Tumore al pancreas. Speranze e dritte!

Butterfly70
Membro
Messaggi: 6
Iscritto il: gio 28 feb 2019, 8:29

Re: Tumore al pancreas. Speranze e dritte!

Messaggio da Butterfly70 » mer 20 mar 2019, 8:31

Lunedì fatta biopsia, adesso c’è da attendere almeno una settimana per esito. E intanto il tempo passa.
Adesso il dottore del san Raffaele ci dice di rivolgerci ad un oncologo, ma non poteva dirlo subito ?
Purtroppo la prima visita con l’ Oncologo del San Raffaele è al 12/05 😢 Tramite studio privato arriviamo al 17/04.
Al momento lo abbiamo tenuto, ma sappiamo quando il tempo sia fondamentale.
A questo punto vorrei provare anche con Verona e/o e/o Peschiera.
Voleva chiedere se per Oncologia è meglio Peschiera o Verona?
Mi potete mandare dei riferimenti in privato
Grazie

Butterfly70
Membro
Messaggi: 6
Iscritto il: gio 28 feb 2019, 8:29

Re: Tumore al pancreas. Speranze e dritte!

Messaggio da Butterfly70 » lun 25 mar 2019, 18:31

Sono sempre più depressa. Abbiamo avuto esito della biopsia in una settimana insistendo un po’ per guadagnare tempo esito neoplasia neuroendocrina . Abbiamo fatto oggi la visita privata al San Raffaele sempre per velocizzare e cosa ci dicono ? Di andare pure nell’ospedale della nostra città!! Ma come vengo qui perché siete un centro specializzato e ci dicono questo? Ci dicono anche fossi in voi andrei allo ieo.
Quindi devo ripartire da zero con visite e tutto è il tempo passa. Avevo fatto visita allo ieo ma con chirurgo ma poi in base a quanto letto avevo scelto il San Raffaele.
Mio marito è andato in crisi io ho reagito cazziandolo benevolmente e dicendogli devi combattere e basta, ma a tre mesi dall inizio di tutto non abbiamo neanche un idea della cura e lo capisco.
Datemi un consiglio.

Faby76
Membro
Messaggi: 900
Iscritto il: sab 12 mar 2016, 17:04

Re: Tumore al pancreas. Speranze e dritte!

Messaggio da Faby76 » lun 25 mar 2019, 23:57

Ciao Butterfly. Io penso che al momento a tuo marito serva un bravo oncologo. I protocolli sono uguali in tutti gli ospedali, quindi va bene anche l'ospedale di Varese.Mio padre è riuscito a fare la cura consigliata da un bravo chirurgo di Verona nell'ospedale vicino casa. Però visto che l'humanitas e altri ospedali rinomati distano poco da casa converrebbe rivolgersi a questi ospedali. L'importante è iniziare la cura il più presto possibile!! Ti mando un forte abbraccio
Papà ti voglio bene, sei la mia vita. Ti penso ogni momento della giornata. PROTEGGIMI

Ornela
Membro
Messaggi: 30
Iscritto il: mar 9 apr 2019, 10:08

Re: Tumore al pancreas. Speranze e dritte!

Messaggio da Ornela » ven 19 apr 2019, 12:23

Buongiorno, sono disperata a mio padre è stato diagnosticato tumore al pancreas con metastasi dopo 4 mesi che continuava a fare visite, come se questo non fosse sufficente oggi ci è stato comunicato che il campione per l'istologico non era adeguato e deve essere rifatto, non sappiamo cosa fare, tutto questo è successo a Novara, adesso pensiamo di andare al San Raffaele, il dottore di base ci ha detto che bisogna iniziare tutto da capo, cioè bisogna andare dal chirurgo e poi lui ci farà passare per le analisi dell'istologico, non c'è un modo per abbreviare i tempi? Grazie
Questa situazione è ingestibile, il tempo passa e questi dottori non fanno niente ci hanno fatto sprecare 10 giorni, oltre ai 4 mesi di visite .....

AndyCap
Membro
Messaggi: 55
Iscritto il: ven 25 gen 2019, 22:42

Re: Tumore al pancreas. Speranze e dritte!

Messaggio da AndyCap » ven 19 apr 2019, 21:46

ciao, farti ricoverare ?
ricoverato potrebbero farti gli esami accorciando i tempi
a Verona, San Raffaele o Humanitas, quello più veloce...
purtroppo adesso ci sono di mezzo un sacco di festività, ma magari te lo ricoverano lo stesso
sono gli esami che è probabile vadano lunghi...
un grosso in bocca al lupo
Andy

Ornela
Membro
Messaggi: 30
Iscritto il: mar 9 apr 2019, 10:08

Re: Tumore al pancreas. Speranze e dritte!

Messaggio da Ornela » mar 23 apr 2019, 14:58

Ciao a tutti, volevo chiedervi a qualcuno di voi o qualche vostro caro è mai successo mentre stava male (mio padre cancro al pancreas ) di avere la fuori uscita dell'ernia....è qualcosa che mi devo preoccupare? I dottori mi hanno detto che non è niente di grave....ma io sono lo stesso preoccupata....

giu67
Membro
Messaggi: 9
Iscritto il: dom 30 dic 2018, 23:41

Re: Tumore al pancreas. Speranze e dritte!

Messaggio da giu67 » mar 12 nov 2019, 14:01

Buongiorno a tutti, volevo condividere con voi l'esito della visita di controllo di oggi di mio marito, 58 anni. Ad un anno mezzo dall'intervento di duodenocefalopancreasectomia, pT2/G2/pN2/pM1, seguito da chemioterapia adiuvante con schema mFolfirinox, la Tac è risultata negativa ed invariata rispetto alle precedenti, solo una piccola variazione del marker ca 19.9, da riverificare a gennaio. Una buona notizia comunque che volevo condividere con voi.

Faby76
Membro
Messaggi: 900
Iscritto il: sab 12 mar 2016, 17:04

Re: Tumore al pancreas. Speranze e dritte!

Messaggio da Faby76 » mer 13 nov 2019, 9:54

Grazie. Sono contenta per voi. Un bellissimo messaggio di speranza per chi sta lottando. Un fortissimo abbraccio
Papà ti voglio bene, sei la mia vita. Ti penso ogni momento della giornata. PROTEGGIMI

VittorioB
Nuovo membro
Messaggi: 1
Iscritto il: mer 13 nov 2019, 17:15

Re: Tumore al pancreas. Speranze e dritte!

Messaggio da VittorioB » mer 13 nov 2019, 17:39

Ho promesso a me stesso in passato che avrei lasciato un pensiero di speranza ed affetto per tutti noi e voglio raccontarvi la mia storia che è quella della mia famiglia.
Cone quasi sempre accade la diagnosi è improvvisa e dolorosa, nel nostro caso la malattia venne diagnosticata a mia moglie che guardai insieme al nostro bambino che ha al tempo aveva 5 anni. Si lei non è tra i casi classici di età avanzata. La diagnosi e simile alle tante lette, adenocarcinoma al corpo del pancreas terzo stadio infiltrante l'arteria spelonca e la mesenterica superiore se non erro, inoperabile molto aggressivo.
Solo a scrivere mi viene da piangere, ma scrivo perché questo post riguarda speranze e dritte, e dopo qualche indecisione ci siamo trasferiti in cura al San Raffaele a Milano dove abbiamo fatto la chemio e dopo due cicli quindi 6 infusioni il grandissimo Dott.Balzano di cui ho letto anche in questo post decide che si può tentare di operare. Dopo quasi 10 ore mia moglie è tornata dalla sala seguita da lui da Balzano che sorridente mi rassicura sulla qualità dell'intervento fatto, che nel caso di mia moglie prevede anche la rimozione della milza oltre che parte del pancreas.
Dopo l'intervento ancora un ciclo di chemio poi la radioterapia, poi i controlli prima ogni due mesi, per un anno, poi ogni tre mesi ora siamo a ogni 6. Oltre ad abbracciare tutto il San Raffaele e con le lacrime abbraccio tutti voi, voglio dirvi che si può, che è dura ma è una azione corale di tutta la famiglia, che la lotta coinvolge tutti ma si può vincere.
Forza io accompagnavo mia moglie al prelievo, alla tac alla chemio gli preparavo da mangiare per le infusioni, perché si modica il gusto durante la cura, ho fatto spero per lei tutto il possibile, lo ho fatto anche per me. Insomma credeteci vi aggiungo che tra i corridoi della linea Arianna del San Raffaele, si aggira un 50 che racconta di come lui malato di tumore giovanissimo fu sottoposto a 180 avete capito bene 180 sedute di radioterapia total body, lo fa solo per testimoniare che si può tutto. Un abbraccio a tutti

Faby76
Membro
Messaggi: 900
Iscritto il: sab 12 mar 2016, 17:04

Re: Tumore al pancreas. Speranze e dritte!

Messaggio da Faby76 » gio 14 nov 2019, 13:38

Ciao a tutti. Vorrei provare a riscrivere la storia di mio padre alla luce delle vostre esperienze. Se al primo episodio di innalzamento sospetto del valore della glicemia, avrebbe fatto una tac in un centro specializzato ( ha fatto invece un'ecografia tardiva che tra l'altro non è stata letta da un medico esperto)il tumore sarebbe stato operabile. Nonostante inoperabile se avrebbe fatto in prima linea la chemio che gli è stata fatta in seconda sarebbe diventato operabile e non si sarebbero formate metastasi al fegato. Mi chiedo, esiste un esame che verifica quale tipo di chemio fa più effetto al singolo caso? Se sì sì possono salvare tante vite con la diagnosi precoce e il giusto approccio. Non si deve perdere assolutamente tempo nella diagnosi e tra un esame e l'altro, perché è una malattia che, almeno nel caso di mio padre è andata veloce. Mio padre sarebbe ancora vivo, ne sono convinta. Sento come se mi è stato rubato!! Un fortissimo abbraccio a chi sta lottando e non arrendetevi mai. Ogni caso è a se...
Papà ti voglio bene, sei la mia vita. Ti penso ogni momento della giornata. PROTEGGIMI

 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Rispondi

Torna a “Tumore al pancreas”