Metastasi ossea dopo tumore al seno

moni1
Membro
Messaggi: 1048
Iscritto il: mar 25 nov 2014, 10:55

Re: Metastasi ossea dopo tumore al seno

Messaggio da moni1 » gio 21 apr 2016, 9:30

a me sinceramente la radioterapia non ha dato tanta stanchezza, forse un po' di spossatezza per il fatto che tutti i giorni ti devi recare a fare la seduta (io ho continuato anche a lavorare). l'unico neo per ora, ho finito il 31 marzo, è che sono "sbruciacchiata".....

Marantz92
Membro
Messaggi: 31
Iscritto il: lun 7 dic 2015, 11:03

Re: Metastasi ossea dopo tumore al seno

Messaggio da Marantz92 » gio 28 apr 2016, 11:18

Franco953 ha scritto:Ciao Marantz
certo, sono tutti sintomi che possono essere legati alla chemioterapia
C'è una dispensa di AIMAC sulla chemioterapia che descrive anche gli effetti collaterali

http://www.aimac.it/cura-tumore/chemioterapia

Un abbraccio

Franco
Franco non ce nessuna chemio.mia madre ha fatto la radio.
Comunque stamattina sono arrivati i risultati delle analisi, il makers ca è a 61, sempre alto ma prima era a 78.
I globuli rossi a 5,6.
Non so perché ma la dottoressa voleva controllare anche i globuli rossi.
Il maker e normale resti alto anche dopo la radio?
La ha terminata una settimana fa

Avatar utente
Franco953
Membro
Messaggi: 2553
Iscritto il: ven 31 lug 2015, 9:57

Re: Metastasi ossea dopo tumore al seno

Messaggio da Franco953 » gio 28 apr 2016, 11:30

Scusami per l'errore Marantz

Franco
“Non è tanto quello che facciamo, ma quanto amore mettiamo nel farlo. Non è tanto quello che diamo, ma quanto amore mettiamo nel dare.”

Marantz92
Membro
Messaggi: 31
Iscritto il: lun 7 dic 2015, 11:03

Re: Metastasi ossea dopo tumore al seno

Messaggio da Marantz92 » lun 2 mag 2016, 18:44

E di che franco :)

Marantz92
Membro
Messaggi: 31
Iscritto il: lun 7 dic 2015, 11:03

Re: Metastasi ossea dopo tumore al seno

Messaggio da Marantz92 » mer 7 set 2016, 18:31

Ragazzi dopo le analisi del sangue di inizio maggio le ha rifatte prima del estate(i Makers si sono abbassati ancora molto)poi più nulla.lunedi 5 settembre ha fatto la scintigrafia(la prima dopo la radio,le avevano detto che era meglio aspettare).
Spero proprio di non ricevere altre sorprese.dopo la radio come dovrebbe andare la scintigrafia?
Poi c'è anche il problema dell artrosi che può confondere i risultati.
L'unica cosa che so è che i maker si sono abbassati molto.ma ho letto che non significa nulla,o sbaglio?
Il pericolo ora qual è? Che nel frattempo abbia sviluppato altre metastasi? O che siano peggiorate o non guarite quelle che aveva?
Non so davvero cosa aspettarmi.
Comunque prima dell estate le ho fatto fare una visita specialistica a Pisa(leggo che sono molto competenti)
E le hanno detto che la cura assegnatale va bene).
Mi piacerebbe sentire qualcuno di voi se ha avuto patologie simili,la loro esperienza insomma.
Scusate se non scrivo spesso ma è doloroso scrivere.prometto che lo farò di più.spero rispondiate numerosi.
Grazie 1000 in anticipo

Avatar utente
Franco953
Membro
Messaggi: 2553
Iscritto il: ven 31 lug 2015, 9:57

Re: Metastasi ossea dopo tumore al seno

Messaggio da Franco953 » mer 7 set 2016, 19:03

Cara Marantz
spero sinceramente che qualcuno ti risponda
Io intervengo solo per dirti che nessuno di noi è legato ad un numero minimo di post da scrivere
Da questo punto di vista abbiamo la massima libertà.
Si può anche non scrivere e leggere solamente oppure scrivere solo quando si ha bisogno di un aiuto o di suggerimenti
L'importante è sentirsi parte integrante del gruppo
Da parte nostra ti possiamo assicurare che non sarai mai sola

Franco
“Non è tanto quello che facciamo, ma quanto amore mettiamo nel farlo. Non è tanto quello che diamo, ma quanto amore mettiamo nel dare.”

Marantz92
Membro
Messaggi: 31
Iscritto il: lun 7 dic 2015, 11:03

Re: Metastasi ossea dopo tumore al seno

Messaggio da Marantz92 » mer 7 set 2016, 23:06

GraZie Franco mi fa piacere quello che dici.
Ps: sono un lui :)

Arabella
Membro
Messaggi: 71
Iscritto il: sab 13 ago 2016, 22:52

Re: Metastasi ossea dopo tumore al seno

Messaggio da Arabella » gio 22 set 2016, 23:44

Ciao! Per quello che so io per esperienza di mia mamma la radio indebolisce molto le ossa soprattutto se di base c'è una densità ossea già in crisi.a mia mamma l'oncologa ha affiancato una cura di vitamina D dopo averle fatto fare esami del sangue per valutare la situazione. Di recente ho conosciuto un medico che è anche un paziente che mi ha spiegato un po' i tumori endocrini, cioè quelli che hanno una risposta solo con cure ormonali. mi ha detto che hanno un tasso di crescita ridotto ma che spesso e volentieri vengono trasportati nel corpo dal flusso sanguigno ragione per cui sarebbe opportuno controllare il fegato almeno 1 volta l'anno. Un'altra cosa però vorrei dirtela..capisco il bisogno di avere informazioni attendibili e l'ansia di non sapere...qui nel forum credo che ci siamo passati un po' tutti. Però quando hai questi dubbi dovresti parlarne con l'oncologo che segue tua mamma... fagli pure tutte le domande che hai in testa ad ogni visita! Noi possiamo dare dei consigli sulla base della nostra esperienza empirica, consigli che sono ottimi per la gestione casalinga del problema. Oltre non possiamo andare, non abbiamo né i titoli per farlo e neppure le.conoscenze scientifiche. Fai domande molto precise e, ripeto, è più che comprensibile, ma ritengo che dovresti fare affidamento più sul tuo medico. Anche perché, e te lo dico per esperienza, ogni caso è una storia a sé pur avendo la medesima diagnosi. Un abbraccio!

Marantz92
Membro
Messaggi: 31
Iscritto il: lun 7 dic 2015, 11:03

Re: Metastasi ossea dopo tumore al seno

Messaggio da Marantz92 » ven 30 dic 2016, 1:46

Arabella ha scritto:Ciao! Per quello che so io per esperienza di mia mamma la radio indebolisce molto le ossa soprattutto se di base c'è una densità ossea già in crisi.a mia mamma l'oncologa ha affiancato una cura di vitamina D dopo averle fatto fare esami del sangue per valutare la situazione. Di recente ho conosciuto un medico che è anche un paziente che mi ha spiegato un po' i tumori endocrini, cioè quelli che hanno una risposta solo con cure ormonali. mi ha detto che hanno un tasso di crescita ridotto ma che spesso e volentieri vengono trasportati nel corpo dal flusso sanguigno ragione per cui sarebbe opportuno controllare il fegato almeno 1 volta l'anno. Un'altra cosa però vorrei dirtela..capisco il bisogno di avere informazioni attendibili e l'ansia di non sapere...qui nel forum credo che ci siamo passati un po' tutti. Però quando hai questi dubbi dovresti parlarne con l'oncologo che segue tua mamma... fagli pure tutte le domande che hai in testa ad ogni visita! Noi possiamo dare dei consigli sulla base della nostra esperienza empirica, consigli che sono ottimi per la gestione casalinga del problema. Oltre non possiamo andare, non abbiamo né i titoli per farlo e neppure le.conoscenze scientifiche. Fai domande molto precise e, ripeto, è più che comprensibile, ma ritengo che dovresti fare affidamento più sul tuo medico. Anche perché, e te lo dico per esperienza, ogni caso è una storia a sé pur avendo la medesima diagnosi. Un abbraccio!
Arabella leggo solo ora la tua risposta,grazie del messaggio.scrivo qui per sentirmi vicino a qualcuno,che seppur non laureato in medicina,forse può comprendere meglio,e anche per riportare la mia esperienza e la mia vicinanza a tutti i lettori.
Anche mia madre prende vitamina D,con calcio,mentre le analisi del fegato non so se le ha eseguite,forse erano comprese nelle analisi del sangue,non so mi informo.

Vi aggiorno:

Dopo la radioterapia,prima alla vertebra,e poi alla scapola,passato un periodo di attesa( le è stato detto che non si poteva controllare subito) mia madre ha fatto i seguenti esami:
-Analisi del sangue: Marker tumorali più che dimezzati,prima erano abbastanza alti,mentre dopo la radio quasi nella norma.
-mammografia: tutto ok
-eco transvaginale: tutto ok
-visita ginecologica classica: tutto ok
-**credo** Pap test: tutto ok
-SCINTIGRAFIA OSSE : qui non rileva più quello che rilevava prima della radio su vertebra e scapola

Questa settimana ha rifatto le analisi del sangue e i Marker sono scesi,ancora,leggermente è quasi rientrati nel range normale.

QUELLO che mi preoccupa adesso è ch ieri ha fatto la PET,essendo un esame più preciso e specifico della scintigrafia,per confermare o smentire il risultato,buono,della scintigrafia appunto.

Non capisco perché la scintigrafia dovrebbe dare un esito e la pet un altro però..e questo mi spaventa,ho paura ch sia stato tutto vano e che si sia aggravata,sembra quasi come se le analisi del sangue,la scintigrafia è il resto non contino piu nulla.

Comunque il 9 gennaio ha un controllo,un consulto diciamo,da un'oncologa più brava a Pisa,dalla quale la sto facendo andare periodicamente in parallelo alla cure e all'oncologa della mia città..così per avere un secondo parere..

Mi farebbe tanto piacere sentire esperienze dimili a quella di mia madre,vi auguro buone feste!grazie a tutti

Gioia#
Membro
Messaggi: 4
Iscritto il: dom 8 gen 2017, 19:55

Re: Metastasi ossea dopo tumore al seno

Messaggio da Gioia# » dom 8 gen 2017, 20:32

Ciao a tutti, sono nuova su questo forum ma mi avete fatto compagnia in questo anno in cui ho affrontato anche io un'operazione per tumore al seno. Ho 27 anni e circa un anno fa quasi per caso ho fatto un'ecografia al seno perchè sentivo che c'era qualcosa che non andava. Non sentivo noduli. Solo mi sentivo il seno diverso e qualcosa dentro mi diceva di guardare meglio, Mi sono sentita anche stupida perchè anche il medico che mi ha visitato inizialmente mi aveva preso per un'ipocondriaca e poi mentre mi visitava ad un certo punto si è zittito. Ed io ho capito. Il mio tumore era un duttale infiltrante G2, di 5 mm, fortunatamente rispondeva agli ormoni e non aveva intaccato i linfonodi. Ogni volta che ci ripenso mi sento profondamente fortunata per quella visita "a caso" che ho fatto. Per averlo preso in tempo. Ho fatto quadrantecomia e poi radio e sto facendo terapia ormonale. La radio anche a me ha dato tantissima stanchezza. Ogni volta che tornavo mi sembrava di aver scalato una montagna. La terapia ormonale pure mi da fastidio. Di carattere mi piace guardare sempre il bicchiere mezzo pieno e cerco di distrarmi per stare solo bene e sopportare i fastidi che la cura mi da, ma certi giorni è davvero difficile.
Tra poco avrò i controlli, è passato quasi un anno. Se finora ho affrontato tutto con incoscienza adesso ho paura.
Non riconosco più il mio seno. Il mio corpo è diverso e non capisco se i segnali che mi manda sono solo segnali di stanchezza o se sono segnali di cui preoccuparsi.
Da diversi mesi ho dolori alle ossa. So che la cura può darne. Soprattutto su una ragazza giovane come me ha un impatto più incisivo (mi hanno detto i dottori). Però molte volte temo che ci sia qualcosa anche alle ossa.
Forse sono stupida ma a volte mi viene da pensare, ma siamo così sicuri che anche se i linfonodi erano puliti qualche cellulina non sia suggita all'occhio del microscopio?
Poi appena mi sale il pesiero mi dico che sono stupifìda e cerco di vivere al meglio, ripetendomi che sono sotto controllo e che se quacosa non va sicuramente ai controlli lo vedranno..
però ecco, mi chiedevo c'è nessuno di voi a cui è successo in prima persona che nonostante non ci fossero metastasi ai linfonodi ci sono state èoi metastasi ad altri organi?
Maratanz, che tipo di tumore aveva tua mamma? Scusatemi se mi sono un pò dilungata. Avevo davvero bisogno di raccontare la mia storia

 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Rispondi

Torna a “Tumore al seno”