Tumore alla prostata

Rispondi
domenic52
Membro
Messaggi: 36
Iscritto il: mer 30 nov 2011, 15:54

Messaggio da domenic52 » dom 11 mar 2012, 3:03

Carissimi amici di sventura, voglio anch'io dire due parole di incoraggiamento riguardo l'incontinenza. Io sono stato operato giusto 4 mesi oggi, la situazione della "piscieria" come la chiamo io, alle dimissioni dall'ospedale era piuttosto triste; poche perdite di notte ma quando mi alzavo gocciolava sia che camminassi che da fermo, se poi mi scappava un colpo di tosse, starnutivo o peggio ancora facevo qualche venticello... doccia...

Carissimo Jo anch'io avevo momenti di disperazione poi lievi progressi settimana dopo settimana, ora di notte vado in bagno una volta a volte nemmeno una e la tengo benissimo,di giorno metto un salva slip e lo tolgo la sera e c'è appena un "timbro"... spero di avere ancora margini di progresso. Ci vuole tantissima pazienza, specialmente all'inizio ho sempre fatto gli esercizi ora ci ho un pò mollato...mi dimentico; per la D.E. sto prendendo cialis 5mg tutti i giorni e lo farò a cicli mensili alterni, qualcosa si muove ma lontano dalla rigidità necessaria per compiere il Suo dovere.

un abbraccio a tutti.


marci66
Membro
Messaggi: 6
Iscritto il: lun 12 mar 2012, 3:43

Messaggio da marci66 » lun 12 mar 2012, 4:27

Ciao a tutti...il mio babbo (70 anni) ha un tumore alla prostata da qui l'esigenza di sapere il possibile per poter affrontare questo incubo.

Ha seguito la biopsia senza avere nessun sintomo se non un Psa leggermente + alto della norma 4..2 ma con un risultato piuttosto allarmante su 12 prelievi 3 sono positivi con Gleason 3+4 4+3 3+4.

Abbiamo fatto un primo consulto a Bologna dove ci è stato proposto un'intervento di chirurgia tradizionale da confermare solo dopo urotac e scintigrafia, sconsigliandoci il metodo con l'utilizzo della robotica data l'età di mio babbo in relazione alla durata dell'intervento (5 ore).

Premetto che mio padre dimostra fisicamente almeno 10 anni in meno ed è una persona estrememente attiva..e giovanile.

Vorrei tanto poter fare un ulteriore consulto a Milano a Villa Turro dove ho letto che molti di voi si sono rivolti ma non sò con chi farlo fra l'equipe riportata negli elenchi dell'ospedale....ho letto di risultati positivi avuti da giorgio1960 anche ad Abano terme dove per altro i tempi di attesa sembrano inferiori.

Per favore potete darmi dei consigli e possibilmente dei nomi di specialisti ai quali vi sieti rivolti in queste due strutture...(anche con PM)

Siete per me un punto di riferimento e grazie a voi voglio pensare che anche noi ce la possiamo fare...grazie a tutti sin da ora


jo
Membro
Messaggi: 72
Iscritto il: dom 19 feb 2012, 0:00

Messaggio da jo » lun 12 mar 2012, 14:02

Carissimi SirioBasic e Domenic52,
Vi ringrazio di cuore per le vostre parole. L'avermi raccontato le vostre esperienze, che tra l'altro sono molto simili alla mia, mi dato un'infusione di fiducia e speranza, ora so che le cose poco a poco possano davvero arrivare ad una sorta di normalita', per cui devo solo armarmi di una grande pazienza e aspettare...
Grazie mille. :)


jo
Membro
Messaggi: 72
Iscritto il: dom 19 feb 2012, 0:00

Messaggio da jo » lun 12 mar 2012, 14:25

Ciao Marci66,
Da quello che scrivi, la situazione di tuo babbo confrontata con la mia sembra essere piu' leggera.

Io ho 57 anni e avevo un PSA che era arrivato a 7 (nessun sintomo, sono arrivato a scoprirlo per puro caso facendo il mio primo checkup).

I 12 prelievi della biopsia avevano tutti quanti delle cellule tumorali con Gleason 3+3.

