Tumore alla prostata

Rispondi
jo
Membro
Messaggi: 72
Iscritto il: dom 19 feb 2012, 0:00

Messaggio da jo » gio 15 mar 2012, 22:59

Ho letto, mi era sfuggito davvero, ora che lo so staro' piu' attento. Grazie.


jo
Membro
Messaggi: 72
Iscritto il: dom 19 feb 2012, 0:00

Messaggio da jo » lun 19 mar 2012, 23:07

Ciao a tutti,
Ho trovato molto interessanti ed istruttivi questi 3 video sugli esercizi:
http://www.youtube.com/watch?v=GFsMr5gr ... re=related

http://www.youtube.com/watch?v=e6QsUcok ... re=related

http://www.youtube.com/watch?v=7Qkm5bXk ... ure=fvwrel
Sto seguendo i suggerimenti e le cose sembra che stiano davvero migliorando.


FR58
Membro
Messaggi: 35
Iscritto il: gio 1 dic 2011, 0:21

Messaggio da FR58 » mar 20 mar 2012, 1:46

Ottimo Jo, sono ben spiegati.

Grazie

FR58


kamper
Membro
Messaggi: 35
Iscritto il: mar 21 dic 2010, 4:30

Messaggio da kamper » mar 20 mar 2012, 2:16

Complimenti jo spiegato molto bene, però dico perchè nelle strutture ospedaliere non danno indicazioni in merito, nel mio caso mi hanno insegnato gli esercizi ma niente più.

sembra quasi che il loro interesse sia quello di operare e poi "arrangiatevi".

non avete anche voi questa sensazione.


jo
Membro
Messaggi: 72
Iscritto il: dom 19 feb 2012, 0:00

Messaggio da jo » mar 20 mar 2012, 13:34

Concordo con Kamper, nel mio caso, il medico mi ha tolto il catetere, poi mi ha infilato un dito nell'ano e mi ha detto di stringerlo e rilasciarlo, poi si e' raccomandato di continuare a fare questi esercizi mattina e sera. Il tutto ha durato non piu' di 5 minuti.
Secondo me dovrebbero trattare i pazienti, non come gente ignorante, ma come persone che possono perfettamente capire le loro spiegazioni.

La consapevolezza dell'anatomia della parte sottoposta all'intervento e' molto importante per renderci attivamente partecipe al recupero, facilitando in questo modo la riabilitazione.
Guardando questi video, io mi sono reso conto finalmente, quale e' il muscolo che deve essere esercitato per garantire la tenuta, mi sono reso conto che, la parte dell'uretra rimossa con la prostata non e' stata riallacciata (come credevo), invece e' stato eliminato un moncone di 3 o 4 cm, (ed ora mi spiego perche' il pene si trova piu' tirato).


FR58
Membro
Messaggi: 35
Iscritto il: gio 1 dic 2011, 0:21

Messaggio da FR58 » mar 20 mar 2012, 17:49

Nel mio caso (Le Molinette di Torino) la spiegazione e la simulazione degli esercizi (simile a quella del 1° video)è stata data in 20-30 min, cui hanno aggiunto una brochure illustrata con degli esercizi aggiuntivi "facoltativi".

Io ho iniziato c.a. 1 mese prima dell'Operazione con le contrazioni a ganbe unite e piegate/divaricate (1 contrazione da 5 sec e 10 di riposo x 10 volte) + idem ma con respiro trattenuto, da ripetersi 2 volte al gg (mattino e pomeriggio).

Le ho iniziate nuovamente dal giorno dopo la rimozione del Catetere. Per ora la Continenza è buona di notte (nessuna perdita) e discreta di giorno (poche gocce sotto Sforzo o Tosse o Cambio posizione Seduto/Alzato, non so se gli esercizi finnora svolti hanno avuto una loro incidenza o meno, ma nel dubbio io continuo.

Saluti

FR58


jo
Membro
Messaggi: 72
Iscritto il: dom 19 feb 2012, 0:00

Messaggio da jo » mar 20 mar 2012, 21:22

A mio avviso il modus operandi di (Le Molibette di Torino) del caso di FR58 ha piu' senso. Rafforzare i muscoli perineali prima del intervento (quando ancora i muscoli non sono traumatizzati dall'intervento), dovrebbe permettere una riabilitazione piu' immediata.

Se mi avessero informato a dovere io di sicuro avrei iniziato con gli esercizi prima dell'intervento.
Per curiosita' FR58.

Quanto tempo e' passato da quando ti hanno tolto il catetere?

Sei stato operato con il metodo laparascopia o cielo aperto?
A me il catetere me l'hanno tolto il 20 feb (1 mese fa) e solo ora comincio a vedere dei risultati apprezzabili per quanto riguarda il controllo incontinenza.


FR58
Membro
Messaggi: 35
Iscritto il: gio 1 dic 2011, 0:21

Messaggio da FR58 » mer 21 mar 2012, 1:50

a me il catetere lo hanno tolto l'8 marzo (dopo in 16 gg dall'intervento effettuato il 21/2) xchè alla data inizialmente stabilita del 29/2 dalla cistografia risultavano ancora dei lievi "spandimenti", insomma non era ben cicatrizzata l'unione Uretra/vescica.
Quindi ad oggi sono trascorsi 12 gg. e fortunatamente noto solo poche (se pur fastidiose) perdite durante il giorno in occasione di piccoli sforzi (tosse, starnuti o quando mi alzo da seduto) specie nel pomeriggio/sera.
A dirla tutta sembrerebbe che ogni giorno ci siano dei (se pur piccoli) miglioramenti.
Buona serata

FR58


FR58
Membro
Messaggi: 35
Iscritto il: gio 1 dic 2011, 0:21

Messaggio da FR58 » mer 21 mar 2012, 1:52

Dimenticavo.....l'intervento è stato effettuato in Laparoscopia Robot Assistita con il "Da Vinci"

Ciao


jo
Membro
Messaggi: 72
Iscritto il: dom 19 feb 2012, 0:00

Messaggio da jo » mer 21 mar 2012, 14:21

FR58 e' stato operato in laparascopia ed in meno di 2 settimane e ' riuscito a fare quanto io o piu' di me che sono stato operato a "cielo aperto" ed e' un mese intero che mi esercito.

Questo falsa le statistiche che dicono:

* probabilità superiore di recuperare completamente la continenza in cielo aperto contro laparascopia.

http://www.auro.it/prostatectomia-lapar ... nte-uguale
Congratulazioni FR58, stai andando molto bene.

Io solo ora comincio a vedere i frutti dei miei esercizi, e ho dovuto aspettare 1 mese intero, ma ora sono contento perche' all'improvviso, tutto e' cambiato.

Ieri ho usato per 24 ore un solo assorbente, alla fine del giorno l'ho pesato, ed aveva 50 gr in piu' (sono 5 o 6 chucchiai). La normalita' e' da zero a 10 gr (1 chucchiaio) e questo e' il nostro obbietivo.

Ora di notte non perdo piu' nulla. Infatti questa notte provero' a dormire senza nulla.

Sono passato da incontinenza grave a incontinenza da sforzo (terzo grado):
Ci sono tre gradi d'incontinenza da sforzo:
primo grado: perdita d'urina quando si tossisce, si ride o si starnutisce;

secondo grado: perdite d'urina quando si sollevano pesi o si salgono scale;

terzo grado: perdite d'urina quando si è in piedi, ma non quando si è stesi.


 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Rispondi

Torna a “Tumore alla prostata”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite