Tumore alla prostata

Rispondi
nicola
Membro
Messaggi: 5
Iscritto il: gio 6 mag 2010, 16:14

Messaggio da nicola » gio 6 mag 2010, 16:27

sono stato operato di tumore alla prostata nel 2007. attualmente sono in cura e desidero contattare altri che hanno problemi simili .questo male ti rende molto vulnerale e ti senti alquanto solo , per questo motivo cerco qualcuno con cui scambiare qualche parere.nicola


danyrose
Membro
Messaggi: 4
Iscritto il: gio 15 apr 2010, 21:14
Contatta:

Messaggio da danyrose » gio 6 mag 2010, 21:21

Caro Nicola, comprendiamo il desiderio di condividere la tua esperienza con altri che stanno vivendo la tua stessa situazione.

Per facilitare la tua richiesta e rendere più accessibile l'intervento a chi lo desideri, abbiamo ritenuto opportuno rinominare la tua discussione. Un forte abbraccio.


inps09
Membro
Messaggi: 32
Iscritto il: mar 11 mag 2010, 21:32

Messaggio da inps09 » mar 11 mag 2010, 23:01

Caro Nicola

anche io sto vivendo la tua esperienza: sono stato operato di prostatectomia radicale retropubica per carcinoma acinare grado Gleason 7 (3+4) da un mese, l'esito dell'esame istologico sul 'pezzo operatorio e sui linfonodi' è stato negativo e quindi non necessito di ulteriori cure.

Sto vivendo i due problemi principali di questo intervento (incontinenza e potenza sessuale) con fiducia perchè mi dice l'urologo che le prime valutazioni vanno fatte minimo a tre mesi dall'intervento.

Forse perchè sono pessimista di natura o per un sesto senso avevo capito che il mio PSA=9,2 non era una prostatite ma qualcosa di peggio e l'esito della succesiva ecografia transrettale mi aveva confermato la diagnosi, ancora prima di vedere l'esito della biopsia.

Il fatto di essere in pensione da neanche un anno, assieme a mio moglie, e di avere una figlia di 27 anni al corrente del mio problema, mi ha aiutato tanto.

Ho 62 anni e con il loro aiuto sto cercando di ritornare a fare una vita normale: non mi fanno minimamente 'pesare' la mia situazione, tutti abbiamo fiducia in una sicura guarigione.

Mi sono documentato sul tumore alla prostata nei siti e nei vari forum medici su internet e ho seguito lo sviluppo della 'malattia' da informato, anche se sotto sotto pensi sempre in positivo.

Se vuoi scambiare le tue impressioni, se vuoi comunicare i tuoi dubbi, io ci sono.

Walter


nicola
Membro
Messaggi: 5
Iscritto il: gio 6 mag 2010, 16:14

Messaggio da nicola » mer 12 mag 2010, 1:08

Caro Walter. Non devi preoccuparti per quei due problemi che al momento ti affliggono.sicuramente è troppo presto per la loro soluzione,però devi essere sicuro che ce la farai a risolverli. Io per quanto riguarda la continenza l'ho riaquistata completamente nel giro di un paio di mesi.Per l'altro problema per me è difficile la soluzione in quanto io ho avuto un intervento radicale. Tu aiutato dai farmaci specifici potrai superare anche questo scoglio.Il mio male è molto piu' aggressivo del tuo.Sono in cura da tre anni e ringrazio il Buon Dio che mi fa stare ancora abbastanza bene . Tu devi stare tranquillo perchè hai tutte le carte in regola per sperare in una guarigione clinica.Io ho avuto nel passato un altra brutta esperienza di tumore alla vescica , superato completamente. Il tumore alla prostata ,operato a Torino a giugno 2007 invece non è come il precedente , ma molto piu' aggressivo , però non mi arrendo. Tanti cari saluti e sopratutto auguri di una completa guarigione.Nicola


inps09
Membro
Messaggi: 32
Iscritto il: mar 11 mag 2010, 21:32

Messaggio da inps09 » mer 12 mag 2010, 19:43

Caro Nicola, la tua risposta da speranza.

Oggi sono stato a fare il secondo controllo ad un mese dall'intervento: l'urologo ha confermato che va tutto bene, non servono altre terapie.

E' rimasto un po deluso dal fatto che la continenza ortostatica è ancora scarsa, mi ha sollecitato a fare meglio gli esercizi per il piano pelvico e mi chiamerà a fare un ciclo di elettrostimolazioni: secondo lui visto come ho recuperato dall'intervento, avrei dovuto migliorare la continenza, però resta il fatto che è passato solo un mese.

Cari saluti e tanti auguri per la tua situazione: vedo che stai reagendo con lo spirito giusto e questo è già metà del lavoro.


nicola
Membro
Messaggi: 5
Iscritto il: gio 6 mag 2010, 16:14

Messaggio da nicola » gio 13 mag 2010, 17:13

Caro walter . Come ti dicevo devi stare tranquillo perchè la tua situazione è completamente sotto controllo. Per quanto riguarda la continenza devi avere fiducia arriverà . Puoi aiutarti con qualco esercizio specifico che ti suggerirà il tuo urologo .Buona giornata Nicola


ariella62
Membro
Messaggi: 6
Iscritto il: lun 31 mag 2010, 3:33

Messaggio da ariella62 » lun 31 mag 2010, 3:57

Buonasera Nicola, anche a casa nostra si combatte con il tumore alla prostata. Mio padre nel 2007 è stato operato per Ca prostatico (gleason 9) purtroppo l'intervento non è stato radicale. Dopo 35 sedute di RT per circa due anni è stato controllato, da gennaio di quest'anno la malattia si è aggravata e il Psa ha iniaziato ad aumentare spaventosamente. Ora sta seguendo CHT e RT palliativa; non ti dico in quale disperazione siamo piombati! Lui è forte e coraggioso riesce anche a ironizzare sulla "sua agenda" di terapie,visite,esami. Io passo dalla speranza alla disperazione e mi sembra che tutto il resto abbia nessuna importanza, cerco solo di stare più tempo possibile con lui, ogni attimo mi sembra meraviglioso. Spero che su questo forum possiamo scambiarci qualche info e un pò di conforto.

Anche io sono neofita per questo forum, ma i tuoi messaggi mi hanno fatto vincere la titubanza e ho deciso di condividere questo momento doloroso con chi conosce e vive i miei stessi problemi.

Forza e coraggio è quello che mi ripeto continuamente, spero che possa aiutare anche te.


karjack
Nuovo membro
Messaggi: 1
Iscritto il: lun 31 mag 2010, 17:57

Messaggio da karjack » lun 31 mag 2010, 18:02

Buon giorno,Ho 34 anni e 3 anni fa dopo un tampone uretrale mi è stata diagnosticato uno strafilococco che è stato curato con antibiotico e l ecografia ai reni ha trovato una calcificazione a livello dell uretra che fino ad ora mi crea qualche problema ad urinare. Ad oggi dopo che il fastidio per una decina di giorni si era riacutizzato ho fatto l esame alle urine risultato regolare e l ecografia dei reni ha in pratica dato la stessa diagnosi di 3 anni fa specificando che la prostata è di dimensioni normali. Ad oggi ho solo una forte sensazione di calura alle mani bocca e gambe ma senza febbre. Potrebbe essere un problema della prostata?? o dovuto a cosa?


elenasiena
Membro
Messaggi: 17
Iscritto il: ven 23 apr 2010, 20:28

Messaggio da elenasiena » lun 31 mag 2010, 19:24

Caro karjack, premesso che sono donna e che non sono medico, penso comunque che sia difficile che tu trovi qui qualcuno che può rispondere alle domande che fai..in pratica chiedi una diagnosi. Per la mia esperienza ti posso dire..che la salute è una cosa preziosa, gli esami e le visite contano solo se fatte da persone veramente competenti. La logica vuole che se hai un problema che si ripresenta da anni..devi trovare chi ti dica con esattezza da che dipende, per quello che ne sò io, e potrei sbagliarmi, l'esame delle urine e l'ecografia, sono solo degli esami complementari..e da soli non sono in grado di far formulare una diagnosi precisa. Non voglio allarmarti, io adesso ho 35 anni, e mi ci son voluti ben tre anni..perchè quello che per me era un problema venisse riconosciuto e trattato per quel che era..e di visite ed esami ne ho fatti molti! Questo per dirti..che prima di tutto ti devi fidare di te..e di come ti senti..ed insistere con i dottori, sentendone più di uno. E mi raccomando..se ti dicono che non è nulla ma te non ti senti bene..o hai un fastidio..fidati di te e non di loro! Non per denigrare la professionalità dei medici, ma noi siamo i primi a sapere quando c'è qualcosa che non và, i medici poi hanno il compito di capire che cosa sia e di trovarci una soluzione. All'atto pratico: il tuo medico di base ti dovrebbe indicare un'urologo credo, il quale valutando i risultati degli esami che hai fatto o fà una diagnosi o ti fà fare ulteriori accertamenti. Non sò se conosci il sito del corriere della sera "sportello cancro" li ci sono degli oncologi, suddivisi per organo, che rispondono alle domande, puoi provare a girargli l'email che hai scritto qui. Ho provato a risponderti, anche se mi rendo conto che forse non sono la persona più adatta a farlo.

Ciao,

Elena


nicola
Membro
Messaggi: 5
Iscritto il: gio 6 mag 2010, 16:14

Messaggio da nicola » sab 5 giu 2010, 1:56

gentile Ariella 62. Solo oggi ho letto il suo gradito messaggio dal quale ho appreso che anche il suo caro papà sta combattendo con tutte le forze contro un tumore alla prostata molto aggressivo.

Non dobbiamo scoraggiarci , e continuare ad essere fiduciosi . Io nonostante la malattia stò bene . L'unico grande problema è la notte per i continui risvegli. Tanti auguri a lei ed al suo caro papà. Anche io oltre a mia moglie tanto cara e premurosa ho tre figli che mi sono molto vicini. Cordiali saluti Nicola .

P.S. La prossima settimana dovrò fare l'intervento all'occhio Dx per cataratta , a fine mese il controllo del P.S.A.


 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Rispondi

Torna a “Tumore alla prostata”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite