Tumore alla prostata

Stefano2018
Membro
Messaggi: 153
Iscritto il: ven 9 ott 2015, 15:46

Re: Tumore alla prostata

Messaggio da Stefano2018 » dom 29 lug 2018, 9:07

In realtà può succedere anche quando non si riscontrano linfonodi metastatici per il semplice fatto che i linfonodi sono decine e decine quindi può anche essere che te ne asportano 30 che risultano puliti ma c'è uno da qualche altra parte che è malato....e come te ne accorgi ? Dopo L intervento vedi che il psa non si è azzerato quindi da qualche parte ci sono cellule tumorali in giro ma non sai dove sono.

Ci sono casi invece che tolti i linfonodi malati il psa si sia azzerato per anni.

Proprio perché c'è una così varietà di possibilità è previsto L esame del psa periodicamente così da capire se c'è qualcosa in circolo

Solidea
Membro
Messaggi: 359
Iscritto il: gio 31 ago 2017, 18:04

Re: Tumore alla prostata

Messaggio da Solidea » dom 29 lug 2018, 10:04

Grazie mille, Stefano. Sei stato molto esaustivo. Che tristezza questa malattia.
Noi siamo come farfalle che battono le ali per un giorno pensando che sia l’eternità.

Porp54
Membro
Messaggi: 50
Iscritto il: gio 1 feb 2018, 10:41

Re: Tumore alla prostata

Messaggio da Porp54 » dom 29 lug 2018, 15:27

Solidea ha scritto:
sab 28 lug 2018, 19:18
Porp54 ha scritto:
sab 28 lug 2018, 18:15
Stefano2018 ha scritto:
sab 23 giu 2018, 20:27


perché il tumore era già in circolo quindi le cure locali come l intervento e la radio non sono state radicali

quando la malattia diventa sistemica non si può guarire ma con i farmaci si può bloccare la diffusione per molti anni...si spera.
Confermo. dal mio esame istologico venne fuori che in 4 sui 29 linfonodi asportati vennero trovate metastasi e 2 di questi 4 con superamento della loro capsula con conseguente infiltrazione vascolare e perineurale oltre ad un margine di resezione positivo.

E come scrive Stefano, in questi casi non sono risolutivi né l'intervento chirurgico radicale, né l'ormonoterapia associata alla radioterapia.

Ci rimane solo la speranza che però siano serviti per cronicizzate il tumore e per assicurarci una sopravvivenza più lunga possibile.
....

Porp, scusa...ma anche se non c'erano metastasi ad altri organi?
Solidea, potresti formulare la domanda in modo più articolata?

Solidea
Membro
Messaggi: 359
Iscritto il: gio 31 ago 2017, 18:04

Re: Tumore alla prostata

Messaggio da Solidea » dom 29 lug 2018, 18:46

Sì, Porp, scusami..
intendevo: quindi né l'intervento chirurgico né le terapie successive, anche senza metastasi a distanza, sono risolutivi. Nel senso che con o senza metastasi non c'è differenza per la prognosi del tumore, per il quale a quanto ho capito in casi come questo non si parla di guarigione. Stefano, che ringrazio, mi ha spiegato la situazione
Noi siamo come farfalle che battono le ali per un giorno pensando che sia l’eternità.

Porp54
Membro
Messaggi: 50
Iscritto il: gio 1 feb 2018, 10:41

Re: Tumore alla prostata

Messaggio da Porp54 » dom 29 lug 2018, 22:43

Solidea ha scritto:
dom 29 lug 2018, 18:46
Sì, Porp, scusami..
intendevo: quindi né l'intervento chirurgico né le terapie successive, anche senza metastasi a distanza, sono risolutivi. Nel senso che con o senza metastasi non c'è differenza per la prognosi del tumore, per il quale a quanto ho capito in casi come questo non si parla di guarigione. Stefano, che ringrazio, mi ha spiegato la situazione.

Ho modificato questo mio messaggio perché pubblicato in maniera incompleta nonostante l'avessi scritto in maniera completa.

Il messaggio completo è pubblicato sotto questo.
.
Ultima modifica di Porp54 il dom 29 lug 2018, 22:52, modificato 2 volte in totale.

Porp54
Membro
Messaggi: 50
Iscritto il: gio 1 feb 2018, 10:41

Re: Tumore alla prostata

Messaggio da Porp54 » dom 29 lug 2018, 22:46

Porp54 ha scritto:
dom 29 lug 2018, 22:43
Solidea ha scritto:
dom 29 lug 2018, 18:46
Sì, Porp, scusami..
intendevo: quindi né l'intervento chirurgico né le terapie successive, anche senza metastasi a distanza, sono risolutivi. Nel senso che con o senza metastasi non c'è differenza per la prognosi del tumore, per il quale a quanto ho capito in casi come questo non si parla di guarigione. Stefano, che ringrazio, mi ha spiegato la situazione
Nella stragrande maggioranza dei casi è così. Per definire GUARITO un malato oncologico con tumore alla prostata con prognosi sfavorevole, occorrono 7-8 anni senza recidive, per gli altri tumori con sedi diverse, 5 anni.

Questo è quanto ha scritto il mio medico radioterapista oncologo in un certificato che mi serviva per il riconoscimento della invalidità civile al 100%
.....

franco_63
Nuovo membro
Messaggi: 2
Iscritto il: gio 9 ago 2018, 21:33

Re: Tumore alla prostata

Messaggio da franco_63 » gio 9 ago 2018, 21:54

Buonasera a tutti. Sono nuovo del forum. Ho 55 anni. Mi hanno da poco diagnostico un adenocarcinoma prostatico Gleason 3+3. PSA 8,2.
In un grande ospedale di Milano mi hanno detto che per eseguire la prostatectomia radicale è necessario circa 1 anno di attesa.
Il mio medico di base mi ha detto che aspettare 1 anno con una diagnosi conclamata di tumore, è follia pura e mi ha vivamente consigliato di rivolgermi a ospedali meno blasonati che eseguirebbero l'intervento in poco tempo (senza tecnologia robotica).
Qualcuno può dirmi la propria esperienza e il proprio parere.

Vi ringrazio in anticipo.

Stefano2018
Membro
Messaggi: 153
Iscritto il: ven 9 ott 2015, 15:46

Re: Tumore alla prostata

Messaggio da Stefano2018 » ven 10 ago 2018, 0:19

A Milano e provincia ci sono varie realtà ospedaliere credo che tu posso trovare una lista di attesa meno lunga.


se non ci sono controindicazioni potresti chiedere anche un parere di un radioterapiata oncologo per effettuare un ciclo di radio.

Il Gleason è basso e il psa è inferiore a 10 quindi ti trovi nelle condizioni migliori per risolvere il problema però aspettare un anno anche psicologicamente mi sembra eccessivo.

franco_63
Nuovo membro
Messaggi: 2
Iscritto il: gio 9 ago 2018, 21:33

Re: Tumore alla prostata

Messaggio da franco_63 » ven 10 ago 2018, 14:04

Già altri mi hanno consigliato di sentire un radioterapista ma sono orientato per l'intervento.
Psicologicamente, l'intervento mi sembra più rassicurante.
Il fatto è che quando ti piomba addosso una cosa di questo tipo, sei solo disorientato e non sai cosa fare.
Alla fine di agosto mi chiamerà l'ospedale di Monza, dove ho fatto la biopsia, per chiedermi cosa ho deciso.
Qualcuno sa dirmi, anche indicativamente, i tempi di attesa del san Gerardo di Monza?
Grazie

Stefano2018
Membro
Messaggi: 153
Iscritto il: ven 9 ott 2015, 15:46

Re: Tumore alla prostata

Messaggio da Stefano2018 » sab 11 ago 2018, 14:16

I tempi di attesa dipendono anche dalla gravità dei casi e il tuo fortunamente è tra i meno gravi.

Ho trovato questo sito dove sono riportato credo tutti gli ospedale che utilizzato il robot prova a dargli un occhiata onestamente non so se è aggiornato

https://www.urologiaroboticadavinci.it/ ... in-italia/

 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Rispondi

Torna a “Tumore alla prostata”