Tumore alla prostata

Rispondi
FR58
Membro
Messaggi: 35
Iscritto il: gio 1 dic 2011, 0:21

Messaggio da FR58 » mer 18 gen 2012, 3:26

Incredibile Ciccio66, la tua è proprio "la Storia Infinita"!! Vedo però che riesci ad affrontare anche questo nuovo cruccio con spirito!. Complimenti davvero....

Io domani ho una giornata piena alle Molinette di Torino per gli esami preoperatori, speriamo che a cose fatte sappiano già dirmi la data dell'intervento.

Buona serata a tutti.


FR58
Membro
Messaggi: 35
Iscritto il: gio 1 dic 2011, 0:21

Messaggio da FR58 » mer 18 gen 2012, 3:31

Dimenticavo.....un pensiero particolare ad R34 che oggi dovrebbe aver fatto l'intervento. Speriamo di leggere presto suo notizie.

Di nuovo buona serata a tutto il Forum.


giac54
Membro
Messaggi: 52
Iscritto il: mar 20 set 2011, 18:34

Messaggio da giac54 » mer 18 gen 2012, 20:54

Grazie ciccio66 per gli auguri, io ho incominciato oggi la prima seduta preparatoria per le radioterapie, sono io che ti devo fare gli auguri, hai una forza d’animo che un po’ ti invidio, io cerco di pensare positivo ma in certi momenti mi cala la tristezza poi leggo quello che succede a te e penso, mi lamento io cosa deve dire ciccio66? E allora su con il morale e la vita va vissuta tutta e interamente. Alla prossima un ciao a tutti.


ciccio66
Membro
Messaggi: 34
Iscritto il: gio 22 dic 2011, 16:48

Messaggio da ciccio66 » sab 21 gen 2012, 0:14

Ciao ragazzi,scorrendo quà e là i vostri articoli ho letto che una delle vostre maggiori preoccupazioni è la DE.Per mia esperienza posso dirvi di aver provato di tutto,pastiglie con alti dosaggi iniezioni fino a 25 ml,fino a quando il mio urologo mi ha proposto una protesi peniena a 3 vie.Fatto l'impianto mi sembrava di essere tornato un giovincello di 20 anni.Purtroppo con l'ultima operazione ai linfonodi la protesi si è infettata e ho dovuto toglierla.Di questo vi avevo già informato in precedenza.La mia intenzione è, non appena la malattia mi darà un pò di tregua,di farmela reimpiantare.Dimenticavo di dirvi che sia l'impianto che la protesi è a totale carico dell'istituto sanitario. Saluti a tutti ciccio 66


Bruno56
Membro
Messaggi: 92
Iscritto il: ven 9 set 2011, 4:50

Messaggio da Bruno56 » lun 23 gen 2012, 0:00

Salve ragazzi!

sono passati ormai quasi due mesi dall'operazione e mi sento in dovere di darvi maggiori informazioni sul mio stato di salute post-operatorio.

Sostanzialmente i punti essenziali sono tre:

- cicatrici: nessun dolore, ancora rosse ma in via di rapida guarigione.

- incontinenza: indosso ancora assorbenti femminili, qualche goccia durante il giorno sotto sforzo o dopo qualche movimento particolare. Proprio ieri sono tornato a Rio de Janeiro (città in cui vivo), qui fa abbastanza caldo e penso che questo calore abbia migliorato questa caratteristica in quanto ieri nemmeno una goccia persa, speriamo bene anche per oggi e per i giorni a seguire...

- DE: quando stavo in Italia vedevo che l'attrezzo rispondeva agli stimoli, ma non avevo ancora provato niente di concreto. Finalmente ieri rincontrando mia moglie ho provato un rapporto completo... sono molto felice!! con qualche differenza, ma tutto funziona a meraviglia!! davvero non credevo in una cosi rapida ripresa...

Un grande abbraccio a tutti voi!


flic55
Membro
Messaggi: 22
Iscritto il: lun 5 set 2011, 0:21

Messaggio da flic55 » lun 23 gen 2012, 3:21

Ciao a tutti,anche per me come per Bruno sono passati quasi due mesi dall'intervento e va tutto bene,per la continenza perdo ancora qualche goccia, solamente di sera oppure sotto sforzo ma vedo che diminuisce col passare del tempo,anche per la d.e. sono contento,l'erezione è più o meno come prima dell'intervento e anche l'istologico è risultato negativo quindi posso dire di avercela fatta per il momento.Con queste poche righe vorrei trasmettere ottimismo in modo particolare a tutti quelli che mi leggono e si trovano nelle condizioni in cui mi sono trovato io quando ho saputo della malattia spaventato e angosciato,coraggio affrontatela con ottimismo e speranza vedrete che non sarà tanto drammatico,ci sono le possibilità di guarire anche senza avere le temute conseguenze.Ciao BONNY non ti ho più sentito spero che tu stia bene,se mi leggi dammi tue notizie.

Un abbraccio a tutti!


ciccio66
Membro
Messaggi: 34
Iscritto il: gio 22 dic 2011, 16:48

Messaggio da ciccio66 » mar 24 gen 2012, 0:46

Congratulazioni per Bruno56 e flic55,sono felicissimo che il vostro percorso post operatorio vada per il verso giusto.Vedrete che presto tutto questo per voi sarà solo un brutto ricordo.Io oggi per l'ennesima volta mi sono dovuto recare in ospedale perchè non riuscivo ad urinare a causa di numerosi coaguli, dovuti alla perdita di sangue, che hanno otturato il condotto urinario.Mi hanno fatto subito un ecografia e mi hanno messo un catetere che dovrò portare fino a mercoledì.Una cosa da nulla, ma tanto per tenermi occupato mi hanno detto che mercoledì mi faranno sapere quando e quanti lavaggi vescicali mi dovranno fare.Che volete che vi dica ormai ogni imprevisto è diventato una normalità pertanto non posso fare altro che accettare la vita per quello che mi offre e spero di poterlo fare con la serenità e la tranquillità che ormai da anni mi accompagna.Saluti a tutti gli amici del forum.Sempre in gamba ragazzi! SIAMO I PIU' FORTI. ciccio66


flic55
Membro
Messaggi: 22
Iscritto il: lun 5 set 2011, 0:21

Messaggio da flic55 » mar 24 gen 2012, 5:25

Ciao ciccio66, ti ringrazio e ti faccio tanti auguri per l'intervento all'occhio e anche per questo nuovo problema che ti si è presentato,spero che vada tutto bene,attendiamo tue notizie.

A presto,un abbraccio.


libeccio
Membro
Messaggi: 91
Iscritto il: ven 20 gen 2012, 22:58

Messaggio da libeccio » mar 24 gen 2012, 14:27

Buongiorno a tutti. Ho iniziato una nuova discussione intitolata "sorveglianza attiva" e per la verità ho già avuto due risposte tra cui un contatto personale di eccezionale disponibilità da parte di Bruno 56 che ringrazio anche qui e con cui spero di poter continuare a sentirmi direttamente per telefono. Penso che sia meglio però unirmi in questa discussione ed avere un maggior numero di contatti.Io Ho 53 anni e da novembre 2011 porto con me un adenocarcinoma prostatico t2a gleason 3+3 (30-10-10) 3 core postivi. Valore PSA prebiopsia 4,14. in un primo momento mi è stato suggerito il trattamento di prostatectomia radicale(a cielo aperto). Sentito un altro urologo, questi mi ha suggerito la c.d sorveglianza attiva che prevede l'esame del psa ogni 3 mesi e la rebiopsia dopo 6 mesi. Sono stato anche all'Istituto Nazionale tumori a Milano per conoscere il loro c.d. programma prostata che dal 2007 include circa 150 soggetti nella sorveglianza attiva. Costoro (dati i miei 3 prelievi positivi su 10) mi hanno spiegato che nel loro programma sono invece previsti soggetti con soli 2 prelievi positivi su 10, mentre per tutto il resto i miei valori erano omologhi al loro programma stesso e quindi hanno suggerito l'intervento.

Vi ho scoperti proprio quando ho cominciato ad esplorare la conoscenza circa la tecnica operatoria Da Vinci. Già perchè se e vero che la sorveglianza attiva in parte mi fa mettere la testa sotto iul cuscino e vivere allo stesso modo di prima (si fa per dire), è altrettanto vero che un successivo oncologo contattato da me mi ha invece suggerito di prendere contatti (con calma) con uno specialista proprio di tale tecnica poichè dovrebbe ridurre i rischi di una certa percentuale di D.E. Da qui nasce la necessità di avere contatti con qualcuno e condividere con lui le esperienze. Io al momento aspetto di vedere il valore del Psa a fine marzo e poi vi terrò informati. Grazie Saluti


checco
Membro
Messaggi: 75
Iscritto il: dom 9 gen 2011, 23:43

Messaggio da checco » mer 25 gen 2012, 0:24

ciao libeccio, io mi sono fatto operare con un solo prelievo positivo su 8, tecnica "nerve sparing" con Da Vinci.

Mettiamola così: a parte il fatto che se ti sottoponi a biopsia ogni 6/12 mesi per me sei un eroe, battute a parte verrà il momento che dopo un certo tempo di sorveglianza tu ti debba operare, a quel punto (tra 2-4 anni o quel che sarà) non è affatto certo che tu sia ancora un candidato ideale per la tecnica robotica, che attualmente offre la percentuale maggiore di recupero della DE, può darsi che a quel punto i chirurghi scelgano l'opzione chirurgìa a cielo aperto per avere maggiori garanzie oncologiche, ma con quella tecnica le

percentuali di recupero della DE sarebbero in caduta verticale.

Ovviamente questo è il mio modestissimo parere, riflettici sopra e tienici informati, ciao.


 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Rispondi

Torna a “Tumore alla prostata”