Tumore alla prostata

Rispondi
axybal
Membro
Messaggi: 7
Iscritto il: sab 5 lug 2014, 17:30

Re: Tumore alla prostata

Messaggio da axybal » sab 12 lug 2014, 16:29

Non avevo dubbi sul tipo di risposta che Fabrizio55 mi avrebbe dato, come al solito molto precisa e dettagliata, purtroppo quello che temevo, visto il risultato della RM, è molto probabile, lunedì sento cosa mi dice il prof. G..... E poi decido. Un abbraccio a tutti i naviganti....

Avatar utente
ernestus
Membro
Messaggi: 356
Iscritto il: gio 20 set 2012, 16:07

Re: Tumore alla prostata

Messaggio da ernestus » sab 12 lug 2014, 21:16

bene ragazzi.prossima settimana ripeto analisi psa vediamo se è sceso dopo dieta senza carne e peperoncino.(sapete che il comandante alle diete non ci crede.pero' non ci credo ma lo faccio.) il 5 agosto pec tac con colina gia prenotata.poi il comandante decide il da farsi.vabbe' bando alle ciance ,ma il brasiliano che fine ha fatto ............ si sta preparando per un altra sveglia fra pochi minuti ?. salutoni dal comandante.

1955michele
Membro
Messaggi: 4
Iscritto il: ven 11 lug 2014, 17:05

Tumore alla prostata

Messaggio da 1955michele » lun 14 lug 2014, 21:36

RISCRIVO
Salve a tutti, ho 59 anni e anch'io ho sul groppone una diagnosi di "adenocarcinoma scarsamente differenziato della prostata-Gleason 7 score 3+4". Nel 2002 , dopo la prima biopsia prostatica, mi è' stata diagnosticata una prostatite cronicizzata (con Psa 10 ) con frustoli esenti da neoplasie. Negli anni successivi mi sono sottoposto ad altre tre biopsie, tutte con esito negativo circa la presenza di neoplasie ma con aumento graduale delle dimensioni della prostata e del Psa sino al valore di 42 nel maggio del 2014. Nella quinta e ultima biopsia mi è stato diagnosticato, su un solo frustolo, tra i 20 prelevati, "minuto focolaio (5%) di adenocarcinoma scarsamente differenziato della prostata-Gleason 7 score 3+4". In questi giorni e' iniziata la trafila degli esami diagnostici del caso ( scintigrafia ossea, Tac addome- torace, esami del sangue) ma sono pronto psicologicamente per l'intervento di asportazione della prostata. Vorrei sottopormi a questo intervento presso l'ospedale Miulli di Acquaviva delle Fonti ( Bari) dove è in uso la robotica per tale interventio. Chiedo quindi, a chi ha avuto esperienza di intervento simile al mio, eseguito con la robotica al Miulli, di darmi indicazioni, giudizi, commenti su questa esperienza in modo che possa avere le idee più chiare sul da farsi e crearmi, grazie al vostro aiuto, spalle più forti!

Avatar utente
Fabrizio55
Membro
Messaggi: 143
Iscritto il: sab 19 mag 2012, 3:13
Località: Ancona

Re: Tumore alla prostata

Messaggio da Fabrizio55 » mar 15 lug 2014, 23:27

Michele credo che nessuno abbia avuto esperienza di intervento con la robotica la "Miulli" di Bari...credo sia la prima volta che sento di questa struttura nel forum. Premesso che ogni decisione spetta a te ma.....hai valutato l'ipotesi della sorveglianza attiva?? ovvero, controllare l'evolversi di questo minuto adenocarcinoma nel tempo..forse è un "overtreatment" considerando la tua situazione clinica...sei sicuro di voler prendere il toro per le corna senza aspettare (monitorando attentamente..sia chiaro) l'evoluzione del tuo micro adenocarcinoma?? Sappi che molti carcinomi del tuo livello rimangono silenti per il resto della tua vita, non evolvono, non metastatizzano..semplicemente rimangono li dove sono..punto.
In ogni caso, caro Michele, se fossi così deciso a togliere il dente...ma..ma proprio il Miulli?? Senza nulla togliere alla capacità e professionalittà degli operatori sanitari, ma sappi che la praticità nella robotica si raggiunge con il numero di interventi effettuati e forse lo IEO (oltre 1.000 interventi a tutt'oggi..) e il San Raffaele Ville Turro a Milano (tanto per citarne due a caso...) in questo campo sono delle eccellenze europee..lo sapevi? Ribadisco, fai come meglio credi e come la tua situazione personale contingente meglio crede, ma ritengo che in queste situazioni (di un tumore comunque si parla) sia decisamente meglio affidarsi alle eccellenze e non alle strutture del "sentito dire".
Ciao un abbraccio.

Avatar utente
ernestus
Membro
Messaggi: 356
Iscritto il: gio 20 set 2012, 16:07

Re: Tumore alla prostata

Messaggio da ernestus » mer 16 lug 2014, 18:37

caro michele informati di quanti interventi fanno al miuli. e poi vai con serenita'. incomincia a fare caldo saluti dal comandante.

Apis
Membro
Messaggi: 35
Iscritto il: sab 7 dic 2013, 22:26

Re: Tumore alla prostata

Messaggio da Apis » mer 16 lug 2014, 22:15

Ciao Michele.... prova a visitare questo link sull'ospedale Miulli.

ernesto62
Membro
Messaggi: 91
Iscritto il: dom 17 nov 2013, 20:52

Re: Tumore alla prostata

Messaggio da ernesto62 » gio 17 lug 2014, 18:38

Per il mio Omonimo Ernestus.
Fai male a non credere alla Alimentazione.
Io ne ho le prove su di me.
I valori hanno avuto un decisivo incremento migliorativo avvicinandosi fortemente ai valori standar del rapporto Psa Libero/Totale
quando era prima in maniera disastrosa .
Senza null'altro. Solo alimentazione adeguata e niente altro ,Neanche integratori.
Miglioramento incredibile in soli 6 mesi

pallino
Membro
Messaggi: 27
Iscritto il: ven 18 lug 2014, 8:57

Re: Tumore alla prostata

Messaggio da pallino » ven 18 lug 2014, 20:49

Ciao, un bentrovato a tutti voi, sono l'ultimo arrivato a questo Club 48.

Non so se aspettavate proprio me, so comunque che faremo insieme un pezzo di strada molto importante, di questa nostra vita. Prima di iscrivermi ho letto tutti i v/s post dal primo all'ultimo, senza saltarne neanche uno, così vi conosco già tutti e mi compiaccio di appartenere a questo club, anche se ne avrei fatto molto volentieri a meno; queste stesse righe sono state scritte durante i già vari viaggi che ho già fatto per consultare specialisti.

Scrivo dalle marche ove, al compimento del 60esimo anni di età, tre mesi fa, ho notato qualcosa in me che non andava e dalle analisi fatte è risultato un psa di 8,4.
Fortunatamente, anche il risultato della biopsia è stato con me molto prodigo, perchè credo che se si gioca è bene farlo con carte buone....insomma con numeri alti c'è più possibilità di vincere, no?
Ed allora, egregi colleghi, ecco le mie carte ed i miei numeri:

Campioni positivi 9/16
Campioni positivi per invasione neoplastica perineurale 4/16
Campioni positivi per carcinoma intraduttale 6/16

Valori Gleason:
4+3 5 campioni
4+4 1 campione
4+5 3 campioni

Escludendo il collega Ciccio, perchè con lui davvero non si compete, chi ha carte migliori si faccia avanti per tenermi compagnia!!!!

Dopo la biopsia l'urologo mi ha prenotato per una tac per la quale dovevo attendere oltre un mese, per cui in proprio ho voluto cercarne una in tempi più brevi, ed allora....che meraviglia, che situazioni!! Ne riporto le 3 più significative:

1)ospedale di Macerata: tempo di attesa un anno

2)ospedale di Fermo: impossibile contattare il reparto. Da info trovate anche in rete si apprende che per telefono non accettano prenotazioni, né danno info.
D'altra parte, trattandosi della città di FERMO, è logico che anche il primario o chi per lui sia rimasto FERMO ai tempi prima del telefono. E pensare che trattasi di struttura pubblica!!

3)regionale di Ancona, ove l'urologo mi aveva prenotato la tac: contatto il reparto quando già avevo fatto l'esame in altro posto come dirò più sotto, ma risponde la segreteria automatica. Lascio i miei dati indicando il giorno in cui avrei avuto l'esame, informando che però lo stesso non serviva più perchè già fatto altrove. Faccio tutto con grande attenzione, conscio che il mio posto sarebbe così servito ad un altro “disgraziato” perchè chi necessita di una tac non è mai uno che sta bene.
Giunto il giorno dell'appuntamento che avevo disdetto, poco dopo l'orario in cui mi sarei dovuto presentare, dal reparto mi chiamano al telefono ricordandomi l'impegno. Dalla conversazione che ne segue si comprende che nessuno aveva ascoltato la segreteria ed il mio posto non era stato dato ad altri, quando anche c'è coda di oltre un mese sia pure per situazioni di gravità quale era il mio caso.
Eppure, mezzi e metodi per evitare questi scempi ci sarebbero, eccome, ma si continua sempre allo stesso modo: spaghetti e mandolino!!!!

Non trovando possibile fare questo esame in tempi brevi, valuto la possibilità di farlo all'estero e sono lì per prenotarmi quando mi giunge la possibilità di farlo al Maria Cecilia Hospital di Cotignola(Ra) il cui primario di radiologia, esaminato il mio istologico, mi trova un posto in neanche una settimana. Struttura privata, sinonimo di funzionalità e voglia di fare: ringrazio molto sentitamente quel medico che ha compreso la mia situazione e chi mi ha fatto il contatto, anche lui un “poveraccio” con un percorso tumorale da spavento.
Anche la scinti è stata fatta in romagna, ed entrambe sono risultate negative x patologie tumorali.

I contatti con gli specialisti iniziano con un radioterapista di un ospedale del centro-sud indicatomi da un conoscente come centro leader per la mia patologia.
Dopo un viaggio di quasi 400km ed una attesa di 3,5 ore sull'appuntamento datomi, incontro l'aiuto del primario che mi dice: ”se il male non ha attaccato la capsula, radio e chirurgia sono equipollenti per quanto a risultati, ma se la chirurgia fallisce poi si deve far la radio, quindi meglio iniziare da questa, senza chirurgia.
Se invece la capsula è stata intaccata, comunque serve la radio, quindi tutto porta a dire che evitare la chirurgia a favore della radio è certamente conveniente”.
Tornato dal mio urologo, così come anche confermatomi successivamente da due eminenti chirurghi, ho dovuto scoprire che anche in questi campi ci sono sciacalli che speculano sulle disgrazie altrui.

Ad oggi ho ancora fatto altre due visite con due urologi del nord tra i più accreditati e le due diagnosi si equivalgono così come la terapia pre intervento con casodex150.
Entrambi gli urologi negano ogni ragionevole speranza per quanto al risparmio delle innervazioni della erezione a vantaggio di una più certa possibilità di sconfiggere l'alieno, ma a parte i tempi in cui operarmi, uno dei due propone la robotica , certo di riuscire a “pulire” il tutto, mentre l'altro, pur notissimo per la robotica, propone un intervento tradizionale per una maggior certezza di estirpare al meglio l'alieno.

Nell'attesa di incontrare un terzo luminare nei prox giorni, mi sono al momento già fatto una idea personale, ma mi è gradito porre a questa comunità il quesito: ed ora che si fa? Robotica o cielo aperto?

Per ultimo, credo fermamente che regimi alimentari e simili possano aiutare molto in tali situazioni, per cui saranno particolarmente graditi contatti e suggerimenti in tal senso.

