Sfogo

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
Rispondi
francisole
Membro
Messaggi: 10
Iscritto il: ven 11 ott 2013, 17:17

Messaggio da francisole » ven 11 ott 2013, 17:19

Leggo da giorni le vostre parole e mi sono di conforto.

La mia storia inizia il 16 aprile. Mamma ha un ictus, dal quale fortunatamente esce senza problemi dopo un periodo in ospedale.

Trascorriamo i mesi successivi con molta ansia, ma cerchiamo di tornare alla nostra normalità.

Il 1 ottobre mia mamma viene ricoverata nuovamente in ospedale. Stavolta per una banale diverticolite.

Fanno un po' di esami e saltano fuori 4 masse ad entrambi i reni. Sospettano un tumore alle ossa. Fanno tac, scintigrafia...per fortuna non ci sono metastasi.

Le masse sono lì, ferme, capsulate e sembrano non muoversi.

I medici le dicono che deve togliere entrambi i reni.

Il 1 novembre le faranno un intervento e solo allora sapranno come procedere.

Non riesco a pronunciare la parola tumore. Mi si stringe lo stomaco e mi scendono le lacrime.

Gli sguardi si incrociano e anche se le labbra non emettono un suono, gli occhi parlano e lasciano trasparire la disperazione.

Ho tanta rabbia dentro e paura. Rabbia perchè mi domando il motivo per cui succedono queste cose. Paura perchè non so come affrontare la situazione.

Mamma piange e si dispera. Io mi arrabbio con lei perchè voglio che reagisca. Non può arrendersi. Non può farlo per lei, per papà, per mio fratello.

Non può farlo per me. Tra un mese nascerà il nipotino e tutti noi progettavamo di avere a che fare solo con pappette e cambi di pannolini, invece ora

non ci importa nulla. La mattina mi sveglio e come un robot vado a lavoro, la sera mi occupo della casa, cerco di tenere le redini della famiglia ben salda.

Papà è sempre stato molto silenzioso e taciturno. In questi giorni il suo sguardo è assente. A nulla valgono i tentativi di distrarlo.

Mio fratello è medico e pur essendo abituato a rapportarsi con la sofferenza delle persone, noto che stavolta anche lui è disarmato.

I parenti serpenti sono scomparsi. Gli amici non sanno cosa fare.

So che la paura terrorizza. So anche che le frasi di circostanza non servono a nulla, ma a volte servono.

Servono per alleviare anche solo di un minuto la sofferenza. Servono per sentirsi meno soli.

So che sarà un percorso lungo e doloroso, ma spero possa andare bene.

Io ci spero. So che è da stupidi. Ma mi resta solo la speranza.

Prego ogni sera che Il Signore mi dia la forza per affrontare tutto.


sgrausina
Membro
Messaggi: 1057
Iscritto il: lun 1 ott 2012, 22:31

Messaggio da sgrausina » ven 11 ott 2013, 18:14

ciao cara... ben ( anche se non è un bene ) arrivata.. qui siamo tutti pronti ad ascoltarti e a confortarti.

ci siam passati tutti all'impatto devastante con il tumore..quella parola è terrificante, disarmante. ci siam chiesti tutti << ma perchè a me? perchè a papà? perchè a mamma, a mio fratello, sorella, nonna, nonno.. figlio.... >> e ogni volta che sento queste parole, mi rendo conto che non sono sola, no è più un << perchè proprio a me >> ma è un << perchè proprio a tutti noi, perchè non esiste ancora una cura >>..

quello che posso dirti è che il fatto che sia capsulato ( anche il tumore al fegato di mio papà lo era ) è una grandissima cosa, vuol dire che è ben protetto , idem per le metastasi.. non ci sono!!!!

ora come vogliono procedere? tolgono entrambi i reni e cosa faranno? quanti anni ha tua mamma? c'è la possibilità sempre del trapianto.. almeno di un rene!!

ora sicuramente dopo l'intervento dovrà stare su una macchina per la continua dialisi...
non sei sola, qui siamo tutti nella stessa situazione e ti capiamo pienamente.
un bacio
roberta

Gruppo Abbracciamo Un Sogno ... PERCHE' DI CANCRO SI VIVE!!!!

francisole
Membro
Messaggi: 10
Iscritto il: ven 11 ott 2013, 17:17

Messaggio da francisole » ven 11 ott 2013, 21:47

grazie, grazie di cuore. per le parole giuste, per il sostegno. so che ognuno di voi ha vissuto/sta vivendo un periodo difficile e che sa cosa si prova. pregherò per voi. un abbraccio
ora me la mandano a casa, poi a fine mese rientra in ospedale per l'intervento. solo una volta operata decideranno il da farsi. la mia mamma ha 62 anni. fino ad aprile era una persona che ne dimostrava 50. adesso ha perso 12 kg e ne dimostra 10 in più.


francisole
Membro
Messaggi: 10
Iscritto il: ven 11 ott 2013, 17:17

Messaggio da francisole » ven 11 ott 2013, 21:49




sgrausina
Membro
Messaggi: 1057
Iscritto il: lun 1 ott 2012, 22:31

Messaggio da sgrausina » ven 11 ott 2013, 21:54

62 anni vuol dire che e' ancora in tempo per fare il trapianto!!
Forza

Gruppo Abbracciamo Un Sogno ... PERCHE' DI CANCRO SI VIVE!!!!

eli75
Membro
Messaggi: 635
Iscritto il: mer 24 lug 2013, 5:32

Messaggio da eli75 » sab 12 ott 2013, 2:26

Ciao Francisole...perchè da stupidi???La mamma potrà essere operata e non ci sono metastasi...e allora perchè non tenere alta la speranza??quella deve esserci sempre e dico sempre!!

é normale reagire così perchè ci sono passata pure io e adesso che mio padre è stato operato sento una speranza rafforzarsi e che ne so ...magari sarò stupida!!ma dopo l'intervento la mamma potrà pensare alle pappette del nipotino.sarà così!!!un abbraccio e forzaaa!!


 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Rispondi

Torna a “Raccontiamoci”