Noi figli, di genitori malati

In questo spazio è possibile raccontare e pubblicare le storie di coloro che sono riusciti, anche attraverso il dolore e la sofferenza, a sconfiggere la malattia.
maya87
Membro
Messaggi: 111
Iscritto il: dom 9 ott 2016, 8:06

Re: Noi figli, di genitori malati

Messaggio da maya87 » mer 25 lug 2018, 21:32

Franco953 ha scritto:
mer 25 lug 2018, 16:21
Niente fantasmi o fantasie irreali del genere bensì un sano e profondo "ascoltare" ciò che esiste dentro di noi. Io papà dopo tre anni di tribulazipni, lo sento dentro di me. Basta un sapore, un profumo, un ricordo, una fotografia ed eccolo lì che cerca di aiutarmi proprio nei momenti più difficili.
Vedrai Milly che , se ci riuscirai, allora il ricordo di papà , non sarà più dolore e sofferenza, ma una dolce nostalgia.
Un abbraccio
Franco
Anche io la sento molto mia mamma. E lí per lí è una sensazione piacevole. Sopratutto da quando mio padre si è ammalato e quindi mi sento ancora più sola. Poi però realizzo che è solo un sentire e non una sensazione fisica..e forse la cosa mi fa stare anche peggio. Ma prima o poi imparerò a mettere in pratica quanto scrive Franco.

Maria L
Membro
Messaggi: 47
Iscritto il: mar 6 mar 2018, 11:06

Re: Noi figli, di genitori malati

Messaggio da Maria L » dom 29 lug 2018, 2:17

Anch'io vorrei che fosse una dolce nostalgia. Invece sono 3 mesi di dolore. Mi manca mio padre. Darei la vita per poterlo riabbracciare. Ciao papà, ci rincontreremo
Papà le parole più belle vorrei avertele dette tutte in vita. Mi manchi.

Avatar utente
Franco953
Membro
Messaggi: 2660
Iscritto il: ven 31 lug 2015, 9:57

Re: Noi figli, di genitori malati

Messaggio da Franco953 » dom 29 lug 2018, 10:55

Cara Maria
il ricordo di mio padre è iniziato a diventare nostalgia dopo tre anni falla sua morte ma soprattutto dopo averlo sentito la sua presenza dentro di me
Per me è avvenuto passato il periodo di presa di coscienza ed interiorizzazione della scomparsa di papà
Alcuni ci mettono mesi, altro ci mettono anni ed altri ancora non superano la perdita del proprio caro , per il testo della loro vita
È un processo lungo e faticoso e bisogna volerlo, dobbiamo cercarlo dentro di noi e dobbiamo abituarci a sentire i messaggi che ci manda la nostra ........chiamala come vuoi : anima, psiche ecc
E comunque non è detto che ciò avvenga sempre . Dipende da noi , dalla nostra disponibilità dalla nostra volontà dal nostro desiderio che ciò avvenga
Franco
“Non è tanto quello che facciamo, ma quanto amore mettiamo nel farlo. Non è tanto quello che diamo, ma quanto amore mettiamo nel dare.”

Maria L
Membro
Messaggi: 47
Iscritto il: mar 6 mar 2018, 11:06

Re: Noi figli, di genitori malati

Messaggio da Maria L » dom 29 lug 2018, 12:25

Grazie Franco. Cercherò di metterci più volontà. Un caro saluto
Papà le parole più belle vorrei avertele dette tutte in vita. Mi manchi.

BettaViky
Membro
Messaggi: 29
Iscritto il: mer 23 mag 2018, 23:44

Re: Noi figli, di genitori malati

Messaggio da BettaViky » dom 29 lug 2018, 13:54

Salve a tt.... avrei bisogno di aiuto....la mia mamma il 26 ha fatto il primo ciclo di chemio (cisplatino e taxolo) x cancro alla vescica e cancro al seno,stamattina febbre a 39, diarrea e moltissima debolezza....ora con una Tachipirina da mille x fortuna è scesa a 36 e 4 ....la mia domanda è: è normale che la febbre,x giunta così alta si presenti dopo giorni? scusate ma da 3 mesi sono nel panico,x giunta lei è già al quarto stadio e premetto che davvero non ha mai avuto sintomi!!!!ho paura di perderla! grazie mille a tt coloro che mi risponderanno....

Milly13
Membro
Messaggi: 9
Iscritto il: mar 17 lug 2018, 16:02

Re: Noi figli, di genitori malati

Messaggio da Milly13 » lun 30 lug 2018, 8:18

Ciao BettaViky,

tieni conto che a mio padre la febbre si è manifestata dopo la prima infusione di Rituximab (non è un chemioterapico) circa 48 ore dopo la prima infusione.
Credo sia normale .. nel senso: non per forza gli effetti collaterali si palesano subito.
A quanto io sappia, sia la febbre che la diarrea possono essere una conseguenza della terapia.
Hai provato a sentire i medici?
Ora mamma è a casa oppure è ricoverata?
Io ho il numero privato dell'ematologo di papà .. così come il numero del medico di guardia di reparto.
Se ho bisogno li tartasso .. me ne frego se mi rispondono sgarbatamente o che.
Sono tenuti a darci delle riposte!!

Oggi come sta mamma?? Vedrai che erano solo le conseguenze della chemio.
Tu però CHIEDI CHIEDI CHIEDI !
Informati .. perché questi dubbi ci distruggono!

Cara BettaViky, ti abbraccio forte.
Abbraccio anche la tua mammina.
Dobbiamo essere forti ..
Qui ci capiamo tutti perfettamente.

Milly

BettaViky
Membro
Messaggi: 29
Iscritto il: mer 23 mag 2018, 23:44

Re: Noi figli, di genitori malati

Messaggio da BettaViky » lun 30 lug 2018, 8:40

Grazie Milly....mamma è a casa e ieri dopo l ennesimo rialzo della febbre ho chiamato l oncologo,e sto cavoli che era domenica!!!!gli ho spiegato il tt e mi ha detto che molto probabilmente si tratta di infezione urinaria.... infatti abbiamo iniziato l antibiotico....oggi si sente un po' meglio.... incrociamo le dita!!!!!!

Milly13
Membro
Messaggi: 9
Iscritto il: mar 17 lug 2018, 16:02

Re: Noi figli, di genitori malati

Messaggio da Milly13 » lun 30 lug 2018, 8:48

Oh, che bello!
Lo avete iniziato stamattina l'antibiotico ?

Adesso pian pianino questa febbraccia se ne andrà :-)
Tienimi aggiornata se ti va.

Un abbraccio

BettaViky
Membro
Messaggi: 29
Iscritto il: mer 23 mag 2018, 23:44

Re: Noi figli, di genitori malati

Messaggio da BettaViky » lun 30 lug 2018, 13:00

Milly cara....mamma insomma....da stamattina tt tranquillo fino alle 12 quando sono tornati quei brividi terribili...38 e 2 di febbre!!!!mio Dio nn finisce più!!!!!

Elegra
Membro
Messaggi: 574
Iscritto il: dom 2 apr 2017, 14:13

Re: Noi figli, di genitori malati

Messaggio da Elegra » lun 30 lug 2018, 16:41

Bettaviky è meglio che le fai fare urinocultura e antibiogramma. Così capite che batterio è e prendete antibiotico mirato..
Prova a sentire il medico!
Vivi ogni giorno come se fosse ogni giorno
Ne' il primo ne' l'ultimo
L'unico

Rispondi

Torna a “Il cancro e poi... la vita! (Le nostre storie)”