Un mondo parallelo

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
Alessandra68
Membro
Messaggi: 317
Iscritto il: mer 15 lug 2015, 21:30

Re: Un mondo parallelo

Messaggio da Alessandra68 » ven 21 ago 2015, 21:27

Ricordo che questo é uno spazio di condivisione in cui ognuno ascolta, può scrivere e intervenire nel rispetto delle altrui e propri esigenze, proprie di un momento di difficoltà.
Ognuno offre i propri consigli e le proprie opinioni. Ma nessuno deve sentirsi obbligato a farlo, in primis, altrimenti viene meno l'obiettivo di condivisione spontanea, che aiuta tanto, aiuta ad aprirsi e a vedere ciò che magari
da soli non si riesce.
Saluti a tutti.

Avatar utente
Franco953
Membro
Messaggi: 3243
Iscritto il: ven 31 lug 2015, 9:57

Re: Un mondo parallelo

Messaggio da Franco953 » ven 21 ago 2015, 22:08

Fiorenzo ciao
ho letto il tuo racconto e più leggevo i diversi avvenimenti e più saliva la commozione dentro di me
Mi sembrava di rivivere la brutta esperienza di un mio carissimo amico
Un uomo distrutto, una moglie in ospedale , dall'oggi al domani senza alcun sintomo particolare, una figlia disperata e poi la chemioterapia e un dolore infinito prima e dopo la scomparsa della moglie
Allora dissi al mio amico che davanti a determinate tragedie non esistono parole o frasi adeguate. Non ci sono espressioni che possono confortare minimamente le persone coinvolte
Lo dico anche a te . Naturalmente mi spiace e ti abbraccio forte
Il mio amico riuscì a superare la profonda crisi, iniziata dopo la prematura scomparsa della moglie, dedicando alla figlia tutto il suo affetto , la sua comprensione ed il suo impegno.
Mi disse: "Franco, guardo negli occhi mia figlia e rivedo mia moglie. Ora mia figlia è la mia consolazione."
Uscì dalla forte depressione dopo grandi sforzi e grazie al costante aiuto della figlia che capì quanto fosse fondamentale il suo contributo.
Hai palato di "mondo parallelo" . Hai ragione ma purtroppo questa "specie di muro" o di "mondo parallelo" non esiste solo per i malati di tumore ma anche per i malati di altre malattie terribili. Cito ad esempio l' Alzheimer; un'altra malattia che toglie la dignità a coloro che vengono colpiti e che distrugge psicologicamente e fisicamente soprattutto i parenti più vicini al malato.
L'impegno di questo Forum è anche quello di superare il concetto di mondo parallelo, chiarendo anzitutto tra di noi, le idee, le paure, e il rapporto con gli altri, con le persone che incontriamo giornalmente Se hai tempo fatti un giro nel forum e vedrai che questo problema, è ampiamente dibattuto perché effettivamente costituisce un grosso problema.
Il nostro compito principale, tuttavia, è quello di "stare vicino" a coloro che soffrono svolgendo la funzione , se possibile, di "valvola di sfogo" per chi desidera raccontare la propria sofferenza. A volte cerchiamo di sostenere chi ha bisogno di aiuto con le parole e a volte sappiamo anche solo ascoltare
Siamo qui anche per te. Se hai bisogno scrivi e se lo ritieni opportuno scrivi anche cose senza senso. Tutti noi , a volte lo abbiamo fatto per disperazione e per liberare la nostra anima. Non temere lo capiremo
Ciao
Franco
“Non è tanto quello che facciamo, ma quanto amore mettiamo nel farlo. Non è tanto quello che diamo, ma quanto amore mettiamo nel dare.”

Simo23
Membro
Messaggi: 54
Iscritto il: lun 8 giu 2015, 14:27

Re: Un mondo parallelo

Messaggio da Simo23 » ven 21 ago 2015, 22:23

Ciao Fiorenzo,
Leggendo il tuo racconto ho rivisto gli ultimi momento di mio papà quando un mese fa ci ha lasciato. Anche noi come te e la tua Sara siamo una giovane famiglia. Mia mamma ha la tua età, io ho vent' anni, mio fratello 26 e mio papà 58, troppo pochi per morire, come tua moglie.
Da quando papà è morto io mia mamma e mio fratello ci siamo uniti tanto, sarà successo anche a te e a tua figlia. Ci uniamo per rimanere inpiedi.
Conosco il tuo dolore, le tue paure e i tuoi sensi di colpa, li vedo riflessi ogni giorno negli occhi di mia mamma.
Da figlia ti posso mandare un grande abbraccio, ed un abbraccio alla tua piccola ma grande Sara. Prendetevi cura l' uno dell' altra. E infine un abbraccio a Cinzia, al mio papà e a tutti quelli che ci mancano così tanto.

veronicaf
Membro
Messaggi: 402
Iscritto il: gio 19 giu 2014, 19:19

Re: Un mondo parallelo

Messaggio da veronicaf » sab 22 ago 2015, 4:30

Caro fiorenzo, quanti pianti mi sto facendo nel leggere le tue parole. Mi sembra di tornare indietro di 13 anni quando è morta la mia mamma. Mia mamma aveva 50 anni ed io 21. Papà era disperato come te. Io più forte e ho cercato di sostenerlo, di dargli forza, ci siamo uniti tanto. Il resto del mondo non capiva il nostro dolore. Ora che mi ritrovo con papà malato terminale mi sembra di rivivere quell'incubo. Ma stavolta ho il mio compagno accanto. Tutta questa sofferenza non la auguro nemmeno al mio peggior nemico. L'unico consiglio che ti posso dare è di cercare di tirarti su per tua figlia. Tua moglie ne sarebbe felice. Mia mamma poco prima di morire quando era ancora lucida mi disse:"Tu devi essere felice anche senza di me, devi andare avanti con la tua vita, devi laurearti, trovare un buon lavoro, un bravo ragazzo che ti ama". Io ho cercato di fare il possibile per andare avanti per la mia strada. So che lei mi guarda e mi sta accanto. Anche tua moglie ti guarda. Forza!!! Fallo per tua figlia! Un abbraccio da parte mia.
Quando curi una malattia puoi vincere o perdere. Quando ti prendi cura di una persona vinci sempre.

fiorenzo
Membro
Messaggi: 18
Iscritto il: ven 21 ago 2015, 11:55

Re: Un mondo parallelo

Messaggio da fiorenzo » sab 22 ago 2015, 8:39

Ciao a tutti

Non ho parole per ringraziarvi per quanto avete scritto, dai vostri messaggi emergono comprensione, vicinanza e tanta tanta umanità. Tutte qualità che si stanno lentamente perdendo in questo mondo e delle quali, eppure, non possiamo fare a meno soprattutto in certi momenti della nostra vita.
Si, io e Sara siamo molto uniti, ora più che mai. Cinzia l'ha costruita, mattoncino dopo mattoncino, dandole solidità e responsabilità. Molti mi dicono che devo farcela, farcela per lei, ed invece sono io in primo luogo che di lei ho bisogno. Senza Sara oggi per me sarebbe il nulla.

Una canzone dice "Vorrei avere grandi braccia per abbracciare tutti Voi", si lo vorrei.

Russia
Membro
Messaggi: 191
Iscritto il: lun 12 ago 2013, 22:36

Re: Un mondo parallelo

Messaggio da Russia » sab 22 ago 2015, 9:02

Ciao Fiorenzo, ahimè siamo in tanti. Io ho perso il mio amore da poco più di sei mesi. 54 anni lui e 43 io. Un cucciolo di dieci anni da far crescere. Ovviamente ora lui rappresenta la mia forza. Nel mondo parallelo vivo un'apparente serenità. Ciò ha impedito agli amici di scappare e ciò è servito a me e, soprattutto, al mio bimbo. Ovviamente se si esce indosso il sorriso migliore. Le mie lacrime le ho sempre riservate solo alla mia intimità. Ciò anche perché caratterialmente sfuggo dal pietosismo di coloro che, non avendo vissuto lo stesso dolore, non me potrebbero comprendere l'entità.... Ancora c'è chi chiede: come stai? La risposta è sempre stata un: bene, ma risicato. La risposta che tutti vogliono sentire! In fondo noi sappiamo quanto sbagliata possa essere quella domanda, ma urlare ,a chi ignora, la stupidità della stessa non mi aiuterebbe. A dir il vero dubito che alcuna cosa oggi potrebbe avere un effetto positivo.. Quindi vado avanti così.. Perché la vita continua e deve continuare .. Lo dobbiamo a coloro che ci amavano e che mai ci avrebbero abbandonato

delena
Membro
Messaggi: 391
Iscritto il: ven 8 mag 2015, 19:34

Re: Un mondo parallelo

Messaggio da delena » sab 22 ago 2015, 9:12

Forza fiorenzo!! Un grande abbraccio!!

fiorenzo
Membro
Messaggi: 18
Iscritto il: ven 21 ago 2015, 11:55

Re: Un mondo parallelo

Messaggio da fiorenzo » sab 22 ago 2015, 10:14

Cinzia scriveva "Il mio legame con carta e penna non si spezza, sono una donna all'antica come il mio modo di essere e di pensare". Ed era così, abbiamo la casa piena di suoi scritti di poesie di lettere per noi. Persino in ospedale, fino a quando ha potuto, ha continuato a scrivere. Voglio condividere con voi una piccola parte di quello che era il suo pensiero e quelle che erano le sue sensazioni dell'ultimo periodo prima del ricovero.
"Dicono che non bisogna arrendersi, trovare una valida terapia del dolore per rendere tutto più sopportabile, ma la paura si insinua e ogni senso è teso ad ascoltare i lamenti di un corpo che ti ha tradito e ti domandi: perchè proprio io? E soprattutto perchè questa patologia?"
"Le notti sono diventate il mio inferno in terra, sono lunghe, buie e accartocciata sul tappeto, piegata, scomposta in posizioni assurde perdo l'umana dignità e pagherei qualsiasi cosa per sentire il mio organismo tornare alla normalità".
Non posso certo dilungarmi troppo ma vorrei che chi legge possa conoscerla un pochino e, attraverso la sua sofferenza, comprendere anche se in minima parte la persona, la sua consapevolezza e lucidità di fronte al male.

delena
Membro
Messaggi: 391
Iscritto il: ven 8 mag 2015, 19:34

Re: Un mondo parallelo

Messaggio da delena » sab 22 ago 2015, 11:24

...grazie per aver condiviso con noi❤

veronica84
Membro
Messaggi: 31
Iscritto il: mer 24 set 2014, 2:46

Re: Un mondo parallelo

Messaggio da veronica84 » sab 22 ago 2015, 11:33

Che belle parole...mi sono commossa veramente..che triste verità...è troppo tutto questo..mi stringo a voi pensando al mio caro babbo che sta attraversando il inferno anche lui...non bisogna arrendersi però mai...

 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Rispondi

Torna a “Raccontiamoci”