Tumore alla prostata

Rispondi
libeccio
Membro
Messaggi: 91
Iscritto il: ven 20 gen 2012, 22:58

Messaggio da libeccio » ven 19 ott 2012, 18:34

Per Sergio49. Io ho avuto ed in parte li avverto ancora i sintomi di cui parli tu, maggiormente nella minzione. Nella prima settimana dopo l'intervento addirittura avvertivo dei forti dolori quando andavo di corpo che percepivo come se fossero tra l'ano e la vescica ed il mio urologo ha riferito che si trattava di dolori normali per lo shock subito dagli organi circostanti la prostata allorquando si procede al riempimento di gas per allontanare gli organi stessi dalla zona di intervento. Questi dolori in particolare sono scomparsi mentre quelli relativi alla minzione in parte ci sono ancora. Ciao
Per Peppe58. La ripresa dell'erezione (seppur al 50/60%) dopo soli 14 gg. è certamente un fattore positivo. Ne devi essere ben contento. Nei primi tre mesi tieni conto che le erezioni possono essere deboli e fugaci. Il segnale assolutamente positivo è quello relativo alle spontanee erezioni notturne che provano il funzionamento del "circuito". Per quanto mi riguarda il mio primo soddisfacente rapporto l'ho avuto 10 gg fa esattamente dopo tre mesi dall'intervento. Ovviamente spero nel miglioramento come tutti ma sono sereno e mi conforta il fatto che è universalmente riconosciuto che per una totale ripresa sono necessari almeno 18/24 mesi. Ciao
Per Sara59. Come accennavo nel nostro precedente contatto, si ipotizza una recidiva biochimica quando si registra un aumento del PSA a valori superiori di 0,2 ng/ml, e dovuti ad una curva di aumento. Nel caso di tuo marito tale valore è certamente al di sotto di questa soglia. Credo che tu e lui possiate stare tranquilli ma il vostro urologo ve lo confermerà. Ciao


sara59
Membro
Messaggi: 56
Iscritto il: mar 4 set 2012, 17:29

Messaggio da sara59 » ven 19 ott 2012, 18:47

x libeccio...grazie, avevo appena ritirato gli esami, ero molto tesa e nn ho badato al fatto che il valore era 0.007 e nn 0,07...differenza abissale..e ignoranza matematica da attacco di panico!!!! buona giornata e grazie della tua disponibilità!!! -:)


domenic52
Membro
Messaggi: 36
Iscritto il: mer 30 nov 2011, 15:54

Messaggio da domenic52 » ven 19 ott 2012, 23:17

tranquilla Sara è tutto ok!!! io a due mesi l'avevo 0,008 poi gli altri due controlli successivi ogni 4 mesi si è fissato su 0,01 quindi tutto bene e l'importante che resti così basso.

In bocca al lupo!!!

Un abbraccio a tutti i colleghi del forum


jo
Membro
Messaggi: 72
Iscritto il: dom 19 feb 2012, 0:00

Messaggio da jo » dom 21 ott 2012, 12:44

Ho una domanda per Dan (valida anche per tutti coloro che hanno gia' risolto il problema dell'incontinenza).

Continui sempre a fare gli esercizi di Kegel anche a distanza di 2 anni?

Tanto per sapere come regolarmi, ho letto da qualche parte che bisogna farli per sempre.
j


topote
Membro
Messaggi: 174
Iscritto il: ven 23 mar 2012, 21:13

Messaggio da topote » dom 21 ott 2012, 14:02

Io avevo fatto un pò di esercizi sia prima che dopo l'intervento (ma non molti e "copiandoli" da internet - Osp. le Molinette) poi, e qui non voglio ripetermi e stancare qualcuno, ho dato moltissimo peso al mio "io", alla mia volontà e comprensione del mio corpo. Sono stato operato il 20 aprile 2012, usato catetere per 5 gg. tolto previo esame citoscopico. Per due settimane ho usato pannolino (ino) poi mi sono sfidato, l'ho tolto, e da allora sono come prima e non faccio più nessun esercizio perineale ma solo esercizio fisico (lavoro in giardino ed orto, oltre che a belle camminate nei boschi). Spero di non dover fare più nulla. Ciao Jo, non leggere troppo, capisci e sfida te stesso. Unn abbraccio


peppe58
Membro
Messaggi: 40
Iscritto il: gio 30 ago 2012, 6:16

Messaggio da peppe58 » dom 21 ott 2012, 15:12

ciao Jo io sono stato operato il 5/10/2012 con robot da vinci,ad oggi sia la notte che la mattina non ho perdite ma il pomeriggio dalle ore 16 fino vero le 20 ogni qualvolta mi alzo o mi siedo ho sempre qualche perdita.Giovedi sonostato dalla fisioterapista e mi ha prescritto gli esercizi perinali,ma a tutt'oggi non vedo alcun miglioramento.Invece il problema che piu'mi irrita e mi preoccupa e che da quando mi hanno tolto il catetere,dopo 5 giorni dall'intervento previo esame citoscopico,continuo ad urinare molto spesso,durante la notte ogni 2 ore circa e durante la giornata anche meno,e quindi tutto questo mi sta provocando uno stato di ansia in quanto evito anche di uscire per paura che se mi scappa non saprei dove andare a farla,visto che nel ns Paese ci sono piu'aree attrezzate per i bisogni dei cani che non per i cristiani.Secondo voi e' tutto normale oppure e' il cao che mi rivolgo al Prof che mi ha operato??

Un grazie a tutti


topote
Membro
Messaggi: 174
Iscritto il: ven 23 mar 2012, 21:13

Messaggio da topote » dom 21 ott 2012, 20:33

Caro peppe58 il 5 ottobre è una data qui dietro l'angolo, già il punto raggiunto è incoraggiante pertanto abbi fede, conosciti e fidati di più del tuo corpo e vai avanti così. Fai una cosa: mettiti ugualmente un pannolino ma, se ti scappa, prova a tenerla (con molta volontà e spirito di sfida a te stesso) e raggiungi, se sei vicino, casa tua. D'altronde pensa: se avverti un problemino dopo le 16, non è una questione mentale? Se il tuo corpo anche di notte la tiene e ti sveglia dopo due ore, non è una questione mentale? Secondo me la vera incontinenza (che ringrazio Dio non l'ho provata) ti causerebbe perdite in qualsiasi istante nopn appena la vescica accenna a riempirsi. Forza ed auguri per il primo controllo PSA. Ciao.


jo
Membro
Messaggi: 72
Iscritto il: dom 19 feb 2012, 0:00

Messaggio da jo » dom 21 ott 2012, 21:57

Topote ha ragione, bisogna mettersi in gioco.

Io sto seguendo il suo consiglio, e' da oltre una settimana che non uso il pannolino, proprio per niente, e' vero a volte mi esci qualcosa, sopratutto di sera, ma non mi importa.

Io mi sento come un giocoliere che getta in aria delle uove e li tiene in equilibrio senza fare cadere nessuna per terra.

Ho scoperto che se metto il pannolino, mi rilasso e mi lascio andare bagnandolo tutto, se invece so di non averlo esercito un maggiore controllo su me stesso e ho dei risultati migliori, credo (e spero) che il mio problema sia stato quello di affidarmi troppo a questi assorbenti.

Bisogna gettarli via appena possibile, perche' il corpo reagisce di conseguenza.
Peppe58 sei fortunato ti sei operato un paio di settimane fa e stai gia' parlando come un veterano, l'avere perdite alla sera e' del tutto normale e anche lo stimolo di andare in bagno spesso, all'inizio e' normale, nel mio caso le prime notte mi alzavo anche fino a 5 volte per andare in bagno e di giorno ero sempre a cammino del bagno appena sentivo "l'acqua arrivare", ma dopo un po' le cose si stabilizzano.


peppe58
Membro
Messaggi: 40
Iscritto il: gio 30 ago 2012, 6:16

Messaggio da peppe58 » lun 22 ott 2012, 2:04

per Topote e Jo,grazie a tutti e due per le vs parole di fiducia che mi avete trasmesso,penso che in questi momenti ognuno di noi ha bisogno di trovare qualcuno che ci e' passato prima di te e che possa riuscire a darti una parola di incoraggiamento.

Grazie ancora


Dan
Membro
Messaggi: 3
Iscritto il: gio 18 ott 2012, 10:20

Messaggio da Dan » lun 22 ott 2012, 9:50

Per Jo e chi altri sia interessato.
Incontinenza e Caverject.
Gli esercizi ho smesso di farli circa un mese dopo l'intervento e senza aver notato il benchè minimo beneficio. Forse sbaglio, ma onestamente li ritengo del tutto inutili.

Da quel momento, ogni miglioramento è stato assolutamente naturale e spontaneo.

Giusto a completamento delle informazioni, che ritengo però soggettive e quindi probabilmente insignificanti, vorrei precisare che il benefico maggiore ho iniziato ad ottenerlo le volte in cui toglievo il pannolino in previsione di un incontro con la donna che frequento dal dopo intervento, per ridurre quel senso di vergogna che avrei invece provato dovendolo portare.

Credo perciò che abbia giocato un ruolo fondamentale l'aspetto psicologico, e che il sapere di essere senza alcuna protezione aiuti all'autocontrollo.

Infatti mi ritrovo frequentemente a fare anche lunghe passeggiate insieme a lei, e parlo di parecchie ore, senza nemmenoo avvertire il bisogno di urinare e senza che vi sia alcuna perdita, cosa che invece mi riesce difficile quando per tranquillità lo indosso.
Nel mentre, a qualche giorno dal mio primo post, vale la pena informare che ho utilizzato nuovamente (per la seconda volta) il Caverject mantenendo il dosaggio iniziale di 5 mcg. Grande soddisfazione con una erezione praticamente normale, iniziata circa 10 minuti dopo l'iniezione anche grazie all'aiuto di un eccitante massaggio della mia donna, e mantenuta costante per oltre un'ora.

Poi vi è stato un graduale afflosciamento senza alcun dolore o fastidio. Lo considero un vero trionfo ed un piccolo ritorno alla vita perchè, pur non essendo mai stato un malato di sesso, la totale impotenza mi aveva creato un vero dramma psicologico che vivevo malissimo, ed ora invece mi sembra di poter affrontare più serenamente ogni cosa.


 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Rispondi

Torna a “Tumore alla prostata”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti