Tumore alla prostata

Rispondi
Avatar utente
mutilatoeinfelice
Membro
Messaggi: 34
Iscritto il: ven 12 dic 2014, 21:08

Re: Tumore alla prostata

Messaggio da mutilatoeinfelice » lun 19 gen 2015, 19:31

sgrausina ha scritto:ciao a tutti,
finalmente è arrivato l'esito della biopsia fatta a papà ( 61 anni appena compiuti )

psa al momento del ricovero 4,8

biopsie prostatiche 12: tra lobo dx - sx - e su nodulo prostatico

diagnosi: microfocolaio dm mm 1, di adenocarcinoma a piccole ghiandole, con atipia cellulare di lieve entità, grado 5 ( 3 + 2 ) di gleason. n 1 frammento interessato su 6.
microfocolaio dm mm 1 di iperplasia acinare atipica in fibroadenoleiomiomatosi
frammenti di prostata con aspetti di iperplasia adenomatosa
34BE12 negativa nel focolaio lesionale del campione 1. non valutabile nel campione due e coerente nel campione 3.

il medico dice che si tratta di un tumore a basso rischio e può essere trattato con intento curativo.
visto le caratteristiche del tumore dice che potrebbe essere idoneo a una sorveglianza attiva ripetendo il psa tra due mesi.

dice che le altre possibilità sono l'intervento, la radioterapia. non ci consiglia assolutamente la terapia ormonale visto il passato di tumore al fegato di papà.

chiedo quindi a voi cosa ne pensate.. e cosa " mi consigliate "..

noi veniamo da un male " peggiore " ( tumore al fegato )... lo metto tra virgolette non per sminuire il tumore alla prostata ( lungi da me ) ma solo perchè abbiamo vissuto davvero ma davvero di peggio... per noi questa non è una passeggiata, anzi nelle nostre orecchie e nella nostra mente continua a gironzolare il pensiero << perchè ancora a lui? perchè un'altra prova? >> ma alla fine pensiamo sempre che c'è di peggio.. pensiamo ai tanti amici che ci hanno lasciato per un tumore al colon, per un fegato nuovo non arrivato, per una leucemia fulminante... e allora alziamo la testa e lottiamo anche contro questo.. lottiamo per noi, e lottiamo per loro.... e ringraziamo ancora una volta per aver la possibilità di poter lottare.

chiedo quindi a voi amici... voi che conoscete questo tipo di male più di me, cosa mi consigliate?

un caro abbraccio..

Sgrà!
L'esperienza personale è soggettiva e quindi non adattabile per un consiglio generico.
La mia è stata disastrosa è se potessi tornare indietro farei senz'altro la sorveglianza attiva.
Ma decidere è sempre difficile. Il chirurgo consiglia l'intervento, il radioterapista la radio o la brachiterapia, l'epidemiologo la sorfeglianza attiva. Tutte le opzioni sono scientificamente valide e ognuno deve decidere personalmente.
Tuttavia il dire "rifacciamo il PSA fra 2 mesi e poi vediamo" non è di alcuna utilità: fra due mesi siamo daccapo. Io impiegherei piuttosto questo lasso di tempo per prendere una decisione ragionata e non sulla spinta emotiva.
Il progetto italiano per la sorveglianza attiva è questo http://www.siuro.it/it/pagina/studio-mu ... r-research
Quanto alla dieta non mi pronuncio. Sicuramente una dieta di tipo "orientale" povera di carne/grassi animali e soprattutto latticini è utile nel prevenire il cancro alla prostata ( i dati epidemiologici lo confermano). Interessante lettura è il China Study http://www.tecnichenuove.com/the-china-study.html e tutti i gruppi vegani danno grande risalto a questi dati...ma evidenze scientifiche che la dieta possa far regredire il tumore una volta instaurato non ce ne sono o sono solo sporadiche.

ernesto62
Membro
Messaggi: 91
Iscritto il: dom 17 nov 2013, 20:52

Re: Tumore alla prostata

Messaggio da ernesto62 » lun 19 gen 2015, 20:33

Riscontri evidenti invece ci sono. Le riviste scientifiche si guardano bene nel non pubblicarle . Ci sono conflitti di interessi sotti enormi .Comunque Per arrivare a vincere certe malattie non è che si possono risolvere dall'oggi al domani. Occcorre tenacia, volonta' tempo , dedizione, continuita' ( io in Estate mi ero lasciato andare e ecco che come riscontro ho avuto un risultato in cui il PSA mi era di nuovo avanzato.E' bastato rientrare nei ranghi e si è abbasato di nuovo in modio egregio.E' magia? E' una cosa cosi',, che viene dal nulla? Invece è' una prova se ce ne fosse ancora bisogno , che l'alimentazione è la strada corretta., . . Dobbiamo tener conto che, ci sono anni e anni di vita in ognuno di noi di stili di vita che abbiamo sovracaricato con cibi alimentari sbagliati per nostro il corpo e il nostro organismo
......Abbiamo intasato,l'interno di tossine invaso, il nostro sistema linfatico, abbiamo reso il sangue vischioso e non piu' fluido, quello stesso sangue, fonte di vita..... che iraddia e passa su tutti i nostri organi del corpo .se questo sangue piu' sara' saturo di tossine piu' probabilita' ci ammaliamo di qualsiasi malattia,compreso il cancro ..... Basta quindi ripristinare e riequilibrare ll'interno il nostro organismo per renderlo efficiente . .A volte per " depurarsi" un sogetto ha bisogno anche di piu' di un anno, due/ tre.. a secondo da quanto veleni alimentari ha fatto di abusi .Studi scientifici gia' dal primo del secolo 900 hanno messo in luce questi effetti. Gia' Il Dottor Shelton ( e anche altri) guari' parecchia gente in stato terminale , nutrendo i suoi pazienti con solo succhi di frutta e verdure fresche......Nient'altro!!" Niente Chemio.. Niente Radio e niente Interventi. Per la medicina ufficiali eran condannati.Dove non arriva piu' la scienza arriva la Natura. Dio ci ha fornito i mezzi!!!!!! .Se poi non vengono riconosciute queste cose e' perché ci sono siotto miliardi e milardi di interssi in denaro.Ma vi pare è conveniente dire che una mela, un melogano un piatto di Riso Integrale possa sortire nel tempo questi effetti? Le chemio rendono soldi.... Dietro il cancro esistono giri di interessi che sono giganteschi

Avatar utente
mutilatoeinfelice
Membro
Messaggi: 34
Iscritto il: ven 12 dic 2014, 21:08

Re: Tumore alla prostata

Messaggio da mutilatoeinfelice » mar 20 gen 2015, 0:53

Purtroppo le riviste scientifiche internazionali su questo argomento appaiono piuttosto scettiche.
Per la prevenzione vi sono numerose evidenze. Vedi ad esempio http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/25592466
ma sulla terapia per quanto si cerchi non si trova nulla pubblicato da riviste scientifiche rigorose.
In questo forum dobbiamo tenere la barra dritta e non ingenerare illusioni e eccessive aspettative.
Personalmente ritengo che una alimentazione rigorosa possa verosimilmente ridurre la velocità di progressione della malattia, ma non ho alcun convincimento che possa "guarire".
Non credo poi al complottismo delle case farmaceutiche. Le malattie da curare sono talmente tante che se fosse sufficiente l'alimentazione o particolari sostanze naturali per guarire dal cancro della prostata se ne sarebbero comunque appropriate e ne avrebbero fatto un business. Con gli integratori c'è un fiorente mercato e l'utilità del loro utilizzo è molto dubbio. Inoltre penso che come in tutte le forme tumorali che occorrono decenni per manifestarsi la prevenzione deve avvenire a partire dall'età giovanile. Consiglio inoltre per chi vuole un po uscire dal seminato la la lettura e la consultazione di questo sito veramente molto ben fatto dove sono proposti trattamenti convenzionali consolidati accanto ad altri più discutibili. http://www.yananow.org/

maddalena
Membro
Messaggi: 637
Iscritto il: mer 11 giu 2014, 15:05
Località: CREMONA

Re: Tumore alla prostata

Messaggio da maddalena » mar 20 gen 2015, 1:50

Io sto proprio leggendo il libro THE CHINA STUDY , comunque mio marito son quasi 10 mesi che segue un alimentazione senza i grassi animali e derivati , molti limoni , proteine tutte vegetali, che dire questa forse sarà una tregua ma il dato di fatto è che osservando tutto questo i risultati sperati fin ora ci sono stati le metastasi sono ferme, referti dimostrati alle tac . Per ora mio marito sta bene ,certo è un po' un sacrificio per lui che mangiava di tutto tempo fa. Abbiamo sentito anche la naturopata e ci ha riferito che la caseina presente nel latte è anche lei causa dell'insorgere dei tumori anche della prostata . Se avete da chiedere fate pure.Ciao

ernesto62
Membro
Messaggi: 91
Iscritto il: dom 17 nov 2013, 20:52

Re: Tumore alla prostata

Messaggio da ernesto62 » mar 20 gen 2015, 8:50

Mi complimento con tuo marito Maddalena. Perché ha avuto il coraggio di eliminare certi cibi che sono una delle cause principali di certe malattie.La gente, purtroppo vede il cibo poco influente nel bene e nel male. Il fatto è che non si tiene conto , talmente siamo abituati a sottovalutare certe cose, che, il cibo è una componente importante nel bene e nel male . Durante l'anno assumiamo quintali e quintali e quintali di cibo che entra nel nostro organismo , il quale lo deve , elaborare , filtrare , digerire, e assorbire comportando un processo in cui vengono impegnati parecchie cose del nostro organismo che a lungo andare, se non sono cibi adatti all'uomo sono motivo di insorgenze di ogni tipo di malattia. Il diabete, la ipertoridea, o le malattie cardiovascolari, il colestereolo, e ogni altra malattia. dalla A alla Zeta, come la vista, la cataratta l'osteroporosi ecc ecc ecc.. E tutto cio' che i medici ci indicano come malattie vengono a causa degli anni di abusi di assunzioni di cibo spazzatura O cibi errati per il nostro organismo( proteine animali, zucchero bianco e altre anemita' di cibi inutili e dannosi) Lo sapevate che l'essere umano e' progammato per vivere fino a 120 anni? Se assumesimo fin da piiccoli cibi normali adatti all'uomo .La Caseina?,Per esempio che tu hai accenato, e' fortemente indiziata attraverso studi e prove scientifiche comeubo dei motivi di insorgenza del cancro o tumori,non solo.. una volta attivata questa malattia per cosi' dire, diviene devastante perché contiene ormoni che fanno da fattore di crescita, e quindi il cancro viene alimentato . E cosi'lo stesso vale per il latte , e naturalmente i formaggi, i latticini, e tutti i suoi derivati.Non solo; Molti credono perché cosi' ci avevano insegnato che il latte aiuta a prevenire l'Osteoporosi perché ricco di calcio.Peccato che in realta' avviene il contrario; Il calcio del latte non e' assimilabile dall'uomo perché nello stomaco non abbiamo piu' gli enzimi come quando bambini fino ai 2 anni...... o come il vitello per scindere tutti i componenti del latte per disgestione, comprtando che, per far fronte a questo problema il nostro organismo mette in atto un sistema per farlo, togliendi dalle ossa minerali per riequilbrare l'andamento acidosi e portarlo in stato basico, sottraendo tra essi anche il calcio dalle ossa.In altre parole, chi beve latte e' soggetto a osteoporosi. Lo dimostrano i fatti; I paesi a piu' alto consumo di latte ne sono pieni , al contrario di quelli che non ne fanno uso costante......Senza contare che, siamo l'unica specie animale nel mondo che consuma latte dopo lo svezzamento. Solo L'uomo lo fa, dove in natura storpiamo tutto, e, i risultati sono evidenti.

