Tumore alla prostata

Rispondi
ANTONIO59
Membro
Messaggi: 228
Iscritto il: lun 6 feb 2012, 17:33

Messaggio da ANTONIO59 » sab 18 feb 2012, 16:59

ciao ciccio, per noi sei un esempio di coraggio ed ottimismo. personalmente ti sono vicino e ti faccio i miei più sinceri auguri.


giac54
Membro
Messaggi: 52
Iscritto il: mar 20 set 2011, 18:34

Messaggio da giac54 » sab 18 feb 2012, 22:02

ciao ciccio66 auguri,sei da prendere ad esempio, continua a scrivere sul forum, ti saluto


kamper
Membro
Messaggi: 35
Iscritto il: mar 21 dic 2010, 4:30

Messaggio da kamper » sab 18 feb 2012, 23:15

ciccio66 sei un grande bravo non mollare sei di esempio.

Grazie Bruno56 penso anch'io che un pò di debolezza possa influire negativamente sull'incontinenza, mi conforta che anche per te è stato lo stesso

un Abbraccio


domenic52
Membro
Messaggi: 36
Iscritto il: mer 30 nov 2011, 15:54

Messaggio da domenic52 » sab 18 feb 2012, 23:39

Un saluto a Ciccio che ci fa sempre coraggio e ci sprona a non mollare mai!!! Grande Ciccio ricambio un forte abbraccio, e sono d'accordo con te; la vita è meravigliosa!!!


jo
Membro
Messaggi: 72
Iscritto il: dom 19 feb 2012, 0:00

Messaggio da jo » dom 19 feb 2012, 0:16

Ciao a tutti,
Io sono di Modena, ho 57 anni e mi hanno fatto la prostatectomia radicale il 7 feb al Hesperia Hospital ed ora sono a casa in degenza.

Quello che mi da piu' fastidio e' questo maledetto catetere. Mi tocca comunque di portare il pannolone perche l'urina mi esci oltre che dal tubo anche da fuori dal tubo specie quando mi alzo e faccio qualche sforzo.

E' normale che l'urina fuoriesca sia dal catetere che dai lati. Non vedo l'ora di andare a togliermi questa cosa che e' veramente un impiccio.

Dopo quanto tempo in genere si riesce a controllare l'incontinenza? Mi hanno detto che bisogna fare un certo tipo di ginastica...

j


siriobasic
Membro
Messaggi: 29
Iscritto il: dom 11 dic 2011, 18:48

Messaggio da siriobasic » dom 19 feb 2012, 0:41

Ciao jo, pienamente d'accodo con te sul fastidio enorme che procura il catetere (l'ho tenuto 14 giorni) ed anche nel mio caso vi erano delle piccole perdite quando mi alzavo dal letto. Per il controllo della incontinenza non esiste una regola valida per tutti, infatti sul forum si legge che molti dopo pochi giorni già la controllavano, mentre altri, me compreso, a distanza di tre mesi abbondanti ancora hanno delle piccole perdite. Esistono degli esercizi da praticare per accelerare i tempi, però personalmente confesso di averli fatti ben pche volte. L'intervento che hai subito è il tradizionale a cielo aperto o in laparoscopia?


domenic52
Membro
Messaggi: 36
Iscritto il: mer 30 nov 2011, 15:54

Messaggio da domenic52 » dom 19 feb 2012, 0:48

Ciao Jo, probabilmente ti hanno dimesso col catetere perchè la giunzione uretra- vescica non è ancora chiusa bene, succedeva anche a me in ospedale che quando andavo sul vater per fare "altro" uscisse ai lati del catetere urina e mi dicevano che era nella norma, stai tranquillo ci vuole tanta pazienza, ti diranno come fare la ginnastica perineale che non sono altro che contrazioni che dovrai fare in un certo modo e servono a rinforzare la muscolatura intorno all'uretra per controllare meglio la continenza urinaria.

Tienici informati... in bocca al lupo!!!


jo
Membro
Messaggi: 72
Iscritto il: dom 19 feb 2012, 0:00

Messaggio da jo » dom 19 feb 2012, 16:03

Vi ringrazio di cuore per le vostre parole.

Il mio intervento e' stato a cielo aperto nerve sparing. Il chirurgo mi consiglio' questo metodo perche' secondo lui il metodo laparascopia aveva meno probabilita' di preservare i nervi perche' il taglio va fatto tramite calore.

Comunque, ero convinto che fosse una cosa piu' tranquilla, il chirurgo mi disse che mi servivano 4 gg in clinica dopo l'intervento e altri 3 con il catetere a casa dopo di che, ero pronto per fare le capriole.

Sono gia' passati 12 gg ed io sono ancora qui con il catetere, faccio fatica a stare seduto per via delle ferite interne, posso camminare con fatica. Spero che dopo avere tolto il catetere le cose siano un po' meno difficili.

Prima dell'intervento avevo letto e ascoltato varie testimonianze di gente che aveva subito l'intervento e tutto sembrava facilissimo. http://www.youtube.com/watch?v=018seuvqCUQ

C'era uno addirittura che diceva che l'intervento era stato piu' facile della biopsia e cosi io mi ero illuso perche' nel mio caso la biopsia e' stata assolutamente indolore.

Voi che avete gia' fatto la mia stessa "strada"... che sorprese mi aspettano ancora?


checco
Membro
Messaggi: 75
Iscritto il: dom 9 gen 2011, 23:43

Messaggio da checco » dom 19 feb 2012, 18:03

ce ne saranno ancora di sorprese purtroppo, non è mai come ti dicono, per me è stata una batosta l'ospedale, del catetere non voglio nemmeno parlarne, tanto meno della biopsia.

la ginnastica se fatta bene e con costanza ti dà risultati ottimi in breve tempo, per il resto si vedrà.

Facci sapere, checco.


ANTONIO59
Membro
Messaggi: 228
Iscritto il: lun 6 feb 2012, 17:33

Messaggio da ANTONIO59 » lun 20 feb 2012, 15:50

ciao jo, devi avere pazienza ed essere consapevole che non per tutti le cose si svolgono nello stesso modo.

anche per me che sono stato operato il 7 dicembre u.s. le cose sono andate diversamente

da altri...ad esempio non ho patito assolutamente l'incontinenza sebbene abbia avuto il catetere per due settimane...qualche problema durante il "bisogno grande" più che altro per la paura di sforzarmi.

Viceversa sto ancora avendo problemi con la D.E. ma, leggendo e confrontandomi con altri su questo forum, ci vorrà del tempo e comunque, tenere conto che la salvaguardia della vita viene prima di tutto, perciò mi sono armato di pazienza e ....fede.

Il consiglio che ti posso dare è dunque quello di essere paziente e fiducioso. Con il tempo si aggiusterà tutto. L'importante è che abbia fatto l'intervento e che sia andato bene.

Auguri.


 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Rispondi

Torna a “Tumore alla prostata”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite