oligodendroglioma III grado anaplastico esperienze..?

Rispondi
inaafe
Nuovo membro
Messaggi: 2
Iscritto il: gio 26 lug 2018, 20:35

oligodendroglioma III grado anaplastico esperienze..?

Messaggio da inaafe » gio 26 lug 2018, 20:52

buonasera a tutti..
Dopo una crisi epilettica a mia sorella di 27 anni è stato diagnosticato un oligodendroglioma anaplastico di III grado.. è stata operata al Humanitas di rozzano e dopo l asportazione totale di una massa di 7 cm ha iniziato la radio per 30 gg dopo di che dovrá fare anche la chemioterapia con temozolomide per un anno.. vvIisto che l oncologo ci ha detto che a seconda delle molecole presenti nella massa questo tumore dovrebbe rispondere bene alla chemioterapia..I dottori ci hanno detto che faranno tutto il possibile per non permettere una recidiva(grosso problema di questo tumore). Io leggo molto su internet e dicono che solo il 20% dei malati arriva ai 10 anni di vita.. qualcuno mi dica il contrario per favore..

SeMa
Membro
Messaggi: 25
Iscritto il: mer 16 mag 2018, 18:20

Re: oligodendroglioma III grado anaplastico esperienze..?

Messaggio da SeMa » gio 2 ago 2018, 17:59

Ciao tesoro,
Ho letto questo messaggio giorni fa, ho trovato le parole per risponderti solo oggi.
Avevo un oligoastrocitoma al terzo stadio tre anni fa, avevo 29 anni.
Sono stata bene fino a quando non mi è tornata una piccola recidiva, ora ho ricominciato, radio chemio e forse intervento dopo.
Però son di nuovo qua, la vita è difficile, ma vado. Sono pronta.
Avevo una palla gtande quanto un'arancia e son sopravvissuta a quella, sto pezzetto che è ricresciuto si leverà dalle palle come l'altro.
Anch'io sono stata mangiata da google, ma ricordiamoci che i tumori sono molto soggettivi, non è tutta statistica.

E sai, una volta andai su un gruppo sull'epilessia a chiedere per quanto tempo dopo i tumori cerebrali si dovesse continuare con gli antiepilettici, e la gente mi rispondeva "non si finisce mai!! Io li prendo da 20 anni!!" "Io lo prendo da 10 anni!!"
E l'unica cosa che pesavo io era: VUOL DIRE CHE HAI AVUTO UN TUMORE AL CERVELLO 20 ANNI FA E ADESSO SEI QUI CHE STAI BENE!!!

Coraggio amica.
S.

fiore69
Membro
Messaggi: 72
Iscritto il: dom 25 giu 2017, 15:06

Re: oligodendroglioma III grado anaplastico esperienze..?

Messaggio da fiore69 » ven 3 ago 2018, 13:25

Ciao. Non ho esperienza con questo tipo ti tumore ma posso solo dirti una cosa: per il mio tumore (III B) googlando ho trovato una sopravvivenza media a 5 anni del 30%. Non guardare queste cose!! Ogni caso è unico. L'evoluzione dipende da tante cose: lo stato generale di salute delle persona, la reazione della malattia alle terapie e anche la reazione psicologica. Quando ho smesso di guardare queste cose su internet sono stata meglio. Dopo un anno e mezzo dalla diagnosi io sto bene e faccio una vita normale nonostante quello che dicevano i medici. È ovvio che non si sa quanto potrà durare, ma se ci pensi questo vale per tutte quante le persone non solo per quelle malate di tumore. A mia nonna fu diagnosticato un tumore ai polmoni a 82 anni. Sconsigliarono qualsiasi terapia e morì dopo 2 anni e mezzo (forse nemmeno per quello). In bocca al lupo!

inaafe
Nuovo membro
Messaggi: 2
Iscritto il: gio 26 lug 2018, 20:35

Re: oligodendroglioma III grado anaplastico esperienze..?

Messaggio da inaafe » lun 6 ago 2018, 11:36

grazie mille delle vostre parole.. aiutano sempre a dare una carica di positività.. cosa che per chi affronta queste malattie e per i loro famigliari sono importanti.. grazie ancora..

3persempre
Membro
Messaggi: 72
Iscritto il: dom 22 lug 2018, 2:21

Re: oligodendroglioma III grado anaplastico esperienze..?

Messaggio da 3persempre » lun 6 ago 2018, 22:58

Ciao, quando hanno individuato una massa nella risonanza di mio marito ci avevano ventilato un glioma e ci avevano "augurato" fosse un oligodendroglioma. Quindi era una delle prospettive più "augurabili", nello sfacelo dei tumori della glia.
Ma a parte questo, ogni caso è a sé, davvero. Ci sono persone con glioblastoma da 10 anni stabile. Nessuno può rassicurarti, ma cercate di concentrarvi sulla vita, fate tutto quello che c'è da fare, ma le terapie, le visite, non devono diventare la vostra vita. Quelle sono dei piccoli pit-stop necessari...

Rispondi

Torna a “Tumori cerebrali”