Tumore alla prostata

Rispondi
libeccio
Membro
Messaggi: 91
Iscritto il: ven 20 gen 2012, 22:58

Messaggio da libeccio » lun 5 nov 2012, 20:58

X Momo. Benvenuta in questo forum. Innanzitutto ti poso dire che la maggior parte di noi ha vissuto i primi momenti con la stessa ansia con la quale stai vivendo tu. Ma ti assicuro che con il passare dei giorni ti accorgerai che i tumori alla prostata, quando a basso rischio, non temono i tempi di attesa dell'ospedale che tu sceglierai (anche se si tratta di un tempo maggiore dei 4 mesi del San Raffaele). Io ad esempio da novembre 2011 ho iniziato un periodo di "sorveglianza attiva" di 6 mesi che poteva anche continuare se non fosse che dopo la seconda biopsia a causa di un aumento di volume del carcinoma (senza che questi ovviamente fuoriuscisse dal ghiandola) mi sono messo in lista di attesa di 2 mesi all'ospedale di Pisa. Quindi nessuna paura e di a tuo marito di affrontare tutto consapevole che anche se la vita lo cambierà molto(qui ne forum ne troverai tante persone che la pensano così) addirittura si accorgerà di essere stato fortunato ad essersene accorto in tempo e di affrontare gli effetti post intervento (incontinenza etc...) uno alla volta e con serenità ... una ultima cosa... che possa sempre contare su di te... questo si. Ovviamente disponibile anche a messaggi privati.Ciao


peppe58
Membro
Messaggi: 40
Iscritto il: gio 30 ago 2012, 6:16

Messaggio da peppe58 » lun 5 nov 2012, 22:14

Cara Momo era meglio non far parte di questo club ,ma visto che la sorte ha toccato anche voi,voglio darvi il mio contributo per l'esperienza da me vissuta.

Io sono stato operato il 5/10/2012 al S.Raffaele Turro con il Robot da Vinci e devo dirti che mi sono trovato veramente bene.Ho trovato da parte del personale medico e paramedico persone veramente in gamba e umana(cosa che per pazienti con una diagnosi come la ns e'veramente importante trovare).Da come ha descritto la diagnosi di tuo marito,Gleason basso quindi tuome non aggressivo,il tempo di attesa 3/4 mesi non deve affatto preoccuparvi perche' in questo lasso di tempo il ns'amico'non puo' fare assolutamente nessun danno,in quanto,per fortuna,questo tipo di tumore alla prostata e' molto lento.La cosa importante e' che tuo marito stia il piu' tranquillo possibile,sicuramente che il tuo aiuto e vicinanza,che la cosa si sistemera' nel miglior modo.Ovviamente come gia' detto da Libeccio vi accorgerete che nella sfiga che vi e' toccata siete stati fortunati,come molti di noi,ad esservene accorti in tempo.Per ogni altro chiarimento sono a vs completa disposizione.Ciao


Avatar utente
ernestus
Membro
Messaggi: 358
Iscritto il: gio 20 set 2012, 16:07

Messaggio da ernestus » lun 5 nov 2012, 22:21

x john.io che ho' fatto l'intervento a celo aperto,posso dire che il post operatorio è + lungo 21 grappette invece dei 4 buchi del robot. per quanto riguarda l'intervento, asportazione prostata,anastomosi vescicale, risparmio dei nervi e del muscolo a ferro di cavallo che avvolge l'uretra . bè li dipende dal manico del chirurgo.ho' sentito gente operata col davinci che dopo sei mesi ancora soffrono di incontinenza. io dopo 3,5 giorni sfilato il catetere nessuna incontinenza.oggi è il 12 giorno dopo l'intervento avverto ancora un fastidio da seduto tra lano e dove stava la prostata, so' che è normale.se qualcuno ha avuto questo disturbo,vorrei sapere dopo quanti giorni va via.un salutone a tutti


libeccio
Membro
Messaggi: 91
Iscritto il: ven 20 gen 2012, 22:58

Messaggio da libeccio » lun 5 nov 2012, 22:32

X ernestus. Sono contento che il tuo post prosegue al meglio e sto seguendo l'evoluzione che tu molto simpaticamente condividi con tutti noi. Come ho già risposto ad altri, anch'io come te nei primi 15 gg. post intervento ho accusato strani dolori ... diciamo ano/rettali e in particolar modo nel vuoto lasciato dalla prostata. Quelli piu' fastidiosi ricordo che erano i primi ed in special modo quando avevo la necessita' di evacuare... erano dolori ...Il mio urologo mi ha subito tranquillizzato dicendomi che sarebbero terminati dopo circa un mese e così è stato... tutto passato... posso dirti che è rimasto un leggerissimo fastidio in prossimità della minzione... ma niente di che... Ciao


Momo
Membro
Messaggi: 12
Iscritto il: lun 5 nov 2012, 18:47

Messaggio da Momo » lun 5 nov 2012, 22:53

Ringrazio di cuore peppe58, libeccio e sara per la risposta.

Io so' che saro' con mio marito al 100% e sono certa che con l'amore che ci lega

supereremo tutto.

Spero di capitare tra le mani di veri professionisti, perchè mi pare di aver capito

che la mano del chirurgo che manovra il robot conta parecchio,

per questo ho il dubbi otra niguarda e san raffaele turro.

Vogliamo fare la scelta giusta.

Un'altra domanda a chi ha già passato tutta la trafila,

ci hanno prescritto : scentigrafia ossea, tac addome e torace e risonanza magnetica,

anche voi avete fatto tutti questi esami?

I primi due sono negativi fortunatamente per noi,

adesso aspettiamo di fare la risonanza,

grazie ancora a tutti, il fatto di potermi confrontare con chi stà

passando gli stessi momenti è davvero importante.


rosapinanicolettaanna
Membro
Messaggi: 372
Iscritto il: mar 25 set 2012, 17:53

Messaggio da rosapinanicolettaanna » lun 5 nov 2012, 23:08

Ernetus beh sul eta non potevo saperlo io ne ho 47 anagraficamente però per certe cose meno ahahah scusa non volevo di certo offendere nessuno sono spomtanea e molto franca a volte anche troppo!beh 50%fatto bene equivale al 100%di qualcuno inesperto ahah lo dico x opinione mia non conta quante volte si fa ma la qualita!ahahah scusate meglio che scapo o finisco x dire maialate ahah ciao


libeccio
Membro
Messaggi: 91
Iscritto il: ven 20 gen 2012, 22:58

Messaggio da libeccio » lun 5 nov 2012, 23:49

X Momo. La prima cosa che il mio urologo mi ha detto è che non sono necessari assolutamente altri esami quando l'esito della biopsia è come immagino quello di tuo marito. E questo su mia precisa richiesta. E non posso fare il nome ma ti assicuro che si tratta di un urologo di notevole importanza e che opera sulla prostata da almeno dieci anni. Anzi si è detto fortemente critico nei confronti di chi prescrive questi esami . Io nell'immediatezza ho anche ascoltato un oncologo che mi ha confermato la non necessità di alcun accanimento terapeutico. Ovviamente questa è la mia esperienza. Per il robot Da Vinci, beh... non potrei che parlarne bene... visto che anch'io sono stato operato con questa tecnica ed il recupero della continenza è stato immediato, oltre ai tempi ridottissimi di degenza ed alla poca invasività. Cmq le aspettative sono anche quelle dovute al recupero della funzione erettile grazie alla precisione della resezione. Naturalmente per questo sarà necessario molto piu' tempo ed è. in base a quanto potrai leggere nel forum, molto soggettivo e personale. Per me sono passati 3 mesi e mezzo e comincio ad avere buoni risultati. Come potrai leggere nel forum, per fortuna ci sono i post di qualcuno che è stato operato piu' di un anno fa e vi possono essere piu' di aiuto.Ma di questo ne possiamo parlare piu' avanti. Un caro saluto e ... complimenti a te ed a tutte le mogli dei cari amici del forum che condividono con noi questi momenti della nostra vita. Ciao


peppe58
Membro
Messaggi: 40
Iscritto il: gio 30 ago 2012, 6:16

Messaggio da peppe58 » mar 6 nov 2012, 0:33

per Momo,anche a me e' stato prescritto sia la scintigrafia e sia la tac addome/torace(tutte e due fortunatamente negative).Sicuramente come dice Libeccio a persone con un Gleason e un psa basso possono essere esami inutili,ma per come la vedo io meglio un esame in piu' che uno in meno.Comunque per quanto riguarda la scelta della struttura l'unica cosa da fare e' quello di fidarsi del propio istinto,dovuto all'impressione che avete avuto dal colloquio con l'Urologo che vi ha consigliato l'intervento.Se puo esservi d'aiuto la mia esperienza personale,io ho consultato 3 specialisti del settore,Humanitas,Ieo e San Raffaele.Al primo momento ero in lista allo Ieo,perche' il Dottore che mi aveva visitato mi ispirava fiducia e tranquillita' ,pero' quando poi sono andato a consulto del Prof del San Raffaele,quando sono uscito dallo studio non ho avuto piu' alcun dubbio e' ho detto a mia moglie che sarebbe stato quel Prof. a mettermi le mani addosso,e non me ne sono affatto pentito,anzi,che Dio lo benedica.Quindi cara Momo come ti ho gia' detto in precedenza io in voi mi affiderei al San Raffaele anche perche' in Lombardia,per quanto concerne specialmodo questo tipo d'intervento,e' una struttura di assoluta Eccellenza con circa 1000 interventi all'anno(un mese fa quando sono stato operato io ho conosciuto gente che arrivava da ogni parte d'Italia).

Ciao

ps:se hai bisogno di metterti in contatto con me il mio indirizzo di posta e' il seguente

giuseppe.urgo@tiscali.it


topote
Membro
Messaggi: 174
Iscritto il: ven 23 mar 2012, 21:13

Messaggio da topote » mar 6 nov 2012, 0:50

Per Momo, ciao, vedo che ti hanno rassicurato già in molti e non sto a ripetermi. Io ho i miei modi di pensare e di impostare il post-operatorio, ti invito ad andare a leggere i miei interventi in precedenza (così non mi dilungo). Un grossissimo augurio e non state in pena, anzi ringraziate il Signore che ve l'ha segnalato per tempo. Un abbraccione e se vuoi sapere di più sulla mia esperienza se vuoi sentiamoci in privato (sono della tua zona). Ciao


peppe58
Membro
Messaggi: 40
Iscritto il: gio 30 ago 2012, 6:16

Messaggio da peppe58 » mar 6 nov 2012, 1:03

per Ernestus

carissimo comandante sono molto felice e un p'o' invidioso(ovviamente scherzo) per il tuo post-operatorio.Ho letto che non hai avuto alcun problema di incontinenza,io invece dopo un mese posso dire che da venerdi scorso la guarnizione del mio rubinetto comincia a funzionare,in alcuni momenti qualche piccola goccia viene ancora fuori.Devo dire che ho preso alla lettera il consiglio di,se non erro,Topote che dalla sua esperienza consigliava di non mettere piu' alcun pannolino e che il ns cervello avrebbe fatto il resto.Per quanto riguarda il dolore tra l'ano e lo scroto,stai tranquillo che e' un fastidio che abbiamo avuto tutti e che dopo circa un mesetto tende a sparire,comunque l'importante che non stai seduto per troppo tempo su sedie rigide con schienale dritto.

ciao


 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Rispondi

Torna a “Tumore alla prostata”