Avatar utente
ernestus
Membro
Messaggi: 355
Iscritto il: gio 20 set 2012, 16:07

Re: Tumore alla prostata

Messaggio da ernestus » mar 20 gen 2015, 12:22

sapete come la penso in materia di diete ferree. basta mangiare il tutto con moderazione,perche' rinunciare ogni tanto a un bel piatto saporito di abbacchio o bucatini alla matriciana o quello che vi pare a voi.comunque devo dire che se uno fa la dieta di una 20 di giorni prima del psa i valori si abbassano.salutoni dal comandante.

raggiox
Membro
Messaggi: 35
Iscritto il: mar 19 nov 2013, 16:42

Re: Tumore alla prostata

Messaggio da raggiox » mar 20 gen 2015, 12:39

Io mi son buttato sulla radioterapia esterna , grazie ai consigli di un buon oncologo . E' ancora presto per parlare ma non ho avuto grossi effetti collaterali e il psa a sei mesi dal termine della radio è 0,1 ng da 14 che era in origine. Comunque è pur vero che ogni specialista tira acqua al suo mulino e ti presenta la sua tecnica come la migliore. Invece le statistiche dicono che i risultati della radio e della chirurgia sono , in termini di guarigione, quasi sovrapponibili.
Ciao

sgrausina
Membro
Messaggi: 1057
Iscritto il: lun 1 ott 2012, 22:31
Località: CAGLIARI

Re: Tumore alla prostata

Messaggio da sgrausina » mar 20 gen 2015, 13:09

non volevo creare una discussione sulla dieta..

chiedevo solo dei consigli da chi ha già vissuto questo.. chiedevo un consiglio su chi ha vissuto le varie terapie, oppure un consiglio su dove recarci..
invece si è creata solo discussione sull'alimentazione..

grazie comunque
Gruppo Abbracciamo Un Sogno ... PERCHE' DI CANCRO SI VIVE!!!!

topote
Membro
Messaggi: 174
Iscritto il: ven 23 mar 2012, 21:13

Re: Tumore alla prostata

Messaggio da topote » mar 20 gen 2015, 14:14

Cara Sgrausina, innanzitutto ti rimando alla mio ultimo post a te dedicato, ......... abbi tanta fiducia nel Prossimo e sii positiva.
Per quanto concerne il problema attuale mi limito a constatare che il livello di gravità del tumore prostatico è proprio quasi al minimo pertanto, considerato che il tuo papi (mio coetaneo) ha gia passato qualcosina con il fegato....., oserei dire che il consiglio sulla "sorveglianza attiava" sia indicato e non va a prostrare ulteriormente il fisico di tuo padre. Ovvio, il mio è un pensiero esterno e più "amichevole" che medico.
Per quanto concerne le diete, non ci torno sopra, anzi, addirittura non leggo quelle che postano in quanto io sono di un'idea: "tutto ma in modo giusto, regolare e moderato". Non parlo del latte e di tutti i suoi derivati............ storici e millenari............ Mamma mia, cosa devo sentire e pensare che il latte l'hanno sempre consigliato come unico alimento completo........ è proprio vero, la storia contemporanea stravolge tutto........
Buon appetito Sgrausina a te e tuo papi e ricordati che l'alimentarsi, il tenere su il fisico, è la prima cosa di cui si preoccupano i medici in TUTTE le occasioni e con tutti i pazienti.

sgrausina
Membro
Messaggi: 1057
Iscritto il: lun 1 ott 2012, 22:31
Località: CAGLIARI

Re: Tumore alla prostata

Messaggio da sgrausina » mar 20 gen 2015, 16:20

Topote!
grazie di cuore...
Gruppo Abbracciamo Un Sogno ... PERCHE' DI CANCRO SI VIVE!!!!

 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Rispondi

Torna a “Tumore alla prostata”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti