Tumore alla prostata

Alice
Membro
Messaggi: 26
Iscritto il: mer 7 nov 2012, 4:39

Messaggio da Alice » dom 11 nov 2012, 20:23

ciao renato53, grazie per la risposta. se fosse possibile, mi piacerebbe poter avere i riferimenti del dottore che hai incontrato, sto costruendo per mio papà un elenco di persone da contattare in modo da aiutarlo a muoversi nella direzione che ritiene più rassicurante per se stesso.

in questo forum (giustamente) non possono essere date questo tipo di informazioni, ma se te la senti di darmi i contatti, puoi cliccare sotto al mio nome dove vedi scritto "PM a questo utente" ed entri nella parte dove puoi inviare messaggi privati.

in ogni caso, ti ringrazio ancora.

auguro a te e tua moglie di trascorrere delle giornate serene, affrontare questo intervento non è cosa da poco, lo sappiamo. ma credo che l'unica cosa che possiamo fare tutti, diretti interessati e familiari, sia proprio quella di non mettere la testa sotto la sabbia (anche se così ci sembra di non sentire...). il coraggio e la voglia di vivere che abita in ognuno di noi, alla fine, esce ed ha sempre la meglio su qualsiasi paura possa apparentemente paralizzarci. buon viaggio e a presto.


peppe58
Membro
Messaggi: 40
Iscritto il: gio 30 ago 2012, 6:16

Messaggio da peppe58 » dom 11 nov 2012, 21:27

per Fabrizio55

ti ho risposto

ciao


renato53
Membro
Messaggi: 6
Iscritto il: lun 17 set 2012, 15:04

Messaggio da renato53 » lun 12 nov 2012, 15:55

Per Alice

ti ho mandato un PM


topote
Membro
Messaggi: 174
Iscritto il: ven 23 mar 2012, 21:13

Messaggio da topote » lun 12 nov 2012, 19:37

ho inviato msg in PM per Alice.

ciao a tutti


Momo
Membro
Messaggi: 12
Iscritto il: lun 5 nov 2012, 18:47

Messaggio da Momo » lun 12 nov 2012, 20:18

Ciao a tutti, io e mio marito siamo sempre in attesa della chiamata del Niguarda per il prericovero, che pare dovrebbe avvenire a breve.

Intanto ovviamente contuinuiamo a informarci a destra e sinistra,

perchè ci sembra di non sapere mai abbastanza.

Così facendo mi sono resa conto di una cosa, ovvero il Niguarda utilizza il sistema Da Vinci, come altri ospedali, ma mi pare di aver capito (correggetemi se sbaglio) che solitamente l'accesso è anteriore ovvero dall'addome (5 buchi) mentre al Niguarda eseguono l'operazione con una via d'accesso diversa, ovvero posteriore, incidono il peritoneo parietale, lo strato che riveste le pareti della cavità addominale, nello spazio tra la vescica e il retto.

Dicono che con una via d'accesso posteriore i rischi di incontinenzi e DE si riducano ulteriormente.

Qualcuno ha fatto l'operazione con accesso posteriore? Pare che sia stato ideato dallo staff Niguarda, volevo capire qualcosa in piu' se qualcono ne sà.

Vi abbraccio tutti con affetto.


Sergio49
Membro
Messaggi: 40
Iscritto il: mar 8 mag 2012, 21:59

Messaggio da Sergio49 » mar 13 nov 2012, 1:06

Purtroppo la prostata è in una posizione difficile da raggiungere, trovandosi tra vescica e retto con i quali a volte forma delle aderenze (come è stato nel mio caso). A complicare ulteriormente le cose la presenza di altri organi più piccoli e di una quamtità industriale di vasi sanguigni e terminazioni nervose tra i quali il chirurgo deve "farsi largo".

Se un qualche luminare scopre una via di accesso che semplifica le cose, tanto meglio.

L'importante, per un buon esito, è che la tecnica sia collaudata. Ma, trattandosi del Niguarda.....

Tranquilli tutti, siete sicuramente in buone mani.


Juan44
Membro
Messaggi: 27
Iscritto il: sab 10 nov 2012, 2:20

Messaggio da Juan44 » mar 13 nov 2012, 1:21

Sono passati 4 mesi e mezzo dal mio intervento e devo dire che quanto abbia a che fare con lncontinenza si sia risolto molto bene quello che mi comincia a preoccupare in modo serio e' la DE, ho un certo ingrossamento ma non riesco a raggiungere un erezione che permeta una penetrazione. Prendo 5 mg di Cialis tutti igiorni e 20 mg Levitra a richiesta, ma non noto differenza. Sto' cominciando a preoccuparmi in modo serio credo che dovro' cominciare a pensare al Caverjet. Fortunatamente e questo mi consola i margini chirurgici, linfonodi ecc, tutto negativo, cosi come i PSA postintervento. Mi piacerebbe conoscere il vostro parere sui tempi di ricupero " normali" del ricupero erezioni.

Scusate e grazie a tutti voi,


Sergio49
Membro
Messaggi: 40
Iscritto il: mar 8 mag 2012, 21:59

Messaggio da Sergio49 » mar 13 nov 2012, 1:41

Ciao Juan44,
Il recupero dell'attività sessuale è soggettivo, e molto dipende da come è andato l'intervento, pertanto non devi confrontarti con gli altri: c'è chi recupera subito e chi non lo farà mai, nemmeno con le iniezioni.

Come ho già avuto modo di osservare precedentemente, "mancano dei pezzi", pertanto.....

Naturalmente non devi demordere, ma se tutti i tuoi tentativi non vanno a buon fine, (e guarda che sono tutti palliativi), prenditi una pausa e riprova più in là. Anche perchè 4 - 5 mesi potrebbero essere pochi.

Ciao ed auguri.


peppe58
Membro
Messaggi: 40
Iscritto il: gio 30 ago 2012, 6:16

Messaggio da peppe58 » mar 13 nov 2012, 3:11

Qualcuno di voi mi prendera' per matto,ma oggi
Dopo un mese dall'intervento, primo giorno di lavoro,comincio a riprendermi la vita.
Ciao a tutti
Peppe


Avatar utente
ernestus
Membro
Messaggi: 365
Iscritto il: gio 20 set 2012, 16:07

Messaggio da ernestus » mar 13 nov 2012, 3:11

qui è il comandante.domani faccio 20 giorni dall'intervento,incontinenza zero,minzioni senza fastidio.se tocco l'uretrea ancora sento fastidio e seduto avverto fastidio all'ano specialmente dopo defegato.probabilmente ci saranno state delle aderenze tra prostata e intestino.ma domani il comandante si fa un giro ,con la navicella sperando di non prendere troppe buche. un salutone a tutti e buttate fuori l'alieno.


 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Rispondi

Torna a “Tumore alla prostata”