Tumore alla prostata

Rispondi
topote
Membro
Messaggi: 174
Iscritto il: ven 23 mar 2012, 21:13

Messaggio da topote » sab 1 mar 2014, 3:32

Ho voluto andar vicino ma il discorso si ferma qui. Ciao, come dice Renzi: "stai sereno...."


topote
Membro
Messaggi: 174
Iscritto il: ven 23 mar 2012, 21:13

Messaggio da topote » lun 3 mar 2014, 18:48

Ciao Ernestus, ti ho unviato un p.m. me lo leggi appena puoi? Grazie.


raggiox
Membro
Messaggi: 35
Iscritto il: mar 19 nov 2013, 16:42

Messaggio da raggiox » lun 3 mar 2014, 20:00

per Auderesemper, aspetto tue notizie sulla radioterapia . Grazie


VALERIO63
Membro
Messaggi: 5
Iscritto il: mar 21 mag 2013, 0:11

Messaggio da VALERIO63 » lun 3 mar 2014, 21:14

Buongiorno a tutti,una domanda a chi e' stato operato al San Raffaele Villa Turro(di cui ho letto sempre belle parole tempo addietro nel forum ),devo fare visita per valutare operazione, chi mi puo' dare un parere sui dottori aiuti del primario? ho visto dal sito dell'ospedale che ci sono anche aiuti 2 dottoresse + vari assistenti, come vi siete trovati? se volete rispondere con nomi e cognomi aspetto messaggi PM, grazie a tutti in anticipo


Avatar utente
ernestus
Membro
Messaggi: 360
Iscritto il: gio 20 set 2012, 16:07

Messaggio da ernestus » mar 4 mar 2014, 4:06

topote domani ti chiamo.saluti dal comandante.


MINO75
Membro
Messaggi: 5
Iscritto il: mar 4 mar 2014, 3:23

Messaggio da MINO75 » mar 4 mar 2014, 4:13

Un caro e sincero saluto a tutti voi del forum, io scrivo da Treviso.

Sono qui perchè la vita ha catapultato mio padre e tutta la nostra famiglia in una situazione simile a quella di molti di voi.

Sto cercando disperatamente consigli, opinioni e ..forse a dire il vero un pò di coraggio per prendere le decisioni giuste.

La situazione di mio padre è la seguente: adenocarcinoma prostatico, Gleason 4+3 di anni ne ha 70.

Oggi 03/02/14 ha fatto una scinti ossea total body e giovedì prossimo una tac addominale a mdc , poi vediamo di incontrarci con l'urologo per capire se questa malattia boia ha interessato altri organi e cosa si può fare.

Mi è sembrato di capire che l'operazione con il robot da Vinci è una.. "buona" soluzione, qui nel Veneto si parla bene del reparto urologia di camposampiero (pd) e del professor L.

Mi sento un pò perso perchè credo di lottare contro il tempo e la mia paura adesso è che non si voglia operare mio padre con questa tecnica perchè troppo vecchio , qualcuno ha esperienze in merito..ci sono liste di attesa..priorità?...con chi parlare??

La cosa che davvero mi snerva in questo periodo è questa lotta continua di telefonate di appuntamenti ma sopratutto lo sguardo assente e lontano di mio padre che mi toglie il respiro.

Mi scuso con voi per questo sfogo ,.. vorrei se possibile sapere se qualcuno conosce l'ospedale di camposampiero e come mi consiglia di procedere al meglio.grazie a tutti quanti possano aiutarmi


Avatar utente
Fabrizio55
Membro
Messaggi: 145
Iscritto il: sab 19 mag 2012, 3:13
Località: Ancona

Messaggio da Fabrizio55 » mar 4 mar 2014, 5:29

@Mino75...alt! prendi fiato e respira..calmati!..capisco il momento di ansia, ci siamo passati tutti, ma la situazione di tuo padre non mi sembra drammatica. Non indichi il psa, il referto della biopsia (magari dammene informazione) ma il quadro che stai facendo non è realistico ok?..Preso fiato?..tutto apposto?..ok, dai ragioniamo:Punto1) la scintigrafia e la tac addome inferiore e superiore è esame di routine che fanno TUTTI coloro ai quali è stato diagnosticato tumore prostatico, non significa a priori che sia preludio di morte certa. Punto 2)Non esiste urgenza nella prostatectomia, io mi sono operato dopo 4 mesi dalla diagnosi, hai tutto il tempo di fare le tue valutazioni e ddecidere. Punto 3) Tuo padre NON è assolutamente troppo vecchio per fare la prostatectomia robot assistita, forse (!) non è il suo caso nel senso che spesso tali neoplasie sono indolenti e magari (considerata l'età di tuo padre) potrebbe morire con il tumore alla prostata piuttosto che PER il tumore alla prostata..capisci? Forse, è più opportuno tenerlo sotto controllo che operarlo, questo è il senso. Punto4)Eventualmente decideste di farlo operare con il metodo robot assistito, lascia stare l'ospedale di Camposampiero (nella robotica quello che conta è l'esperienza e il numero di interventi fatti) e rivolgiti a Milano ..allo IEO o al S.Raffaele Ville Turro...eccellenze europee!! Ci siam capiti. Punto5) E' tuo compito risvegliare tuo padere dal torpore di tristezza e abbandono nel quale si è cacciato..fagli capire che questa malattia è risolvibile e gli anni che gli restano da vivere sono ancora tanti..ma tanti..ok?

Dai forza! se ti serve siamo qua.


nikidoz
Membro
Messaggi: 27
Iscritto il: dom 29 dic 2013, 3:17

Messaggio da nikidoz » mar 4 mar 2014, 16:53

Fabrizio ,buondi.tu sei veramente bravo a dare delle risposte esaurienti a tutti,hai il potere e la sapienza di far rilassare tutti noi che facciamo (nostro malgrado) di questa categoria.ora ti chiedo una cortesia non solo a te ma anche ad altri che hanno avuto la mia stessa storia.Operato 33 giorni fà alla prostata (tumore) con la tecnica laporoscopia con nervi salvi al 70% .A distanza di 30 giorni ho fatto il controllo del PSA.Sono rimasto sorpreso perche credevo di leggere un 0,001 e invece mi ritrovo con 0,02 NG/ML. psa free.Devo preoccuparmi oppure rifare il controllo presso un'altro ambulatorio?????grazie mille.nikidoz


ANTONIO59
Membro
Messaggi: 228
Iscritto il: lun 6 feb 2012, 17:33

Messaggio da ANTONIO59 » mar 4 mar 2014, 17:12

Caro Fabrizio, fa sempre piacere leggerti.

Mi accomuno a ciò che scrivi a Mino ....tutto ciò che dici è giusto e a rileggerci tornando indietro nei post precedenti mi rendo conto che sono le stesse identiche domande, interrogativi , dubbi, che avevamo anche noi...Passerà, caro Mino, devi soltanto avere tanta pazienza e forza di volontà e non abbatterti mai.

Per Nikidoz....mi pare che il valore del PSA 0,02 sia buono....di cosa ti preoccupi?

Dopo lo zero....c'è ancora un altro zero!!! STAI SERENO...

Anche mio fratello, dopo di me, è stato operato il 17 gennaio u.s. , pensa, in famiglia 2 su 2!!! Anche il suo PSA è 0,02....mi pare che si possa essere ottimisti.

Avrei piacere di avere notizie dei "vecchi" del forum.....

Una buona giornata a tutti


libeccio
Membro
Messaggi: 91
Iscritto il: ven 20 gen 2012, 22:58

Messaggio da libeccio » mar 4 mar 2014, 21:41

PRESENTE: Rispondo alla chiamata di Antonio. Non sbagli un colpo. La sensazione è che piano piano stai diventando il saggio amico.
Fra sette giorni per me fanno 21 mesi dall'intervento e con il valore del Psa sempre costante ogni tre mesi < a 0,01, comincio a dimenticare la malattia.
Per il resto e sapete di cosa parlo, mi ritengo ultra fortunato (ma credo che il merito sia senza dubbio del chirurgo). Ho interamente recuperato la sfera sessuale riportando l'apprezzamento alla vita a valori alti. Sono cosciente che è una condizione non comune a tutti ed è per questo che spesso mi astengo da intervenire per rispetto delle sofferenze che provano altri. Ma poi penso che è meglio incoraggiare i nuovi, fosse solotanto ad evitare l'ansia. Così è successo con me daltronde.
Mi piacciono, in questo senso, gli interventi moderatori dell'ansia tuoi e di Fabrizio. Ma come non condividere le preoccupazioni dei tanti nuovi che alacremente si registrano e vanno a caccia di informazioni su quanto capita loro o ai loro congiunti.
E succede anche a me come a tanti che non passa una settimana senza dare una occhiata al forum e nello spirito che ho apprezzato all'inizio, provo a rispondere all'amico nikidoz a cui do il mio benvenuto.
Nel controllo del Psa post intervento a 30 giorni deve essere rilevato il valore se < 0,01 ng/ml oppure > 0,01 ng/ml. proprio perchè la trentesima giornata postoperatoria rappresenta il momento preferibile per valutare il raggiungimento dell'azzeramento.
Tieni conto che la maggior parte dei laboratori dispone oggi di test ultrasensibili in grado di misurare concentrazioni fino a 0.01 ng/ml.
Quindi entro le 3-4 settimane successive alla prostatectomia radicale con margini chirurgici negativi e neoplasia intracapsulare, il PSA dovrebbe teoricamente diventare indosabile, raggiungendo un "valore desiderabile" che, in genere, si ritiene debba essere inferiore a 0,01 ng/mL.
Credo che il valore del tuo Psa sia un buon indice di guarigione della malattia. Ovviamente il prelievo ogni tre mesi si fa per tenere sotto osservazione la probabile ricaduta e si considera "patologico" e indice di ricaduta di malattia un valore di PSA > di 0,2 ng/mL (attenzione senza zeri )oppure un PSA in crescita in almeno due misurazioni successive . Ciao e in bocca al lupo.


 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Rispondi

Torna a “Tumore alla prostata”