certe cose ci vuol tempo e non si risolve tutto con delle rinunce alimentari, ascolta me, pensa a vivere bene. Ciao


viki
Membro
Messaggi: 26
Iscritto il: mer 26 feb 2014, 19:17

Messaggio da viki » gio 27 feb 2014, 0:51

ciao topote,

quello che dice ernesto e che io ho confermato è quello che è scritto in un elenco diffuso dall Ist. naz. Tumori

si dice proprio che la carne va evitata o, se non se ne riesce a fare a meno, assunta in quantità non maggiori di 500 g alla settimana..

per il latte e derivati, si dice, che gli studi non sono molto approfonditi sul punto e quindi non si esprimono...ma nel dubbio..

per il pesce, invece, non ci sono controindicazioni secondo quanto c'è scritto li, ma bisogna come sempre non abusarne...

lo zucchero, invece, dicono proprio di eliminarlo, come la farina oo

questo è quanto riportato in quell'opuscolo

e poi ho appreso anche della sperimentazione diana, sempre legata al possibile collegamento malattia alimentazione

nel dubbio perchè non crederci?

non è una malattia della dieta, come hai detto..

è solo un modo di ripensare le nostre abitutini alimentari quotidiane e ritornare alla VECCHIA dieta mediterranea, quella di quando i nostri avi erano poveri e non potevano permettersi di acquistare quotidianamente carne, pesce, latte e dolci ma li consumavano in occasioni di ricorrenze...feste..matrimoni...

quindi, non ti infuriare, era solo un modo di condividere un pensiero ed uno stile alimentare che, come detto, è proposto dai medici...

ovviamente le cure sono altro, ma forse da una spinta in più..

cambiare alimentazione non fa male e anche soltanto pensare che possa aiutarci può farci stare meglio.

non credi, topote? spero di essere stata chiara e di non aver urtato la tua sensibilità


 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Rispondi

Torna a “Tumore alla prostata”