La vita di un care giver...... Ansie e stanchezza

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
roslele
Membro
Messaggi: 187
Iscritto il: gio 28 lug 2016, 23:48

Re: La vita di un care giver...... Ansie e stanchezza

Messaggio da roslele » gio 16 mag 2019, 15:00

È mia e come dico sempre morta io accidenti a chi resta....nel senso che ho vagliato bene tutto...da chirurgo all infermiera.....senza credere ai camici bianchi ma informandomi...

Filomena
Membro
Messaggi: 984
Iscritto il: gio 30 ago 2018, 17:10

Re: La vita di un care giver...... Ansie e stanchezza

Messaggio da Filomena » gio 16 mag 2019, 19:14

Ciao Girina
Ti posso garantire che vederlo da fuori l'inferno
E viverlo sulla propria pelle non è la stessa cosa
È una reazione normale del fisico
Di fronte alla, paura si mette in difesa
Quindi la paura della morte è in ognuna di noi
Credimi
Hai già vissuto un infèrno
Ti auguro a te e a tante altre che hanno vissuto lo stesso infèrno di trovare un po' di serenità
Quel tanto che basta x continuare a vivere
Con il tempo le cicatrici non fanno più male
Ci vuole solo tempo
E tanta tanta pazienza
C'è chi trova pace nella preghiera e nella fede
Nel fare volontariato
Tanto la vita va avanti
Un abbraccio

girina69
Membro
Messaggi: 66
Iscritto il: gio 25 apr 2019, 10:05

Re: La vita di un care giver...... Ansie e stanchezza

Messaggio da girina69 » ven 17 mag 2019, 9:04

Filomena ha scritto:
gio 16 mag 2019, 19:14
Ciao Girina
Ti posso garantire che vederlo da fuori l'inferno
E viverlo sulla propria pelle non è la stessa cosa
È una reazione normale del fisico
Di fronte alla, paura si mette in difesa
Quindi la paura della morte è in ognuna di noi
Credimi
Hai già vissuto un infèrno
Ti auguro a te e a tante altre che hanno vissuto lo stesso infèrno di trovare un po' di serenità
Quel tanto che basta x continuare a vivere
Con il tempo le cicatrici non fanno più male
Ci vuole solo tempo
E tanta tanta pazienza
C'è chi trova pace nella preghiera e nella fede
Nel fare volontariato
Tanto la vita va avanti
Un abbraccio
[/quote
Si Filomena hai ragione ....in realtà mi sono espressa male io parlavo dell' Inferno emotivo che vive chi assiste impotente al declino fisico della persona amata. E ' qualcosa di indescrivibile... Sentirsi impotenti e inutili. Io avrei dato tutto quello che ho per poter provare almeno metà del dolore fisico che ha provato il mio bellissimo marito. E sai qual è la cosa assurda ? Che lui non si è mai lamentato.... neanche un giorno. Neanche quando non poteva negli ultimi tre mesi né mangiare ne" bere ( aveva un tumore all esofago ). Io non ho mai incontrato un uomo con una dignità e un coraggio così forti. Io non sarei stata in grado di sopportare così tanto dolore fisico. Hai ragione Filomena ...lavora va avanti. Ma per me ora è solo sopravvivenza. Ti abbraccio forte sei davvero una grande donna ❤️

girina69
Membro
Messaggi: 66
Iscritto il: gio 25 apr 2019, 10:05

Re: La vita di un care giver...... Ansie e stanchezza

Messaggio da girina69 » ven 17 mag 2019, 9:07

roslele ha scritto:
gio 16 mag 2019, 14:58
Si ho assistito mio marito per quasi due anni poi dopo un anno e mezzo dalla sua morte mi sono ammalata io....beh forse più informata e meno spaventata visto che la pelle e
Non sapevo.....non ho parole. A volte sembra che il destino si accanisca su di noi... Spero tu ne stia uscendo seppur con tutte le tue ferite interiori ❤️

Filomena
Membro
Messaggi: 984
Iscritto il: gio 30 ago 2018, 17:10

Re: La vita di un care giver...... Ansie e stanchezza

Messaggio da Filomena » ven 17 mag 2019, 15:48

Armiamoci di Santa pazienza
E tanta fede
La vita non finisce mai di sorprenderci

Filomena
Membro
Messaggi: 984
Iscritto il: gio 30 ago 2018, 17:10

Re: La vita di un care giver...... Ansie e stanchezza

Messaggio da Filomena » ven 17 mag 2019, 15:57

Ciao Girina
Ho capito il significato e capisco i momenti che hai vissuto
La stessa sofferenza la vedo tante volte in mio marito
E capitato che sono stata malissimo
48 ore immobile in un letto a dar di stomaco senza avere un filo di voce x lamentarmi
L'ho sentito piangere sotto le coperte la notte
È dire tante volte Xche?
Xche?
Non c'è un perché
Lui ha vissuto la perdita del padre 40 giorni un tumore al fegato
40 giorni non uno in più
La cosa che fa chi si porta dentro questo mostro
Nascondere nascondere in tutti i modi
La sofferenza fisica
Lo strazio dell'anima
È davvero difficile
Ma, chi ha vissuto conosce bene e non c'è bisogno di aggiungere altro

Kiarella
Membro
Messaggi: 220
Iscritto il: sab 4 ago 2018, 7:05

Re: La vita di un care giver...... Ansie e stanchezza

Messaggio da Kiarella » ven 17 mag 2019, 17:00

Silvia, purtroppo se tuo marito non vuole farsi aiutare anche lo psicologo non può fare molto. Penso che anche la chemioterapia e le altre "cure" contribuiscano ad aumentare la depressione. Forse uno psichiatra potrebbe prescrivere qualche farmaco...purtroppo non saprei aiutarti.
Mi dispiace davvero molto per quello che devi sopportare, è un macigno bello pesante. Sono in questi momenti che si dovrebbe avere una spalla su cui piangere....è proprio vero che le vere amicizie si vedono nel dolore, troppo facile quando tutto va bene.

Silviab
Membro
Messaggi: 21
Iscritto il: gio 10 gen 2019, 12:08

Re: La vita di un care giver...... Ansie e stanchezza

Messaggio da Silviab » sab 18 mag 2019, 19:28

Buona sera a tutti.... Qui le cose vanno un po' meglio... Ale ha smaltito la chemio... Sembra un po' più lucido di testa e ha contattato lo psicologo per farsi aiutare...
I giorni prima e quelli immediatamente dopo la chemio so o devastanti per lui psicologicamente... Poi si riprende.... E si rende conto... Speriamo vada un po' meglio con l'aiuto dello psicologo...
Io sono in un periodo molto down fisicamente con la fibromialgia.. Ho dolori ovunque, ma non ci posso fare nulla... Quindi vado avanti!
Le amicizie... Meglio che non commento...

Solidea
Membro
Messaggi: 770
Iscritto il: gio 31 ago 2017, 18:04

Re: La vita di un care giver...... Ansie e stanchezza

Messaggio da Solidea » sab 18 mag 2019, 20:12

Ciao Sivia, ho letto la tua storia, che poi è simile a quella di molti altri caregivers.
La verità nuda e cruda è che chi è malato è disperato all'idea di morire e non è soltanto per la paura di lasciarci soli: è proprio l'idea della morte, che tutto si concluda qui senza sapere che cosa ci sia dall'altra parte. Per chi ha fede la speranza di un'altra vita c'è e quindi questo rende tutto un pochino più sopportabile (perché immagino che anche per chi crede in qualcosa qualche dubbio rimanga...), ma per chi non è credente le cose si fanno più difficili.
Per quanto riguarda le amicizie...il cancro e la paura della sofferenza sono più forti della debolezza di molti esseri umani. Inutile girarci intorno.
Fa male, ma è così. Tu comunque, se puoi, prenditi un aiuto, altrimenti rischi davvero salute mentale e fisica.
Se tuo marito si è ammalato non è colpa sua, ma nemmeno tua e stai già facendo molto.
Un caro saluto.
Noi siamo come farfalle che battono le ali per un giorno pensando che sia l’eternità.

Filomena
Membro
Messaggi: 984
Iscritto il: gio 30 ago 2018, 17:10

Re: La vita di un care giver...... Ansie e stanchezza

Messaggio da Filomena » dom 19 mag 2019, 16:54

Solidea
Condivido ma non del tutto
Io sono una mamma
Non so se hai letto la mia storia
Che ci sia paura è ovvio
Ma la paura come ben sai è da entrambi le parti
Le chemio ti danno la sensazione di impazzire
Nel mio caso la fiala di 4 ml di cortisone era una botta di vita
La pressione alta e il menefreghismo dei medici
Chi ci andava e ancora oggi paga le conseguenze è mio marito
E l'unico che sta in casa
Sai lui cosa fa
Apre la porta ed esce
Va a fare spesa
Porta giù il cane
Trova il modo x lasciarmi sola
È difficile x tutti
Tante volte non si sa in quale verso parlarci
Mio marito ha paura
Prima di dire una cosa 'ci fa il girotondo
Fa male a tutti
In casa si evita di parlare
Le sedute dallo psicologo aiutano
Li puoi dire cosa senti
Puoi dare sfogo alle tue paure
Ma tante volte non basta
La chemio butta giù
C'è il rischio della depressione
E allora ci vuole un supporto farmacologico
Avere un cancro non vuol dire x forza essere condannati
Io ho fede
Ma di certo non mi fa passare la paura di morire
E non e la paura di morire
I malati oncologici hanno paura della sofferenza
Del dolore
Come hanno paura amici e parenti
La sofferenza Fa Paura a tutti
All'improvviso il vuoto
Meno male che le amicizie si vedono nel bisogno

 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Rispondi

Torna a “Raccontiamoci”