Buon fine settimana a tutti e per quanto possibile -ma a volte è davvero dura- cerchiamo di non abbatterci; diverso tempo fa una cara amica mi ha insegnato a dire “fino ad oggi si è fatto sempre tutto, SI FARA' ANCHE QUESTA".

Avatar utente
ernestus
Membro
Messaggi: 356
Iscritto il: gio 20 set 2012, 16:07

Re: Tumore alla prostata

Messaggio da ernestus » ven 18 lug 2014, 21:13

caro ernesto 62. martedi faccio il psa spero di essere smentito dalla dieta con un psa che almeno ritorni ai valori di tranquillita' . caro pallino se leggi i miei post saprai che ogni urologo fa di capocchia sua .io che sono incura qui al gemelli, dopo asportazione dell'alieno con psa meno di 0,20 non è prevista altra indagine.( tipo scintigrafia ossea, pec tac con colina eccc).poi ce un certo prof gal...... che dopo asportazione alieno ti fa 20 minuti di radio in modo di non tornare inseguito, fara' bene fara' male a voi l'ardua sentenza.SALUTONI DAL COMANDANTE.

Avatar utente
Fabrizio55
Membro
Messaggi: 143
Iscritto il: sab 19 mag 2012, 3:13
Località: Ancona

Re: Tumore alla prostata

Messaggio da Fabrizio55 » ven 18 lug 2014, 23:05

“fino ad oggi si è fatto sempre tutto, SI FARA' ANCHE QUESTA"...Bellissima Pallino, confesso di averla letta e riletta e in queste poche parole è riassunta la soria della nostra vita e di ognuno di noi.
Pallino..marchigiano (come me)...in preda al panico..calamati amico mio...calmati! Come ognuno di quelli delle quali hai letto le storie su questo forum, sei in preda al panico, normale conseguenza delle diagnosi, dei "numeri" dei pareri delle indecisioni...sei ad un attimo dal considerare finita la tua vita..stop, morto e sepolto! Eh no, non è così purtroppo per te, il tumore alla prostata è bastardo manon così bastardo come neoplasie estremamente peggiori, ma tanto peggiori! C'è la seria possibilità che tu muoia con il tumore alla prostata piuttosto che PER il tumore alla prostata..fattene una ragione...
Hai fatto una trafila esagerata di pareri tac (a Castiglion del Lago (PG) te la facevano il giorno dopo la prenotazione..costo € 85), Ospedale di Fermo (cè un primario molto bravo proveniente dagli Ospedali Riuniti di Ancona) ma la struttura è quella che è...chirurgia o radioterapia: sempre meglio la chirurgia open e non robotica..hai bisogno di una bella pulizia (oncologicamente parlando) e lascia stare le speranze di vedere il tuo fratellino bello vispo come a 20 anni...ora quello che conta è sopravvivere, non "scopare" scusa , perdona la banalità.. Chirurgia perchè garantisce al meglio un certo tipo di radicalità oncologica e cmq per la radioterapia avresti ancora spazio.
La capsula ritengo sia ancora integra, di certo il tuo alieno si è dato un bel daffare a fare figli e nipoti, si non è piccolissimo....ribadisco la chirurgia nel tuo caso è molto più radicale di una radioterapia più ormonoterapia, armi che potresti sfruttare in futuro dopo eventuale fallimento della chirurgia.
Siccome una delle mie massime è: se devo affogare lo voglio fare bene e in un bel mare grosso...ti stuzzicherei a provare un consulto presso lo IEO o il S.Raffaele Ville Turro a Milano..eccellenze assolute nel campo delle patologie prostatiche in Europa (ho i numeri di collegamento se ti interessano..in Pm te li posso dare) ..Sappi che, quando io scoprii la mia malattia dopo biopsia, un mio amico medico urologo mi disse: "vai via di qua..vai a farti operare a Milano, ovunque vuoi, ma non qua!" Con amicizia, giro a te questa indicazione che, a suo tempo , fu fatta a me. Fai le tue dovute considerazioni.
Un abbraccio.
Fabrizio

 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Rispondi

Torna a “Tumore alla prostata”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite