Quando non c'è più niente da fare

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
Maria L
Membro
Messaggi: 46
Iscritto il: mar 6 mar 2018, 11:06

Re: Quando non c'è più niente da fare

Messaggio da Maria L » mer 29 ago 2018, 23:46

Maya87 fatti forza, quando ci dissero che mio padre era terminale, dopo 1 mese esatto ci ha lasciati. Per un maledetto k pancreas che ha invaso il fegato posso dirti che per 2 giorni l'ho visto stare malissimo e ancora oggi ricordo la sua fatica nel respirare però dopo 4 mesi ti dico che quella non era vita più, era agonia. Un consiglio che posso darti è di coccolarlo nascondendo la verità. Soltanto Dio e la forza di reagire umana sa quando la sorte ci prenderà per mano, i medici fanno ipotesi. Un caro saluto
Papà le parole più belle vorrei avertele dette tutte in vita. Mi manchi.

Filomena
Membro
Messaggi: 172
Iscritto il: gio 30 ago 2018, 17:10

Re: Quando non c'è più niente da fare

Messaggio da Filomena » gio 30 ago 2018, 19:07

maya87 ha scritto:
lun 27 ago 2018, 14:27
Sí. Alle chemio sta reagendo discretamente. Ora vediamo la prossima tac come andrà.
Ciao
Ti risponde una mamma che ha un cancro al polmone
La cosa che mi viene da dirti fa tutto ciò che c'è da fare ma senza accanimento
Xche la sofferenza è tanta
Anche x chi sta da questa parte
Leggere la sofferenza nei vostri occhi
Nei vostri silenzi è terribile
Io mi affido a Dio ho fede in lui
E vivo giorno x giorno
Un abbraccio grande

maya87
Membro
Messaggi: 107
Iscritto il: dom 9 ott 2016, 8:06

Re: Quando non c'è più niente da fare

Messaggio da maya87 » gio 30 ago 2018, 21:57

Io a mia mamma glielo augurai di andarsene e cosi fu la notte stessa. Furono giorni strazianti, di urla e dolori lancinanti.
Con mio padre non è la stessa cosa, non ha avuto mai dolori, ma faccio comunque fatica a definirla "vita".è anche vero che non sono io che posso dire quando è vita e quando non lo è. Come dite voi non si può fare altro, a parte stargli accanto.

Grazie di cuore a tutti tutti voi di esserci

Melania13
Membro
Messaggi: 6
Iscritto il: sab 25 ago 2018, 17:21

Re: Quando non c'è più niente da fare

Messaggio da Melania13 » mar 11 set 2018, 15:40

Mio padre sembra quasi che mentalmente abbia già abbandonato la vita. Totale. Disinteresse per tutto , ci riconosce, a domanda risponde..ma sembra che sopravviva. Non so come spiegarlo, a voi è capitato?

Maria L
Membro
Messaggi: 46
Iscritto il: mar 6 mar 2018, 11:06

Re: Quando non c'è più niente da fare

Messaggio da Maria L » sab 15 set 2018, 1:51

Ciao Melania13, si é successo. Mio padre per circa 10 giorni non era più lui, non nominava ne la malattia, ne il suo lavoro. Sopravviveva senza mai lamentarsi ma aveva gli occhi pieni di paura anche se non lo avrebbe mai ammesso. Non conosceva il suo stato clinico vero ma mio padre é intelligentissimo, avrà trovato in rete i sintomi ed intuito. La cosa strana é che in 2mesi non ha mai citato suo fratello che 3anni fa ci ha lasciati per un cancro. Papà lo adorava, qualche giorno prima di cadere a terra dai dolori e non sapevamo nulla della malattia,mentre soffiava le candeline ha messo affianco alla torta la foto di mio zio. Era sempre nel suo cuore. Confermo il disinteresse per tutto forse perché un malato si cancro certe cose le intuisce :-(
Papà le parole più belle vorrei avertele dette tutte in vita. Mi manchi.

Maria L
Membro
Messaggi: 46
Iscritto il: mar 6 mar 2018, 11:06

Re: Quando non c'è più niente da fare

Messaggio da Maria L » sab 15 set 2018, 1:52

Ciao Melania13, si é successo. Mio padre per circa 10 giorni non era più lui, non nominava ne la malattia, ne il suo lavoro. Sopravviveva senza mai lamentarsi ma aveva gli occhi pieni di paura anche se non lo avrebbe mai ammesso. Non conosceva il suo stato clinico vero ma mio padre é intelligentissimo, avrà trovato in rete i sintomi ed intuito. La cosa strana é che in 2mesi non ha mai citato suo fratello che 3anni fa ci ha lasciati per un cancro. Papà lo adorava, qualche giorno prima di cadere a terra dai dolori e non sapevamo nulla della malattia,mentre soffiava le candeline ha messo affianco alla torta la foto di mio zio. Era sempre nel suo cuore. Confermo il disinteresse per tutto forse perché un malato si cancro certe cose le intuisce :-(
Papà le parole più belle vorrei avertele dette tutte in vita. Mi manchi.

 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Rispondi

Torna a “Raccontiamoci”