L'incubo del "killer silenzioso"

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
Rispondi
leo95nf
Membro
Messaggi: 9
Iscritto il: mer 13 dic 2017, 23:26

L'incubo del "killer silenzioso"

Messaggio da leo95nf » mer 13 dic 2017, 23:37

Salve a tutti,
Mi chiamo leo ho 22 anni. Vi chiederete cosa ci faccia un ragazzo qui sopra. Purtoppo ho perduto mio padre di cancro alla coda del pancreas quando avevo otto anni. Il tutto in due settimane, in uno stadio avanzatissimo della malattia. Quando si è bambini non si è molto consapevoli delle malattie, poi crescendo ti informi e capisci certe cose. Da qualche anno, dalla maturità, soffro di colite nervosa. Ho fatto esami su esami, ecografie, analisi del sangue, visite varie tutte con esito positivissimo. L'ultima qualche mese fa a luglio. Ogni volta io ho una paura tremenda, ogni volta che ci penso rivivo quelle sere angoscianti, lo strazio, i pianti.. E mi dico no, io non voglio finire così a 38 anni, io voglio realizzarmi, voglio vivere...
Ogni volta che ho un dolore, qualsiasi cosa vado in tilt. Chiaramente la mia colite non aiuta ed è un cane che si morde la coda.
Ma si può vivere una vita di angosce a monitorare ogni singolo parametro di se stessi?

Faby76
Membro
Messaggi: 623
Iscritto il: sab 12 mar 2016, 17:04

Re: L'incubo del "killer silenzioso"

Messaggio da Faby76 » gio 14 dic 2017, 23:20

Ciao Leo. L'essere un figlio di un malato di tumore non significa assolutamente che ti ammalerai anche tu. Anche mio padre è morto di tumore al pancreas e mia mamma è guarita dal tumore al seno. Io periodicamente faccio i controlli previsti ma ti confesso che non ho mai avuto paura. Io penso che se mi verrebbe lo prenderei a tempo per batterlo. Certo meglio non ammalarsi!!! Per il tumore al pancreas non è stata dimostrata l'ereditarietà ci sono solo i fattori di rischio come alcool e fumo. Goditi la giovinezza e non pensare troppo. Ti abbraccio forte forte
Papà ti voglio bene, sei la mia vita. Ti penso ogni momento della giornata. PROTEGGIMI

Avatar utente
carla.carboni
Membro
Messaggi: 538
Iscritto il: lun 14 nov 2011, 4:21

Re: L'incubo del "killer silenzioso"

Messaggio da carla.carboni » ven 15 dic 2017, 7:46

Ciao Leo, ha ragione Faby, per il tumore che purtroppo ha colpito tuo padre non è affatto dimostrata l'ereditarietà.
Quindi non rovinare la tua vita aspettando che accada qualcosa di brutto.
Ce ne danno una sola di vita, goditela!
E poi 22 anni!! Non specarli così, goditi ogni singola giornata.
Ti abbraccio.
Carla

leo95nf
Membro
Messaggi: 9
Iscritto il: mer 13 dic 2017, 23:26

Re: L'incubo del "killer silenzioso"

Messaggio da leo95nf » ven 15 dic 2017, 9:49

Grazie mille per le risposte e gli incoraggiamenti
Su internet si leggono tante stupidaggini che spaventano soltanto

canghita
Membro
Messaggi: 60
Iscritto il: dom 20 ago 2017, 20:28

Re: L'incubo del "killer silenzioso"

Messaggio da canghita » mar 19 dic 2017, 0:36

Ciao Leo. Il fatto che tu parli delle tue paure è un bene. Ero piccolo ma chissà in quale piega della tua anima è rimasto il dolore. Parlane con chi ti fidi e controllati solo se c'è qualcosa che non va. Sentiti sicuro che non ti accadrà come a papà. Un abbraccio

leo95nf
Membro
Messaggi: 9
Iscritto il: mer 13 dic 2017, 23:26

Re: L'incubo del "killer silenzioso"

Messaggio da leo95nf » gio 21 dic 2017, 18:27

canghita ha scritto:
mar 19 dic 2017, 0:36
Ciao Leo. Il fatto che tu parli delle tue paure è un bene. Ero piccolo ma chissà in quale piega della tua anima è rimasto il dolore. Parlane con chi ti fidi e controllati solo se c'è qualcosa che non va. Sentiti sicuro che non ti accadrà come a papà. Un abbraccio
Grazie per questo bel messaggio. In effetti ho fatto sei mesi di psicoterapia, e il dottore ha detto che avevo i mezzi per stare tranquillo. Però ogni volta che vivo stress ecc ho problemi di colite e mi fisso su questa cosa del tumore, anche perché leggo su internet, il che non aiuta..

canghita
Membro
Messaggi: 60
Iscritto il: dom 20 ago 2017, 20:28

Re: L'incubo del "killer silenzioso"

Messaggio da canghita » lun 25 dic 2017, 14:48

Ciao Leo. Internet è tutto e di più...se ti senti più sicuro controllati periodicamente...nessino te lo vieta. La colite a molti viene anche per un esame per la patente di guida o per un bollettino di equitalia...è ansia...una brutta bestia ma non è un tumore. Papà ti vorrebbe felice, pensaci. Bei respiri profondi e concentrazione sul "qui e ora". Scusa e la mamma? Se c è immagini che male sta?

leo95nf
Membro
Messaggi: 9
Iscritto il: mer 13 dic 2017, 23:26

Re: L'incubo del "killer silenzioso"

Messaggio da leo95nf » dom 14 gen 2018, 20:37

canghita ha scritto:
lun 25 dic 2017, 14:48
Ciao Leo. Internet è tutto e di più...se ti senti più sicuro controllati periodicamente...nessino te lo vieta. La colite a molti viene anche per un esame per la patente di guida o per un bollettino di equitalia...è ansia...una brutta bestia ma non è un tumore. Papà ti vorrebbe felice, pensaci. Bei respiri profondi e concentrazione sul "qui e ora". Scusa e la mamma? Se c è immagini che male sta?
Hai ragione,devo concentrarmi sul presente e sull'essere forte...per me e per gli altri

Ilda95
Membro
Messaggi: 12
Iscritto il: gio 12 lug 2018, 18:16

Re: L'incubo del "killer silenzioso"

Messaggio da Ilda95 » sab 14 lug 2018, 10:50

Ciao Leo mi dispiace molto per la perdita di tuo padre. Anche io sono arrivata qui in seguito alla perdita di un caro amico. Oramai sono dal 21 marzo che sto vivendo nella paura più totale e mi rendo conto che a 23 anni non è normale. Un controllo ogni tanto non fa mai male ma cerca di focalizzarti sulle cose belle della tua vita. Un abbraccio.

Avatar utente
Franco953
Membro
Messaggi: 2746
Iscritto il: ven 31 lug 2015, 9:57

Re: L'incubo del "killer silenzioso"

Messaggio da Franco953 » sab 14 lug 2018, 11:01

Caro Leo questo messaggio è dedicato non solo a te ma a tutti gli iscritti al forum
È un concetto che ho evidenziato più volte e che ci tengo a ribadirlo nuovamente
Non mi stanco di ripeterlo: attenzione alle informazioni che ottenete nel Web! La rete è meravigliosa e anche a me piace moltissimo usarla, ma in ambito medico e scientifico è bene controllare le fonti e discutere con i medici ciò che si trova in internet.
Attenti anche agli scambi tra pazienti: nessuna persona e nessuna malattia sono identiche ad altre (è impossibile), le cure devono essere discusse con i medici  in base alla specifica condizione di ognuno.
Un abbraccio
Franco
“Non è tanto quello che facciamo, ma quanto amore mettiamo nel farlo. Non è tanto quello che diamo, ma quanto amore mettiamo nel dare.”

 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Rispondi

Torna a “Raccontiamoci”