Tanta paura

LaMarinin81
Membro
Messaggi: 739
Iscritto il: sab 17 apr 2021, 14:54

Re: Tanta paura

Messaggio da LaMarinin81 »

Sergio125 ha scritto: mar 6 feb 2024, 19:30 Le linee guida sono le ultime pubblicate aiom poi c è un addendum del 2023 che però non riguarda modifiche al trattamento dei tumori al primo stadio, secondo me sono capibili....poi ovviamente uno deve confrontarsi con lo specialista e può chiedere chiarimenti e spiegazioni su ciò che hal etto, non volevo aiutare nessuno ma solo davo fonte di informazione scientifica, poi le decisioni spettano solo ed unicamente al paziente
Mi spiace contraddire, ma le ultime linee guida aiom su ano e retto sono del 2021.
Buona serata.
"E ricordati, io ci sarò. Ci sarò su nell’aria. Allora ogni tanto, se mi vuoi parlare, mettiti da una parte, chiudi gli occhi e cercami. Ci si parla. Ma non nel linguaggio delle parole. Nel silenzio"
(Tiziano Terzani -Un ultimo giro di giostra).
Sergio125
Membro
Messaggi: 16
Iscritto il: gio 23 nov 2023, 13:07

Re: Tanta paura

Messaggio da Sergio125 »

Chiedo venia è vero ho postato quelle anno precedente, se le ha letter avrà notato che per il trattamento dei tumori stadio uno sono identiche, infatti è il trattamento attualmente proposto, tutti gli studi clinici citati nel testo sono pregressi quindi anche su questo piano nulla è cambiato.... comunque ringrazio per la puntuale precisazione e contraccambio auguri di buona serata
Ultima modifica di Sergio125 il mer 7 feb 2024, 1:28, modificato 1 volta in totale.
Sergio125
Membro
Messaggi: 16
Iscritto il: gio 23 nov 2023, 13:07

Re: Tanta paura

Messaggio da Sergio125 »

In quanto alla comprensibilità ovviamente è soggettiva, ma per esempio in merito alla scelta tra escissione locale e resezione del retto e mesoretto , nei tumori al primo stadio come quello in argomento, viene indicato uno studio retrospettivo che ha evidenziato un beneficio assoluto di circa il 7 per cento sul rischio recidiva in favore del secondo, poi ovviamente se ci sono fattori particolari di rischio queste percentuali sono solamente indicative ma l ordine di grandezza è quello, non credo bisogna essere laureati in medicina per comprendere quale è la posta in gioco....e come ho precedentemente detto sono una base per poi confrontarsi con lo specialista.
Poi ci può essere un paziente che, anche a costo di un intervento abbastanza demolitivo preferisce massimizzare le possibilità di sopravvivenza o chi preferisce avere più rischio ma non avere le conseguenze dell intervento e questa è una scelta personale e insindacabile.
Per esperienza indiretta ho avuto impressione che il paziente spesso non venga completamente informato,poi non voglio generalizzare i medici sono persone e ognuno può avere approcci e modi diversi
 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Rispondi

Torna a “Tumore al colon-retto”