Io sono stato operato il 7 Feb. 2012.... ad un ospedale privato a Modena(grande professionalita' e gentilezza, sia da parte del prof. che dalla sua equipe).

Anche a me era stato sconsigliato il metodo laparoscopia, ma per altri motivi (secondo il prof. il metodo tradizionale "a cielo aperto" prometteva maggiore probabilita' per quanto riguarda il "nerve sparing", anche se i risultati nel mio caso ancora non si sono visti).

Dopo avere guardato i risultati della TAC e della scintigrafia, il prof. mi ha consigliato l'intervento di prostatectomia radicale a cielo aperto nerve sparing.

Il fatto che a tuo babbo, abbiano sconsigliato il metodo in laparascopia (con robot) per via dell'eta' mi sembra strano, a quanto so io, il metodo in laparascopia essendo meno invasivo, oltre a riportare meno cicatrici, permette un recupero post operatorio piu' veloce e sembra sia solitamente consigliato a soggetti con eta' meno giovanile, almeno io l'ho capita cosi, ma puo' darsi che mi sbagli.

La mia idea, comunque, e' che si tratta di un fatto soggettivo dal punto di vista del chirurgo, c'e' quello che si sente piu' sicuro operando nella forma tradizionale e un'altro che preferisce il sistema robotico.
E' interessante questo confronto tra i 2 metodi di intervento fatto dall'Associazione Urologi Italiani:

http://www.auro.it/prostatectomia-lapar ... nte-uguale
* laparascopia: ha un piu' rapido recupero postoperatorio

* laparascopia: e' associata a minore perdita di sangue e a un tasso di trasfusioni minore (3% vs 49%).

* cielo aperto: il percentuale di ricoveri urgenti al PS o in reparto più bassi

* cielo aperto: probabilità superiore di recuperare completamente la continenza

* Nessuna differenza in termini di tempo alla ripresa della potenza sessuale

* Nessuna differenza per complicanze cardiovascolari tromboemboliche e urinarie


giorgio1960
Membro
Messaggi: 17
Iscritto il: gio 16 feb 2012, 0:39

Messaggio da giorgio1960 » lun 12 mar 2012, 14:47

Ciao Maeci66,

si io sono stato operato ad Abano Terme. La settimana prima è stato operato un uomo di 71 anni con la stessa tecnica, e con risultati addirittura migliori dei miei. L'intervento con robot dura 7 ore e non 5.

Posso dirti di nn aver sofferto oltre il necessario. I primi 3 gg con l'aiuto di antidolorifico ho tenuto bene. Dopo due ore dall'intervento già vedevo la TV e chiacchieravo con mia moglie. Al terzo gg non ho nemmeno + preso antidolorifico e sgambettavo per i corridoi.

Se l'intervento è riuscito bene totalmente non posso ancora dirlo. Infatti, ho ancora un pò di perdite e per la DE ancora non so cosa dire, visto che dorme beato. Ma se il buon gorno si vede dal mattino, allora sono fiducioso, bisogna solo aspettare i tempi tecnici. Vedremo giorno x giorno.

Per ovviare alla lunga lista d'attesa ed accellerare i tempi ho dovuto prendere una stanza privata. Questo mi ha permesso di essere operato nel giro di 20 gg. Tutto il resto è a carico del SSN. Vai sul sito policlinico Abano Terme e trovi tutte le informazioni.

Un abbraccio ed un in bocca al lupo per tuo Padre.
Saluti

Giorgio


FR58
Membro
Messaggi: 35
Iscritto il: gio 1 dic 2011, 0:21

Messaggio da FR58 » lun 12 mar 2012, 15:02

Ciao Marci66, la mia esperianza è stata presso l'Ospedale San Giovanni Battista - Le Molinette di Torino, UROLOGIA 1. A me l'Intervento è stato fatto con il Robot Da Vinci giustificato dalla età relativamente giovane (53anni) e dalla Bassa aggressività del Tumore (1 Campione su 12 con Geason score 3+3=6). Io sono sceso in sala operatoria alle 7 del mattino e sono ricomparso in reparto alle 18.35, anche se ricordo di essermi svegliato intorno alle 15.00 in sala "rianimazione". ho dovuto stare sotto osservazione per deiverse ore solo perchè avevo dei valori di Glicemia (peraltro mai avuto problemi del genere)che non scendevano.

Mi hanno dimesso (con catetere) dopo 5 gg e dopo altri 11 mi hanno tolto il catatere. ora va decisamente meglio....

In bocca la lupo per tuo papà.

FR58


R34
Membro
Messaggi: 8
Iscritto il: sab 5 nov 2011, 3:04

Messaggio da R34 » mar 13 mar 2012, 22:59

Ciao a tutti gli amici del forum.

Per MARCI66 che ha chiesto info su Turro.

Mi sono operato a Ville Turro lo scorso gennaio per carcinoma prostatico.

Ho fatto l'intervento in laparoscopia robotizzata e, a distanza di neppure due mesi sto bene sotto tutti gli aspetti. Un mio vicino di reparto era un signore di 73 anni che ha fatto lo stesso tipo d'intervento ed è uscito anche prima di me. L'ho chiamato successivamente e non sembra se la passi così male.

Ma ognuno è un caso a se come avrai capito leggendo le nostre esperienze.

Mi sento comunque di consigliarti Ville Turro per la grande professionalità e disponibilità del personale infermieristico e sicuramente per l'attenzione al paziente propria del personale medico.

Per quanto riguarda la scelta del Prof per l'intervento va detto che in genere sono in due che effettuano questo tipo d'interventi. Uno è il primario ed è indiscutibilmente valido. L'altro è un medico di fama internazionale, di notevole esperienza che ha lavorato anche negli Stati Uniti. Qui dentro non si possono fare nomi, ma se vuoi, privatamente (tramite PM) posso darti le info che desideri.

Un forte abbraccio a tutti gli amici del forum


jo
Membro
Messaggi: 72
Iscritto il: dom 19 feb 2012, 0:00

Messaggio da jo » mer 14 mar 2012, 14:48

Ciao R34,
Perche' dici: "Qui dentro non si possono fare nomi"?

Scusate, allora io ho sbagliato a dire chi mi ha operato?

Comunque non capisco la ragione, se qualcuno me la spiega... capisco che la diffamazione possa essere inaccettabile, ma il parlare bene di qualcuno non e' certo immorale, comunque forse mi sbaglio... se questa e' una regola del forum mi era sfuggita.


marci66
Membro
Messaggi: 6
Iscritto il: lun 12 mar 2012, 3:43

Messaggio da marci66 » mer 14 mar 2012, 15:31

Grazie mille a tutti per avermi risposto... abbiamo eseguito in questi gg sia la scintigrafia che l'urotac...attendiamo i risultati..nel frattempo stiamo cercando di metterci in contatto con un paio di centri quali per l'appunto il san raffaele e anche l'ospedale di padova... non è facile riuscire ad orientarsi...vorremmo tanto fare la scelta giusta...l'importante è mantenere alto il morale e credere che anche noi possiamo farcela .

Ho fatto leeggere a mio babbo le vs. esperienze e ci siete davvero di grande aiuto.

grazie...vi abbraccio


Avatar utente
Staff AIMaC
Moderatore
Messaggi: 254
Iscritto il: ven 9 apr 2010, 20:02
Contatta:

Messaggio da Staff AIMaC » mer 14 mar 2012, 21:14

Caro Jo,
in base all'articolo 2 del nostro regolamento (http://forumtumore.aimac.it/topic/regol ... el-forum-1) non è possibile pubblicare nominativi di specialisti. Quando questo accade, dobbiamo solo provvedere alla cancellazione del nome, quindi non preoccuparti per questo piccolo inconveniente.
Un caro saluto

Lo Staff di AIMaC.

Per maggiori informazioni e orientamento gratuito, contatta l'help-line di AIMaC:
- numero verde 840 503579
- numero fisso 06 4825107
- e-mail info@aimac.it
- sito www.aimac.it

 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Rispondi

Torna a “Tumore alla prostata”