Padre con neoplasia pancreatica

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
PETRAINES
Membro
Messaggi: 233
Iscritto il: gio 11 lug 2019, 10:53

Re: Padre con neoplasia pancreatica

Messaggio da PETRAINES »

Ciao Marinin, è un po' che non scrivo, aspettavo l'esito della TAC che farò a fine ottobre, ma visto che ti sei sposata mi sembra indispensabile farti tutti i miei più cari auguri.
Oggi sono esattamente 42 anni che è morto mio padre. Anche lui non ha visto nulla: il mio matrimonio, la nascita di mio figlio, purtroppo la morte di mio marito, poi di mia mamma. È andata così, capitasse adesso vivrebbe un anno in più con la chemio. Perché dopo 42 anni chi si trova al IV stadio di un tumore può solo aspirare a vivere quel poco in più. Io invece a quel tempo immaginavo negli anni duemila un mondo dove il cancro sarebbe stato curabile come l'influenza. Col cavolo!
Fenice@
Membro
Messaggi: 21
Iscritto il: dom 8 ott 2023, 14:58

Re: Padre con neoplasia pancreatica

Messaggio da Fenice@ »

Salve a tutti, questo è il mio primo post su questo forum, in questi mesi leggere le storie di tutti voi mi ha sempre ricordato di non essere sola in questo terribile vortice. Ho letto di parenti molto giovani e ad ogni messaggio si poteva capire l'immenso dolore che si celava dietro i pensieri di speranza. Purtroppo anche io ho perso una persona a me molto cara: mia Nonna, sempre per quel maledetto tumore al pancreas, un mostro che ti consuma piano piano e che non ti lascia nulla, ti toglie tutto quello che può toglierti. Nei 9 mesi di continua battaglia ho sempre accomagnato la mia amata Nonna in questa battaglia che si sapeva essere già persa alla partenza ma come sappiamo tutti, in fondo in ognuno c'è sempre una piccola luce di speranza. Solo coloro che ci passano possono sapere quanto sia relativamente rasserenante passare una giornata senza complicazioni o brutte sorprese. La battaglia di mia Nonna purtoppo dal punto di vista medico non è stata vinta ma io ogni giorno le ripetevo che il tumore non avrebbe mai potuto vincere dal punto di vista mentale perchè il vero segreto sta nel continuare seppur con questo macigno sul cuore a fare le cose di tutti i giorni. Leggendo le vostre storie mi sono sentita compresa, certo il sostegno della famiglia è importante ma in ognuno di noi scattano reazioni differenti, infatti se ancora ci ripenso mi vengono i brividi, avevo crisi di pianto di continuo (non che ora non le abbia) e ogni volta che vedevo un suo peggioramento mi si stringeva il cuore mentre la mente non voleva accettarlo. Più volte durante questo percorso ho pensato di non aver fatto abbastanza, di non averla protetta da questo male ma arrivo sempre alla conclusione che adesso non conta più. Da una parte so che ora lei sta bene e cosa più importante non soffre più in maniera atroce ma dall'altra mi manca da morire, mi manca ogni suo abbraccio, ogni suo sguardo e ogni suo bacio. Sembra strano da dire ma con mia Nonna ho (o meglio avevo) quasi il rapporto che ho con mia mamma, un rapporto di amore puro e incondizionato. Soffro tantissimo per la sua perdita ogni giorno e soffro ancora di più per tutte le cose che ha dovuto subire, ma so che ha affrontato tutto con estremo coraggio e con tutta la determinazione che un essere umano può avere.
Alla fine però so che nessuno al mondo potrà mai rompere il filo che ci lega al tuo cuore di chi abbiamo e continuamo ad amare. Come tutti voi ben sapete il tempo non toglierà mai dalla mente certe scene di puro dolore ma imparemo a conviverci ogni giorno cercando di portare avanti gli insegnamenti e i principi in cui credevano.
Dopo questo messaggio lunghissimo, ci tengo a ringraziarvi tutti perchè con i vostri messaggi, con le vostre storie non mi sono mai sentita sola, perchè sò che tante altre persone vivono in balia di una chiamata o di un referto che può veramente cambiare tutto da un momento all'altro.
Grazie ancora!🧡
“Più dolce sarebbe la morte se il mio sguardo avesse come ultimo orizzonte il tuo volto, e se così fosse... mille volte vorrei nascere per mille volte ancor morire.”🧡
LaMarinin81
Membro
Messaggi: 739
Iscritto il: sab 17 apr 2021, 14:54

Re: Padre con neoplasia pancreatica

Messaggio da LaMarinin81 »

Periodo un po' nostalgico. Di nuovi inizi (per me), di preoccupazione per mamma, di ricordi dell'autunno 2022 (l'ultimo periodo in cui mio padre è stato bene). Sarà a breve il suo primo compleanno senza di lui .
Manca, io vado avanti a volte con una serenità impensabile qualche mese fa, a volte nel dolore totale della sua assenza.
Cerco di vivere vita come la ha vissuta lui.
Certo è che papà mi manca. e che vorrei fare di più per ricordarlo.
Forse partirà una borsa di studio a suo nome, voluta dagli amic delle varie associazioni i ma ho chiesto di partecipare. Queste cose un po' fanno bene, un po' mi fanno male. Ma resto fiera di lui. e ne voglio essere la figlia meno scalcinata di quanto si pensasse.

Voi come state?
"E ricordati, io ci sarò. Ci sarò su nell’aria. Allora ogni tanto, se mi vuoi parlare, mettiti da una parte, chiudi gli occhi e cercami. Ci si parla. Ma non nel linguaggio delle parole. Nel silenzio"
(Tiziano Terzani -Un ultimo giro di giostra).
Calabria812
Membro
Messaggi: 156
Iscritto il: mar 17 mag 2022, 22:19

Re: Padre con neoplasia pancreatica

Messaggio da Calabria812 »

LaMarinin81 ha scritto: sab 28 ott 2023, 9:10 Periodo un po' nostalgico. Di nuovi inizi (per me), di preoccupazione per mamma, di ricordi dell'autunno 2022 (l'ultimo periodo in cui mio padre è stato bene). Sarà a breve il suo primo compleanno senza di lui .
Manca, io vado avanti a volte con una serenità impensabile qualche mese fa, a volte nel dolore totale della sua assenza.
Cerco di vivere vita come la ha vissuta lui.
Certo è che papà mi manca. e che vorrei fare di più per ricordarlo.
Forse partirà una borsa di studio a suo nome, voluta dagli amic delle varie associazioni i ma ho chiesto di partecipare. Queste cose un po' fanno bene, un po' mi fanno male. Ma resto fiera di lui. e ne voglio essere la figlia meno scalcinata di quanto si pensasse.

Voi come state?
Ciao Cara LaMarinin,
io mi sono riempita la vita di cose da fare, tra lavoro, bambine, casa e supporto a mia madre, durante le mie giornate di tempo per pensare non ne ho per nulla.
Se da una parte questo mi aiuta a superare le giornate, quando il pensiero di papà, del fatto che nn c è più, di quello che ha vissuto, riaffiora il dolore è più violento che mai.
Una cosa mi aiuta e mi aiuta tanto: vivere come lui ha vissuto, fare ciò che lui amava fare, rispondere alle chiamate dei suoi amici che chiamano me per chiedere cose di lavoro che avrebbero chiesto a lui o semplicemente perché io ricordo loro mio papà o anche perché provano a lenire il loro dolore ricordandolo assieme a me.
Io, come te, ho deciso di vivere nel suo esempio, cercando di essere una persona migliore, cerco di allontanare i pensieri fastidiosi come lui faceva e di distaccarmi dalle situazioni fastidiose come faceva lui, questo mi fa stare meglio, molto meglio.
A volte, ti dico la verità, penso che mi piacerebbe "passare dall'altra parte" perché tra il vivere qui in affanno forse forse penso che dall'altra parte si sta più tranquilli e, in fondo in fondo, mi chiedo se dall'altra parte lo potrò incontrare.
Questo nonostante le mie due figlie che sono ancora da crescere.
Ma il legame che ci unisce ai nostri genitori, ho capito, che almeno per me, è molto molto più forte di quello che ci unisce ai nostri figli.
Il tempo passa, il dolore resta, e sono certa non passerà mai, diventerà solo un'abitudine imparare a conviverci.
Tu ora sei in una fase bella della vita, goditela tutta e visto che siamo coetanee...pensa ad una cicogna a breve... sarà il modo migliore per riempirti la vita di cose si impegnative ma tanto tanto belle!
Ti abbraccio 😘
Malvasia
Membro
Messaggi: 19
Iscritto il: sab 30 ott 2021, 13:41

Re: Padre con neoplasia pancreatica

Messaggio da Malvasia »

LaMarinin81 ha scritto: sab 28 ott 2023, 9:10 Periodo un po' nostalgico. Di nuovi inizi (per me), di preoccupazione per mamma, di ricordi dell'autunno 2022 (l'ultimo periodo in cui mio padre è stato bene). Sarà a breve il suo primo compleanno senza di lui .
Manca, io vado avanti a volte con una serenità impensabile qualche mese fa, a volte nel dolore totale della sua assenza.
Cerco di vivere vita come la ha vissuta lui.
Certo è che papà mi manca. e che vorrei fare di più per ricordarlo.
Forse partirà una borsa di studio a suo nome, voluta dagli amic delle varie associazioni i ma ho chiesto di partecipare. Queste cose un po' fanno bene, un po' mi fanno male. Ma resto fiera di lui. e ne voglio essere la figlia meno scalcinata di quanto si pensasse.

Voi come state?
Ciao LaMarinin,

io sto un po' come te perché a breve mi ri-trasferirò in Italia, dopo 10 anni fuori. HO un po' paura, un po' gioia, un po' tristezza nel lasciare la Germania... Soprattutto un bel po' di tristezza anche, perché il mio compagno ed io ci siamo lasciati dopo 8 anni, e ancora non l'ho superata.
Papà manca tantissimo, ma sono serena. So che lui è con me. Lunedì saranno due anni che ci ha lasciati, e a me sembra che la mia vita sia un po' peggio, un po' meglio di come lui mi ha lasciata... A volte va meglio, a volte peggio. Sento le stesse cose che senti tu, a volte dolore totale, a volte serenità nel dolore.

vedremo. Andiamo avanti godendoci le piccole cose.

Un abbraccio,
Malvasia
LaMarinin81
Membro
Messaggi: 739
Iscritto il: sab 17 apr 2021, 14:54

Re: Padre con neoplasia pancreatica

Messaggio da LaMarinin81 »

Il compleanno di papà è passato.
Il primo senza di lui....sono andata a trovarlo al cimitero e ho pianto. Lo scorso anno eravamo andati insieme a festeggiare in osteria per pranzo. sembra passato un secolo.
poi sono andata al suo santuario a sentire messa.
non ci posso fare nulla, mi manca. a volte mi manca in modo così assoluto che ho paura mi manchi il fiato.
tutto attorno a me me lo ricorda. non c'è rosa che non mi faccia pensare a lui.
Sto riempiendo la mia vita di cose "belle" e "socialmente impegnate" come ha fatto lui. anche se mi accorgo che mi mancano la sua empatia e la sua naturalezza.
Cerco di fare del mio meglio.
La rabbia perché proprio lui che amava tanto vivere, non ci sia più non passa. non riesco a non pensare che meritava di vedere i funghi e la vendemmia. meritava di fare anche quest'anno il corso per i viticoltori.
Io cerco di vivere vedendo il bello della vita, perché così mi ha cresciuto. Cerco di vivere come vivrebbe lui.
Però manchi papà, manchi proprio tanto.
"E ricordati, io ci sarò. Ci sarò su nell’aria. Allora ogni tanto, se mi vuoi parlare, mettiti da una parte, chiudi gli occhi e cercami. Ci si parla. Ma non nel linguaggio delle parole. Nel silenzio"
(Tiziano Terzani -Un ultimo giro di giostra).
moni1
Membro
Messaggi: 1580
Iscritto il: mar 25 nov 2014, 10:55

Re: Padre con neoplasia pancreatica

Messaggio da moni1 »

💓
Calabria812
Membro
Messaggi: 156
Iscritto il: mar 17 mag 2022, 22:19

Re: Padre con neoplasia pancreatica

Messaggio da Calabria812 »

LaMarinin81 ha scritto: dom 12 nov 2023, 22:31 Il compleanno di papà è passato.
Il primo senza di lui....sono andata a trovarlo al cimitero e ho pianto. Lo scorso anno eravamo andati insieme a festeggiare in osteria per pranzo. sembra passato un secolo.
poi sono andata al suo santuario a sentire messa.
non ci posso fare nulla, mi manca. a volte mi manca in modo così assoluto che ho paura mi manchi il fiato.
tutto attorno a me me lo ricorda. non c'è rosa che non mi faccia pensare a lui.
Sto riempiendo la mia vita di cose "belle" e "socialmente impegnate" come ha fatto lui. anche se mi accorgo che mi mancano la sua empatia e la sua naturalezza.
Cerco di fare del mio meglio.
La rabbia perché proprio lui che amava tanto vivere, non ci sia più non passa. non riesco a non pensare che meritava di vedere i funghi e la vendemmia. meritava di fare anche quest'anno il corso per i viticoltori.
Io cerco di vivere vedendo il bello della vita, perché così mi ha cresciuto. Cerco di vivere come vivrebbe lui.
Però manchi papà, manchi proprio tanto.
🥺
Fenice@
Membro
Messaggi: 21
Iscritto il: dom 8 ott 2023, 14:58

Re: Padre con neoplasia pancreatica

Messaggio da Fenice@ »

🧡
“Più dolce sarebbe la morte se il mio sguardo avesse come ultimo orizzonte il tuo volto, e se così fosse... mille volte vorrei nascere per mille volte ancor morire.”🧡
LaMarinin81
Membro
Messaggi: 739
Iscritto il: sab 17 apr 2021, 14:54

Re: Padre con neoplasia pancreatica

Messaggio da LaMarinin81 »

È venerdì. la settimana e' passata e mi attendono due giorni di riposo.
In questo ultimo mese la mancanza di papà si è trasformata. Mi accorgo di essere più presente nelle situazioni e che i ricordi che ho di lui sono ricordi di quando era già malato ma stava bene. Mi manca, ma gli parlo spesso. E quando gli parlo è il mio papà di prima.
Vorrei fare meglio tante cose, essere più paziente e più empatica. Vorrei altresi' che sapesse che tutte le competenze che ho acquisito sono sicuramente merito suo.
Vorrei essere meno lamentona e più propositiva. A volte vorrei essere utile con le mia esperienza a chi si trova nel tornado di una diagnosi di carcinoma pancreatico. vorrei tante cose. forse troppe cose a tempo.
A volte penso che tutto quello che ho imparato facendo da scudiero al mio papà non dovrebbe essere sprecato.
"E ricordati, io ci sarò. Ci sarò su nell’aria. Allora ogni tanto, se mi vuoi parlare, mettiti da una parte, chiudi gli occhi e cercami. Ci si parla. Ma non nel linguaggio delle parole. Nel silenzio"
(Tiziano Terzani -Un ultimo giro di giostra).
 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Rispondi

Torna a “Raccontiamoci”